LA NUOVA LEGGE SULLA LEGITTIMA DIFESA NON E' ANCORA STATA PUBBLICATA SULLA GAZZETTA UFFICIALE
Spara durante un tentato furto, ucciso il ladro
L'imprenditore è indagato in stato di libertà per omicidio volontario
27/1/2006
La legge sulla legittima difesa non è ancora
stata pubblicata sulla Gazzetta UfficialeVERONA. Un imprenditore veronese ha sparato durante un tentativo di furto nella sua abitazione. Un ladro e' stato trovato morto. L'imprenditore e' indagato in stato di liberta' per omicidio volontario, dal momento che la nuova legge sulla legittima difesa, che prevede la legittimita' dell' uso di armi in casi del genere, benche' approvata dal Parlamento non e' stata ancora pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale.
L'imprenditore, di cui non sono state rese note le generalita' ma che abita a Sandra', frazione di Castelnuovo del Garda (Verona), si e' accorto, verso l'una di notte, che qualcuno cercava di forzare la finestra di casa. Ha intimato ai ladri, pare due persone, di andarsene e poi ha sparato alcuni colpi di pistola, prima di chiamare i Carabinieri, i quali, giunti sul posto, hanno scoperto a 200 metri dall'abitazione il cadavere di un uomo, che presentava una ferita da arma da fuoco. Il corpo, in base ai primi accertamenti dei militari di Peschiera del Garda, e' di un uomo di circa 30 anni, presumibilmente un albanese. L'imprenditore ha riferito agli investigatori, coordinati dal pm di Verona Francesco Rombaldoni, di essere stato svegliato verso l'una di notte da alcuni rumori ad una finestra di casa e di aver notato due persone che tentavano di forzarla.
L'uomo ha prima intimato ai due di allontanarsi e poi ha preso la pistola, regolarmente detenuta, e ha sparato alcuni colpi. Rientrato nell'appartamento, insieme alla moglie ha chiamato i Carabinieri, i quali hanno iniziato a perlustrare la zona alla ricerca dei due ladri. A 200 metri dall'abitazione i militari hanno trovato, a terra, il cadavere di un uomo, senza documenti, presumibilmente un albanese. A causarne la morte sarebbe stato, in base ai primi rilievi, un colpo di arma da fuoco.
Il pm ha disposto l'autopsia sul cadavere e l'esame balistico per verificare se il colpo che ha raggiunto l'uomo sia stato sparato dalla pistola dell'imprenditore. I militari hanno compiuto ricerche nella zona, sinora senza esito, per individuare il secondo autore del tentato furto.