User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 19
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Talking Berlusconi dalle bande nere

    Dopo Rauti arruolati anche i fascisti del Nuovo Msi destra nazionale
    Ricevuta a palazzo Grazioli la moglie del capo della polizia parallela

    «Pataccari» e fascisti, i nuovi alleati di Silvio

    di Vincenzo Vasile

    Ricordate la «polizia parallela» di quel Gaetano Saya, fascista e "spione", sedicente gran maestro di loggia coperta, che segnalava falsi attentati islamici ed esibiva tesserini, palette e lasciapassare di corpi dello Stato? Agli arresti domiciliari nel suo attico di Firenze, manda in giro i suoi accoliti per "fare politica". Al servizio della Casa della Libertà. Ha mandato la moglie, vicaria alla presidenza del "suo" movimento di ultradestra, in visita da Berlusconi. Così, guarda chi si vede, anzi: chi si rivede, navigando nel web.

    La moglie del capo della Polizia parallela, Gaetano Saya, agli arresti domiciliari, ricevuta a Palazzo Grazioli. Dopo la stretta di mano con Rauti si accrescono i «neri» alla corte di Fi.
    È lui, sempre lui, da Cavaliere di Arcore a Silvio delle Bande nere. Un gran sorriso arriccia le guance rosse di fondotinta. Gli occhi stralunati per il flash, è in posa per una foto-ricordo scattata nella residenza romana di palazzo Grazioli, a braccetto con la moglie dello spione Saya, che il ministro Pisanu definì - benevolmente? - un "pataccaro". Si vede una matrona sui cinquant'anni ben portati, con il tailleur dai reverse con i bordi bianchi un po' militareschi. La manina del presidente del Consiglio sbuca tra il braccio e il fianco della visitatrice che ha voluto immortalare l'incontro, avvenuto - probabilmente per pochi minuti rubati all'instancabile calendario di comparsate tv - nell'ottobre scorso, con tanto di comunicato, buro-solenne e sgangherato: «Ottobre 2005. Nei giorni scorsi una delegazione del Nuovo Msi, guidata dal Presidente Vicario Maria Antonietta Cannizzaro, ha incontrato l'On. Mantovani (dovrebbe trattarsi dell'eurodeputato Mario, ndr) Coordinatore elettorale di Forza Italia, per definire gli ultimi accordi per l'ingresso del Nuovo Msi nella Casa delle Libertà. L'incontro segue di pochi giorni quello avuto presso Palazzo Grazioli con il Presidente Berlusconi, dove il Nuovo Msi in un cordialissimo incontro, ha offerto, al Presidente Berlusconi una alleanza incondizionata, organica e strutturale per le prossime politiche, condividendo il programma elettorale senza eccezione alcuna. Offerta accettata con entusiasmo dal Premier. Offrendo anche ad An e Fini il proprio contributo, definendoli "I nostri fratelli maggiori". Per far sì, che tutti uniti in blocco, si vincano le elezioni 2006 per non consegnare la Nazione in mano ai Comunisti». Segue, accanto, l'analogo scatto commemorativo del premier sulla stessa location in compagnia di un tipo corpulento e tarchiato, la cravatta allentata, lo sguardo soddisfatto e vacuo, il vicepresidente, Carmine Cedro. Ombretta Colli a Milano - altra foto - taglia una torta dell'Msi, affiancata dai componenti in libertà del "direttivo". Clicchi, e le immagini si aprono a tutto schermo. Tutti uniti, "organici, strutturali", tutti "in blocco". Smanettando, si gode una panoramica di gruppo con Cedro, "noto per la costruzione dei famosi biliardi Cedro, campione del Mondo per sei volte consecutive, azienda leader in Italia nel settore biliardi, già grande elettore di Forza Italia" che brinda assieme al ministro Claudio Scajola e all'on. Amadeo Matacena jr.
    Il sorriso di Berlusconi è, dunque, disponibile oltre che sullo schermo tv anche in queste istantanee di promozione simil-elettorale pubblicate nel sito web http://www.destranazionale.org del "Nuovo movimento sociale, destra nazionale". Una sigla che, se hai i capelli grigi, ti richiama alla mente tutto un amarcord. Questi sedicenti eredi di Almirante, esibiscono in rete sulla stessa "home page" un simbolo quasi eguale a quello del leader missino. C'è la vecchia fiamma tricolore e c'è la scritta "Destra Nazionale", che negli anni Settanta del secolo scorso servì ai missini per accreditare un perbenistico doppiopetto dopo gli anni del manganello e delle stragi. Questi qua sono uno scoglietto dell'arcipelago nero con cui il centrodestra sta stipulando accordi e intese elettorali. Con tempismo rispetto al "Giorno della memoria", celebrato da Ciampi, appena l'altra sera è stato imbarcato nella Casa delle Libertà il razzista Pino Rauti, con il suo noto curriculum politico-penale.
    Il Nuovo Msi destra nazionale è la protesi politica di un'organizzazione sott'inchiesta, di cui le cronache si sono abbondantemente occupate nel luglio scorso: i giornali la chiamarono, abbiamo detto, "polizia parallela", ma agli atti si chiama pomposamente Dipartimento studi strategici contro il terrorismo - acronimo: Dssa -, ed è figlia di un'Associazione sindacale interforze di polizia e di un'Unione nazionale forze di polizia, composte da ex poliziotti, agenti in servizio più o meno in buona fede, venditori di dossier e fangosi depistaggi che si muovono nel sottobosco dei corpi dello Stato. La signora immortalata con Berlusconi, Maria Antonietta Cannizzaro, all'epoca dell'arresto del marito, giurò, del resto, ammiccando: "La nostra è una attività alla luce del sole e le istituzioni italiane ne erano a conoscenza". E meritò la nomina a vicepresidente vicaria e portavoce della presidenza del Nuovo Msi, essendo il presidente suo marito agli arresti domiciliari e impedito a muoversi e a parlare se non con parenti e avvocati. E' di questo periodo di traversie, forse coincidente con la visita al premier, il seguente proclama: "...E se vogliamo ripulire l'Italia dal marcio che vi si annida, e se vogliamo, fermissimamente vogliamo riportare una ferrea disciplina in tutta la Nazione, non è certo per stolta ambizione, ma è semplicemente perché i nostri morti ci hanno lasciato un testamento vergato con il sangue, il sangue di coloro che morendo fecero grande l'Italia. La Destra snuda la sua spada per tagliare i troppi nodi di gordio, che irretiscono e intristiscono la vita Italiana. Chiamiamo Iddio sommo e lo Spirito immortale delle migliaia di morti a testimoni che un solo impulso ci spinge, una sola volontà ci raccoglie, un solo pensiero ci infiamma: contribuire alla grandezza e alla salvezza della Patria. Uomini della Destra di tutta Italia, tendete gli spiriti e le forze, bisogna vincere e con l'aiuto di Dio. VINCEREMO".
    Non più disponibili sono gli insulti razzisti che provocarono l'oscuramento del sito del Dssa, ma si può leggere una dichiarazione di principi: "L'esistenza della Repubblica italiana, una e indivisibile, sovrana ed indipendente, è fondata sul principio dell'uguaglianza di tutti i cittadini, quale che sia la loro origine e fede religiosa (tranne quella islamica) in pari diritti e doveri, nella certezza del diritto alla salvaguardia della loro libertà economica e sociale". Tranne quella islamica. Sì, perché nel tempo libero gli uomini di Saya costruirono un dossier su un prossimo attentato a Linate, pubblicato dai berlusconiani Libero e Tg.com, un altro su moschee clandestine e sotterranee in Lombardia, e scartabellarono banche dati e dossier riservati, o si vantarono di poterlo fare (vi ricorda niente?). Le cronache hanno riferito di quel poliziotto pentito che, per far capire le idee del presidente dell'Msi e del pomposo "Dipartimento" di polizia parallela, ha rivelato ai giudici che lo incitava ad ammazzare i "negri", esseri inferiori. Il Dssa, secondo il settimanale "News", sarebbe anche presente in Iraq con uno stuolo di body guard. E stando all'inchiesta della Procura di Genova il Dipartimento conservava in diverse città un arsenale d'armi, palette della polizia, distintivi simili a quella della Cia.
    A Palermo Saya si presentò al processo Andreotti, accusò il senatore, ed esibì sotto l'ascella un tatuaggio, segno distintivo - disse - degli "agenti Nato". Sciolto giocoforza il "Dipartimento", ha istituito nel Nuovo Msi una Divisione affari generali e riservati (che riprende la denominazione di un famigerato ufficio del Viminale). Se clicchi sopra questa riga, però, non si apre la finestra con il nome del responsabile,... sennò non sarebbero "affari riservati".
    Chi non ha potuto smentire rapporti di fraternità è il generale piduista Giuseppe Santovito, che è effigiato tra i padri ispiratori, ma ha taciuto solo perché è morto. Però Polizia, Sismi, persino Licio Gelli, di cui Saya esibisce online un bigliettino, non vogliono sentir parlare di un simile figuro. E negano di aver dato copertura all'"intelligence" dei pataccari. Invece, non si sa se affascinato dall'affiliazione di nuovi potenziali crociati, o dalla loro esperienza in dossieraggio, a palazzo Grazioli, Silvio li ha ricevuti, ascoltati. "Con entusiasmo". E si è messo in posa, spensierato.

    Unità/28-01-2006

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Totila
    Ospite

    Predefinito

    Anche in questo caso, il Bossi di qualche anno fa ebbe una felice trovata comunicativa che descriveva il verminaio neo-fascista colluso con massonerie, servizi segreti, atlantista, bombarolo: "la porcilaia fascista".

  3. #3
    Totila
    Ospite

    Predefinito

    "...E se vogliamo ripulire l'Italia dal marcio che vi si annida, e se vogliamo, fermissimamente vogliamo riportare una ferrea disciplina in tutta la Nazione, non è certo per stolta ambizione, ma è semplicemente perché i nostri morti ci hanno lasciato un testamento vergato con il sangue, il sangue di coloro che morendo fecero grande l'Italia. La Destra snuda la sua spada per tagliare i troppi nodi di gordio, che irretiscono e intristiscono la vita Italiana. Chiamiamo Iddio sommo e lo Spirito immortale delle migliaia di morti a testimoni che un solo impulso ci spinge, una sola volontà ci raccoglie, un solo pensiero ci infiamma: contribuire alla grandezza e alla salvezza della Patria. Uomini della Destra di tutta Italia, tendete gli spiriti e le forze, bisogna vincere e con l'aiuto di Dio. VINCEREMO".

    Questi vengono fuori direttamente dal film "Vogliamo i Colonnelli". Se non fossero pericolosi, sarebbero delle macchiette.

  4. #4
    Fieramente Leghista
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Località
    Verona - Padania, la città di Flavio Tosi, la città antigiacobina della Pasque Veronesi
    Messaggi
    2,670
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    bè considerato che dall'altra parte ci sono qualcosa come 15 partiti e partitini e che sono riusciti a creare una digustosa ammucchiata che parte da mastella, passa dai pannelliani e arriva ai cessi sociali anarco-insurrezionalisti, non ci vedo nulla di male che si contrasti uno schifo del genere arrivando a coalizzare qualsiasi cosa contro. Certo sarebbe meglio non si dovesse arrivare a questo, ma questi sono i risultati della democrazia, no?

  5. #5
    Totila
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da halexandra
    bè considerato che dall'altra parte ci sono qualcosa come 15 partiti e partitini e che sono riusciti a creare una digustosa ammucchiata che parte da mastella, passa dai pannelliani e arriva ai cessi sociali anarco-insurrezionalisti, non ci vedo nulla di male che si contrasti uno schifo del genere arrivando a coalizzare qualsiasi cosa contro. Certo sarebbe meglio non si dovesse arrivare a questo, ma questi sono i risultati della democrazia, no?
    Fra altri cinque anni, se va avanti così, ci troveremo insieme ad un altro partito di neri: i senegalesi con diritto di voto raggruppati nel movimento Senegalesi for Berlusconi...

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Totila
    Fra altri cinque anni, se va avanti così, ci troveremo insieme ad un altro partito di neri: i senegalesi con diritto di voto raggruppati nel movimento Senegalesi for Berlusconi...

  7. #7
    Fieramente Leghista
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Località
    Verona - Padania, la città di Flavio Tosi, la città antigiacobina della Pasque Veronesi
    Messaggi
    2,670
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Totila
    Fra altri cinque anni, se va avanti così, ci troveremo insieme ad un altro partito di neri: i senegalesi con diritto di voto raggruppati nel movimento Senegalesi for Berlusconi...
    no, quei "neri" lì voteranno solo ed esclusivamente per rifondazione comunista, non c'è pericolo che succeda altrimenti.

  8. #8
    Totila
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da halexandra
    no, quei "neri" lì voteranno solo ed esclusivamente per rifondazione comunista, non c'è pericolo che succeda altrimenti.
    Perchè tu credi che Berluska sia contrario ad una società multirazziale e multireligiosa?

  9. #9
    Fieramente Leghista
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Località
    Verona - Padania, la città di Flavio Tosi, la città antigiacobina della Pasque Veronesi
    Messaggi
    2,670
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Totila
    Perchè tu credi che Berluska sia contrario ad una società multirazziale e multireligiosa?
    credo che non sia nè contrario nè favorevole perchè il suo partito ha ben altri interessi rispetto ai valori etno-identitari: ma il fatto è che gli allogeni non sono scemi e sanno benissimo chi ha una lunga ed insuperabile tradizione di totale identificazione con la loro causa, chi li ha sempre appoggiati in tutti i modi contro di noi: e appunto quando arriverà il voto di massa premieranno chi li rappresenta meglio, e non certo i parvenu dell'immigrazionismo: questo almeno fino a che non fonderanno i loro propri partiti.

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ma nessuno si ricorda la sceneggiata del Berluskaz quando affogarono alcuni albanesi ?
    Quando , apparve davanti alle TV, cone le lacrime agli occhi , dopo l'incontro con i clandestini albanesi, promettendo : "Adotterò tre famiglie di profughi, ho già dato disposizione perchè venga dato loro un aiuto consistente".
    ..era il marzo del 1997

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Giovanni dalle Bande Nere.
    Di Duca Conte Semenzara nel forum Patria Italiana
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 25-05-11, 00:05
  2. Giovanni Dalle Bande Nere Che Camerata!!!!
    Di sparafucile nel forum Destra Radicale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 21-02-07, 23:25
  3. Berlusconi dalle bande nere - Unità - 28/01/2006
    Di Outis nel forum Destra Radicale
    Risposte: 38
    Ultimo Messaggio: 31-01-06, 19:25
  4. Bande nere e bande rosse
    Di UgoDePayens nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 37
    Ultimo Messaggio: 08-07-04, 18:02

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226