User Tag List

Pagina 2 di 6 PrimaPrima 123 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 57
  1. #11
    email non funzionante
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    198
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Smile Rif: sondaggio su POL: volete la secessione?

    Citazione Originariamente Scritto da jotsecondo Visualizza Messaggio
    La lega non potrà mai raggiungere il traguardo della indipendenza del Nord.

    Anzi il suo compito è l'opposto, d'altronde conferma che il suo fine è il federalismo fiscale, un marchingegno per poter mandare in automatico più soldi al Sud.

    Grande è l'operazione della lega e il controcoro della partitocrazia, in modo che molti pensano che vi possa essere un momento storico in cui la lega diventi indipendentista.

    Finché vi saranno molti a credere o sperare a questo, il sistema partitocratico potrà continuare a rubare, e in cambio di questa immunità ladresca di ricambio si mantiene l'unità d'italia.

    Il trucco è solamente quello di riempire di speranza i Padani.

    Niente male come ragionamento....se poi ti vuoi divertire, vai su facebook

    cerca PRONTI ALLA LIBERAZIONE.....noterai il colosseo in fiamme, con inserita una Grossa Spada (Credo Longobarda)....in pochi giorni 250 adesioni di fan o sostenitori....ma la cosa piu' strana nessun commento
    incredibile ma verooooooo...cosa ne pensi ??? Fai tu un commento esprimi
    tutto il tuo pensiero, e fargli capire...la Grande Illusione....Divertiti

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #12
    Forumista
    Data Registrazione
    18 Oct 2009
    Località
    Rés
    Messaggi
    124
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: sondaggio su POL: volete la secessione?

    Citazione Originariamente Scritto da jotsecondo Visualizza Messaggio
    Il tuo ragionamento di fiducia nella lega non fa una grinza.
    Rappresenta il discorso ed il pensiero pianificato che la partitocrazia ha creato per presentare questo momento politico.

    Prima di tutto la lega non è nata in seguito alla caduta della prima repubblica.
    La lega è nata nel momento che roma è riuscita, in diversi anni di lavoro intelligente, ha prendere il comando e la direzione dei movimenti autonomisti ed indipendentisti che stavano dando corpo al desiderio di libertà dei popoli del Nord.

    Fidarsi della lega è un po' troppo dare esempio di credulità.

    Da 150 anni il problema della unità d'italia è sempre stato in cima ai pensieri di chi ha costruito questo stato posticcio.
    Sono stati messi in campi molti tentativi per esorcizzare il problema, ma la lega è l'ultimo ed il miglior marchingegno creato da roma per mantenere l'unità d'italia, e ha dato e darà ottimi risultati.

    Esistono ancora milioni di Padani che credono di risolvere i problemi attraverso la setta. .
    quindi secondo te la Lega è il modo che la partitocrazia romana ha trovato per tenere sotto controllo il popolo del Nord? Può essere vero, non disprezzo a priori nessuna teoria ma vari elementi mi fanno credere il contrario. Prima di tutto i recenti attacchi a Berlusconi da parte di Fini, per la tempistica nella quale si sono sviluppati non credo che fossero rivolti tanto verso la sua persona, quanto contro la prospettiva della partitocrazia romana (che rappresenta) di non poter governare la crisi e le riforme conseguenti. Essendo il piano A fallito ora c'è l'evidente tentativo di far passare il piano B, sotto forma della bozza Violante, che rappresenterebbe una sconfitta parziale della Lega.
    Nel frattempo si rivede il tentativo del Vaticano di ricreare la balena bianca, facendo convergere sulle posizioni di Casini sia Fini che Rutelli, e sperando che lo spirito santo o qualche pentito di mafia assolvano il compito di togliere dalla scena Berlusconi. In campo internazionale troviamo un Berlusconi che dopo l'elezione di Obama e l'attacco massmediatico senza precedenti che ne è seguito (a base di migliaia di foto saltate fuori da qualche cassetto) ha rotto l'alleanza con gli angloamericani trovando come alleati naturali la Lega e Putin, lo capiamo anche perchè Fini e Guzzanti padre nonchè i vari Financial Times e similia giusto da novembre gli si sono rivoltati contro, mentre dall'altra parte abbiamo la finanza americana che tifa apertamente per un governo Draghi (ex Goldman Sachs) e punta anche a mettere le mani sulle reti di Berlusconi, trovandosi in ciò alleata col controsinistra italiano, soprattutto quello rappresentato da la Repubblica, Veltroni, Franceschini e di Pietro (alla parte più realista rappresentata da d'Alema e Bersani l'inciucio può andare bene). La Lega (e Tremonti) in questo gioco hanno trovato alleati in quell'Europa dei banchieri più realista, che sa che la UE avrà bisogno di sbattere fuori gli stati meno virtuosi (Grecia e Portogallo) e che punta per l'Italia a salvarne la parte Nord (ecco perchè Tremonti è così stressato nel voler salvare i nostri conti pubblici), essendo quest'ultima una delle tre aree del mondo a più alta concentrazione di industrie. Ma per forza di cose la Lega non punta ad uno spezzatino nordista, e neanche quello di far cadere il Paese in una guerra civile, o di far abortire il progetto. Ecco perchè si sta muovendo molto cautamente ma a mio parere molto bene, cercando di far passare una riforma federale invisa alla maggior parte degli italiani, e nello stesso tempo stroncando senza pietà le spinte troppo autonomiste di singole regioni o città. Il federalismo è infatti una tappa intermedia fondamentale nel processo che porterà alla secessione di TUTTO il nord. Ora vedremo cosa accadrà prima delle regionali e prima delle riforme, ho idea che le tenteranno tutte per fermare il progetto della Lega (e dei banchieri europei).
    Ultima modifica di Arsan; 03-01-10 alle 01:37
    ognuno al suo destino

  3. #13
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: sondaggio su POL: volete la secessione?

    Citazione Originariamente Scritto da Arsan Visualizza Messaggio
    quindi secondo te la Lega è il modo che la partitocrazia romana ha trovato per tenere sotto controllo il popolo del Nord? Può essere vero, non disprezzo a priori nessuna teoria ma vari elementi mi fanno credere il contrario. Prima di tutto i recenti attacchi a Berlusconi da parte di Fini, per la tempistica nella quale si sono sviluppati non credo che fossero rivolti tanto verso la sua persona, quanto contro la prospettiva della partitocrazia romana (che rappresenta) di non poter governare la crisi e le riforme conseguenti. Essendo il piano A fallito ora c'è l'evidente tentativo di far passare il piano B, sotto forma della bozza Violante, che rappresenterebbe una sconfitta parziale della Lega.
    Nel frattempo si rivede il tentativo del Vaticano di ricreare la balena bianca, facendo convergere sulle posizioni di Casini sia Fini che Rutelli, e sperando che lo spirito santo o qualche pentito di mafia assolvano il compito di togliere dalla scena Berlusconi. In campo internazionale troviamo un Berlusconi che dopo l'elezione di Obama e l'attacco massmediatico senza precedenti che ne è seguito (a base di migliaia di foto saltate fuori da qualche cassetto) ha rotto l'alleanza con gli angloamericani trovando come alleati naturali la Lega e Putin, lo capiamo anche perchè Fini e Guzzanti padre nonchè i vari Financial Times e similia giusto da novembre gli si sono rivoltati contro, mentre dall'altra parte abbiamo la finanza americana che tifa apertamente per un governo Draghi (ex Goldman Sachs) e punta anche a mettere le mani sulle reti di Berlusconi, trovandosi in ciò alleata col controsinistra italiano, soprattutto quello rappresentato da la Repubblica, Veltroni, Franceschini e di Pietro (alla parte più realista rappresentata da d'Alema e Bersani l'inciucio può andare bene). La Lega (e Tremonti) in questo gioco hanno trovato alleati in quell'Europa dei banchieri più realista, che sa che la UE avrà bisogno di sbattere fuori gli stati meno virtuosi (Grecia e Portogallo) e che punta per l'Italia a salvarne la parte Nord (ecco perchè Tremonti è così stressato nel voler salvare i nostri conti pubblici), essendo quest'ultima una delle tre aree del mondo a più alta concentrazione di industrie. Ma per forza di cose la Lega non punta ad uno spezzatino nordista, e neanche quello di far cadere il Paese in una guerra civile, o di far abortire il progetto. Ecco perchè si sta muovendo molto cautamente ma a mio parere molto bene, cercando di far passare una riforma federale invisa alla maggior parte degli italiani, e nello stesso tempo stroncando senza pietà le spinte troppo autonomiste di singole regioni o città. Il federalismo è infatti una tappa intermedia fondamentale nel processo che porterà alla secessione di TUTTO il nord. Ora vedremo cosa accadrà prima delle regionali e prima delle riforme, ho idea che le tenteranno tutte per fermare il progetto della Lega (e dei banchieri europei).
    L'elenco degli avvenimenti elencati che indicherebbero come vi sono uomini e momenti favorevoli per la formazione di uno stato al Nord è interessante , ma però sembrano quelle solite tiritere con cui la lega ha rimpinguato i Padani da oltre due decenni.

    Purtroppo i vaccinati contro le indicazioni che la lega propina a i suoi militanti, sono un esercito.

    Però bisogna riconoscere che hai centrato il problema della lega affermando che si muove cautamente.
    E' vero viaggia con tutto il freno tirato.

    Inoltre hai fatto centro, quando affermi che la lega stronca senza pietà le spinte troppo autonomiste.
    Infatti deve tranciare qualsiasi spinta in quanto se passa qualcosa nel Nord, per emulazione potrebbero sorgere vene autonomiste o indipendentiste fautrici dell'autodeterminazione.
    La lega deve impedire i fatti che creano emulazione.
    Ne siamo consapevoli che si stronca tutto.

    Sono perfettamente in accordo che la lega è micidiale con chiunque vuole staccarsi da roma.

    Però quello che mi ricorda tanto la lega sono le promesse alla Bossi, ossia indicare come il federalismo sia una tappa intermedia per la secessione.

    E questo è una truffa.
    E' un modo per tirare tardi.

    Perché il federalismo che la lega dice di aver partorito, che poi in fondo è un semplice trucco della partitocrazia , è solamente un mezzo per fare arrivare più denaro al Sud.

    Ossia se siamo tutti in medesimo stato, con il federalismo si stabilisce quanto aspetta ad ogni regione, però quello che manca al Sud per arrivare a quanto stabilito lo dobbiamo mandare sempre dal Nord.

    Pertanto il Nord verrà sempre depredato, col medesimo sistema attuale, infatti oggi è dimostrato che i soldi inviati dal Nord non sono sufficienti per l'ingordigia della partitocrazia romana e l'assistenzialismo al Sud, infatti continuiamo a contrarre debiti.

    Il Sud ci presenterà sempre le medesime necessità.

    Il federalismo andrà bene per uno stato fatto di popoli con la medesima cultura come è il Nord.

    Non raccontiamo più la storia che il federalismo è una tappa intermedia verso l'indipendenza.

    Già si afferma che occorreranno 10 anni per metterlo a regime e qualche altro anno per comprendere che è una truffa.

    E' uno stratagemma per tirare alla lunga, non sapendo quale altra storia raccontare.

  4. #14
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,717
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: sondaggio su POL: volete la secessione?

    Citazione Originariamente Scritto da jotsecondo Visualizza Messaggio
    E' uno stratagemma per tirare alla lunga, non sapendo quale altra storia raccontare.
    BINGO !!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    la porcheria che hanno approvato a roma, oltre a non aver niente da spartire con il federalismo, andrà a pieno regime nel 2015, quando cioè le "famiglie" bossi e berluska saranno in qualche bel paradiso fiscale a godersi i lauti guadagni di due legislature passate a trovare le poltrone per i membri dei loro clan

  5. #15
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Dec 2009
    Messaggi
    1,042
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: sondaggio su POL: volete la secessione?

    Ci sono due modi per cambiare le cose: il primo è usare una logica eguale a quella che ha generato i problemi; il secondo è cercarne una nuova.

    Io sono convinto che la secessione corrisponda alla logica di chi vuole cambiare le cose usando lo stesso modo di ragionare che ha prodotto gli attuali problemi rischiando un cambiamento solo momentaneo ed apparente, ma non reale.

    Credo anche che questo dipenda dalla scarsa diffusione della conoscenza del federalismo in quanto teoria dello stato contrattuale.

    Che vuol dire tutto ciò?

    Poniamo che con un plebiscito si decida pacificamente che l'italia diventi una federazione di tre stati (io ho sempre sostenuto che sarebbe politicamente più vantaggioso "due stati"), ma va bene anche tre.

    Chi sarebbe in grado di offrire a chi, come me, si professa "federalista", la GARANZIA che i tre stati non sarebbero ACCENTRATI riproducendo lo stesso gravissimo errore di impostazione dell'attuale ordinamento centralista in fase di forte degenerazione? La Lega di Bossi? Ma va là!

    Per ogni buon federalista l'"accentramento" delle funzioni dello stato e delle comunità locali in poche mani, è un male in sé. Il federalista "sa" che la "decentralizzazione" equivale all'"abolizione del "centro"", di qualsiasi centro e NON al "decentramento", che è una vera e propria stronzata inventata dai centralisti per continuare secondo la vecchia logica.

    Allora che me ne farei io, federalista, di tre stati accentrati con tante regioni accentrate che a loro volta sono fatte da province e da comuni accentrati che ripeterebbero in piccolo esattamente gli stessi errori di questo sciagurato regime accentrato?

    Le domande poste dovrebbero servire almeno a sollevare la saracinesca del cervello dei secessionisti ed a far comprendere che si potrebbero ottenere gli stessi risultati della secessione, chiedendo di scegliere fra due forme di Stato e di governo contrapposte che sono:

    a) lo stato reificato, sovrano, moderno, uno, indivisibile e per questo "accentrato" ovvero l'italia di oggi;

    b) Lo stato federale ovvero "contrattuale" (la Svizzera), in cui non esiste "accentramento", non esiste UNITA' imposta, ma UNIONE come scelta popolare; in cui esiste la GARANZIA costituzionale che "sovrano" non è lo stato, ma sono gli individui dei popoli che accettano di federarsi; in cui le leggi possono esser fatte direttamente dal popolo "sovrano" oppure DEVONO essere legittimate, sempre dal popolo sovrano che corrisponde ad ogni livello di governo, quando sono fatte dai "rappresentanti" eletti.

    Questo permetterebbe ad ogni popolo di essere padrone a casa sua (indipendenza) e ad ogni individuo di partecipare direttamente alle scelte per la propria vita e per la vita delle future generazioni.

    Ovviamente si può esser molto più precisi nella descrizione del federalismo in rapporto al centralismo.

    Ma resta il fondamento del federalismo: bisogna "appellarsi al vero sovrano", come ha detto Miglio, per non permettere a questo regime di produrre un colpo di stato o di continuare a considerare legittima una Costituzione ingessata e per di più ILLEGITTIMA.

    A mio avviso meglio l'italia federata in questa ottica, che una secessione (che giudico molto, molto improbabile) e sapete perché?

    Perché da un punto di vista della protezione degli interessi degli individui e della libertà politica e economica delle comunità e dei popoli che comporrebbero la futura federazione italiana, il risultato sarebbe praticamente lo stesso.

    Occhi alle parole ed alle scelte suggerite dal buonsenso, perché perso questo treno del federalismo possibile passerà di nuovo fra qualche secolo. :mmm:
    Ultima modifica di Paulus; 04-01-10 alle 18:17

  6. #16
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: sondaggio su POL: volete la secessione?

    Citazione Originariamente Scritto da terry-volpe Visualizza Messaggio
    Niente male come ragionamento....se poi ti vuoi divertire, vai su facebook

    cerca PRONTI ALLA LIBERAZIONE.....noterai il colosseo in fiamme, con inserita una Grossa Spada (Credo Longobarda)....in pochi giorni 250 adesioni di fan o sostenitori....ma la cosa piu' strana nessun commento
    incredibile ma verooooooo...cosa ne pensi ??? Fai tu un commento esprimi
    tutto il tuo pensiero, e fargli capire...la Grande Illusione....Divertiti
    I due Bossi e Berlusconi non andranno a godersi i denari in qualche paradiso.

    Sono prigionieri del sistema fino alla fine della loro esistenza.
    Il loro compito è troppo importante.

    Prendiamo il primo.
    É indispensabile, ed il suo valore è incommensurabile.
    Grazie a lui la Padania resta unita alla confederazione roma-mafia, e può scucire circa 300 miliardi di euro all'anno.
    In parte in contante ed in parte addossandosi il debito pubblico che prima o poi dovrà in qualche modo sanare.

    200miliardi per il Sud a fondo perduto e quasi 100 miliardi per la classe politica del Nord.
    Perché in italia sono tutti fratelli, e i politici del Nord hanno anche loro il diritto, come quelli del Sud, di appropriarsi e sperperare il denaro pubblico.

    La lega mantiene unito il sistema italia. Intanto il Nord attende il federalismo fiscale che da qui oltre 15 anni dimostrerà senza ombra di dubbio essere una truffa ( solita), e si dovrà inventare una altra storiella per i Padani.( con relativo nuovo cantastorie, se lo trovano).
    Ma intanto sono diversi lustri di facile ladrocinio partitocratico.

    Il Bossi essendo indispensabile dovrà restare sulla breccia fino a quando avrà un alito di respiro.
    roma non si separerà mai dall'architrave attuale dell'unità d'italia.
    L'uomo è una forza della natura ed è consapevole della sua importanza nell'economia dello stato.

    Un esempio: quando la lega venne accusata della tangente dei 200 milioni, non ebbe timore di erigersi come un gigante ed addossarsi la colpa.

    Era una sfida.

    Era il segnale che nessuno avrebbe osato metterlo da parte per questo.
    Perché lui ha sempre saputo di essere indispensabile, e il posto dove era arrivato non era dettato dal caso ma dal preciso desiderio della partitocrazia di poter continuare nel saccheggio del Nord addomesticato. .

    Allora in quel processo tutti tremavano, Forlani aveva un rivolo di bava bianca che scendeva dagli angoli della bocca quando era interrogato.

    Invece Bossi , non aveva paura.
    Perché da allora e per ancora anni dopo, ogni politico, ogni impiegato statale o parastatale a tutti i livelli, ogni falso invalido, ogni dirigente dello stato, quando ricevono il salario dallo stato, sa che la maggior parte di quei denari arrivano grazie alla colonia del Nord.
    Colonia che non si ribella , perché soggiogata da un uomo solo.

    Un uomo così non ha prezzo, ed è insostituibile.
    Ecco perché roma cercherà di averlo al suo servizio fino all'ultimo respiro.

    La sinistra 30 anni or sono aveva creato “lotta continua” la lega ha creato da 20 anni il movimento ““promessa continua””. .
    Ultima modifica di jotsecondo; 04-01-10 alle 19:08

  7. #17
    phasing out
    Data Registrazione
    08 Nov 2009
    Messaggi
    1,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: sondaggio su POL: volete la secessione?

    Caro Paolo,

    di nuovo io la penso come te salvo l'ulimo 5%. Ma perché dovrei federarmi con la campania e non con il burkina faso? è la geografia che ispira l'unione tra persone e comunità, o ci dev'essere dell'altro? Due domande:

    1) L'UNIONE deve essere consensuale e bilaterale. Pensi davvero che qualche lombardo o veneto (o toscano) sano di mente sceglierebbe di propria sponte di FEDERARSI con la calabria?

    2) la logica contrattuale si applica volentieri con chi ha nella propria cultura di rispettare i contratti. Purtroppo questo non è vero per l'italia del sudde, e tu lo sai a perfezione

    Per me Los von Rom e creazione di UNIONI consensuali, mutualmente vantaggiose e unilateralmente rescindibili tra persone e comunità che condividono alcuni principi fondamentali. Secondo il modello a te caro dello stato contrattuale.
    L'occasione fa l'uomo italiano

  8. #18
    Forumista
    Data Registrazione
    18 Oct 2009
    Località
    Rés
    Messaggi
    124
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: sondaggio su POL: volete la secessione?

    Citazione Originariamente Scritto da jotsecondo Visualizza Messaggio
    L'elenco degli avvenimenti elencati che indicherebbero come vi sono uomini e momenti favorevoli per la formazione di uno stato al Nord è interessante , ma però sembrano quelle solite tiritere con cui la lega ha rimpinguato i Padani da oltre due decenni.

    Purtroppo i vaccinati contro le indicazioni che la lega propina a i suoi militanti, sono un esercito.

    Però bisogna riconoscere che hai centrato il problema della lega affermando che si muove cautamente.
    E' vero viaggia con tutto il freno tirato.

    Inoltre hai fatto centro, quando affermi che la lega stronca senza pietà le spinte troppo autonomiste.
    Infatti deve tranciare qualsiasi spinta in quanto se passa qualcosa nel Nord, per emulazione potrebbero sorgere vene autonomiste o indipendentiste fautrici dell'autodeterminazione.
    La lega deve impedire i fatti che creano emulazione.
    Ne siamo consapevoli che si stronca tutto.

    Sono perfettamente in accordo che la lega è micidiale con chiunque vuole staccarsi da roma.

    Però quello che mi ricorda tanto la lega sono le promesse alla Bossi, ossia indicare come il federalismo sia una tappa intermedia per la secessione.

    E questo è una truffa.
    E' un modo per tirare tardi.

    Perché il federalismo che la lega dice di aver partorito, che poi in fondo è un semplice trucco della partitocrazia , è solamente un mezzo per fare arrivare più denaro al Sud.

    Ossia se siamo tutti in medesimo stato, con il federalismo si stabilisce quanto aspetta ad ogni regione, però quello che manca al Sud per arrivare a quanto stabilito lo dobbiamo mandare sempre dal Nord.

    Pertanto il Nord verrà sempre depredato, col medesimo sistema attuale, infatti oggi è dimostrato che i soldi inviati dal Nord non sono sufficienti per l'ingordigia della partitocrazia romana e l'assistenzialismo al Sud, infatti continuiamo a contrarre debiti.

    Il Sud ci presenterà sempre le medesime necessità.

    Il federalismo andrà bene per uno stato fatto di popoli con la medesima cultura come è il Nord.

    Non raccontiamo più la storia che il federalismo è una tappa intermedia verso l'indipendenza.

    Già si afferma che occorreranno 10 anni per metterlo a regime e qualche altro anno per comprendere che è una truffa.

    E' uno stratagemma per tirare alla lunga, non sapendo quale altra storia raccontare.
    non nego che quello che tu dici potrebbe essere vero, non ho la verità in tasca e non partecipo ai direttivi nazionali della Lega. Ma continuo a non crederci a pelle e a logica. Col federalismo si passa da un sistema dove tutti i soldi vengono raccolti da Roma e poi da essa suddivisi alle regioni o ai vari capitoli di spesa secondo le necessità o calcoli politici ad un sistema dove entrate e uscite vengono prima compensate in regione, poi le regioni meno virtuose si presentano col cappello in mano a chiedere l'aiuto alle più virtuose.
    Non penso che un partito che abbia l'obiettivo di lasciare lo status quo si inventi una cosa del genere, questo è il genere di cose che può far saltare la baracca, cioè l'unità nazionale. E' un tipo di riforma che tra l'altro non vede d'accordo proprio il centro ed il sud, e ciò non è un caso.
    Ed il solo fatto che la Lega parli tutti i giorni di come il Nord sia la mucca che produce latte per tutti, sta creando nel popolo padano una consapevolezza del problema che altrimenti non ci sarebbe stata.
    E c'è il rischio che grazie a questi slogan la Lega si appresti a diventare il primo partito del Nord link articolo, chi altri avrebbe potuto portare il problema in primo piano, la Liga Veneta?
    A questo punto i casi sono due, o la Lega punta ad una riforma che limiti pur lasciandole, le disparità di contribuzione e di spesa tra le varie regioni, con lo scopo di salvare la baracca (cioè l'unità nazionale), oppure è una tappa intermedia necessaria per passare alla successiva (la secessione).
    In questo caso le risposte potrebbero essere vere entrambe. Se tutte le regioni del Sud cominceranno ad essere virtuose tagliando sprechi e assistenzialismo forse la baracca starà in piedi, se come credo non sarà così allora si passerà tranquillamente alla fase 2 del piano.
    Del resto anche in una famiglia si fa così, se tutti attingono al conto col bancomat e solo pochi versano lo stipendio allora il conto va in rosso. Bisogna passare alla seconda fase nella quale si toglie il bancomat a tutti ed ognuno spende prima quello che riceve poi eventualmente aiuta gli altri. Se l'aiuto che gli altri chiedono continua ad essere esorbitante e i soldi nel conto lo mettono sempre i soliti allora si va ognuno per la sua strada..
    Riguardo ai tempi poi penso che saranno molto più brevi del decennio che tu ipotizzi, ho tutta l'impressione che se la crisi continua ed i nostri conti pubblici cominceranno a traballare allora si comincerà a parlare di secessione molto presto, i banchieri europei a cui dobbiamo un trilioncino di euro non hanno tanto tempo da aspettare, e ordineranno al malato di tagliare la gamba in cancrena..
    Ultima modifica di Arsan; 04-01-10 alle 23:08
    ognuno al suo destino

  9. #19
    Drugrillo
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    L'ultima ridotta
    Messaggi
    39,151
    Mentioned
    353 Post(s)
    Tagged
    51 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    3

    Predefinito Rif: sondaggio su POL: volete la secessione?

    Citazione Originariamente Scritto da jotsecondo Visualizza Messaggio
    La lega non potrà mai raggiungere il traguardo della indipendenza del Nord.

    Anzi il suo compito è l'opposto, d'altronde conferma che il suo fine è il federalismo fiscale, un marchingegno per poter mandare in automatico più soldi al Sud.

    Grande è l'operazione della lega e il controcoro della partitocrazia, in modo che molti pensano che vi possa essere un momento storico in cui la lega diventi indipendentista.

    Finché vi saranno molti a credere o sperare a questo, il sistema partitocratico potrà continuare a rubare, e in cambio di questa immunità ladresca di ricambio si mantiene l'unità d'italia.

    Il trucco è solamente quello di riempire di speranza i Padani.
    Secondo me la maggioranza dei Padani alle promesse o speranze già non crede più , la maggioranza di chi vota Lega lo fa perchè "gli altri sono peggio" , chi la vota per la prima volta tipo molti emiliani e romagnoli per "vedere come sono questi qui".
    Ma la speranza del federalismo vero , di una classe politica onesta , di meno immigrati etc i Padani non ce l'hanno più , in fondo non sono un popolo di pirla ma abbastanza concreto e pragmatico.
    L'unica speranza è una prospettiva di collasso economico , che scuoti la popolazione e costringa la Lega di fronte ad un bivio , o continuare la politica moderata e conciliatoria degli ultimi 10 anni o spostarsi verso una più movimentista a sostegno dei ribelli.

    Senza questa crisi non succederà nulla , come non successe nulla nel '97 , non un veneto si mosse per scendere in piazza a tutela dei Serenissimi e assaltare i tribunali o le questure , come spesso invece fanno gli ultràs e i mafiosi al sud.
    Quindi da questo punto di vista non si può nemmeno gettare tutta la colpa sulla Lega , se manca la base non puoi fare , anche volendo , alcuna rivoluzione.

    Intanto vediamo e controlliamo come saranno gestiti i numeri del "federalismo fiscale" , quanta spesa standard sarà consentita alle Regioni e come sarà tarata.
    Salvini, finto sovranista e vero neocon (sionista, americanista, ricchista)
    Maduro ce l'ha duro e ve lo mett'ar culo!

  10. #20
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Dec 2009
    Messaggi
    1,042
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: sondaggio su POL: volete la secessione?

    Citazione Originariamente Scritto da sciadurel Visualizza Messaggio
    secessione, poi confederazione tra i vari POPOLI PadanoAlpini su modello Svizzero
    La Svizzera è una "federazione". La Costituzione Svizzera riporta il termine "confederazione" per ragioni storiche. Quindi si dice:
    "Costituzione federale della Confederazione Svizzera".onf:

 

 
Pagina 2 di 6 PrimaPrima 123 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226