User Tag List

Pagina 1 di 5 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 42
  1. #1
    Registered User
    Data Registrazione
    29 Jan 2003
    Località
    Insubria
    Messaggi
    764
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Congresso MGP: grande entusiasmo dei giovani e la gaffe di pappagone

    Varese - Oltre mille giovani al Teatro Apollonio per il quinto congresso nazionale
    I Giovani Padani invadono Varese

    Giovani, anche giovanissimi, cresciuti a grappini e filosofia del “diamo a Cesare quel che è di Cesare”.
    Ecco lì i Giovani Padani, quelli che non si riconoscono per strada, che non hanno la testa rasata o il foulard palestinese attorno al collo. Sono in tanti al Teatro Apollonio e lo dicono, lo gridano, anche loro: “né neri né rossi ma liberi con Bossi”. Applaudono, cantano slogan, saltano come se fossero allo stadio davanti ai loro leader, Giorgetti, Maroni, Castelli e lui, Umberto Bossi, tutti riuniti per il congresso dei Giovani Padani a Varese.
    Un evento, non c’è che dire, che farebbe invidia a tanti altri partiti un po’ “stantii”. Le giovani leve della Lega ci sono e sanno esattamente che cosa vogliono; è tutto molto semplice: matrimoni “normali”, tra uomini e donne, fuori i musulmani dal Paese («perché noi siamo la civiltà loro l’inciviltà», Matteo Salvini, europarlamentare), una Padania libera indipendente e sovrana e poi, già che ci siamo, un «vero Tg in lingua padana per conservare, promuovere e difendere l'identità e la cultura padana e salvarla dall'invasione islamica» e una scuola padana fatta da professori lombardi.
    I relatori del quinto congresso nazionale dei Giovani Padani sono tantissimi, volti noti e meno noti. Solo i coordinatori provinciali e nazionali invitati a parlare sono una ventina, ma loro non mollano: bandiere in pugno, striscioni, magliette e bandane verdi non si perdono una dichiarazione e le sottolineano con applausi, urla e slogan.
    D’altro canto neppure chi sale sul palco si risparmia: tutti gridano forte e chiaro il loro pensiero e, se necessario, lo rendono più colorito con qualche “imprecazione nostrana”.
    Parla del diritto alla legittima difesa, l’europarlamentare Salvini: «Se qualcuno minacciasse me o i miei figli non vedo perché non dovrei difendermi» e conclude incitando i Giovani Padani riuniti al teatro di Varese: «In mille hanno fatto l’Italia, noi che siamo più di mille perché non dovremmo riuscire a disfarla?». E scrosciano applausi.
    Poi è la volta del ministro del Welfare Roberto Maroni, maglione arancione e fazzolettino padano legato al polso; chiamato in causa da Salvini rilancia: «Federalismo e indipendenza Padana non sono mai state accantonate; i ministri della Lega al governo sono tre e si fanno un mazzo così…ma agli altri della Padania non interessa niente. Non è facile fare politica così, se c’è qualche volontario si faccia avanti. Noi con Casini, con Fini che propone il voto agli immigrati, non abbiamo nulla a che fare ma è una sfida, una scommessa. Un conto è il progetto strategico studiato da Bossi un conto è la strategia per raggiungerlo. La Lega è e resta autonoma e indipendentista».
    Poi è la volta della “sindacalista” Rosi Mauro, unica donna chiamata a testimoniare la fede padana, e lo fa con grinta e determinazione, ma è con l’ingresso di Bossi che il teatro s’infiamma.
    Il senatur arriva dopo il ministro della giustizia Castelli, sale sul palco e i Giovani Padani lo acclamano: è un tripudio di bandiere e cori. “Non mollare mai…”, “Padania libera”, “Roma ladrona, la Lega non perdona” e via di seguito. Poi Bossi parla di politica, della campagna elettorale, dei rapporti con Berlusconi e della sua malattia.
    «Sarà una campagna elettorale difficile – dice, in piedi, dal palco, parlando con fatica – ma stiamo facendo accordi importanti. Berlusconi sbaglia ad apparire in continuazione in tv e attaccare gli altri, sarebbe meglio parlasse degli argomenti giusti che sono la famiglia omosessuale, il voto agli extracomunitari».
    Poi un accenno al suo stato di salute, quando i “suoi ragazzi” urlano “Non mollare mai”: «Tempo fa ho detto a mia moglie che ero stanco, che avrei voluto lasciare, ma lei si è incazzata e mi ha chiesto se ero matto, con tutto il lavoro che avevo fatto!» «Io non mollo – ha aggiunto – io sto bene e sono forte». Ancora un accenno alla magistratura eletta dal popolo e poi Bossi si siede per lasciare il “podio” al nuovo coordinatore nazionale del Movimento Lombardo Giorgio Guicciardi di Sondrio, nominato per acclamazione generale. A Guicciardi, che prende il posto di Igor De Biasio, il compito di spiegare quali saranno le vie da seguire, tra le altre cose, appunto, una scuola e una tv padana e poi tutti in piedi a intonare il “Va’ pensiero”.
    Quindi i Giovani Padani escono e sfilano per le vie del centro a vendicare il torto subito: dalle aiuole del centro, tempo fa, è stato tolto il simbolo dei celti, il sole padano e loro, più di mille ragazzi, vanno in corteo a rimetterlo. Due bandiere appoggiate sulle aiuole tra urla e applausi.
    La politica si fa anche così, come ha detto il ministro Castelli: con il cervello e con il cuore.

    E Paragone sbaglia il maglione
    Piccolo incidente diplomatico a margine del congresso: la bandiera italiana sfoggiata dal direttore della "Padania" fa irritare qualche militante

    E’ inquietante che le vignette su Maometto infiammino gli animi, ed è inquietante che la bandiera italiana (sì, la bandiera italiana non quella turca o quella irachena) infiammi talmente gli animi di qualche giovane padano da costringere gli uomini del servizio d’ordine ad intervenire.
    E’ accaduto anche questo a margine del congresso dei Giovani Padani.. In pochi se ne sono resi conto, ma per la cronaca è giusto che lo si racconti anche a chi era rapito dai discorsi del coordinatore di turno.
    Gianluigi Paragone, direttore del quotidiano “La Padania” fa il suo ingresso a teatro, intorno alle 17; in pochi lo notano fino a quando non cambia postazione e non si avvicina al gruppo dei giornalisti che attende l’arrivo di Bossi. Paragone indossa un maglione uguale a quello di tanti altri, quello, per intenderci lanciato da Lapo Elkann: scritta centrale (Fiat, Lombardia, Milano, Varese....) divisa da una zip, e (qui la disattenzione del giovane direttore) sulla spalla una piccola bandiera tricolore.
    Una manata, non molto amichevole, sulla spalla di Paragone e poi un piccolo coro di “Italia, Italia vaffa….”. Un bel momento, non c’è che dire.
    Il direttore Paragone si mette in disparte e il giovanotto che ha fomentato il coro viene allontanato dal teatro. All’uscita il ragazzo urla, sbraita contro quella bandiera mostrata con così tanta “sfrontatezza” proprio dal direttore della “Padania”, molla calci alla porta vetrata e rovescia posaceneri sotto l’occhio attento dei poliziotti che cercano di calmarlo.
    Eh sì, i giovani padani sono anche questo.

    Domenica 5 Febbraio 2006
    Varesenews

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Mar 2002
    Località
    Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti in ogni circostanza, ma mai in ogni circostanza e in ogni epoca si potrà avere la libertà senza la lotta!
    Messaggi
    12,320
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Liutprando
    Una manata, non molto amichevole, sulla spalla di Paragone e poi un piccolo coro di “Italia, Italia vaffa….”. Un bel momento, non c’è che dire.
    Il direttore Paragone si mette in disparte e il giovanotto che ha fomentato il coro viene allontanato dal teatro. All’uscita il ragazzo urla, sbraita contro quella bandiera mostrata con così tanta “sfrontatezza” proprio dal direttore della “Padania”, molla calci alla porta vetrata e rovescia posaceneri sotto l’occhio attento dei poliziotti che cercano di calmarlo.
    Eh sì, i giovani padani sono anche questo.

    Domenica 5 Febbraio 2006
    Varesenews
    Grandissimo! Itaglia itaglia vaffanculo, allora c'è ancora qualcuno si sa chi erano?

  3. #3
    Forumista senior
    Data Registrazione
    21 Sep 2011
    Messaggi
    2,726
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Beh, lui puo' legittimamente fregiarsi della bandiera italiana ... E' un italiano etnico e lo si vede a distanza di mille miglia. Nulla di male, ma gli "ario-italici" che straparlano di etnia italiana dovrebbero riflettere ...



    Citazione Originariamente Scritto da Nanths
    Grandissimo! Itaglia itaglia vaffanculo, allora c'è ancora qualcuno si sa chi erano?

  4. #4
    Registered User
    Data Registrazione
    06 May 2005
    Località
    Bassa Brianza
    Messaggi
    712
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    paragone è un pirl...
    qualcuno di voi mi ricorda cosa faceva prima di diventare direttore di LP.
    e dove era nel 96-97?

    Noi sul po e a venezia (fisicamente o spiritualmente) a gridare secessione. lui?

  5. #5
    Forumista senior
    Data Registrazione
    21 Sep 2011
    Messaggi
    2,726
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    A RPL abbondano i "noi italiani", "il popolo italiano", "i nostri italiani", "il nostro paese" ecc., sia da parte dei radioascoltatori che dei conduttori. E' sul versante identitario che dobbiamo agire, cercando di condizionare la Lega dal di dentro. Non credo serva fondare un ennesimo partitino, seppur colto e ben intenzionato. Certo, se ci fossero le condizioni oggettive per un simile passo non mi spiacerebbe, ma neanche posso dimenticare che, nonostante tutto, certe cose possiamo dirle solo a RPL ...



    Citazione Originariamente Scritto da Beli Mawyr
    paragone-itaglione (tutto rigorosamente minuscolo come desidera vosscienzza) sicuramente non ha fatto apposta ad indossare l'inadeguata felpa ... è questa la cosa (ancor più) grave

  6. #6
    Registered User
    Data Registrazione
    10 Feb 2005
    Messaggi
    601
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La cosa gravissima è che la diriggenza ha preso subito le sue difese e che i patrioti, minacciati di espulisone, sono stati allontanati e (due) identificati dai pulotti.Ma vi rendete conto?Patrioti venduti dal movimento.
    Per quanto riguarda il discorso secessionista del baffo.Ma vi fate ancora prendere per il culo da sti venditori di pentole?Dai...

  7. #7
    Forumista senior
    Data Registrazione
    21 Sep 2011
    Messaggi
    2,726
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Lui e' un "moderato" italianista ... Ma la soluzione, per me, e' condizionare la Lega dall'interno, non ritirarsi sdegnati dalle cose di questo mondo o fondare l'ennesimo partitino.

    Citazione Originariamente Scritto da Peder
    paragone è un pirl...
    qualcuno di voi mi ricorda cosa faceva prima di diventare direttore di LP.
    e dove era nel 96-97?

    Noi sul po e a venezia (fisicamente o spiritualmente) a gridare secessione. lui?

  8. #8
    Forumista senior
    Data Registrazione
    21 Sep 2011
    Messaggi
    2,726
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    E cosa proponi tu?

    Citazione Originariamente Scritto da vlassov
    La cosa gravissima è che la diriggenza ha preso subito le sue difese e che i patrioti, minacciati di espulisone, sono stati allontanati e (due) identificati dai pulotti.Ma vi rendete conto?Patrioti venduti dal movimento.
    Per quanto riguarda il discorso secessionista del baffo.Ma vi fate ancora prendere per il culo da sti venditori di pentole?Dai...

  9. #9
    Registered User
    Data Registrazione
    10 Feb 2005
    Messaggi
    601
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Propongo da far saltare tutto.Ci considerano delle merde, degli ignoranti comprabili con specchietti e perline, degli schiavi.Basta!!!
    Facciamo saltare le baracca.

  10. #10
    Forumista senior
    Data Registrazione
    21 Sep 2011
    Messaggi
    2,726
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    No, mi spiace, cosi' non si ottiene nulla. Anzi, si ottiene quello che e' successo ad alcuni patrioti padani che forse conoscerai meglio di me ... Bisogna mantenere il sangue freddo ...

 

 
Pagina 1 di 5 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Oggi al Tg5 grande entusiasmo...
    Di TEBELARUS nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 44
    Ultimo Messaggio: 28-02-12, 18:36
  2. oggi al tg5 grande entusiasmo
    Di TEBELARUS nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 24-02-12, 16:23
  3. Bertinotti accolto con grande entusiasmo...
    Di Bianca Zucchero nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 01-05-06, 15:50
  4. Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 06-02-06, 21:48
  5. Grande entusiasmo a Montalbano Jonico per AS
    Di MarioDVX nel forum Destra Radicale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 31-03-05, 09:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226