User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11
  1. #1
    Moderatore CasaDelPopolo
    Data Registrazione
    06 Jan 2005
    Località
    Villaricca (Na)
    Messaggi
    1,508
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Nuova discussione: situazione internazionale

    Compagni, è da un pò di tempo che la Casa del Popolo è rimasta sostanzialmente inattiva per l'assenza del mio comoderatore e per le poche energie messe a disposizione.

    ORa avevo pensato di riattivarl promuovendo un nuovo dibattito del laboratorio politico.

    Come tema avevo pensato alla situazione economica internazionale connotata dall'emergenza di nuove potenze economiche come la Cina, l'India, ecc...

    Tale dibattito dovrebbe avere lo scopo di fare il punto della situazione dei nuovi equilibri che si stanno venendo a creare e in particolar modo concentrare l'attenzione sul probabile declino dell'economia statunitense che molti economisti vedono prossima allo sfacelo.

    Inoltre si potrebbe analizzare l'impetuoso sviluppo economico della potenza cinese e delle sue dinamcihe interne ed esterne, nonchè l'emergere dell'India come potenza regionale.

    C'è poi da valutare il ruolo che può assumere in questo mutato assetto l'Europa che compie tra mille difficoltà il processo d'integrazione economcia con alla base una dottrina dichiaratamente neoliberista.

    Infine imprtante sarebbe anche da valutare la situazione economica del Terzo Mondo e la possibilità che esso trovi una via di sviluppo slegata dalla dipendenza dalle potenze imperialistiche.

    Sono disposto ad aprire tale discusisone nel principale della Casa del Popolo (come previsto dal regolamento) se vedo che ci sono persone interessate a tali argomenti.

    Sempre avanti, compagni!
    A pugno kiuso!

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    28 de Abrili - Juventudi Sarda
    Data Registrazione
    20 Dec 2004
    Località
    Casteddu - SRDN - «Custa pòpulos est s'ora de estirpare sos abusos! A terra sos malos usos, a terra su dispotismu! Gherra gherra a s'egoismu e gherra a sos opressores! Custos tirannos minores est pretzisu umiliare!»
    Messaggi
    2,686
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Io ci sono.
    SOTZIALISMU! INDIPENDENTZIA!

  3. #3
    Moderatore CasaDelPopolo
    Data Registrazione
    06 Jan 2005
    Località
    Villaricca (Na)
    Messaggi
    1,508
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Altri?
    A pugno kiuso!

  4. #4
    Bestia in via d'estinzione...
    Data Registrazione
    21 Apr 2004
    Località
    "Molti canti ho sentito nella mia terra natìa, canti di gioia e di dolor. Ma uno mi s' è inciso a fondo nella memoria ed è il canto del comune lavorator"...spettrale residuo di quegli estatici giorni rivoluzionari!
    Messaggi
    6,997
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Io, pure. Anche se onestamente cercherei piuttosto un rilancio del forum, perchè così non si va avanti; e soprattutto che le discussioni durino molto, molto meno.
    "Gli idoli di legno possono vincere, le vittime umane venir sacrificate."
    Karl Marx

  5. #5
    Moderatore CasaDelPopolo
    Data Registrazione
    06 Jan 2005
    Località
    Villaricca (Na)
    Messaggi
    1,508
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Egol
    Io, pure. Anche se onestamente cercherei piuttosto un rilancio del forum, perchè così non si va avanti; e soprattutto che le discussioni durino molto, molto meno.
    Per la durata siamo piuttosto flessibili

    Cmq cosa proponi per rilanciare il forum. Io voglio fare questa discussione proprio per rilanciarlo
    A pugno kiuso!

  6. #6
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    14 Jun 2009
    Messaggi
    11,189
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Io sono disponibilissimo. e così su due piedi metterei sul piatto anche il nuovo assetto sudamericano e i nuovi rapporti di forza tra dollaro ed euro.
    credo sia ormai di dominio pubblico che le nuove potenze asiatiche Cina ed India ma anche il Giappone e l'Iran nonchè molti paesi sudamericani, africani ed arabi stanno pian piano tutti abbandonando l'area commerciale del dollaro per spostarsi verso l'euro. Nona caso gli Stati Uniti si stanno dando tanto da fare in questo periodo per contrastare l'Iran sul nucleare (una disputa tutta di facciata tesa solamente a valutare i nuovi rapporti di forza in quell'area) ed allo stesso tempo a intrecciare rapporti di collaborazione con l'India.
    L'imperialismo economico degli Stati Uniti sta sgretolandosi un pezzo per volta (vedasi il caso dell'Equador e di Panama che dopo anni di utilizzo della moneta americana la stanno ora abbandonando).
    Si fa un bel dire a parlare di guerra in iraq per questioni di petrolio. A mio parere c'è in ballo molto di più, c'è il lento declino del dollaro di fronte ad una periferia del mondo che sta scegliendo sempre di più l'euro come punto di riferimento negli scambi commerciali.

    A luta continua

  7. #7
    Moderatore CasaDelPopolo
    Data Registrazione
    06 Jan 2005
    Località
    Villaricca (Na)
    Messaggi
    1,508
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    D'accordo con l'impostazione di sandinista. Anche secondo me una chiave per interpretare la realtà attuale è data dalla sfida euro/dollare.

    Per quanto riguarda la situazione sudamericana è stata già dibattuta in una discussione precedente.
    A pugno kiuso!

  8. #8
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    26 Aug 2013
    Messaggi
    14,308
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Presente !

  9. #9
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    14 Jun 2009
    Messaggi
    11,189
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Sulla presunta società post-industriale in Asia: il caso cinese

    Ho pensato che riportare questo articolo preso dal numero di aprile 2006 di lotta comunista potesse essere interessante per il dibattito in corso in questo 3d. credo che metta bene in luce come il presunto passaggio alla società post-industriale occidentalenon sia così evidente e così sicuro in quella che si sta rivelando assieme all'India la nuova superpotenza mondiale.

    "Dal 1995 al 2005 la cina ha visto quasi quadruplicare la propria produzione di acciaio grezzo, via via che gli impianti a colata continua assumevano il ruolo predominante sul totale della produzione. Se ancora nel 1995 la percentuale della colata continuaera inferiore al 50% della produzione totale di acciaio grezzo, nel 1999 si avvicinava all'80% e dopo il 2000raggiungeva il 90% del totale, permettendo cosìdi triplicare in soli cinque anni la propria produzione e raggiungere nel 2005 i 349 milioni di tonnellate di acciaio grezzo. Geograficamente, l'industria siderurgica cinese è concentrata nelle regioni del Nord e dell'Est del paese che hanno oltre il 60% dela produzione, soprattutto nelle provincie di Hebei, Liaoning e Jiangsu. Oltre l'80% degli impianti utilizzano il procedimento BOF(basic Oxygen fornace) essendo fabbriche a ciclo integrato. La produzione è ampliamente legata ai prodotti lunghi (60% del totale) in funzione delle costruzioni industriali, di quelle delle infrastrutture e poi del recente boom dell'edilizia residenziale. La struttura dell'industria siderurgica cinese ha un basso grado di concentrazione, è estremamente polverizzata, con una molteplicità di con impianti inefficenti che sopravvivono grazie all'impetuoso aumento della domanda".

    Questo articolo potrà pure sembrare senza molta importanza ma a mio parere da un idea dello svilupo impetuoso in dieci anni di un paese capace di aumentare del 400% lapropriaproduzione diacciaio nonostante le industrie siderurgiche stesse siano inefficenti. Tutto questo in un decennio in cui il settore secondario in tutto il resto del mondo arranca e agonizza lentamente. Significa una lenta ma inesorabile lotta ai giacimenti di minerali ferrosi, un arraffamento del mercato estero con una capacità di esportazione che è assolutamente aldilà delle possibilità di ogni altra nazione al mondo. ed ecco allora che diventano strategiche tutte quelle nazioni ricche di minerali ferrosi e di petrolio (leggi Iran) su cui i giganti siderurgici cinesi stanno già mettendo le mani, paesi che sono principalmente nella periferia capitalistica mondiale. Per la prima volta l'imperialismo cinese sta lasciando i confini strettamente legati all'area indocinese e asiatica per allargarsi in zone che finora erano sempre state sotto il controllo economico del primo mondo.
    Inoltre mi sembra evidente che la Cina da sempre paese contadino si stia trasformando soprattutto nelle grandi città in una nazione con un serbatoio pressochè nuovo e inesauribile di proletariato sfruttato8 se pensate che la liquidazione a fine rapporto non la dà il padrone all'operaio ma l'operaio al padrone).

    Può essere uno spunto interessante? Non lo so ma certo un pò dovrebbe far riflettere.

    A luta continua


  10. #10
    Sono tornato
    Data Registrazione
    31 Mar 2006
    Messaggi
    978
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Avete dato un'occhiata all'ultimo numero di Limes, interamente dedicato all'Africa? C'è una serie di articoli molto interessanti, tra cui "Sudafrica e Nigeria: un impero di troppo?" e "India, Brasile, Sudafrica: l'asse del sud che vuole cambiare il mondo". Anche se è perfettamente possibile che si tratti solo di una riedizione aggiornata del vecchio terzomondismo, quest'ultimo mostra come le vie possibili al mutamento degli equilibri si vanno moltiplicando. Quale sarà la strategia vincente delle potenze emergenti?

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Situazione internazionale
    Di carcaroth nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 02-01-09, 12:16
  2. Giornata contro l'AIDS: la situazione internazionale
    Di cavaradossi nel forum Politica Estera
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 01-12-06, 10:19
  3. Sciiti italiani su Yassin e situazione internazionale
    Di Basiji nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-06-04, 23:51
  4. Situazione USA e Crisi finanziaria internazionale
    Di Fuori_schema nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 23-02-04, 23:37

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225