User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    15 Dec 2005
    Messaggi
    9,859
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Ora la Lega detta le condizioni!

    «Da sempre sono il miglior amico della Lega, è stato così e sarà così», aveva detto domenica di buon mattino Silvio Berlusconi. E detto fatto, appena la Lega; anzi no, appena Calderoli “ il martire” – come lo ha definito Bossi – ha fissato il nuovo programma base per aderire di nuovo all’alleanza di centrodestra, Berlusconi ha detto sì. Il programma «a cui condizionare la nostra adesione alla coalizione», come ha precisato Calderoli, è composto da quattro punti: difesa delle radici cristiane dell’Europa e «contrasto a ogni forma di fondamentalismo», impegno esplicito a sostenere il sì al referendum sulla devolution, federalismo fiscale, reddito familiare.
    Quattro punti che «per quanto ci riguarda, sono in sintonia con i programmi e con le posizioni di Forza Italia», ha subito applaudito Paolo Bonaiuti, portavoce del premier. Un imprimatur ancor prima del via definitivo del consiglio federale del Carroccio.
    Il vertice della Lega è infatti fissato a Milano nel primo pomeriggio., con la partecipazione di Umberto Bossi, dei ministri rimasti e dei segretari nazionali. Prima di venerdì, cioè prima della crisi delle magliette anti Islam, l'ordine del giorno prevedeva la questione delle candidature. Ora le candidature sono passate in second’ordine. E Bonaiuti ha subito aderito. In fondo quando domenica il ministro legista Bono Maroni aveva minacciato di uscire con tutta la Lega dalla maggioranza e dalla coalizione, poteva pensare che il prezzo per rimanere fosse più alto.
    Comunque la Lega, dopo aver "sacrificato" il suo ministro-ariete, ha preteso delle compensazioni. E nessun pentimento, nessun capo coperto di cenere nonostante la gravità del caso del ministro Calderoli. Anzi, è proprio il Carroccio a parlare di «contrasto a ogni fondamentalismo». Un'impostazione subito condivisa da Bonaiuti a nome del partito del premier.
    Ha ragione Romano Prodi puntare l’indice contro il governo e il presidente del consiglio Silvio Berlusconi. Il problema non è l'esibizionismo e l'irresponsabilità della Lega Nord, il premier è il primo ad avere «grandissime responsabilità». Il leader dell’Unione, in una lettera a la Repubblica critica la scelta di affidare il ministero delle Riforme all’esponente del Carroccio: «Con quale leggerezza e sotto quale spinta di ricatto politico si affida un ministero così delicato ad una persona con questo curriculum? Dato che erano già note le tensioni causate dalle precedenti dichiarazioni di Calderoli».
    E adesso, viene da chiedere, i quattro punti quale altro ricatto nasconderanno?
    Inoltre, continua Prodi a proposito delle responsabilità di Berlusconi sui fatti della Libia, è una colpa grave non avere compreso ciò che si stava sviluppando nei paesi islamici. A questo punto, le «doverose dimissioni di Calderoli non possono chiudere la vicenda. Il presidente del Consiglio e la maggioranza che lo sostiene hanno il dovere di svolgere una attenta analisi delle carenze e delle colpe che si sono verificate in questa vicenda e debbono renderne conto in Parlamento».

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    15 Dec 2005
    Messaggi
    9,859
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Parliamoci chiaro. L'occupazione militare dei mezzi di comunicazione e le Sue ossessive apparizioni in TV e ad ogni angolo di strada delle nostre città, con i "megaschermi" illuminati anche di notte, non riusciranno a fargli vincere le prossime elezioni del 9 aprile! (facciamo gli scongiuri).
    Ma la coalizione de L'Unione non può continuare a svolgere una campagna elettorale alla "camomilla" in un momento storico in cui si stanno manifestando nel nostro Paese, da tempo, preoccupanti e pericolosi segnali di "cultura fascista". Quella degli anni venti delle camicie nere, "rinverdita" di camicie padane e da un nuovo "Duce" che si paragona a Napoleone, a Gesù e che si presenta "in doppiopetto" per attirare l'attenzione e conquistare il voto dei cosiddetti elettori moderati che non vogliono farsi governare dai "comunisti"!

    Come i Farinacci e gli Starace di una volta, da noi sono assurti al governo i Castelli e i Calderoli, ai quali il nuovo "Duce" ha affidato i Ministeri della Giustizia (per difendersi dai processi a suo carico e per smantellarla) e delle Riforme (per smantellare la Costituzione nata dalla Resistenza Antifascista).
    Per fortuna che il diavolo fa solo le pentole, ma non i coperchi! E per fortuna che i Calderoli (mercanzia rarissima) finiscono per combinare "sfracelli" da far riflettere attentamente anche gli italiani più dubbiosi e distratti !
    Ma parliamoci chiaro! Stiamo attenti a non minimizzare e sottovalutare il vero e serio problema del futuro della nostra democrazia e della coesistenza civile! Bisogna avere il coraggio politico di dire, con forza e determinazione, che chi ha distrutto in cinque anni l'economia e lo Stato di Diritto, ha come obiettivo "supremo" quello di distruggere lo "Stato democratico". Semplicemente e fermamente!
    Infatti tutta la stampa nazionale sta evidenziando, in forme e toni variegati, l'allarmante alleanza del Presidente del Consiglio (o il Premier, come lo chiamano o ama farsi chiamare) con le forze estreme della destra politica che fanno apertamente richiamo all'ideologia nazi-fascista. Da Forza Nuova ad Alternativa Sociale, dal Fronte Nazionale al Nuovo MSI.

    Ma non vi pare che i Saya, i Fiore, le Mussolini in camicia nera (pur non sottovalutando la loro specifica pericolosità) siano da considerare dei poveri "burattini" nelle mani di un più pericoloso e allarmante "burattinaio"?
    Non avete la consapevolezza che i Bossi, i Borghezio, i Calderoli (in camicia verde padana) siano i "quaquaraquà" di qualcuno più "potente" (in tutti i sensi) in grado di servirsene per i suoi "sogni imperiali"?
    Cari Leader del centrosinistra, quando comincerete a utilizzare le vostre apparizioni in TV per far capire agli Italiani questi pericoli veri e non quelli del ritorno del comunismo? Quando la smetterete di dire che non bisogna "demonizzare" un pericolo reale per la nostra democrazia mentre il "DUCE" in doppiopetto arruola camicie nere e camicie verdi contro "comunisti" e "islamici" puntando all'ingovernabilità futura e a una prospettiva di "scontro di civiltà" ??

  3. #3
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    15 Dec 2005
    Messaggi
    9,859
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

 

 

Discussioni Simili

  1. La Lega detta le condizioni per i festeggiamenti del 150°
    Di mageno nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 08-01-11, 09:17
  2. De Michelis detta condizioni!
    Di alessio_rs nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 27-10-05, 08:49
  3. La Resistenza detta le condizioni agli Usa
    Di pietro nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 30-06-05, 12:23
  4. Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 19-05-05, 19:35

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226