User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    15,584
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Devastazioni e svendita del territorio sono diametralmente opposte al leghismo

    Devastazioni e svendita del territorio sono diametralmente opposte al leghismo

    di Gilberto Oneto


    Diciannove anni fa la Lega Lombarda si apprestava ad affrontare le sue prime elezioni politiche, lo faceva con mezzi scarsi ma con tanto entusiasmo e con le idee molto chiare. Su Lombardia Autonomista veniva pubblicato il programma del Movimento, uno stringato manifesto in dodici punti lapidari e incisivi.

    Il decimo tuonava: "Contro la devastazione e la svendita del nostro territorio, plasmato e difeso dalle generazioni precedenti: patrimonio che abbiamo il dovere di trasmettere integro alle prossime generazioni".
    Questo principio è rimasto inizialmente invariato, fino a trovare elaborazioni e sviluppi di dettaglio che hanno generato una serie di iniziative di legge e, in particolare, una proposta di nuova Legge urbanistica, presentata senza esiti nel 1994.
    Quello che era uno dei punti più qualificanti del programma e di tutta l'azione autonomista però col tempo si è un po' sbiadito,

    proprio mentre altri movimenti autonomisti europei ponevano invece la questione ambientale al centro della loro azione, per le sue forti valenze pratiche e simboliche.
    Il puntuale rispetto del territorio è passato in sordina anche in gran parte delle amministrazioni leghiste e sembra tornare solo oggi di attualità, quando un po' tutte le parti. politiche lanciano proposte stravaganti o - quel che è peggio - fanno, o si apprestano a fare, cose aberranti.

    Quella antica chiarezza non può non venire in mente quando si sente - ad esempio - parlare di leggi urbanistiche, di case popolari e di grandi opere.
    Sull'urbanistica si assiste a un certo decentramento, che potrebbe avere consolanti risvolti federalisti se non fosse per un paio di non secondari dettagli. Il primo riguarda il principio di sussidiarietà applicato al territorio.

    Non tutta la materia urbanistica può essere gestita allo stesso livello amministrativo ma va graduata saggiamente in funzione delle sue implicazioni. Le grandi linee di comunicazione vanno affrontate - ad esempio - a livello macroregionale, la politica dei grandi poli produttivi a livello regionale, la pianificazione a livello di aree omogenee e l'attuazione di dettaglio a livello comunale.

    Alla macroregione deve spettare il compito di indirizzo, coordinamento e controllo. L'idea delle aree omogenee è profondamente federalista (e leghista) e ribadisce il concetto che il territorio è scandito da rapporti organici che raramente coincidono con i confini amministrativi.
    Si deve perciò costruire un meccanismo funzionale di relazioni
    e di competenze: oggi si tende a "delegare" e scaricare i problemi senza definire con chiarezza le responsabilità. Si veda la Val di Susa.
    In questi giorni poi circolano autentiche tavanate sul problema delle case popolari.
    Si fanno proclami di privatizzazioni e giganteschi progetti di nuove costruzioni.

    Occorre fare chiarezza: le case popolari servono ad affrontare le emergenze temporanee e croniche che colpiscono la comunità.
    Esse devono" costituire una sorta di parcheggio (che va lasciato libero a fine emergenza) per chi si trova in momentanea difficoltà (nuove coppie, povertà temporanee), oppure essere destinate ai nostri bisognosi veri (disabili, anziani).

    In ogni caso non devono servire per creare perequazioni: un lavoratore che vive in una casa popolare è in una situazione di vantaggio sociale ed economico rispetto a chi invece deve pagare un affitto di mercato.
    Oggi si vuole fare cassa vendendo le case esistenti agli inquilini (che hanno avuto vantaggi con gli affitti ed ora li hanno con gli sconti di prezzo) e con quei soldi fare altre case. Per i nostri indigenti veri? Neanche per sogno! Per gli immigrati!

    Così si consumano risorse e spazi per aumentare la pressione sul territorio, l'affollamento e i disagi sociali.
    Ultima ma non ultima è la vicenda delle cosiddette "grandi opere".
    Ci sono strutture assolutamente necessarie e urgenti da realizzare ma c'è una doverosa gerarchia da rispettare.

    Prima si facciano quelle davvero utili: la Pedemontana, le tangenziali, la BreBeMi (per citare le più note), il potenziamento della rete stradale e ferroviaria ordinarie delle aree più congestionate.
    Si spendano i soldi per cose utili e non per faraoniche balossate (come il Ponte sullo Stretto e la Tav) che non servono a nulla (se non a distribuire soldi agli amici) e che distruggono le risorse ambientali vere e massacrano il territorio.
    Quello che nel programma del 1987 si voleva "trasmettere integro alle prossime generazioni".


    fonte: la Padania Venerdì 24 febbraio 2006

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Letto e approvato, almeno in gran parte. Visto che, in tema di tutela del territorio ma anche di ecologia e preservazione dell'eco-sistema, sono più radicale del buon Oneto. A cui va tutto il merito di affrontare temi, ahinoi, caduti in disuso a vantaggio di una concezione "fascista" del rapporto con l'ambiente padano. Personalmente, infatti, auspicherei che le materie indicate da Oneto fossero devolute interamente ai comuni, gli unici ambiti dove la popolazione (attraverso le proprie amministrazioni, of course), se sceglie di inquinare, presenta il conto direttamente a sé stessa.

  3. #3
    Registered User
    Data Registrazione
    29 Jun 2004
    Messaggi
    3,190
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ZENA
    Letto e approvato, almeno in gran parte. Visto che, in tema di tutela del territorio ma anche di ecologia e preservazione dell'eco-sistema, sono più radicale del buon Oneto. A cui va tutto il merito di affrontare temi, ahinoi, caduti in disuso a vantaggio di una concezione "fascista" del rapporto con l'ambiente padano. Personalmente, infatti, auspicherei che le materie indicate da Oneto fossero devolute interamente ai comuni, gli unici ambiti dove la popolazione (attraverso le proprie amministrazioni, of course), se sceglie di inquinare, presenta il conto direttamente a sé stessa.
    Così.... all'anima della coerenza !!! Complimenti per il rispetto del territorio !!






  4. #4
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    15,584
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito

    ecco l'ecologista della mutua; una pennellata di colore su un muro di cemento, diventa aggressione al territorio.

    naturalmente lo stesso soggetto, non avrebbe niente da ridire se in Padania arrivassero altri 200 milioni di allogeni; lui ti spiegherebbe che non c'é nessuna relazione tra densità antropica e distruzione degli ecosistemi..........

    Oneto ha ben evidenziato nel suo articolo, il pericolo di dover costruire nuovi insediamenti per l'arrivo dei graditi ospiti.........

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da fanfulla
    Così.... all'anima della coerenza !!! Complimenti per il rispetto del territorio !!





    Suvvia, impegnati di più...puoi far di meglio...

 

 

Discussioni Simili

  1. Libertà sessuale e prostituzione sono due cose diametralmente opposte
    Di Ottobre Nero nel forum Socialismo Nazionale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 25-02-11, 08:07
  2. devastazioni culturali
    Di Bidus nel forum Sardegna - Sardìnnia
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 13-02-07, 23:26
  3. Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 26-02-06, 12:19
  4. Ormai pezzi di territorio sono nelle mani della malavita.
    Di Totila nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 57
    Ultimo Messaggio: 17-03-05, 15:12
  5. Sono cominciate le devastazioni
    Di Nebbia nel forum Arte
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 03-11-02, 22:05

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226