User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11
  1. #1
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Il federalismo delle clientele

    quando il politico promette troppo

    Mettiamoci nei panni di un politico. Il suo obiettivo non cambia a seconda dei luoghi in cui opera: farsi eleggere o rieleggere. Ma cambiano i modi in cui può essere raggiunto. Là dove l’economia privata e la società civile non producono posti di lavoro e occasioni di reddito in quantità sufficiente, come in molte regioni meridionali, la domanda degli elettori si riversa sul settore pubblico e sono premiati i politici che tali «posti» e occasioni creano, o danno l’impressione di creare. Anche posti improduttivi — puri stipendi — e anche occasioni finte: in questo ha ragione il ministro Roberto Maroni («Il Sud chieda lavoro», Corriere del 2 gennaio), come mostra l’articolo di Sergio Rizzo di ieri («Ma in Campania la Finanziaria è "creativa"»). Le cose stanno diversamente quando i posti e le occasioni li creano l’economia privata e la società civile: qui gli elettori staranno un po’ più attenti alla qualità dei servizi erogati dal settore pubblico, nazionale e locale (non abbastanza, purtroppo, perché anche nel Nord essi sono spesso distratti da richiami ideologici che coll’efficienza amministrativa poco hanno a che fare).

    Queste cose si sanno da tempo. Il problema che non si riesce a risolvere è come bloccare la risposta impropria dei politici alla domanda impropria degli elettori. Se si riuscisse a bloccarla, se si riuscisse a costringere i politici a far bene e soltanto il loro mestiere di amministratori, a fornire servizi nazionali e locali almeno con la stessa efficienza del Nord — che poi non è molta — a poco a poco gli elettori si convincerebbero che non ci sono finti posti, finte pensioni, finte indennità da ottenere. Insieme con una repressione severa della criminalità e dell’illegalità, l’eliminazione della risposta impropria dei politici è una pre-condizione necessaria a qualsiasi strategia di sviluppo si voglia tentare nel Mezzogiorno.

    Già, ma come fare? Come spezzare il circolo vizioso tra domanda sociale e offerta politica improprie? L’ultima speranza forse risiede in una versione severa del nostro regionalismo e in forti meccanismi di controllo sulla qualità della spesa pubblica e sull’efficienza amministrativa, con sanzioni effettive e assenza di «salvataggi» per le amministrazioni che sgarrano. Il regionalismo del Titolo V della Costituzione è venuto per restare e il suo principio di fondo è quello sturziano, l’autonomia. Ma autonomia vuol dire responsabilità: sei libero, sei autonomo, ma poi sei valutato. Se la valutazione degli elettori è insufficiente, occorrono meccanismi di controllo più potenti di quelli che operano ora. Se mai faremo le riforme costituzionali di cui tanto si chiacchiera, perché non dare a questi meccanismi un forte rilievo costituzionale e collegarli strettamente all’attività della Camera (o Senato) delle autonomie?

    Michele Salvati

    Il federalismo delle clientele - Corriere della Sera

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    07 Apr 2009
    Località
    Brèsa
    Messaggi
    2,808
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il federalismo delle clientele

    Io ho perso la speranza di un federalismo serio.
    E' IMPOSSIBILE finchè il Sud sarà attaccato a noi come un'idrovora.


    Questa gente non accetterà MAI minori trasferimenti di denaro,a costo di far crepare il Nord.


    C'è da dire che al Nord sono talmente IMBECILLI ormai,che per servizi che dovrebbero essere GRATIS,gli si incomincia a dire che devono pagarsi le tangenziali.
    E i cittadini del Nord sono tutti contenti!


    A quando il pagamento delle strade normali per autofinanziare i servizi al Nord,quando ad altre latitudini hanno tutto gratis e non pagano un capzo di tasse?

  3. #3
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il federalismo delle clientele

    Beh... se il mattino si vede dal buongiorno stiamo freschi.
    In effetti il preludio a questo tanto sbandierato federalismo sono stati due provvedimenti da fascio littorio:
    - l' abolizione dell' ici
    - il taglio a giunte e ai consigli comunali.
    A breve vedremo anche lo scioglimento dei piccoli comuni.

    E senza nessuna protesta.

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Dec 2009
    Messaggi
    1,042
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il federalismo delle clientele

    Hai ragione: questo è solo federalismo di clientele; non ha nessun rapporto col federalismo in quanto Teoria dello stato contrattuale. Il Sud dovrebbe arrangiarsi con le proprie risorse col federalismo serio.

    Ma dire questa cose a voi nordisti e come parlare col muro, convinti come siete di possedere una "cultura" superiore e di poter essere "autonomi" senza conoscere neppure il significato reale sia del federalismo, sia dell'autonomia.

    Non a caso il "federalismo di regime" è stato inventato da Bossi e dai suoi colonnelli e condiviso da una quantità di poveretti, soprattutto al NORD.

    Mi dispiace, ma questo in fondo era anche il pensiero di un grande e compianto costituzionalista del Nord che tutti voi conoscete.

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    07 Apr 2009
    Località
    Brèsa
    Messaggi
    2,808
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il federalismo delle clientele

    Citazione Originariamente Scritto da Furlan Visualizza Messaggio
    Beh... se il mattino si vede dal buongiorno stiamo freschi.
    In effetti il preludio a questo tanto sbandierato federalismo sono stati due provvedimenti da fascio littorio:
    - l' abolizione dell' ici
    - il taglio a giunte e ai consigli comunali.
    A breve vedremo anche lo scioglimento dei piccoli comuni.

    E senza nessuna protesta.

    Il problema non è il taglio a giunte o l'accorpamento dei piccoli comuni (dove Io sono d'accordo),ma che tagliano al Nord per poi dare i soldi risparmiati a Catania & C.
    Tagliano al Nord e fanno pagare i servizi al Nord.

  6. #6
    phasing out
    Data Registrazione
    08 Nov 2009
    Messaggi
    1,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il federalismo delle clientele

    Ma di che federalismo parlate? Il federalismo dei succhiasoldi? Non c'è un'oncia di federalismo nel nostro paese. La risposta all'articolo di qui sopra è ma va' a cagare. L'unico rimedio alle domande improprie di cittadini e politici è l'interesse generale. Se i cittadini potessero controllare/partecipare alle delibere di spesa potrebbero decidere giusto o sbagliato, ma almento deciderebbero nel nome dell'interesse delle maggioranze. In questo "federalismo" del cazzo si decide sempre in omaggio alla lobby più potente, cioè in omaggio all'interesse delle infime minoranze, almeno qui da noi. Paulus ha ragione quando spara a zero sulla nostra ignoranza. Smettiamola di chiamare questa merda federalismo. Chiamiamola bossismo (che rende l'idea) o come altro volete voi, ma basta infangare quella parola. Il federalismo vero non è a 30000 chilometri, è appena al di là del confine. Affittiamo un pullman e facciamo una gita tutti insieme, che ci schiariamo le idee.
    Ultima modifica di semipadano; 05-01-10 alle 10:46
    L'occasione fa l'uomo italiano

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    07 Apr 2009
    Località
    Brèsa
    Messaggi
    2,808
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il federalismo delle clientele

    Citazione Originariamente Scritto da semipadano Visualizza Messaggio
    Ma di che federalismo parlate? Il federalismo dei succhiasoldi? Non c'è un'oncia di federalismo nel nostro paese. La risposta all'articolo di qui sopra è ma va' a cagare. L'unico rimedio alle domande improprie di cittadini e politici è l'interesse generale. Se i cittadini potessero controllare/partecipare alle delibere di spesa potrebbero decidere giusto o sbagliato, ma almento deciderebbero nel nome dell'interesse delle maggioranze. In questo "federalismo" del cazzo si decide sempre in omaggio alla lobby più potente, cioè in omaggio all'interesse delle infime minoranze, almeno qui da noi. Paulus ha ragione quando spara a zero sulla nostra ignoranza. Smettiamola di chiamare questa merda federalismo. Chiamiamola bossismo (che rende l'idea) o come altro volete voi, ma basta infangare quella parola. Il federalismo vero non è a 30000 chilometri, è appena al di là del confine. Affittiamo un pullman e facciamo una gita tutti insieme, che ci schiariamo le idee.

    Non accetteranno MAI un federalismo alla Svizzera.

  8. #8
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il federalismo delle clientele

    Appunto.

    Per questo sottolineavo il fatto di ICI e tagli a consiglieri, giunte e accorpamenti.

    Tutto calato dall' alto.

    Se i cittadini del mio comune vogliono un consiglio comunale di 5.500 consiglieri e sono disposti a remunerarli tutti, con i LORO soldi, saran c***i LORO?
    Se vogliono aumentarsi, calarsi, o cancellare l' ICI che pagano coi LORO soldi, potranno essere liberi di deciderlo LORO?

  9. #9
    phasing out
    Data Registrazione
    08 Nov 2009
    Messaggi
    1,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il federalismo delle clientele

    Citazione Originariamente Scritto da Dragonball Visualizza Messaggio
    Non accetteranno MAI un federalismo alla Svizzera.
    soprattutto se siamo così cretini da non chiederglielo neanche, mentre stiamo qui a vaneggiare di razze elette.
    Ultima modifica di semipadano; 05-01-10 alle 15:12
    L'occasione fa l'uomo italiano

  10. #10
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,712
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il federalismo delle clientele

    Citazione Originariamente Scritto da semipadano Visualizza Messaggio
    soprattutto se siamo così cretini da non chiederglielo neanche, mentre stiamo qui a vaneggiare di razze elette.

    hai ragione semi
    ma hanno inculcato al padiota medio che il federalismo è quello che stanno già facendo bossi/berluska al governo
    lo so che è una bestialità ma è così

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Un plauso a Napolitano che ha bloccato il trionfo delle clientele.
    Di Dav. c. G. nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 284
    Ultimo Messaggio: 28-12-13, 12:52
  2. L'aumento delle tasse serve ad allargare le clientele
    Di MarinoBuia nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 23-12-12, 22:54
  3. Berlusconi: «L'Udc? L'Unione Delle Clientele»
    Di Nostradamus nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 31
    Ultimo Messaggio: 18-06-09, 15:09
  4. Archivio delle clientele di Lombardo.
    Di gladiator82ct nel forum Sicilia
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 08-10-08, 23:41
  5. Bassolino, Clientele e Camorra.......
    Di Danny nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 30-10-05, 00:12

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226