Quella della percentuale dei beni culturali e' un'altra delle molte menzogne italiche ...

A parte il fatto che non avete diritto di appropriarvi di cio' che non e' vostro perche', anche a voler adottare la classica immagine dell'italia, con Dante o Machiavelli poco avete a che fare ...

A parte il fatto che vi sfido a dimostrarmi che ad esempio il Duomo di Milano sia "architettura italiana" ...

A parte che mi dovete spiegare se nel Canton Ticino sono mediterranei neri o barbari biondi ...

A parte questo le cifre in questione sono assurde ...

Prima di tutto per una questione di consistenza interna. Le percentuali, a seconda degli anni, variano dal 40% all'80% e qualche esaltato dice anche il 90%.

Trascuriamo il fatto che almeno Francia, Spagna, Portogallo, Grecia, Cipro, Turchia, Malta, Terra Santa (no, li' non c'e' il centro delle tre grandi religioni monoteiste ...), Giordania (conosci Petra?), anche adottando il criterio "mediterraneo", hanno una densita' di monumenti dello stesso ordine di quella "italica" e, sommate, superano l'italia in popolazione, e saremmo gia' al 50% ...

Ok sono barbari freddi, ma qualcosa contano anche le grandi cattedrali inglesi e tedesche, le cittadine medievali del nord e sono anche monumenti i megaliti e i 30 mila siti archeologici britannici ... Il Vallo di Adriano non esiste? La citta di York ove nelle cantine dei pub si trovano resti delle terme romane? I forti da Newcastle a Carlyle, le stupende terme di Bath? Va bene dimentichiamoli, siamo razzisti mediterranei ...

Ma non esiste l'Egitto? Da solo non ha una straordinaria densita' di siti, almeno paragonabile a quella "italica"? E il resto del nord Africa, tra l'altro ricchissimo di siti romani e fenici? Per lo meno aggiunge qualcosa ... Dividiamo tra tre soggetti e siamo al 33% ...

No poi la cultura slava non esiste vero? Se non altro per ragioni numeriche la Russia, ammesso che la densita' di monumenti sia bassa, comunque in valore assoluto eguagliera' almeno l'italia? E gli altri paesi slavi? Gia' la torta di dividerebbe tra quattro soggetti cioe' scenderemmo al 25% ...

E la Cina? No non esistono la civilta' cinese, la Grande Muraglia ecc? Sono un miliardo, quindi ammetterete che almeno in valore assoluto pareggino l'italia ... Cinque soggetti, 20%. Vogliamo essere cattivi e ignorare il Giappone e la Corea, civilta' raffinatissime? E Thailandia, Vietnam, Cambogia, Tibet, la grande cultura buddista. No li' non c'e nulla vero? Comunque conglobiamoli con la Cina, siamo buoni ...

E il subcontinente indiano? No neanche li' non c'e' nulla ... Mai esistita l'India vedica, noi non siamo indo-europei ... Almeno in valore assoluto, per la vastita' del territorio, il numero di monumenti non puo' pareggiare quello "italico"? Sei soggetti e cento diviso sei fa 17 e qualcosa ....

Va bene, l'Africa non esiste, loro erano selvaggi come i Nativi Americani e non consideriamo monumenti quelli di Nord e Sud America post colombiane, ma i siti aztechi, maya, inca ecc. sono tantissimi ... Sette soggetti e cento diviso sette fa 13 e qualcosa ....

Lo so che sono conti molto spannometrici, ma hanno un loro senso e, al di la' della grande approssimazione, mostrano l'assurdita' delle percentuali in questione.

Parentesi ... Il Prof. De Marinis, docente di Protostoria alla Statale di Milano, ha scritto molto esplicitamente, in un convegno e su Terra Insubre, che l'italia inventa percentuali assurde del patrimonio culturale mondiale per coprire la realta' di una gestione centralista, burocratica e indecorosa dei cosiddetti "beni culturali", che sono usati (malissimo) ai fini della costruzione di una artificiosa italianita', mentre nel paesi "civili" tali beni formano l'heritage, l'eredita' di ogni comunita' locale ...

Ecco perche' ho sempre odiato l'italia e sempre la odiero' ... Disgustoso paese di omuncoli infidi, di gente che inizia la guerra da una parte e la finisce dall'altra, un paese di chiacchere bizantine, una melma puzzolente che vi potreste tenere voi mediterranei ...

Un paese tra l'altro che nasconde la propria incivilta' dietro il razzismo al contrario tipico di arabi, bizantini, sudamericani et similia. Il razzismo di chi produce corruzione, sciatteria, caos ma poi ritiene di essere superiore ai "barbari biondi" per la sua superiore cultura ...

E dico quello che ancora 1100 anni fa diceva un Liutprando da Cremona visitando Costantinopoli e vantandosi di essere barbaro e non romano ... Quello che hanno in sostanza detto persino patrioti italici come Montanelli o gli stessi Cavour o Garibaldi .... Quello che diceva un Pasolini ad esempio ...

Un bel paese di merda, tenetevelo ...

Lasciatemi cantare, perche' ne sono fiero, io sono un italiano, un italiano vero ... Italia, Italia, piu' bella di te non ce n'e' ... Tuppe tupe marescia' uhe uhe ...