Ieri ero alla sfilata dei carri: oltre 3.000 figuranti, 10.000 ospiti in città, attrezzature e costumi "low cost", ma pieni di fantasia. Da notare per i temi che ci interessano:

1. I gruppi dalmati, con poche eccezioni, vestivano costumi e maschere ispirati al Carnevale di Venezia.
2. La politica croata era presente su un solo carro, il più grande, che rappresentava un gigantesco Tudjman, verde cadaverico e in putrefazione, che faceva muovere come un burattino un Sanader col naso da Pinocchio.
3. La musica era in genere popolare/folcloristica, si adattava bene al carattere della manifestazione, ma, ad ascoltare bene i testi di certe canzoni, traspariva uno "strano" amore per l' italia:
"Donna! Bella! Donna! Mia! Italiana! Grande puttana!..."
"Spaghetti, pizza, Barilla, italia miaaa!"
All' arrivo di un carro con i pappagalli: "Pappagalli, come taliani, brez domacij papagalij..."

Comunque, i pochissimi ospiti provenienti dalla rep. it. erano tutti Padani, quindi nessuno si è scandalizzato.