User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 12
  1. #1
    Forumista senior
    Data Registrazione
    26 Apr 2012
    Messaggi
    1,293
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Mitico GG: questa si che carriera

    Giancarlo il leghista che va all’Aspen (senza camicia verde)

    Al segretario della Lega lombarda, Bossi ha di fatto già consegnato le insegne del comando, ha lasciato fossero sue le scelte sulle candidature, sua la decisione di rinnovare profondamente i gruppi parlamentari, suo il tratto di penna con cui ha lasciato a casa esponenti storici come Giancarlo Pagliarini, il direttore di Telepadania Max Ferrari, e un intellettuale militante della prima ora come Gilberto Oneto. In parte è vero ciò che ha detto il giovane dirigente ai colonnelli furibondi, «è stato l’Umberto a volere così». Però si tratta di una mezza verità. L’altra metà è che il potere di scelta lui l’ha usato, provocando l’ira di Calderoli che non intende cedergli il passo, attirandosi le antipatie di Castelli che si augura «Bossi alla guida del partito per cento anni», e ricevendo un giudizio assai severo da Maroni: «La prudenza è una dote utile in politica. Ma bisogna farne buon uso, perché può essere scambiata per ambiguità». Se Bossi ha ripetuto a Panorama ciò che tutti sanno, è perché pensa sia venuto il tempo, perché «dopo le elezioni rivolterò il partito come un pedalino». Le energie che la malattia gli concede serviranno a rivoluzionare gli assetti nella Lega. Tanto ai vertici, dove Calderoli controlla la maggioranza del Consiglio federale, quanto in periferia, dove regna una certa confusione: per una forza che ha fatto dei dazi doganali contro la Cina la propria bandiera, è strano infatti avere a segretario della Romagna il capo di una società di import-export con Pechino.
    Potrà sembrare strana l’investitura, visto che Giorgetti non assomiglia in nulla a Bossi: non è provvisto di carisma, non è un celodurista, non adora il «dio Po», e di magliette indossa soltanto quella del Southampton di cui è tifoso. Insomma, è l’esatto contrario del prototipo in camicia verde. Forse è proprio questo che piace al capo, e che al capo serve in vista del «nuovo corso». Dopo averlo posto alla guida della Lega lombarda, vuole ora che traghetti tutto il Carroccio sulle rive dell’autonomismo, in caso di sconfitta il 9 aprile. Ma non sarà un ritorno ai riti magici, al secessionismo. I tempi sono cambiati.
    Se l’era del Cavaliere dovesse infatti tramontare e decidesse di recidere il legame con il Polo, Bossi affiderebbe a questo bocconiano di trentanove anni il compito di fronteggiare una volpe come Roberto Formigoni, e tutto quel che il governatore rappresenta, cioè il progetto che dalla Lombardia punta a diventare un modello nazionale. E che passa per il definitivo isolamento della Lega. Non è dunque un caso se Giorgetti si è impegnato a sostenere Letizia Moratti nella corsa al Comune di Milano, e con lei s’incontra a cena ogni settimana, mentre tiene nel mirino il Pirellone e il suo presidente. Di sicuro non muoverebbe un dito per tenere in vita quella giunta, fedele all’insegnamento del Senatùr: «Mai fidarsi dei democristianoni».
    Della politica porta già i segni: il fallimento della Banca leghista, i rapporti con Gianpiero Fiorani, la storia della mazzetta che avrebbe rifiutato, le voci di un coinvolgimento nello scandalo Bpi-Antonveneta, se possibile l’hanno reso ancor più schivo e introverso. Dieci anni fa venne «scoperto» dai deputati del centrosinistra in commissione Bilancio alla Camera: «Farà strada», disse il socialista Roberto Villetti. E il giudizio non è mutato quando - in questa legislatura - è diventato presidente della stessa commissione, sorprendendo persino Giulio Tremonti per i modi risoluti con cui ha difeso le prerogative parlamentari: «Mica penserai che qui facciamo i passacarte del governo».
    Ma il ministro dell’Economia, come Bossi, ha intravvisto in lui un buon investimento. «Umberto, Giulio vuole che accetti. Che faccio?». E Bossi: «Vacci. E ascolta». Tenere un piede nel salotto buono aiuta. Certo, chi l’avrebbe mai detto: un leghista socio dell’Aspen.

    corriere della sera
    Francesco Verderami

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Il Longobardo
    Data Registrazione
    12 Aug 2004
    Località
    Milano
    Messaggi
    514
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    D'altronde cosa vi aspettate dal boss della Lega Itagliana.

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,255
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    non sono le coccarde a fare l'indipendentista.
    camicie rosse, camicie nere e camicie brune, descamisados.
    sono finiti i tempi in cui era la camiciaia a preparare le rivoluzioni.

  4. #4
    PADANIA NEL CUORE
    Data Registrazione
    07 Apr 2003
    Località
    dall'amata Padania
    Messaggi
    1,731
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Forse qualcuno ha avuto sentore che per cambiare le cose non bisogna andare a roma ma bisogna andare a Londra?
    Che bisogna bypassare le mezze tacche lelle logge all'amatriciana ed andare in quelle che contano qualcosa?
    Se il fine è questopotrebbe persino avere vagamente un senso.
    GG non mi piace minimamente,ricordo in radio che disse al termine della precedente legislatura: la sinistra non riuscirà mai a varare la sua pseudo riforma federale.Infatti c'è riuscita ed è passato anche il referendum. Quando si dice " si orienta in politica come un beduino al polo nord.
    TIOCH FAID AR LA'

  5. #5
    Registered User
    Data Registrazione
    31 Mar 2005
    Località
    venezia
    Messaggi
    1,511
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    se per questo anche il paglia disse che non saremmo mai entrati nella moneta unica

  6. #6
    Registered User
    Data Registrazione
    08 Mar 2006
    Messaggi
    143
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Freiheit
    suo il tratto di penna con cui ha lasciato a casa esponenti storici come Giancarlo Pagliarini, il direttore di Telepadania Max Ferrari, e un intellettuale militante della prima ora come Gilberto Oneto.
    Su Giancarlo Pagliarini sono d'accordo, è un esponente storico.... Oneto e Max Ferrari deve averglieli suggeriti qualcuno da questo forum... Anche Fruscio è un professore... e l'avrei lasciato volentieri a casa, in questa legislatura che avrà numeri risicati servirebbe gente che è presente 5gg su 5 in parlamento... non i professori o gli intellettuali che scrivono di non andare a votare !?!?!

    Ma secondo voi... il vostro grande Oneto... se fosse stato candidato avrebbe scritto lo stesso di non andare a votare? oppure se era candidato lui allora bisognava andare a votare??

    Che bell'indipendentista padano...

    Ciao

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da EdmonDantes
    Su Giancarlo Pagliarini sono d'accordo, è un esponente storico.... Oneto e Max Ferrari deve averglieli suggeriti qualcuno da questo forum...
    Sulla candidatura di Oneto so poco o nulla.
    So di certo che la sezione di Varese aveva indicato Ferrari tra i candidati.

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,255
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    il paglia non poteva sapere delle mene europee per far entrare l'itaglia dalle alpi alle piramidi nell'euro. ad andamenti normali non ci sarebbe mai potuta entrare.

  9. #9
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    15,392
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da grilloparlante

    se per questo anche il paglia disse che non saremmo mai entrati nella moneta unica

    il Paglia lo disse perché l'itaglia non soddisfava i parametri previsti dall'unione.

    ma poiché c'era la probabilità che questa esclusione favorisse il progetto delle due itaglie e della Europa a due velocità, i paesi di serie C,D,F.....furono nominati todos caballeros dalla commissione.......

  10. #10
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,372
    Mentioned
    38 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    La lira italiana è stata fatta entrare nell'euro grazie alla Deutsche Bank, per evitare la rottura dello stato itagliano (secessione); la Bundes Bank, invece, non era d'accordo.
    Hanno prevalso gli industriali e chi li controlla.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Sindacalisti in carriera
    Di el cuntadin nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 29-12-11, 19:28
  2. Carriera universitaria
    Di albiy nel forum Fondoscala
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 28-11-10, 23:46
  3. La marocchina fa carriera ...
    Di ilgiardiniere nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 36
    Ultimo Messaggio: 14-11-10, 20:19
  4. Ha fatto carriera
    Di Rollingstone nel forum Cattolici in Politica
    Risposte: 43
    Ultimo Messaggio: 10-09-09, 21:04
  5. Mariastella fa carriera
    Di cincinnatobis nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 28-11-08, 12:17

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226