User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    Fieramente Leghista
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Località
    Verona - Padania, la città di Flavio Tosi, la città antigiacobina della Pasque Veronesi
    Messaggi
    2,670
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito l'allegra e spensierata vita quotidiana nella Verona multietnica

    i controlli delle forze dell’ordine non bastano a allontanare i criminali e i tossicodipendenti. I residenti lanciano l’allarme
    Droga e prostitute, Veronetta ha paura
    Gli anziani sono terrorizzati: «S’iniettano le dosi sotto le nostre finestre»

    Un grido d’allarme, l’ennesimo, si leva dai residenti di Veronetta, costretti a vivere quotidianamente con la malavita, che regna padrona in alcune vie del quartiere, ribattezzate con il triste soprannome di «ghetto».
    Spaccio di droga, violenza, sfruttamento della prostituzione, degrado ambientale, affitti non regolarizzati e sovraffollamento degli appartamenti, attività illecite tra le più disparate, sembrano non trovare un argine nonostante i continui e pressanti sopralluoghi delle forze dell’ordine, molto presenti sul territorio con controlli a tappeto.
    «Le iniziative repressive sono utili, ma non bastano», spiega Anna, che abita e ama questo «quartiere, di cui mi faccio portavoce, nonostante tutti i gravi problemi che lo affliggono».
    La denuncia non parte da un comitato o da un’associazione, ma da un coro di voci concordi, esauste del clima che si vive da anni in questa zona.
    «I riflettori si accendono sul quartiere ad ogni episodio di violenza o illegalità, ma poi si spengono e nulla cambia. Penso che il vero problema non sia la criminalità in sé, oggi presente un po’ ovunque, ma la troppa concentrazione. Quando si crea un ghetto le conseguenze sono quelle che purtroppo noi abbiamo sotto gli occhi ogni giorno», commenta Claudio, che vive in via san Nazaro.
    I residenti sembrano essere soddisfatti dei progetti intrapresi da comune e forze dell’ordine, anche se secondo loro il quartiere avrebbe bisogno di iniziative radicali, un riammodernamento strutturale che potrebbe dare scarsi risultati a breve, ma capace di sanare definitivamente, nel lungo periodo, tutte le patologie del quartiere.
    Sono numerosi i racconti e le testimonianze di vita quotidiana vissute al limite. «Qualche giorno fa, una signora che abita poco distante da me, ha lasciato un biglietto sotto la porta del mio appartamento. Raccontava che era la settima volta che trovava l’ingresso di casa forzato. Non è più possibile tollerare simili esagerazioni», prosegue Anna.
    La storia di Giulia (tutti i nomi sono inventati affinché non sia possibile riconoscere i protagonisti di queste vicende, ndr) sembra essere ancora più grave. L’appartamento della signora confina con un condominio che si trova tra via XX settembre e Via Cantarane, considerato, da chi la zona la conosce bene, «zona franca in cui non entrano nemmeno le forze dell’ordine». I due stabili hanno in comune un cavedio e un piccolo terrazzo della casa di Giulia si affaccia proprio in quella fessura tra i due muri. «Non posso più nemmeno affacciarmi. Più di una volta ho sorpreso dei ragazzi che smistavano le dosi di droga da spacciare, oppure si facevano. Mi hanno minacciato e urlato di rientrare; ho paura che mi riconoscano per la strada e possano farmi del male», spiega la signora.
    «Gestisco un bar vicino alla galleria, e quindi al famoso civico 15. Dalle undici in poi il giro di gente che viene a comprare la droga è impressionante, i vasi delle fioriere sono pieni di dosi nascoste, così loro non hanno roba e sembrano "puliti". Molti dei compratori sono veronesi, comunque non stranieri, e giovani. Chiamo più volte, quasi ogni notte, la polizia e nel giro di poco tempo interviene sempre, ma spesso anche gli agenti hanno le mani legate. Fanno gli accertamenti del caso, talvolta portano via gli spacciatori con le volanti, ma se non li trovano con la droga, la sera seguente sono di nuovo a piede libero, spesso ancora più aggressivi. Mi difendo come posso, arrivo alle mani. E’ un’azione estrema, lo so, ma in qualche modo dovrò pur reagire», si sfoga Giacomo.
    «Spesso, denunciando questi fatti veniamo accusati di razzismo. Ma non ha alcun senso. Certo la criminalità qui è in mano agli stranieri, noi ne abbiamo terrore, ma quelli che io chiamo i "pesci grossi", cioè la gente che con la malavita si arricchisce veramente, probabilmente straniera non è», conclude Anna.
    La sfida di residenti, istituzioni e forze dell’ordine, sembra quindi essere quella di trasformare una situazione, che ha tutte le caratteristiche per essere definita tragicamente al limite, in una risorsa e in un esempio di convivenza e reciproco arricchimento. Per valorizzare una zona, a quattro passi dal centro storico, potenzialmente tra le più belle e particolari della città.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Fieramente Leghista
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Località
    Verona - Padania, la città di Flavio Tosi, la città antigiacobina della Pasque Veronesi
    Messaggi
    2,670
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La testimonianza di una cassiera
    «Viviamo sotto un costante assedio»
    Di sera, Nadia esce con una catena in mano: «Mi serve per difendermi»


    Sotto costante assedio. È così che si sente Nadia, cassiera nel cinema di via XX settembre. Finisce di lavorare tardi, la sera, e quando esce dal locale, che si affaccia sulla galleria di via Cantarane, impugna sempre una catena, una di quelle che servono per legare la bicicletta. Per lei invece quel ferro rappresenta un’arma di difesa.
    La sera, il quartiere cambia volto e, se di giorno ciò che colpisce è il degrado in cui versano i marciapiedi e alcuni edifici, la notte «scorribande, grida, schiamazzi, risse e spaccio di droga», colorano a tinte forti, quest'angolo di Verona. «Sono anni che episodi del genere si ripetono, ma io ho sempre cercato di reagire», racconta Nadia, una signora sulla cinquantina, animata da una forte personalità e molto coraggio, «non ho paura di farmi riconoscere, bisogna uscire a volto scoperto e denunciare lo stato delle cose, altrimenti non riusciremo mai a cambiarlo. Mi hanno già minacciato di morte, più volte, perché spesso chiamo la polizia, anche quattro volte per notte, disturbando ovviamente i loro traffici. Però non avevo mai avuto così paura, il gruppo che ha in mano la zona in questo periodo mi terrorizza. È una banda, ma il vero problema è che sono giovani, molti non arrivano nemmeno ai diciotto anni, e forse anche per questo sono privi di scrupoli, più irresponsabili riguardo le conseguenze che potrebbero avere le loro azioni. In breve tempo hanno scacciato l’organizzazione che c’era prima e qui ora gestiscono il traffico di droga e anche di documenti falsi. Non credo che girino armati di pistole, forse qualche coltello, ma le armi le fanno con quello che trovano. Qui vicino c’è una kebabberia che tiene aperto anche dopo l’una e vende la birra a un euro. Quando scoppia una rissa vengono rotte le lattine, che in un attimo diventano lame affiliate».
    Dal tardo pomeriggio fino a notte inoltrata, Nadia lavora nella biglietteria del cinema, grandi vetrate guardano la galleria. «Dalla mia postazione mi accorgo di tutti i movimenti loschi, ma la cosa più preoccupante è che loro controllano i miei e quelli di Cesare, il gestore del cinema che si occupa delle proiezioni. Se mi assento un attimo entrano. Proprio l’altra sera mi hanno rubato il cellulare. L’avevo nascosto in fondo a un cassetto e mi sono allontanata per meno di cinque minuti. Non è tanto per il telefono, cui avrei dovuto prestare maggior attenzione, ma questo episodio mi ha fatto rabbrividire perché è la riprova che siamo costantemente osservati e controllati». (i.n.)

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,255
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    che non vengano a piangere da me. l'occasione l'hanno avuta.
    cosa hanno fatto questi lamentosi dopo il 1998 ?
    trema la sghega ? la sghega la fu ?

  4. #4
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    55,780
    Mentioned
    94 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Fogne dell'ordine e invasori stanno dalla stessa parte.
    Sono guidati dallo stesso padrone


  5. #5
    Indipendentista
    Data Registrazione
    08 Mar 2002
    Località
    veneto
    Messaggi
    925
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Io ho vissuto tre anni a Veronetta e devo dire che effettivamente la situazione è veramente disastrosa.....Per fortuna c'è l'università in zona altrimenti sarebbe anche peggio. Anche a me personalmente è successo di assistere ad un paio di accoltellamenti tra extra, per non parlare poi di quando sotto una galleria è stato dato fuoco a una ventina di scooter. Per chi non lo sapesse Veronetta non è un quartiere della periferia estrema ma è a ridosso del centro storico di Verona, questo per far capire fino a dove si è spinto il degrado!

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 02-02-14, 00:07
  2. Vita quotidiana nella città che aspetta l'attacco
    Di sorci verdi nel forum Politica Estera
    Risposte: 48
    Ultimo Messaggio: 04-09-13, 03:30
  3. Baby-gang multietnica a Verona
    Di otto grunf (POL) nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 25-02-08, 08:33
  4. Momenti di vita quotidiana di willy...
    Di Wasabi nel forum Fondoscala
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 10-11-06, 15:22
  5. Esempio di vita quotidiana
    Di Gualerz nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 14-10-05, 02:29

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226