User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Vedete la differenza?

  1. #1
    Simply...cat!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Brescia,Lombardia,Padania
    Messaggi
    17,080
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Angry Vedete la differenza?

    E' accaduto sabato sera a Roma sulla linea diretta a Largo Argentina
    Ragazza molestata e presa a schiaffi sul tram
    Un tunisino ha approfittato della confusione per toccarla più volte: l'intervento di un carabiniere ha messo fine alle violenze

    ROMA - Prima è stata molestata, poi quando ha cercato di sfuggire alle violenze è stata presa a schiaffi dall'uomo che la disturbava. Solo l'ntervento di un carabiniere di quartiere della Stazione Trastevere ha messo fine alle violenze. E' accaduto sabato sera a Roma e la vittima di questa brutta storia è una ragazzina di 14 anni che si trovava sul tam numero 8 diretto a Largo Argentina
    MOLESTIE - Tutto è accaduto all'altezza di piazza Ippolito Nievo: B.M., 54enne tunisino, dopo essersi messo alle spalle della minore, ha approfittato della confusione e della presenza di molte persone sul mezzo, per molestarla. La ragazzina ha tentato di allontanarsi, ma B.M ha continuato a seguirla all'interno del tram mettendosi nuovamente alle sue spalle, aggiungendo alle molestie fisiche anche quelle verbali. La minore, spaventata ha spintonato l'uomo, ma quest'ultimo l'ha colpita con uno schiaffo e l'ha afferrata per i capelli. Il tram ha fermato la sua corsa e qualche passeggero ha tentato di difendere la ragazza. Dopo pochi minuti sono arrivati i carabinieri della Stazione Trastevere che hanno bloccato l'uomo sottraendolo al linciaggio della gente. La giovani è stata trasferita all'ospedale Regina Margherita mentre il tunisino dovrà rispondere dell'accusa di violenza sessuale e lesioni personali.
    12 marzo 2006






    Lo stupratore mascherato, parlava italiano
    l'ha trascinata vicino a una scarpata
    Gallarate, violentata nel parco mentre faceva jogging
    L'aggredita è un medico, corre spesso su quel percorso
    E' ricoverata in ospedale in stato di choc

    GALLARATE (Varese) - Violentata mentre faceva jogging, a pochi chilometri da casa: una corsa all'aria aperta che faceva spesso sullo stesso percorso. Stamani ha trovato un uomo col volto coperto che parlava italiano che ha abusato di lei. La vittima è un medico di 43 anni, che pensava di trascorrere un'ora correndo, ma che invece si è trovata a vivere un incubo. Il fatto è avvenuto nel rione gallaratese di Crenna, in zona Boschina: un parco un po' distante dalla zona abitata, al confine fra Gallarate e Besnate.

    La donna è ora ricoverata in stato di choc all'ospedale Sant'Antonio Abate di Gallarate. Secondo una prima ricostruzione della Polizia, è stata bloccata violentemente dal suo aggressore, che l'avrebbe seguita mentre percorreva un sentiero. A quel punto l'ha trascinata in un luogo più appartato, anche se non distante, e l'ha violentata.

    Di solito, la zona è frequentata da molti appassionati di jogging, specie di domenica mattina. Ma oggi, probabilmente per il fortissimo vento che dall'alba e per quasi tutto il giorno ha spirato sul Varesotto come su gran parte della Lombardia, in quel sentiero non c'era quasi nessuno.

    L'aggressore ha così potuto agire liberamente, senza testimoni, prima di scappare e di abbandonare la vittima a terra, tramortita dalle percosse. Intorno alle 10,30 è stata trovata da un passante che ha chiamato i soccorsi.

    Del caso si occupano gli agenti del commissariato di Polizia di Gallarate, coordinati dalla Procura della Repubblica di Busto Arsizio (Varese). Si è aperta una caccia all'uomo in tutta la zona, che però non ha ancora dato esito.

    Gli elementi a disposizione degli inquirenti, del resto, non sono molti. L'area boschiva dove è avvenuto lo stupro è distante dal centro abitato. Non solo: il passamontagna che indossava l'aggressore non permette di costuire un identikit attendibile. Pare comunque che si tratti di un italiano, corporatura media, con accento che alla donna aggredita è sembrato essere meridionale.

    Al momento, questo sembra un caso isolato nella zona. Negli ultimi mesi non si è avuta notizia di episodi simili, anche se segnalazioni di esibizionisti o molestatori erano giunte in passato, proprio in riferimento a frequentatori di parchi e piste ciclabili.

    (12 marzo 2006)


    Come i marocchini e gli albanesi,questi teroni a sangue caldo,quando vedono due coscie non ci stanno + dentro e sfogano i loro istinti bestiali.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Bestie della stessa risma, con tutto il rispetto ovviamente per le bestie. Ma qualcuno crede che siamo tutti itagliani...

  3. #3
    Registered User
    Data Registrazione
    07 Mar 2006
    Località
    Vivo in un territorio occupato illecitamente dallo stato italiano!
    Messaggi
    178
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Non vedo alcuna differenza son solo degli animali!!!!

  4. #4
    insubres sumus, non latini
    Data Registrazione
    26 Sep 2004
    Località
    Noeuva
    Messaggi
    224
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Una piccola chicca made in Televideo. Al primo lancio della notizia sullo schermo compariva la seguente scritta:"l'aggressore parlava con accento italiano" (giuro, letto con i miei occhi). Complimenti al Televideo che comincia a distinguere tra padani ed italiani etnici.

    Ciao

  5. #5
    Forumista senior
    Data Registrazione
    21 Sep 2011
    Messaggi
    2,726
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Dragonball
    E' accaduto sabato sera a Roma sulla linea diretta a Largo Argentina
    Ragazza molestata e presa a schiaffi sul tram
    Un tunisino ha approfittato della confusione per toccarla più volte: l'intervento di un carabiniere ha messo fine alle violenze

    ROMA - Prima è stata molestata, poi quando ha cercato di sfuggire alle violenze è stata presa a schiaffi dall'uomo che la disturbava. Solo l'ntervento di un carabiniere di quartiere della Stazione Trastevere ha messo fine alle violenze. E' accaduto sabato sera a Roma e la vittima di questa brutta storia è una ragazzina di 14 anni che si trovava sul tam numero 8 diretto a Largo Argentina
    MOLESTIE - Tutto è accaduto all'altezza di piazza Ippolito Nievo: B.M., 54enne tunisino, dopo essersi messo alle spalle della minore, ha approfittato della confusione e della presenza di molte persone sul mezzo, per molestarla. La ragazzina ha tentato di allontanarsi, ma B.M ha continuato a seguirla all'interno del tram mettendosi nuovamente alle sue spalle, aggiungendo alle molestie fisiche anche quelle verbali. La minore, spaventata ha spintonato l'uomo, ma quest'ultimo l'ha colpita con uno schiaffo e l'ha afferrata per i capelli. Il tram ha fermato la sua corsa e qualche passeggero ha tentato di difendere la ragazza. Dopo pochi minuti sono arrivati i carabinieri della Stazione Trastevere che hanno bloccato l'uomo sottraendolo al linciaggio della gente. La giovani è stata trasferita all'ospedale Regina Margherita mentre il tunisino dovrà rispondere dell'accusa di violenza sessuale e lesioni personali.
    12 marzo 2006






    Lo stupratore mascherato, parlava italiano
    l'ha trascinata vicino a una scarpata
    Gallarate, violentata nel parco mentre faceva jogging
    L'aggredita è un medico, corre spesso su quel percorso
    E' ricoverata in ospedale in stato di choc

    GALLARATE (Varese) - Violentata mentre faceva jogging, a pochi chilometri da casa: una corsa all'aria aperta che faceva spesso sullo stesso percorso. Stamani ha trovato un uomo col volto coperto che parlava italiano che ha abusato di lei. La vittima è un medico di 43 anni, che pensava di trascorrere un'ora correndo, ma che invece si è trovata a vivere un incubo. Il fatto è avvenuto nel rione gallaratese di Crenna, in zona Boschina: un parco un po' distante dalla zona abitata, al confine fra Gallarate e Besnate.

    La donna è ora ricoverata in stato di choc all'ospedale Sant'Antonio Abate di Gallarate. Secondo una prima ricostruzione della Polizia, è stata bloccata violentemente dal suo aggressore, che l'avrebbe seguita mentre percorreva un sentiero. A quel punto l'ha trascinata in un luogo più appartato, anche se non distante, e l'ha violentata.

    Di solito, la zona è frequentata da molti appassionati di jogging, specie di domenica mattina. Ma oggi, probabilmente per il fortissimo vento che dall'alba e per quasi tutto il giorno ha spirato sul Varesotto come su gran parte della Lombardia, in quel sentiero non c'era quasi nessuno.

    L'aggressore ha così potuto agire liberamente, senza testimoni, prima di scappare e di abbandonare la vittima a terra, tramortita dalle percosse. Intorno alle 10,30 è stata trovata da un passante che ha chiamato i soccorsi.

    Del caso si occupano gli agenti del commissariato di Polizia di Gallarate, coordinati dalla Procura della Repubblica di Busto Arsizio (Varese). Si è aperta una caccia all'uomo in tutta la zona, che però non ha ancora dato esito.

    Gli elementi a disposizione degli inquirenti, del resto, non sono molti. L'area boschiva dove è avvenuto lo stupro è distante dal centro abitato. Non solo: il passamontagna che indossava l'aggressore non permette di costuire un identikit attendibile. Pare comunque che si tratti di un italiano, corporatura media, con accento che alla donna aggredita è sembrato essere meridionale.

    Al momento, questo sembra un caso isolato nella zona. Negli ultimi mesi non si è avuta notizia di episodi simili, anche se segnalazioni di esibizionisti o molestatori erano giunte in passato, proprio in riferimento a frequentatori di parchi e piste ciclabili.

    (12 marzo 2006)


    Come i marocchini e gli albanesi,questi teroni a sangue caldo,quando vedono due coscie non ci stanno + dentro e sfogano i loro istinti bestiali.

    Ma no, secondo RPL "noi italiani" dobbiamo difenderci dagli esstracomunitari (e dai comunisti ...).


  6. #6
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    18,652
    Mentioned
    44 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Il padre del povero Tommaso, pedofilo, è parmigiano...

 

 

Discussioni Simili

  1. Voi lo vedete...
    Di RAYO nel forum Fondoscala
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 09-10-12, 19:59
  2. vedete qualche differenza...
    Di Cuordy nel forum Cattolici
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 25-04-10, 16:20
  3. Come vi vedete?
    Di Kranzler II nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 56
    Ultimo Messaggio: 22-02-08, 14:52
  4. ma ve lo vedete....
    Di Sinistrix nel forum Fondoscala
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 20-07-06, 15:18
  5. Vedete un po' voi
    Di Jon Lord nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 08-07-03, 22:20

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226