User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 15

Discussione: Euro/prodi

  1. #1
    Valsesia=Lega al 50%
    Data Registrazione
    28 Jul 2005
    Messaggi
    2,367
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Euro/prodi

    Il miglior modo per continuare a supportare Berlusconi, nei confronti di Prodi, in vista delle prossime elezioni, è informarsi su quanto entrambi abbiano fatto. Un confronto come quello televisivo insomma, ma meno noioso. Entrambi sono personaggi pubblici e sulla loro carriera politica e privata, in Italia, si sa molto. Riassumendo: l'attuale premier ha creato 65000 posti di lavoro da privato cittadino, prima di diventare capo del governo e ridurre la disoccupazione al livello minimo storico; l'altro ha svenduto qua e là le più grandi risorse economiche dello Stato (i vari scandali delle privatizzazioni a prezzi che neanche nei saldi di fine stagione c'è dato sognare).
    Ma resta un altro settore, che oggi assume sempre più rilevanza, da vagliare. Lo fa per Prodi il giornalista Giulio Romano, nel suo articolo Il misterioso vuoto europeo del Professore. A quanto pare, infatti, il leader dell'Unione, durante la sua presidenza della Commissione Europea non ha fatto tutto il bene che dice, e non è neppure stato l'europeista fiero e quasi eroico che gli piace ripeterci di essere stato.

    Partiamo da una definizione data da un giornale di sinistra, francese, nel 2003. Un analitico pezzo di Libération, a firma di Jean Quatremer, che si interrogava sulla assoluta mancanza di informazione, in Italia, dell'attività e dell'operato di Prodi in ambito comunitario, e che rimproverava le passività croniche e i silenzi che il nostro amato politico fatto di mortadella sfoggiava durante gli incontri al vertice (ad esempio quello economico dell'ottobre 2002) invece del ruolo da protagonista che gli spettava. L'articolo definiva Prodi, traducendo letteralmente: «il peggiore presidente che la Commissione abbia mai avuto. Sotto la sua gestione, l'esecutivo europeo ha perso la sua autorità morale e politica».

    Romano (il giornalista, non il politico bolognese) analizza poi l'operato timidissimo di quel Prodi che oggi Kohl appoggia e che aveva, all'epoca dell'elezione di Prodi, chiesto ufficiosamente ai suoi ex-partner «vi ha forse dato di volta il cervello?»: si tratta di cinque anni collocati tra gli scandali di corruzione ereditati dal precedente mandato del lussemburghese Jacques Santer (1994-1999), in cui non è stato fatto assolutamente nulla. Serviva insomma, per varie questioni e per gli equilibri tra i più euroconvinti e i più europrudenti, un periodo in cui il presidente fosse manovrabile, debole, non decisivo su nessuna questione.

    A Bruxelles, l'Eurostat (l'istituto di statistica europeo) era sotto accusa per corruzione nella persona del francese Yves Franchet, il direttore, con implicazioni che potevano affossare anche l'intera Commissione; era necessaria una riforma della funzione pubblica comunitaria per trasparenza (qui il nostro bolognese lavora con il vice-presidente Neil Kinnock) e, invece, si è avuta solo una moltiplicazione della burocrazia interna a livelli impensabili con passaggi di grado e di carriera dei dipendenti Ue che ha complicato il tutto; si doveva concludere il discorso sulla Costituzione Europea, che poi si è affrontato troppo tardi e s'è visto a che bei risultati è arrivato.

    Ci sono però due decisioni che ha preso, con determinazione: la prima appoggiare incondizionatamente l'allargamento immediato verso l'Est dell'Unione (Europea, non il partito), con un'operazione che ha messo abbastanza in crisi l'assetto degli equilibri già allora molto precari e che è sicuramente giusta, ma che andava fatta molto più con cautela e avvedutezza; la seconda è stata rendere la vita il più difficile possibile al nemico Berlusconi, che assunse la presidenza semestrale del Consiglio europeo e riuscì solo soletto a mediare tra gli interessi polacco-spagnoli (che non volevano rinnovare i processi decisionali) e quelli degli altri Paesi.

    Qui si aggancia un altro rilevante punto dell'Euro-Prodi: quello per cui il Professore, in Europa, ha giocato un ruolo grigissimo, interessandosi solo di avere un titolo che potesse dargli lustro quando fosse tornato in Italia a fare politica là dove gli interessava. Così, all'epoca, fece interventi dall'estero assai inopportuni e non approfittò minimamente dell'occasione di esperienza che la politica europea gli offriva. Fu una mancanza di professionalità, quella di non distinguere i due ruoli, che forse è alla base della sua attuale reticenza a parlare di quel periodo. Eppure si potrebbe pretendere il buon gusto, almeno in questo ambito, a non attaccare Berlusconi sul piano dell'attività europea.

    Paolo
    VALSESIA libera.. Paolo Tiramani

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Prova un po a documentarti come ha creato quei 65000 posti di lavoro (fininvest)
    Tu che odi dio e la vita cristiana
    Senti la sua presenza come un doloroso cancro
    Vengano profanate e profanate aspramente
    Le praterie del cielo bagnate di sangue

    Odiatore di dio
    E della peste della luce

    Guarda negli occhi paralizzati di dio
    E sputa al suo cospetto
    Colpisci a morte il suo miserevole agnello
    Con la clava

    Dio, con ciò che ti appartiene ed i tuoi seguaci
    Hai mandato il mio regno di Norvegia in rovine
    I tempi antichi, le solide usanze e tradizioni
    Hai distrutto con la tua orrida parola
    Ora vai via dalla nostra terra!

  3. #3
    Simply...cat!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Brescia,Lombardia,Padania
    Messaggi
    17,080
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da pablito el drit
    Il miglior modo per continuare a supportare Berlusconi, nei confronti di Prodi...
    Io,se supporto qualcuno,supporto la Lega Nord e il suo programma: gli altri non mi interessano.

  4. #4
    Registered User
    Data Registrazione
    29 Jan 2003
    Località
    Insubria
    Messaggi
    764
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Berlusconi può andarsene a remengo!

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    21,960
    Mentioned
    51 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    con l'apertura di questo post un giovane padano rischia di non arrivare allo stato adulto vista la reazione dei forumisti

  6. #6
    Valsesia=Lega al 50%
    Data Registrazione
    28 Jul 2005
    Messaggi
    2,367
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    lo so..

    ne sono conscio!la mia priorità è il referendum confermativo..con una cdl vincente le nostre possibilità di confermare la modifica costituzionale sale.

    e tra un Berluscaz e un Mortadella preferisco ancora il primo
    VALSESIA libera.. Paolo Tiramani

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    21,960
    Mentioned
    51 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da pablito el drit
    lo so..

    ne sono conscio!la mia priorità è il referendum confermativo..con una cdl vincente le nostre possibilità di confermare la modifica costituzionale sale.

    e tra un Berluscaz e un Mortadella preferisco ancora il primo
    il ragionamento ha una sua logica, personalmente ritengo un nutrito arsenale che include dal akm-74 alle armi di distruzione di massa
    più convicente dal profilo politico, assieme a una deportazione di massa di organismi allogeni fuori dalla padania.....

  8. #8
    piemonteis downunder
    Data Registrazione
    20 Mar 2002
    Località
    sydney
    Messaggi
    3,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da pablito el drit
    la mia priorità è il referendum confermativo..con una cdl vincente le nostre possibilità di confermare la modifica costituzionale sale.
    Ci sono due possibili risposte a questo:

    1) che cosa te lo fa pensare? A berlusconi interessano le elezioni, non il referendum. Passata la festa gabbato lo santo come dicono in terronia...

    2) Per me invece, la mia priorita' e' un vero federalismo (visto che per ora la secessione e' impossibile). Con una cdl vincente, le possibilita' che la lega torni a essere un partito libero, federalista, padano, trasversale, ne'-di-destra-ne'-di-sinistra scendono.

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da aussiebloke
    Ci sono due possibili risposte a questo:

    1) che cosa te lo fa pensare? A berlusconi interessano le elezioni, non il referendum. Passata la festa gabbato lo santo come dicono in terronia...

    2) Per me invece, la mia priorita' e' un vero federalismo (visto che per ora la secessione e' impossibile). Con una cdl vincente, le possibilita' che la lega torni a essere un partito libero, federalista, padano, trasversale, ne'-di-destra-ne'-di-sinistra scendono.
    Oltretutto bisogna considerare una cosa: governare, oggi, significa esporsi all'impopolarità. Per gli uni e per gli altri. Paradossalmente è più facile ottenere un buon risultato, in sede referendaria, stando all'opposizione.

    Sul punto due, invece, credo che l'occasione per ottenere un vero federalismo sia stata persa. Ormai è un tema uscito dall'agenda politica. Mentre negli anni novanta, federalismo significava per gran parte dell'opinione pubblica nemesi popolare e morale contro la corruzione "romana", oggi la percezione che se ne ha è molto, molto, diversa, complice la cattiva gestione delle regioni e un mutato immaginario della politica, più ampio e globale, più caratterizzato da interdipendenze che da confini nazionali. E' cambiata la moneta, è cambiata la natura dell'immigrazione, sono cambiate le dinamiche del mercato, si sono ampliate in modo incalcolabile le telecomunicazioni.

    Di fronte a questi processi, le forze "romane" hanno buon gioco nel far passare la riforma federale come un tema di relativa importanza, anzi pericoloso perchè mentre il mondo procede verso la globalizzazione l'italia rischierebbe di precipitare in un localismo reazionario e anti-moderno.

    Noi coscienti del fatto che la qualità della vita padana è indissociabile dalla libertà di essere padani e di riacquisire attraverso ampie autonomie le leve di controllo della vita politica, sociale ed economica, siamo insomma una nicchia. Romantica, se vogliamo. Ma pur sempre una nicchia posta ai margini di una società per cui la parola libertà ha significati molto più blandi e ristretti.

    Quale futuro, allora, per la cultura politica identitaria? Fallita ormai definitivamente l'esperienza della Lega Nord, che ormai non è più un movimento padanista ma altro di non ancora ben precisato (e che forse non si preciserà più), mi sembra evidente che resista solo un piccolo ma vivo mondo associazionistico. Segno che, dopo la stagione dell'impegno politico interno a un partito, con tutti i pro e i contro di una tale scelta, forse si apre una stagione nuova. Forse, anzi, si è già aperta. Non più elezioni, campagne elettorali, accesso alle risorse pubbliche, visibilità sui media. Ma aggregazione, lenta penetrazione sociale, lenta ma costante diffusione di idee, costituzione di gruppi di pressione e correnti d'opinione, ricostituzione dal basso di una società padana e padanista alternativa alla sfera istituzionale.

  10. #10
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,558
    Mentioned
    39 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ZENA
    Quale futuro, allora, per la cultura politica identitaria? Fallita ormai definitivamente l'esperienza della Lega Nord, che ormai non è più un movimento padanista ma altro di non ancora ben precisato (e che forse non si preciserà più), mi sembra evidente che resista solo un piccolo ma vivo mondo associazionistico. Segno che, dopo la stagione dell'impegno politico interno a un partito, con tutti i pro e i contro di una tale scelta, forse si apre una stagione nuova. Forse, anzi, si è già aperta. Non più elezioni, campagne elettorali, accesso alle risorse pubbliche, visibilità sui media. Ma aggregazione, lenta penetrazione sociale, lenta ma costante diffusione di idee, costituzione di gruppi di pressione e correnti d'opinione, ricostituzione dal basso di una società padana e padanista alternativa alla sfera istituzionale.
    Dopo che la Lega avrà chiuso i battenti si apriranno altri scenari sul fronte politico.
    Concordo su tutto in merito all'associazionismo.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. L'euro di Prodi una moneta del cxxxx?
    Di Naitmer nel forum Fondoscala
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 10-03-10, 19:41
  2. Prodi non ci ha lasciato un euro in cassa....
    Di frodo83 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 29-04-08, 05:59
  3. prodi:cdl dove trova 35 miliardi di euro?
    Di cangaru' nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 36
    Ultimo Messaggio: 31-03-06, 23:24
  4. Euro/prodi
    Di pablito el drit nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 16-03-06, 19:09
  5. Euro: la risposta di Tremonti a Prodi
    Di Patto nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 10-01-04, 20:44

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226