User Tag List

Pagina 1 di 10 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 92
  1. #1
    legalità in Italia
    Data Registrazione
    04 Nov 2005
    Località
    Bergamo//"la mia vera gloria nn è l'aver vinto quaranta battaglie; waterloo cancellera il ricordo di tante vittorie; cio che nn sarà cancellato, cio che vivrà in eterno, è il mio code civil" (Napoleone Bonaparte a Sant Elena)
    Messaggi
    1,186
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito la costituzione italiana è democratica? proposta di riforma

    essendo alcuni mesi che scrivo su queto forum penso (e spero) sia chiara la mia appartenenza politica (csx) e il mio essere per la vera democrazia e per la costituzione italiana.
    proprio riflettendo su alcuni articoli delLA Carta, mi sono reso conto che questa nn è democratica, o almeno nn totalmente.
    se prendiamo per buona la definizione di democrazia data dal dizionario italiano come forma di governo fondata sulla sovranità popolare (per cui ogni inclinazione politica del popolo deve trovare manifestazione in parlamento in relazione ai voti ottenuti) e se consideriamo l'art.3 della costituzione e in particolare alcuni "passi" del medesimo quali:tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso,di razza,di lingua, di religione, di opinioni politiche[...](primo comma)
    è compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effetti va partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica [...] del paese(secondo comma) e l'art.21 per cui tutti hanno diritto di manifestare il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione [...] risulta palese come l'art. XII delle disposizioni transitorie e finali (della stessa costituzione) per cui è vietata la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista [...] supportata dal reato di apologia del fascismo della legge Scelba (http://www.associazionedeicostituzio...1952_00645.pdf) sia in contrasto con gli stessi principi di liberta di pensiero di cui si vuole fare promotrice la nostra carta costituzionale.

    io sono dell'opinione che 50 anni fa al tempo della costituente dopo il ventennio ecc... i sentimenti anti-fascisti fossero forti e avessero ragione di esistere, ma oggi che viviamo in una democrazia, con organi sovrannazionali (più o meno funzionanti) che fanno da garante alle liberta politiche e istituzionali di ogni paese penso che la paura di un nuovo regime fascista sia immotivata.
    se ultimamente alcuni gruppi di ispirazione neo-fascista sono tornati in auge e hanno ottenuto maggiori consensi è perchè una parte del popolo (cui la democrazia riconosce la sovranità) è sensibile alle problematiche poste da questi partiti, quindi se è un sentimento condiviso da alcuni, in virtù dei principi di liberta citati prima, nn vedo perchè un soggetto nn possa definirsi fascista o nn possa elogiare la figura di mussolini.
    indubbiamente nn condividerei assolutamente nulla, io sono antifascista, ma allo stesso tempo sono democratico.
    la nostra Carta fondamentale, volento nascere come anti fascista è però fascista perchè limita la liberta di espressione politica di qualcuno.

    quindi secondo me, per quanto detto sopra, sarebbe il caso oggi di abolire l'art. XII delle disp. transitorie e finali, e con questo anche la legge di attuazione (legge Scelba) dello stesso.

    opinioni? possibilmente civili... grazie

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    19 Apr 2009
    Messaggi
    3,723
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In effetti torto non hai. Però purtroppo il vero fascismo non riconosce il diritto democratico, e altri diritti... e come si dice di questi tempi "se non cè reciprocità..." come si fa?

  3. #3
    legalità in Italia
    Data Registrazione
    04 Nov 2005
    Località
    Bergamo//"la mia vera gloria nn è l'aver vinto quaranta battaglie; waterloo cancellera il ricordo di tante vittorie; cio che nn sarà cancellato, cio che vivrà in eterno, è il mio code civil" (Napoleone Bonaparte a Sant Elena)
    Messaggi
    1,186
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da PhantomXK9
    In effetti torto non hai. Però purtroppo il vero fascismo non riconosce il diritto democratico, e altri diritti... e come si dice di questi tempi "se non cè reciprocità..." come si fa?
    è questo che differenzia la democrazia (di cui siamo promotori) dalla dittatura... il fascismo nn fu solo un assolutismo, fu anceh un movimento politico con delle idee ben precise, penso che ai neo-fascisti di oggi nn venga neppure in mente di instaurare una dittatura, masolo di far valere le loro convinzioni buone o giuste che siano e la costituzione gle lo deve garantire

  4. #4
    Moderatore
    Data Registrazione
    03 May 2005
    Località
    Nkosi sikeleli Afrika
    Messaggi
    12,880
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da capexx
    opinioni? possibilmente civili... grazie
    Personalmente sono d'accordo, e credo che neanche riguardo a me vi siano dubbi sui miei sentimenti riguardo al fascismo. Un divieto di tale tipo, infatti, oltre ad essere in contrasto coi diritti fondamentali sanciti nella prima parte della costituzione è palesemente inefficace, come si è potuto osservare, perché se si può proibire la formazione di un partito che si chiami PNF, non è però possibile, se non in modo arbitrario, per quanto realistico, dichiarere che un partito o movimento è fascista di fatto.
    Però sostituirei la disposizione transitoria con una sorta di memento storico non transitorio, per ancorare eventuali future revisioni all'origine storica della costituzione e anche per chiudere una volta per tutte certe falsificazioni di cui siamo testimoni qui su POL e che hanno una sensibile diffusione nel paese, pur restando nascoste spesso dalla vergogna dei loro promotori.
    Un memento che reciti qualcosa come: "la presente costituzione è nata dall'accordo di tutte le forze politiche che attraverso la Resistenza hanno restituito l'Italia alla democrazia".
    Tale memento non sarebbe una novità. Se ne dibattè infatti in sede di Assemblea Costituente e fu Giorgio La Pira, esponente della DC e grande intellettuale, che in particolare se ne fece promotore. Secondo la sua proposta era l'articolo 1 che avrebbe dovuto concludersi, dopo le parole "fondata sul lavoro" che lo chiudono nella sua versione definitiva, con le parole "e nata dalla Resistenza Antifascista". Prima di presentare formalmente questa proposta ne dibatté sia con De Gasperi che con Croce e Togliatti. Tutti furono d'accordo in linea di principio, ma, soprattutto Croce e Togliatti, rilevarono che tale frase avrebbe somigliato troppo a un preambolo, cosa che era già stata esclusa e avrebbe rischiato di fissare la Costituzione ad un tempo preciso, limitandone l'indipendenza rispetto al portato storico. Alla fine La Pira ritirò l'idea. A tutti i protagonisti del tempo sembrava impossibile che l'idea della fine della democrazia e del valore della Resistenza potessero essere messi in dubbio, non più di quanto si potesse mettere in dubbio la Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo e del Cittadino dopo poco più di 160 anni. Ma non prevedettero un futuro in cui un PdC si sarebbe rifiutato di presiedere a tutte, e sottolineo tutte, le celebrazioni del 25 aprile e qualsiasi altra celebrazione relativa alla Resistenza durante la sua presenza al governo, un comportamento che corrisponde in tutto a quello di un capo di stato francese che rifiutasse di celebrare il 14 luglio perché ha diviso la nazione.
    Ecco perché, a posteriori, ritengo senz'altro inutile e dannoso in linea di principio, un divieto d'associazione, ma necessario, come aveva, forse ancora vagamente, intuito La Pira ancorare definitivamente la Costituzione alla sua radice storica, contrariamente a quanto ottimisticamente pensavano gli altri Padri Costituenti.
    L'abolizione della XII disposizione transitoria così restituirebbe coerenza all'insieme della costituzione, perché non vi sarebbero più eccezioni, non sostenibili di fatto, ai diritti inalienabili che sancisce, mentre l'esplicitazione delle sue radici storiche e ideali, senza incidere in nulla sui diritti che sancisce, ma anzi rafforzandone i concetti, limiterebbe, se non impedirebbe, il suo stravolgimento, diretto o surrentizio, al cui tentativo abbiamo assistito in questa legislatura.

  5. #5
    legalità in Italia
    Data Registrazione
    04 Nov 2005
    Località
    Bergamo//"la mia vera gloria nn è l'aver vinto quaranta battaglie; waterloo cancellera il ricordo di tante vittorie; cio che nn sarà cancellato, cio che vivrà in eterno, è il mio code civil" (Napoleone Bonaparte a Sant Elena)
    Messaggi
    1,186
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Nelson
    Personalmente sono d'accordo, e credo che neanche riguardo a me vi siano dubbi sui miei sentimenti riguardo al fascismo. Un divieto di tale tipo, infatti, oltre ad essere in contrasto coi diritti fondamentali sanciti nella prima parte della costituzione è palesemente inefficace, come si è potuto osservare, perché se si può proibire la formazione di un partito che si chiami PNF, non è però possibile, se non in modo arbitrario, per quanto realistico, dichiarere che un partito o movimento è fascista di fatto.
    Però sostituirei la disposizione transitoria con una sorta di memento storico non transitorio, per ancorare eventuali future revisioni all'origine storica della costituzione e anche per chiudere una volta per tutte certe falsificazioni di cui siamo testimoni qui su POL e che hanno una sensibile diffusione nel paese, pur restando nascoste spesso dalla vergogna dei loro promotori.
    Un memento che reciti qualcosa come: "la presente costituzione è nata dall'accordo di tutte le forze politiche che attraverso la Resistenza hanno restituito l'Italia alla democrazia".
    Tale memento non sarebbe una novità. Se ne dibattè infatti in sede di Assemblea Costituente e fu Giorgio La Pira, esponente della DC e grande intellettuale, che in particolare se ne fece promotore. Secondo la sua proposta era l'articolo 1 che avrebbe dovuto concludersi, dopo le parole "fondata sul lavoro" che lo chiudono nella sua versione definitiva, con le parole "e nata dalla Resistenza Antifascista". Prima di presentare formalmente questa proposta ne dibatté sia con De Gasperi che con Croce e Togliatti. Tutti furono d'accordo in linea di principio, ma, soprattutto Croce e Togliatti, rilevarono che tale frase avrebbe somigliato troppo a un preambolo, cosa che era già stata esclusa e avrebbe rischiato di fissare la Costituzione ad un tempo preciso, limitandone l'indipendenza rispetto al portato storico. Alla fine La Pira ritirò l'idea. A tutti i protagonisti del tempo sembrava impossibile che l'idea della fine della democrazia e del valore della Resistenza potessero essere messi in dubbio, non più di quanto si potesse mettere in dubbio la Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo e del Cittadino dopo 170 anni. Ma non prevedettero un futuro in cui un PdC si sarebbe rifiutato di presiedere a tutte, e sottolineo tutte, le celebrazioni del 25 aprile e qualsiasi altra celebrazione relativa alla Resistenza durante la sua presenza al governo, un comportamento che corrisponde in tutto a quello di un capo di stato francese che rifiutasse di celebrare il 14 luglio perché ha diviso la nazione.
    Ecco perché, a posteriori, ritengo senz'altro inutile e dannoso in linea di principio, un divieto d'associazione, ma necessario, come aveva, forse ancora vagamente, intuito La Pira ancorare definitivamente la Costituzione alla sua radice storica, contrariamente a quanto ottimisticamente pensavano gli altri Padri Costituenti.
    L'abolizione della XII disposizione transitoria così restituirebbe coerenza all'insieme della costituzione, perché non vi sarebbero più eccezioni, non sostenibili di fatto, ai diritti inalienabili che sancisce, mentre l'esplicitazione delle sue radici storiche e ideali, senza incidere in nulla sui diritti che sancisce, ma anzi rafforzandone i concetti, limiterebbe, se non impedirebbe, il suo stravolgimento, diretto o surrentizio, al cui tentativo abbiamo assistito in questa legislatura.
    bhe che dire... sono daccordo...però il memento storico lo trovo positivo ma mi lascia dubbioso... nn so nemmeno io il motivo, ma nn sono convinto

  6. #6
    All I want is you
    Data Registrazione
    19 Mar 2006
    Località
    Terni, Bassa Umbria
    Messaggi
    152
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    giuridicamente la costituzione di un movimento politico che si rifaccia al fascismo non è incostituzionale (sorry per il word's turn!!) perchè i limiti imposti dalle leggi e le interpretazioni della c.cost vanno nel senso del modo democratico con le quali si vogliano realizzare le finalità che ogni partito persegue, anche se queste siano anti.democratiche, a patto che non si utilizzino modi violenti e contrari alla legge (istituti di democrazia protetta)... a differenza degli usa o della germania, dove si applica il principio del "clear and present danger", e dunque alcuni partiti e movimenti vengono immediatamente dichiarati illeggittimi....

    faccio un esempio: la lega dei primi anni aveva come finalità la secessione. finche questa era perseguita legalmente, non c'era nulla da eccepire. quando i metodi divennero violenti, tipo le pallottole che costavano 200 lire, le guardie armate padane, gli assalti in san marco, le minacce a scalfaro, allora scattarono le denunce...

  7. #7
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    13,364
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ogni sistema politico, democratico o meno, possiede leggi o regole per garantire la sua sopravvivenza. Si tratta di una necessità reale e pragmatica. Certo, in via di principio la democrazia dovrebbe essere aperta a tutti, in pratica però è una forma di governo fragile, della quale è facile abusare, e che va costantemente difesa dagli attacchi antidemocratici, non necessariamente provenienti esclusivamente dalla destra radicale.

  8. #8
    legalità in Italia
    Data Registrazione
    04 Nov 2005
    Località
    Bergamo//"la mia vera gloria nn è l'aver vinto quaranta battaglie; waterloo cancellera il ricordo di tante vittorie; cio che nn sarà cancellato, cio che vivrà in eterno, è il mio code civil" (Napoleone Bonaparte a Sant Elena)
    Messaggi
    1,186
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da freakit
    giuridicamente la costituzione di un movimento politico che si rifaccia al fascismo non è incostituzionale (sorry per il word's turn!!) perchè i limiti imposti dalle leggi e le interpretazioni della c.cost vanno nel senso del modo democratico con le quali si vogliano realizzare le finalità che ogni partito persegue, anche se queste siano anti.democratiche, a patto che non si utilizzino modi violenti e contrari alla legge (istituti di democrazia protetta)... a differenza degli usa o della germania, dove si applica il principio del "clear and present danger", e dunque alcuni partiti e movimenti vengono immediatamente dichiarati illeggittimi....

    faccio un esempio: la lega dei primi anni aveva come finalità la secessione. finche questa era perseguita legalmente, non c'era nulla da eccepire. quando i metodi divennero violenti, tipo le pallottole che costavano 200 lire, le guardie armate padane, gli assalti in san marco, le minacce a scalfaro, allora scattarono le denunce...
    sulla violenza nulla da eccepire... il mio discorso è rivolto soprattutto alla legge di attuazione, per cui è reato anche esternare atteggiamenti propri del fascismo (saluto romano, celtica, ecc...) o esaltare i gerarchi fascisti o il movimento stesso.

  9. #9
    legalità in Italia
    Data Registrazione
    04 Nov 2005
    Località
    Bergamo//"la mia vera gloria nn è l'aver vinto quaranta battaglie; waterloo cancellera il ricordo di tante vittorie; cio che nn sarà cancellato, cio che vivrà in eterno, è il mio code civil" (Napoleone Bonaparte a Sant Elena)
    Messaggi
    1,186
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Patto
    Ogni sistema politico, democratico o meno, possiede leggi o regole per garantire la sua sopravvivenza. Si tratta di una necessità reale e pragmatica. Certo, in via di principio la democrazia dovrebbe essere aperta a tutti, in pratica però è una forma di governo fragile, della quale è facile abusare, e che va costantemente difesa dagli attacchi antidemocratici, non necessariamente provenienti esclusivamente dalla destra radicale.
    come dicevo, escludo che chi faccia il saluto romano o inneggi al fascismo abbia intenzione di riproporre una dittatura... però è considerato reato...

  10. #10
    roberto m
    Ospite

    Predefinito

    per me ben venga la devolution che è un federalismo molto all'acqua di rose, il premierato che affiderà al premier nuovi poteri e la divisioni dei compiti tra camera e senato oltre alla riduzionedei parlamentari

 

 
Pagina 1 di 10 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Proposta integrale di Riforma della Costituzione
    Di Daniele nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 26
    Ultimo Messaggio: 15-02-13, 01:54
  2. Proposta di riforma integrale della Costituzione
    Di Daniele nel forum Archivio della Comunità di Pol
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 09-02-13, 12:39
  3. Proposta personale di Riforma della Costituzione
    Di Daniele nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 27
    Ultimo Messaggio: 15-12-12, 08:12
  4. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 11-07-08, 12:28
  5. Proposta Democratica
    Di Enrico1987 nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 21-10-05, 19:59

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226