User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Articolo da leggere e rileggere

    Bossi, un caso di accanimento elettorale
    di Pasquale Cascella

    «Non sono morto...». Come non rallegrarsi umanamente del messaggio finalmente lanciato da Umberto Bossi? Auguri, dunque: partecipi del dolore che lo stesso uomo segregato in chissà quale riposto umilmente confessa. E proprio perché sinceri, sono da accompagnare con l’auspicio che a Bossi sia risparmiata l’umiliazione della malattia esibita nella strumentalizzazione, dentro la Lega come nel centrodestra, di parole che suscitano emozioni forti, ma non razionalizzano la contesa ultima di qualche pugno di voti. Non sappiamo ancora con quanta consapevolezza della sfida in atto, Bossi abbia accettato la candidatura alle europee davanti a un notaio esattamente il giorno prima della fuga dall’ospedale di Varese. E però si rifà sentire, chissà da dove, esattamente a ridosso dell’uscita a gamba tesa di Silvio Berlusconi.

    Ad Assago il premier si era scatenato contro le forze minori della coalizione, quelle che manderebbero «uno, due, tre parlamentari» che a Bruxelles non conterebbero niente. Tra quelle forze residuali in Europa c’è la Lega, e la Lega è Bossi, con o senza il suo nome alla testa delle liste in tutte e cinque le circoscrizioni italiane.
    Paradossalmente, però, il mistero che ha avvolto la dura convalescenza di Bossi è diventato più funzionale al “bauscia” a caccia di voti altrui che ai colonnelli leghisti tutelatisi con il nome del capolista nella corsa all’ipotetica successione.

    Non è, quindi, casuale che il silenzio sia stato rotto solo ora e in questi frangenti. Semmai, c’è da chiedersi se sia casuale che Bossi, a differenza di Berlusconi, non invochi la preferenza per sé (ed è difficile credere che si tratti di uno scrupolo dettato dal fatto che alla candidatura non potrà seguire l’elezione), ma dica: «Tutti i leghisti devono andare a votare, è evidente». È come se volesse mettersi in sintonia con la stessa sensazione della base verso la doppia insidia politica, interna ed esterna, che travalica la formalità della candidatura. È, quella del Bossi che dice: «Mi spiace per quello che è capitato a me questa volta», una dimensione inedita, quanto mai lontana dal «celodurismo» con cui si è fatto largo nella prima Repubblica, ha reso altalenante la transizione italiana e ancora condiziona il bipolarismo italiano. Chissà se Bossi non abbia mostrato più coraggio nell’esporsi in tutta la sofferenza, la malinconia e l’angoscia del «leone ferito» che nella fuga tutt’altro che spavalda dalla realtà e dalla responsabilità del ruolo politico e della funzione istituzionale che dal fatidico 11 marzo non ha assolto. E che ancora non può esercitare. Lo confessa lo stesso leader redivivo: «Era meglio non avere questa roba...».

    Quale roba? L’attacco cardiaco, si sa, è stato funesto, e la voce tracheotomizzata, sopraffatta dalla fatica e a tratti resa inintelligibile dall’affanno (un minuto e quaranta secondi per 12 righe di testo nella trascrizione), suona come drammatica conferma che il male ha colpito duramente e in profondità. È comprensibile, quindi, la sorpresa, la commozione e il sollievo dei militanti del Carroccio che nel «leone ferito» fedelmente si riconoscono. Meno indulgenza, semmai, è da riservare a quegli amici di partito inconsapevoli che il loro sarcasmo sul luogo in cui Bossi è nascosto («Dove si trova? Mi ci hanno portato bendato», ha scherzato Giancarlo Giorgietti, che con il ministro Roberto Maroni ha registrato il messaggio) possa risultare offensivo in primo luogo per l’uomo che con tanto mistero si intende proteggere. Da chi o da cosa?
    A pensarci bene, l’impronta con cui Bossi torna a manifestarsi sembra rivelare anche la sofferenza per la costrizione che tende a trasfigurarlo davanti al suo stesso popolo. Perché, altrimenti, Maroni ha tenuto a sottolineare che il messaggio vale anche se «con voce non sua»? È lo stesso ministro che, soltanto due settimane fa, aveva confermato il tradizionale appuntamento del Carroccio a Pontida per «volontà del capo». Di più: Maroni aveva annunciato per Pontida la «sorpresa» della redenzione. La rivelazione è arrivata in anticipo, anzi vale il sacrificio del raduno del 6 giugno. Parola di Bossi: «È la mia festa». Come dire che non può essere di nessun altro, competitore astuto o discepolo fedele che si dichiari.

    Può darsi che, così leggendo il messaggio di Bossi, si finisca oltre il seminato, ma è meglio eccedere nella dietrologia che nella ipocrisia alla Sandro Bondi o nell’incontinenza alla Roberto Calderoli. Del resto, è lo stesso leader malato a tenere assieme la propria vicenda umana con il destino politico del partito in cui si identifica e in cui è identificato. Né Gianfranco Fini e Marco Follini nascondono l’interesse a riavere nella Lega un interlocutore «unico», forse ostico e bizzarro ma almeno credibile, per la resa dei conti post-elettorale. Senza Bossi, o con un Bossi artefatto e tirato per il pigiama di qua o di la, rischierebbe di essere una partita truccata. Piuttosto, c’è da raccogliere la speranza che induce Giulio Andreotti a citare la Bibbia: «Non voglio la morte del peccatore ma che si converta e viva».
    Bossi, per sua stessa ammissione, ha «bisogno di recuperare un po’ di voce, un po’ di energia, un po’ tutte queste robe qui». Che lo faccia, allora. E faccia sapere anche come e dove. Così, giusto per cominciare a prendere in parola la voce che vuole «portare chiarezza, magari».

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 May 2009
    Messaggi
    3,847
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Portare chiarezza??!!.....MAGARIi!

 

 

Discussioni Simili

  1. un bellissimo articolo da leggere..... di N. Dicè
    Di Staiano nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 23-01-09, 10:27
  2. DA LEGGERE: un articolo piuttosto interessante...
    Di Bardamu (POL) nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 31-07-07, 23:33
  3. Un articolo da leggere
    Di I'm Hate nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 24-09-06, 00:18
  4. Un articolo di economia da leggere!
    Di Totila nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 23-04-05, 18:20
  5. Fa sempre piacere leggere e rileggere...
    Di naglfar nel forum Padania!
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 30-08-02, 11:42

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226