User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    18 May 2002
    Messaggi
    20,725
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Per occupazione l'Emilia è la prima in Italia. Il Nord non è solo Lega e Forza Italia

    Per occupazione l'Emilia è la prima in Italia
    Reggio e Modena sono i centri in regione in cui c'è più lavoro. Disoccupati al 7,7%, ma Sud del Paese arranca

    BOLOGNA (18 apr. 2006) - Scende ancora nel 2005 il tasso di disoccupazione in Italia e raggiunge quota 7,7%, oltre un punto in meno rispetto alla media europe, dove la quota di senza lavoro è al 9%. La percentuale di occupati resta invece stabile rispetto all'anno prima, e cioè al 57,5%, di oltre sei punti inferiore alla media dell'Europa. Questi gli ultimi aggiornamenti dell'Istat sui dati nel mondo del lavoro.

    Si tratta di un apparente paradosso che fotografa il mercato del lavoro italiano, dove meno di sei persone su dieci tra i 15 e i 64 anni hanno un'occupazione, mentre sempre di più sono quelli che escono dal mercato del lavoro convinti di non potersi reinserire.

    La rilevazione dell'Istat sulle forze di lavoro in Italia nel 2005 presenta il ritratto di un Paese ancora spaccato in due con un Nord con tassi di occupazione più alti della media europea (68,4% di occupati in Emilia Romagna, 67,1% nel Trentino Alto Adige, 65,5% in Lombardia) e un Mezzogiorno che arranca su livelli inferiori al 50% nella fascia tra i 15 e i 64 anni (44,5% la Calabria, 44,4% la Puglia, 44,1% la Campania e 44% la Sicilia). E nell'ultimo biennio, rileva l'Istat, è rimasto invariato il gruppo delle cinque regioni con i tassi di occupazione rispettivamente più alti e più bassi. In particolare nelle regioni meridionali sono bassi i tassi di occupazione femminile con appena una donna su quattro (il 26,8%) in età da lavoro con un'occupazione in Puglia e il 27,9% in Campania, meno della metà delle percentuali di occupazione femminile in Emilia Romagna (60%), Val D'Aosta (57,9%), Trentino (56,8%) e Lombardia (55,5%). A livello provinciale sono le città emiliane le più attive (70,8% a Reggio Emilia, 70% a Modena) mentre Crotone è la provincia italiana con il tasso di occupazione più basso (39,6%), seguita da Foggia (40,6%) e Siracusa (41%).

    Se nella media nazionale il tasso di disoccupazione è diminuito nel 2005 di tre decimi di punto (attestandosi al 7,7%) i divari territoriali restano molto ampi. A fronte della media nazionale del 7,7% in Sicilia il tasso dei senza lavoro ha raggiunto nell'anno il 16,2% (14,9% in Campania), mentre Emilia Romagna, Val D'Aosta e Trentino sono sotto il 4% (la Lombardia è al 4,1%). E anche sul tasso di disoccupazione l'Istat segnala che rispetto al 2004 la rilevazione presenta "modesti cambiamenti" con i tassi di senza lavoro più alti localizzati in Sicilia, Campania e Puglia e i più bassi concentrati nelle stesse regioni (Lombardia, Emilia Romagna, Val D'Aosta e Trentino). Il Lazio si attesta sulla media nazionale per il tasso di disoccupazione (al 7,7%) e poco sopra la media nazionale per il tasso di occupazione (58,4% a fronte del 57,5% della media italiana). Il tasso di disoccupazione complessivo più basso in assoluto è quello di Bologna (2,7%), ma il tasso di disoccupazione maschile migliore di tutti è quello di Reggio Emilia (l'1,7%). Il tasso di disoccupazione più alto a livello provinciale è quello di Enna (il 19,4%) mentre quello più alto solo femminile è a Foggia (il 27%).

    emilianet.it

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Hanno assassinato Calipari
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    "Il programma YURI il programma"
    Messaggi
    69,195
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Il tasso di disoccupazione non serve a nulla, conta solo quello degli occupati.

  3. #3
    Da una grotta tra i monti...
    Data Registrazione
    08 Mar 2006
    Località
    Bologna
    Messaggi
    484
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Basta leggere...

    La rilevazione dell'Istat sulle forze di lavoro in Italia nel 2005 presenta il ritratto di un Paese ancora spaccato in due con un Nord con tassi di occupazione più alti della media europea (68,4% di occupati in Emilia Romagna, 67,1% nel Trentino Alto Adige, 65,5% in Lombardia)...
    Appunto!

 

 

Discussioni Simili

  1. l'alleanza Forza Italia + Lega Nord + M5S punta al 36%
    Di brunik nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 25
    Ultimo Messaggio: 23-12-13, 09:45
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 29-11-07, 16:02
  3. La Lega Nord abbandona Forza Italia?
    Di Sassuolo nel forum Padania!
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 02-11-06, 14:38
  4. Forza Italia fa il partito del Nord con la Lega
    Di Ezechiele (POL) nel forum Padania!
    Risposte: 62
    Ultimo Messaggio: 05-06-06, 14:35
  5. Forza Italia fa il partito del Nord con la Lega
    Di Ezechiele (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 03-06-06, 12:24

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226