Oltre cinquemila manifestanti sono scesi in piazza oggi a Parigi, per protestare contro il disegno di legge sull'immigrazione proposto dal ministro dell'interno Nicolas Sarkozy, che prevede l'inasprimento delle condizioni per gli stranieri che volessero lavorare in Francia: il dibattito parlamentare sul disegno di legge e' in calendario per martedi'.

Il disegno di legge e' stato criticato da esponenti religiosi, dai gruppi di assistenza agli immigrati e dall'opposizione di sinistra, che lo ritengono discriminatorio ai danni dei poveri. Oltre a creare maggiori difficolta' a quegli immigrati che volessero portare in Francia i loro famigliari, il testo intende imporre ai nuovi immigrati di prendere lezioni di lingua francese e di educazione civica, oltre ad abolire il diritto automaticamente acquisito di ottenere un permesso di soggiorno prolungato dopo dieci anni di permanenza sul territorio nazionale.

Repubblica.it