"Il loro sacrificio non sara´ vano".

Queste le parole pronunciate da mons. Angelo Bagnasco, nella Basilica di Santa Maria degli Angeli, nell´omelia per i caduti di Nassiriya: il maggiore dell´Esercito, Nicola Ciardelli e i marescialli dei carabineri Franco Lattanzio e Carlo De Trizio, uccisi giovedi´ scorso da un´attentato.

"Il cuore dell´Italia e´ qui e pulsa - ha aggiunto - per i caduti di un nuovo vile attentato terroristico". L´ordinario miliare ha poi definito i tre militari degli "eroi".

Prima dell´omelia e´ stato letto un messaggio di Papa Benedetto XVI in cui il Pontefice afferma: "I militari italiani hanno perso la vita insieme a un commilitone rumeno nel generoso adempimento di una missione di pace".

In prima fila, nella Basilica, i parenti delle vittime e le piu´ alte cariche dello Stato, di Governo e del Parlamento: il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, il ministro degli esteri Gianfranco Fini, Romano Prodi e numerosi esponenti della centrodestra e del centrosinistra.