User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    Forumista
    Data Registrazione
    20 Nov 2009
    Messaggi
    485
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito L'autore dell'Apocalisse "giovannea"

    in base agli studi più attuali, chi potrebbe essere identificato come l'autore del Libro dell'Apocalisse che conclude il nostro N.T. ?

    ringrazio chiunque possa darmi qualche indicazione bibliografica recente.

    grazie.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    24 Dec 2005
    Località
    "Bisogna fare Comunità cristiane come la Sacra Famiglia di Nazareth che vivano nell'Umiltà , nella Semplicità e nella Lode , dove l'altro è CRISTO"
    Messaggi
    3,220
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Luca78
    in base agli studi più attuali, chi potrebbe essere identificato come l'autore del Libro dell'Apocalisse che conclude il nostro N.T. ?

    ringrazio chiunque possa darmi qualche indicazione bibliografica recente.

    grazie.
    Qui penso che troverai qualcosa:

    Apocalisse di Giovanni

    Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.





    L'Apocalisse di Giovanni, comunemente conosciuta come Apocalisse o Rivelazione o Libro della Rivelazione (da Αποκάλυψις, apokalupsis, termine greco che significa "rivelazione"), è l'ultimo libro ed il solo profetico del Nuovo Testamento.
    Indice

    [nascondi]


    Introduzione

    Il libro, la sola apocalisse accettata dal Canone della Bibbia, è uno dei più controversi e difficili da interpretare di tutta la Bibbia. La stessa tradizionale attribuzione all'apostolo Giovanni non è, come anche nel passato, unanimemente riconosciuta. Secondo la tradizione, rappresentata già da San Giustino e largamente diffusa già dalla fine del II secolo, questo testo è stato scritto dallo stesso autore del Vangelo di Giovanni e delle tre lettere; anche se fino al V secolo le chiese di Siria, di Cappadocia e anche di Palestina non sembrano aver inserito il libro nel Canone delle Scritture.
    Alcuni pensatori, per lo più protestanti, basandosi sulle profonde divergenze linguistiche, stilistiche e contenutistiche, già messe in rilievo da Dionigi d'Alessandria (metà del III secolo), hanno ipotizzato che l'autore dell'Apocalisse sarebbe diverso da quello del Vangelo, argomentando che la visione escatologica dell'Apocalisse contrasterebbe in qualche modo con quella pienamente realizzata del Corpus giovanneo, soprattutto nel Vangelo di Giovanni. Altri, in maggioranza cattolici, pongono l'accento sulle profonde affinità della dottrina e attribuiscono le differenze insite nei due testi con la diversità del genere letterario. Sembra, comunque, inconfutabile la canonicità e l'appartenenza dell'Apocalisse al gruppo di scritti neotestamentari noto come letteratura 'giovannea', in quanto scritta, se non dallo stesso apostolo, nei circoli più vicini a lui e penetrata del suo insegnamento.
    Di 404 versetti, 278 contengono almeno una citazione veterotestamentaria. I libri che hanno maggiormente influenzato l'Apocalisse sono i libri dei Profeti, principalmente Daniele, Ezechiele, Isaia, Zaccaria e poi anche il Libro dei Salmi e l'Esodo.


    Luogo e data di redazione

    L'autore presenta se stesso come Giovanni, esiliato a Patmos, isola dell'Egeo, a causa della parola di Dio (1,9). Secondo alcuni studiosi, la stesura definitiva del libro, anche se iniziata durante l'esilio dello scrittore, sarebbe avvenuta ad Efeso.
    Quanto alla data di composizione, si ammette abbastanza comunemente che sarebbe stata composta verso la fine dell'impero di Domiziano, probabilmente nel 95-96. A favore di questa ipotesi vi è la testimonianza di Ireneo (morto nel 202), secondo il quale lui stesso avrebbe ricevuto informazioni relative al libro da qualcuno che aveva visto Giovanni. Alcuni studiosi, comunque, hanno avanzato l'ipotesi che almeno alcune parti sarebbero da retrodatare al tempo di Nerone, verso il 70, prima della caduta di Gerusalemme. Tale periodo fu indicato anche da alcuni Padri della Chiesa, come Clemente d'Alessandria e Origene.
    Il documento più antico che ci è pervenuto con il testo greco dell'Apocalisse è il Papiro 47, della metà del III secolo. Seguono il Codex Vaticanus dell'anno 300 e il Codex Sinaiticus del 350.


    Contenuto

    Il libro è indirizzato alle sette chiese dell'Asia Minore, Efeso, Smirne, Pergamo, Tiatira, Filadelfia e Laodicea, con lo scopo precipuo di incoraggiare i fedeli durante la crisi delle persecuzioni da parte delle autorità romane, con la promessa dell'avvento del regno escatologico.
    • Dopo l'introduzione (cap. 1) ed un parte pastorale (cap. 2-3), con le lettere alle Chiese, i cap. 4-5 presentano la visione celeste, con l'adorazione di Dio da parte dei quattro esseri viventi e dei ventiquattro anziani, e l'intronizzazione dell'Agnello.
    • I capp. 6-11 descrivono l'apertura del libro dei sette sigilli, l'invio della serie dei flagelli, con i quattro cavalieri dell'Apocalisse, ed i sette suoni di tromba.
    • La seconda parte dell'opera è introdotta dal primo dei sette segni: la visione della donna, con il bambino maschio che ha partorito, che subisce la persecuzione del drago con sette teste e dieci corna (cap. 12). I cap. 13-15 descrivono gli altri sei segni: la bestia del mare, la bestia della terra, l'agnello e i vergini, i tre angeli, il figlio dell'uomo e gli angeli delle sette piaghe.
    • I sette calici (cap. 16) sono seguiti dall'annuncio della caduta di Babilonia (Roma), la famosa prostituta (cap. 17-18).
    • Chiudono il libro i capitoli 19-22, con la sconfitta della bestia, il regno dei mille anni, il giudizio finale e la Gerusalemme celeste.
    • Il libro si conclude con un monito: Se qualcuno vi aggiunge qualcosa, Dio aggiungerà ai suoi mali i flagelli descritti in questo libro; se qualcuno toglie qualcosa dalle parole del libro di questa profezia, Dio gli toglierà la sua parte dell'albero della vita e della santa città che sono descritti in questo libro (Ap. 22,18-19).


    Interpretazione

    Vi sono varie scuole di pensiero su come il simbolismo, le immagini ed il contenuto dell'Apocalisse debbano essere interpretati.
    • Il sistema della profezia biblica ritiene che il contenuto del libro, specialmente se interpretato in connessione con il Libro di Daniele ed altre sezioni escatologiche della Bibbia, costituisce una profezia della fine dei tempi. Questa scuola di pensiero può essere suddivisa ulteriormente:
      • Visione preterita o sincronica, che considera gli eventi trattati nel libro riferiti alle lotte che la Chiesa primitiva del I secolo dovette sostenere contro il Paganesimo ed il Giudaismo.
      • Visione futurista o escatologica, che riconosce nell'Apocalisse solamente l'annuncio della fine del mondo e degli eventi che la preparano.
      • Visione storica o diacronica, secondo la quale i fatti narrati nel libro si svilupperebbero dal primo secolo alla seconda venuta del Cristo.

    • L'approccio storico-critico, che divenne dominante fra gli studiosi dalla fine del XVIII secolo, cerca di capire l'Apocalisse inquadrandola nel genere della letteratura apocalittica, che era popolare nelle tradizioni giudaica e cristiana fino alla diaspora babilonese, seguendo l'esempio del Libro di Daniele. Secondo questo sistema il simbolismo contenuto nel libro deve essere compreso all'interno del contesto storico-letterario e sociale nel quale è stato scritto.
    • Il sistema della teologia della storia, che, sulla base dell'interpretazione patristica, attribuisce alle profezie contenute nell'Apocalisse un valore prevalentemente religioso. Questo tipo di approccio interpretativo rinuncia a leggere il libro come una cronaca profetica, riallacciandosi alla concezione biblica secondo la quale gli ultimi tempi hanno avuto inizio con la venuta di Gesù Cristo e si protrarranno sino alla parusia, esito finale della lotta tra bene e male.


    Bibliografia
    • D. Barsotti, L'Apocalisse, Brescia 1967
    • A. Läpple, L'Apocalisse, un libro vivo per il cristiano, Cinisello Balsamo 1980.
    • B. Maggioni, L'Apocalisse. Per una lettura profetica del tempo presente, Assisi 1981
    • P. Prigent, Il messaggio dell'Apocalisse, Roma 1982
    • Rudolf Steiner, L'Apocalisse di Giovanni, 1908
    • Gioacchino da Fiore, Commentario all'Apocalisse
    • David Herbert Lawrence, L'Apocalisse, 1929
    • Gilles Deleuze e Fanny Deleuze, Introduzione all'Apocalisse di D. H. Lawrence, 1978, revisione di Gilles Deleuze del 1993
    • Isaac Newton, Commentario dell'Apocalisse (1642-1727)


    Filmografia sull'argomento


    Voci correlate

  3. #3
    Forumista
    Data Registrazione
    20 Nov 2009
    Messaggi
    485
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Smile

    grazie niocat...

    c'è da studiare però... mi metto sotto

    luca78

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 184
    Ultimo Messaggio: 10-10-13, 00:19
  2. Massa. Prete devasta chiesa a mazzate: "Arriva l'Apocalisse"
    Di ConteMax nel forum Laici e Laicità
    Risposte: 102
    Ultimo Messaggio: 08-09-11, 02:07
  3. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 20-08-11, 16:26
  4. Cosa ne pensate dell'"Apocalisse di Paolo"?
    Di diGam nel forum Cattolici
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-04-05, 17:48
  5. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 07-04-03, 12:50

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226