Questa la sanno in pochi, ed è quantomeno datata; comunque, la Juve è stata retrocessa nel campionato 1912/13. Retrocessa perché arrivata ultima del proprio girone, non per partite vendute o altre storie...
Già novanta e passa anni fa la Juve coi giochini diplomatici e le porcherie ci sapeva fare...

Nel 1900 partecipa al suo primo campionato, ma non supera nemmeno le eliminatorie. Primo scudetto nel 1905, ma accade qualcosa di strano. Dal 1898 l’assegnazione del titolo passava sempre per la finale, ma nel 1905 niente finale. Perché? Perdeva tutte le finali, come nel 1903 e 1904. 21 anni senza vincere nulla, anni bui e d’immenso spavento. Nel 1908 si ritira dal campionato dopo la prima sconfitta. Nel 1911 finisce ultima. A quell’epoca non erano previste retrocessioni. Nel 1912 finisce terz’ultima. Nel 1913, introdotta la retrocessione, finisce ancora ultima e stavolta è retrocessa. I soci fondatori juventini impazziti dall’onta della B stavano addirittura sciogliendo la società, quando un dirigente bianconero, certo ingegner Malvano (Moggi ante litteram), fece riammettere la Juve in serie A. La motivazione del ripescaggio fu ridicola, il numero dispari delle squadre rimaste nel girone lombardo-piemontese.