User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Nuova legge sull'immigrazione in Francia

    Regole più rigide per i permessi. Abolite le regolarizzazioni

    Passa la «legge Sarkozy»

    PARIGI — Sarà più complicato arrivare in Francia, sarà più difficile rimanerci, sarà più sbrigativo venirne allontanati. L'Assemblea nazionale ha approvato ieri il progetto di legge sull'immigrazione voluto dal ministro degli Interni Nicolas Sarkozy e concepito sulla sostanziale differenza fra immigrazione «subìta» e «scelta». Opposizione di sinistra, movimenti per i diritti umani e comunità religiose, fra cui le chiese cristiane, traducono questa differenza in «immigrazione usa e getta» che rischia di allargare l'area della marginalità. «Se non si affrontano problemi di sviluppo e cooperazione, i clandestini continueranno ad arrivare in Francia e nei Paesi ricchi» dice Bernard Kouchner, socialista, da anni impegnato sul fronte dei diritti umani.

    Sarkozy sostiene che il controllo dei flussi, l'accoglienza in base alle esigenze e alle reali possibilità economiche del Paese e l'introduzione di regole di comportamento (il rispetto delle leggi francesi e la padronanza della lingua) sono una strada obbligata e il rimedio più efficace contro razzismo e xenofobia. L'immigrazione scelta è messa in pratica in tutti i Paesi dell'Occidente, dice il ministro: l'arrivo di lavoratori qualificati è una ricchezza, mentre l'ingresso di masse disperate non fa altro che incentivare crisi di rigetto, razzismo, competizione fra poveri.

    La maggioranza di destra, dopo le proteste sociali e lo scandalo Clearstream, ha ritrovato compattezza su una legge approvata con procedura d'urgenza che passerà nelle prossime settimane al vaglio del Senato. La principale novità è il permesso di soggiorno valido tre anni (rinnovabile) per attirare immigrati diplomati e il permesso di quattro anni destinato agli studenti stranieri. Per tutti gli altri immigrati sono previsti vari titoli di soggiorno, sempre a durata limitata. Per gli oppositori della legge, un permesso in base al diploma o alle qualità (tecniche e persino sportive) del candidato equivale al «saccheggio» di energie e cervelli dei Paesi più deboli. Sarkozy, alla vigilia di una contestata visita in Africa per illustrare la legge, immagina invece un rapporto di reciprocità con i Paesi d'origine.

    Nello stesso tempo, entrano in vigore A sinistra, il ministro dell'Interno francese Nicolas Sarkozy. A destra, manifestazione contro la nuova legge sull'immigrazione misure restrittive per le regolarizzazioni degli immigrati già presenti sul territorio francese, sui matrimoni misti e sui ricongiungimenti familiari. L'obiettivo è escludere aspettative di sanatoria, stroncare il fenomeno diffuso di matrimoni finti e ridurre situazioni di coabitazione, poligamia e sovraffollamento provocate da ricongiungimenti familiari incontrollati. La demografa Michèle Tribalat nota che gli ingressi regolarizzati si sono triplicati negli ultimi anni: 220 mila nel 2004, il 47% per motivi familiari.

    Il capitolo che sancisce la svolta culturale della Francia — storicamente terra d'accoglienza e d'asilo — riguarda le condizioni per soggiorni prolungati o per ottenere la residenza: rispetto dei principi della Republique laica, conoscenza della lingua e pratica d'integrazione al vaglio di sindaci e prefetti. L'immigrato deve in sostanza dar prova di essere un buon cittadino francese.

    «Chi non ama la Francia se ne può andare» è una battuta che ha attirato sul ministro l'accusa di voler introdurre concetti e linguaggio del Fronte Nazionale di Le Pen al solo scopo di saccheggiarne l'elettorato. Su immigrazione e lotta alla criminalità si giocano le presidenziali e i sondaggi danno il Fronte in netta ascesa. Ma Sarkozy ribatte: «La nostra politica vuole essere ferma e umana. Credo che si debbano espellere gli stranieri in situazione irregolare, ma che sia necessario rafforzare i diritti di chi è in situazione legale. Lo straniero dovrà essere protetto da ogni forma di discriminazione e in cambio assumerà impegni verso la società francese».

    Sarkozy ricorda anche di essere stato uno dei pochi della destra ad aver proposto il diritto di voto alle amministrative per gli immigrati regolari. Figlio di ungheresi, Sarkozy contrappone alle improponibili barriere dell'estrema destra un modello di società che preferisce «mescolanza e apertura». Ma con questa legge, nota un giornale satirico, suo padre non avrebbe messo piede in Francia.

    Massimo Nava

    18 maggio 2006

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    MazingaZ
    Ospite

    Thumbs up

    ce l'ha duro...

  3. #3
    naufrago
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    La me car Legnàn
    Messaggi
    22,957
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Bèrghem
    Sarkozy sostiene che il controllo dei flussi, l'accoglienza in base alle esigenze e alle reali possibilità economiche del Paese e l'introduzione di regole di comportamento (il rispetto delle leggi francesi e la padronanza della lingua) sono una strada obbligata e il rimedio più efficace contro razzismo e xenofobia
    Ecco, quando l'ha detto la Lega era "razzismo", se lo dice qualcun altro è "lungimirante per evitare il razzismo"...

  4. #4
    Registered User
    Data Registrazione
    11 Apr 2006
    Località
    Milano
    Messaggi
    62
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ma perchè gli altri Paesi Europei, arrivano sempre prima!
    Forse perchè noi siamo circondati da ipocriti buonisti?

  5. #5
    naufrago
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    La me car Legnàn
    Messaggi
    22,957
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Monica70
    Ma perchè gli altri Paesi Europei, arrivano sempre prima!
    Forse perchè noi siamo circondati da ipocriti buonisti?
    Religione a parte, avere il vaticano in casa non aiuta... vedasi 50 anni di dc.

 

 

Discussioni Simili

  1. La nuova legge Amato-Ferrero sull'Immigrazione
    Di Myrddin-Merlino nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 17-05-07, 21:27
  2. Referendum su nuova legge sull'immigrazione??
    Di Airbus nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 42
    Ultimo Messaggio: 27-04-07, 18:34
  3. Nuova legge sull'immigrazione in arrivo
    Di FdV77 nel forum Padania!
    Risposte: 39
    Ultimo Messaggio: 23-03-07, 08:54
  4. Risposte: 25
    Ultimo Messaggio: 18-05-06, 21:50

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226