User Tag List

Risultati da 1 a 9 di 9

Discussione: Minoranze linguistiche

  1. #1
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Minoranze linguistiche

    Quali requisiti deve avere un'idioma per essere riconosciuto come minoranza linguistica? Ci sono diversi requisiti o modalità tra il medesimo riconoscimento nello stato italiano e nell'Unione Europea? Quali sono le lingue dei popoli padano-alpini ad oggi riconosciute come minoranze linguistiche da tutelare (o nello stato italiano o nell'Ue)? Il piemontese ed il veneto mi sembra che lo siano... il milanese lo è? Se no, come potrebbe diventarlo? E così per le altre nostre lingue...


    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    PADANIA LIBERA!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    4,497
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Bèrghem
    Quali requisiti deve avere un'idioma per essere riconosciuto come minoranza linguistica? Ci sono diversi requisiti o modalità tra il medesimo riconoscimento nello stato italiano e nell'Unione Europea? Quali sono le lingue dei popoli padano-alpini ad oggi riconosciute come minoranze linguistiche da tutelare (o nello stato italiano o nell'Ue)? Il piemontese ed il veneto mi sembra che lo siano... il milanese lo è? Se no, come potrebbe diventarlo? E così per le altre nostre lingue...

    So per certo che in Piemonte ci sono quattro minoranze linguistiche.
    Piemontese,Franco-provenzale-walser e occitano.

    Il veneto forse non è riconosciuta come lingua...ma sicuramente Pinocchio in questo campo Veneto ne sa più di me.
    Il Friulano e il Ligure sono lingue...di più non so.

    Saluti Padani

  3. #3
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,822
    Mentioned
    47 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Bèrghem
    Quali requisiti deve avere un'idioma per essere riconosciuto come minoranza linguistica?
    Nella repubblica italiana sono solo requisiti politici.
    Le lingue "pericolose" non vengolo riconosciute. A nord della Linea Gotica.

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Si, i requisiti sono politici. Con qualche eccezione dovuta alla difficoltà dei processi di assimilazione, sono riconosciute minoranze linguistiche quelle comunità che parlano idiomi ufficiali, pur in forma dialettale come nel caso della Val d'Aosta, di un altro Stato.
    E' lingua quella che ha alle spalle un esercito, questa è la regola.
    Per ottenere qualche risultato da questo punto di vista, i padani dovevano quantomeno opporsi all'italianizzazione, come i baschi o i catalani. Non lo hanno fatto, e quindi sono stati i primi a non voler essere minoranza linguistica.

  5. #5
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,822
    Mentioned
    47 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ZENA
    Si, i requisiti sono politici. Con qualche eccezione dovuta alla difficoltà dei processi di assimilazione, sono riconosciute minoranze linguistiche quelle comunità che parlano idiomi ufficiali, pur in forma dialettale come nel caso della Val d'Aosta, di un altro Stato.
    E' lingua quella che ha alle spalle un esercito, questa è la regola.
    Per ottenere qualche risultato da questo punto di vista, i padani dovevano quantomeno opporsi all'italianizzazione, come i baschi o i catalani. Non lo hanno fatto, e quindi sono stati i primi a non voler essere minoranza linguistica.
    Minoranza e minorati.

  6. #6
    Moderatore
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Messaggi
    4,076
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Bèrghem
    Quali requisiti deve avere un'idioma per essere riconosciuto come minoranza linguistica? Ci sono diversi requisiti o modalità tra il medesimo riconoscimento nello stato italiano e nell'Unione Europea? Quali sono le lingue dei popoli padano-alpini ad oggi riconosciute come minoranze linguistiche da tutelare (o nello stato italiano o nell'Ue)? Il piemontese ed il veneto mi sembra che lo siano... il milanese lo è? Se no, come potrebbe diventarlo? E così per le altre nostre lingue...

    Il Piemontese è tutelato da leggi regionali n(e il Piemonte tutte le altre lingue minoritarie della regione), il Veneto non ha nessuna tutela (e la regione tutela la lingua ladina e cimbra) ma in Consiglio Regionale c'è una proposta di legge in tal senso molto simile a quella piemontese, il friulano, il sardo, il tedesco, il catalano 'albanese e altre hanno il riconoscimento "nazionale italiano".

    La UE tutela le lingue che gli "stati nazionali" dicono siano da tutelare, in parlamento c'era nella scorsa legislatura (vedremo se verrà ripresentata o se cmq andrà avanti ma non credo) una proposta di legge per far sì che lo stato italiano devolvesse questa competenza alle regioni.
    Se passa/passava il Piemonte diventava lingua tutelata in YE in automatico e anche il Veneto se la legge in disucssione passa/passasse.

    Cmq per arrivare ad un riconosciemtno linguistico delle varie realtà insubro-lombarde, vi converebbe passare prima dalle provincie (varse, bergamo, milano) perchè avreste meno ostacoli ideologici credo.

    il requisito è prettamente politico, perchè puoi avere la più bella ed originale lingua del mondo ma se non hai la forza politica di tutelarla non vai da nessuna parte.
    E' anche vero però che la politica si "accorge" o si può accorgere della necessità di un riconoscimento se vede un certo movimento sul territorio che va in una certa direzione, nno so se mi spiego...

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Per tutelare una lingua servono soldi.
    Bisognerebbe finanziare autentici programmi scolastici dedicati, che abbiano come retroterra un riconoscimento accademico delle lingue padane.
    Incentivare la creazione di materiale editoriale, multimediale, di format televisivi.
    Bisognerebbe che gli atti della PA divenissero bi-lingui.
    Bisognerebbe adeguare organicamente la toponomastica.
    Creare incentivi perchè il mercato incominci a comunicare in lingua locale.
    Perchè tutto ciò avvenga, serve un movimento di popolo che, attualmente, non esiste. Non è solo un problema di "giochi" politici o di coinvolgimento di provincie e regioni. Il moto deve provenire dal basso, ma attualmente questo "basso" come si rapporta con la propria eredità culturale? Io vedo gente che si droga di linguaggi globali o nazional-popolari, gente per cui questi temi non hanno alcun valore.
    Siamo di fronte, insomma, a un tema di nicchia, relegato a un variegato mondo di piccole associazioni, al teatro dialettale, a qualche iniziativa scolastica di carattere ludico.
    Certo io parlo da ligure, secondo le impressioni che ricevo dal mio ambiente. Forse più a Nord è diverso, ma conoscendo bene anche la realtà emiliana non nutro speranze.
    Noi ci stiamo muovendo in controtendenza rispetto alla storia, incarnando grandi valori di libertà e autonomia, e proprio per questo dobbiamo avere ben chiara la profondità di una battaglia in parte già persa per le contaminazioni che le lingue hanno subito dal fascismo ad oggi.
    Attenti a non disperdere energie in battaglie di semplice retroguardia. Prima è necessario creare le condizioni perchè una lingua locale possa riacquisire valore e dimensione. E' necessario cioè prendere le mosse dai fattori economici, dalle paure e dalle incertezze che aleggiano come fantasmi sulle realtà produttive, e ricontestualizzarle in sistemi locali quanto più autonomi e, pur connessi in una rete di sussidiarietà, auto-referenziali.
    L'obiettivo è chiaramente quello di rilanciare "identità" a rischio di estinzione, ma attenti sempre a non mettere il carro davanti ai buoi, a non confondere trainante e trainato, a non de-politicizzare le culture che si vogliono difendere.

  8. #8
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da PINOCCHIO
    Il Piemontese è tutelato da leggi regionali n(e il Piemonte tutte le altre lingue minoritarie della regione), il Veneto non ha nessuna tutela (e la regione tutela la lingua ladina e cimbra) ma in Consiglio Regionale c'è una proposta di legge in tal senso molto simile a quella piemontese, il friulano, il sardo, il tedesco, il catalano 'albanese e altre hanno il riconoscimento "nazionale italiano".

    La UE tutela le lingue che gli "stati nazionali" dicono siano da tutelare, in parlamento c'era nella scorsa legislatura (vedremo se verrà ripresentata o se cmq andrà avanti ma non credo) una proposta di legge per far sì che lo stato italiano devolvesse questa competenza alle regioni.
    Se passa/passava il Piemonte diventava lingua tutelata in YE in automatico e anche il Veneto se la legge in disucssione passa/passasse.

    il requisito è prettamente politico, perchè puoi avere la più bella ed originale lingua del mondo ma se non hai la forza politica di tutelarla non vai da nessuna parte.
    E' anche vero però che la politica si "accorge" o si può accorgere della necessità di un riconoscimento se vede un certo movimento sul territorio che va in una certa direzione, nno so se mi spiego...
    Grazie per le informazioni.

    Cmq per arrivare ad un riconosciemtno linguistico delle varie realtà insubro-lombarde, vi converebbe passare prima dalle provincie (varse, bergamo, milano) perchè avreste meno ostacoli ideologici credo.
    Tu consigli quindi di partire da campagne per il riconoscimento di minoranze linguistiche nelle nostre province?

  9. #9
    Moderatore
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Messaggi
    4,076
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Bèrghem
    Grazie per le informazioni.


    Tu consigli quindi di partire da campagne per il riconoscimento di minoranze linguistiche nelle nostre province?

    Da esterno ( e quindi poco informato...) mi sembra più facile per voi in questo momento, perchè se lo fai a livello di Bergamo o di Brescia o di Varese, hai degli interlocutori politici che ti possono dare delle chanche, se lo fai a livello lombardia credo sia più difficile: forse a livello lombardia potrebbero fare una legge per finanziare linterventi sul dialetto, ma non credo che metteranno per iscritto "lingua insubre" o lingua lombarda", non almeno oggi.

    Cmq la cosa non va fatta a livello di partito, guai.
    Si deve mettere insieme un movimento culturale con tutte le associazioni e le persone che ci credono e lavorare sul territorio, facendo manifesti, volantini, feste convegni giornali etc etc Un movimento di Popolo pianificato per arrivare in qualche anno (2-3) a far emergere la questione.
    Poi ci deve essere un cammino parallello con la politica, perchè ala fine ci vogliono i voti, sia chiaro.
    Se fra Vus dell'Insubria, Doman Nunch, Terra Insubre etc, pur nella diversità di posizione facessero uan cosa del genere credo potrebbero avere dei risultati.
    A Bergamo e Brecia non conosco realtà che possano aiutare, certo forse avrebbero più possibilità dell'Insubria, almeno in questo momento.

    Ripeto cmq che sono poco informato sulla vostra realtà.

 

 

Discussioni Simili

  1. AN contro le minoranze linguistiche
    Di Furlan nel forum Padania!
    Risposte: 25
    Ultimo Messaggio: 09-08-07, 10:42
  2. Le minoranze etniche e linguistiche
    Di HoChiMinh84 nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 03-04-04, 21:50
  3. Università di Udine-Minoranze Linguistiche
    Di Cristianu nel forum Friuli-Venezia Giulia
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 24-09-03, 19:39

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226