Previsioni di Roma sempre sbagliateif (disattivazione) { document.write(' on error resume next ShockMode=(IsObject(CreateObject("ShockwaveFlash.S hockwaveFlash.6")))// fine escludi banner -->

Secondo il centro meteorologico di Roma, in Veneto piove sempre. Anche quando, in realtà, il sole splende nel cielo. Luca Zaia, vicepresidente della Regione e assessore del Turismo, si è stancato degli errori e ha lanciato una proposta: chiedere l'autonomia per le previsioni del tempo. "Ce le faremo da soli - ha annunciato - quelle di Roma ci penalizzano: provocano disdette negli alberghi e perdite milionarie".

Zaia ne parlerà martedì a Roma, alla Conferenza nazionale sul turismo, sollecitando il vicepremier Francesco Rutelli a farsi carico del problema. Secondo l'assessore, l'esempio da prendere a modello è quello spagnolo, dove ogni litorale ha le proprie previsioni dettagliate. L'idea è di far inserire uno spazio ad hoc nel sito della regione, aggiungere una web cam per dimostrare che tutto è vero e pubblicizzare l'iniziativa distribuendo due milioni di adesivi.
Le previsioni fai-da-te sarebbero di sicuro più accurate e aiuterebbero il rilancio del settore turistico. Viceversa, quando le persone vedono ombrelli aperti sulle spiagge venete, rimangono a casa. Anche gli albergatori, da parte loro, si stanno muovendo. E' in dirittura d'arrivo l'accordo con i Llyd's di Londra, per un'assicurazione che risarcirà il cliente in caso di pioggia per oltre 5 ore consecutive