User Tag List

Risultati da 1 a 7 di 7
  1. #1
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    15 Oct 2004
    Messaggi
    13,224
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Crisi di vocazioni: a Trento e Vicenza contratti a tempo per i laici

    http://www.repubblica.it/2006/06/sez...si-trento.html


    La scelta della Curia di Trento dove l'età media dei preti è 69
    anni e i sacerdoti sono costretti a vere e proprie maratone

    Contratti a termine a "pastori" laici
    "Aiutateci, mancano i sacerdoti"

    TRENTO - Da una parte, il forte calo delle vocazioni con la conseguente diminuzione del numero di sacerdoti impegnati nella "trincea" delle parrocchie; dall'altra, l'esigenza di soddisfare la crescente richiesta di sostegno umano e spirituale che sale dalla società. Da questo quadro nasce l'iniziativa dell'Arcidiocesi di Trento che ha proposto contratti a termine destinati a "pastori d'anime laici" per progetti di tre mesi nelle parrocchie di Trento. Di fatto, l'assunzione di personale laico per far fronte alla penuria di sacerdoti.

    Nell'arcidiocesi, guidata da monsignor Luigi Bressan, i sacerdoti scarseggiano e la loro età media è di 69 anni, la più alta d'Italia. Ci sono sacerdoti - dicono i vertici della Curia - che la domenica devono spostarsi per 75 chilometri per celebrare la messa in tre comunità diverse. Si sta così pensando di correre ai ripari puntando sui laici che dovranno occuparsi soprattutto di oratori, catechesi e Caritas. Il tutto attraverso l'arcinoto meccanismo dei contratti a tempo che prevede contributi pagati dalla Curia e stipendio versato dalle comunità con autotassazione. Eventuali modifiche alla legge Biagi permettendo.

    La scelta di rivolgersi al mondo laico per garantire la presenza assidua e quotidiana tra i fedeli delle parrocchie era già stata più volte accennata da Monsignor Bressan, nel corso delle periodiche riunioni con i parroci nella sede della Curia.

    Una iniziativa analoga, del resto, è adottata anche dalla diocesi di Vicenza, sempre per le stesse ragioni: la mancanza diffusa di sacerdoti. Le autorità religiose del capoluogo veneto hanno infatti concesso l'autorizzazione alle numerose parrocchie del Vicentino per "arruolare" fedeli laici da impegnare nelle attività pastorali con il ruolo di animatori. Un compito attiguo a quello dei sacerdoti veri e propri, che dovrebbe consistere nel rappresentare per i fedeli delle parrocchie dei punti di riferimento spirituali (di C. CIAV.)

    (11 giugno 2006)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    perlavita
    Ospite

    Predefinito

    La crisi di vocazioni è sintomo di una nazione malata. Voi siete una malattia pericolosa, ad esempio.

  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    15 Oct 2004
    Messaggi
    13,224
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Come riflessioine per affrontare il problema molto acuta....

    Accusi noi laici di causare la crisi di vocazioni?

    Semmi dovresti accusare i cattolici praticanti di non volersi più fare preti, monaci, suore e monache.

    O no?

  4. #4
    .
    Data Registrazione
    09 Apr 2009
    Messaggi
    55,057
    Mentioned
    25 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Nel mio paese d'origine verrà fatta una cosa analoga, con un unico sacerdote per più paesi confinanti. L'anziano parroco verrà trasferito non so ancora dove, e mi dispiace perchè ho avuto modo di conoscerlo ed è una persona davvero eccezionale. E se dispiace a me che nulla ho a che fare con la chiesa immagino ai fedeli...

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    15 Oct 2004
    Messaggi
    13,224
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Immagino che il sacerdote anziano lo trasferiranno in una parrocchia unica. Se ha più di 75 anni andrà in pensione.

  6. #6
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    15 Oct 2004
    Messaggi
    13,224
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    http://canali.libero.it/affaritalian...preti1206.html



    Trento, vicepreti cercansi...

    Lunedí 12.06.2006 14:16

    di Antonino D'Anna

    La Diocesi di Trento sta pensando di offrire contratti a progetto della durata di tre mesi per reclutare operatori laici cui affidare strutture religiose che gli ormai anziani sacerdoti (l'età media è di 69 anni) non riescono più a gestire. Si tratta, a quanto pare, di strutture quali oratori o centri di ritrovo parrocchiali (pensate a teatri o sale di proiezione, un tempo diffusissimi in Italia) per i quali l'intervento dei sacerdoti non appare più sufficiente. Per non parlare della catechesi, che necessita di personale. In attesa di un rimpiazzo, avranno pensato in Curia, meglio non affaticarli dopo una vita spesa al servizio del prossimo dando loro ulteriori compiti cui forse non sarebbero in grado di fronteggiare.

    E' difficile non provare simpatia per questi preti, sempre più vecchi e sempre più soli. E' difficile non scrivere un rigo per invitare tutti a rispondere generosamente a quest'appello. Ma è altrettanto doverosa una riflessione su questa notizia. Che non è una curiosità, ma la spia di un problema ormai diffuso: la scarsità del clero. Per tanti motivi, che non si possono certo ridurre alla sola questione del celibato, sintetizzata nella frase: "Vorrei farmi prete, ma non posso avere una donna e una famiglia". L'abolizione del celibato potrebbe essere un buon inizio, un saggio provvedimento. Ma non è tutto, non è la panacea di tutti i mali.

    Quale altra soluzione? Una migliore redistribuzione dei sacerdoti, come più volte suggerito anche dal cardinale Patriarca di Venezia Angelo Scola? Potrebbe funzionare e sarebbe in grado di aprire il cattolicesimo italiano, così provinciale e 'di parata' (l'abito bianco il giorno del matrimonio, la Prima comunione per ricevere tanti regali e così via) che ha davvero bisogno di essere scosso da una ventata di novità. Ma non è ancora abbastanza.

    Allora è forse tempo di trovare un nuovo modo di essere parrocchia, prima Chiesa di tutti noi. Bisognerebbe incrementare il numero di diaconi sposati, una formula che ha avuto un grandissimo successo (nel 1968 in tutto il mondo erano appena 370, oggi sono oltre 12.000, diffusi soprattutto nel Nordamerica) e che permette, sia pure con la grande limitazione di non poter confessare e celebrare la Messa, di avere un qualcuo in grado di garantire l'amministrazione degli altri Sacramenti, in primis matrimoni battesimi e funerali.

    Si potrebbe poi, con un'adeguata formazione, allargare il numero di ministri straordinari dell'Eucarestia, laici che con apposite conoscenze teologiche e sotto la supervisione del parroco possano distribuire l'Eucarestia non solo la domenica in chiesa. E spiegare ai fedeli che essere cattolico è essere partecipi del mistero di Cristo in quanto Re, sacerdote e profeta. Non è la prima volta che nei libri liturgici è possibile leggere formule alternative a quelle recitate dal sacerdote per ottenere una benedizione.

    Insomma, la saggezza e l'elasticità del dirittto canonico possono permettere, senza bisogno di rivoluzioni in questo campo, una maggior partecipazione laicale. Gli strumenti ci sono, perché non provarci prima che i sacerdoti invecchino definitivamente?

    Invia >> Stampa

  7. #7
    memoria storica
    Data Registrazione
    17 Feb 2005
    Messaggi
    2,680
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    la nostra società moderna porta sempre più al precariato, e nel lavoro e nella vita.
    E' sempre + difficile prendere decisoni a lungo termine, guardate la moda, l'esaltazione dei legami passeggeri e della mobilità degli stili di vita.
    credo che il calo delle vocazioni abbia un pò a che fare con questo.

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 01-08-14, 18:05
  2. Spagna, finita la GMG si scopre in crisi di vocazioni
    Di ConteMax nel forum Laici e Laicità
    Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 31-08-11, 19:13
  3. Risposte: 91
    Ultimo Messaggio: 09-11-07, 11:06
  4. Ragionamento "logico" sui contratti lavorativi a tempo
    Di Fenicio (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 04-10-07, 21:52
  5. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 08-03-06, 15:51

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226