User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: scotland the brave

  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    05 Jun 2006
    Messaggi
    65
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs up scotland the brave


    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    05 Jun 2006
    Messaggi
    65
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs up

    E' il motto del Regno di Scozia, o sbaglio? (Iunthanaka) non sbagli..

    se è vero, facevano meglio a tradurselo in scozzese... (ilariamaria) vallo a dire agli scozzesi..

    una citazione per il castiglioni-mariotti mitttttico !!


  3. #3
    BraveHeart
    Data Registrazione
    28 Feb 2005
    Località
    MGP Isontino
    Messaggi
    319
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Onore agli scozzesi.
    Sono molto più vicino a loro che a tutta la gentaglia che mi circonda.

  4. #4
    Pastore degli Alberi
    Data Registrazione
    22 Apr 2006
    Messaggi
    221
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da SirWallace
    Onore agli scozzesi.
    Sono molto più vicino a loro che a tutta la gentaglia che mi circonda.
    hmmm, questo può interessare. Anche parla anche dell'itaglia ed è un'articolo "come quelli di una volta"...

    Niente fretta.


    La Padania, Data pubblicazione: 13/06/2006

    LE PAROLE (DEL 1745) INCITANO A “SCHIACCIARE I RIBELLI”
    Gli scozzesi: liberateci dall’inno britannico

    GIOVANNI POLLI La retorica degli inni nazionali, soprattutto di quegli inni adottati dagli Stati meno rispettosi dei diritti dei popoli sottomessi, a volte è davvero insopportabile quando non tremendamente ridicola. Ne sanno qualcosa i cittadini dello Stato italiano (anzi, ne saprebbero se qualcuno glielo spiegasse per bene), che non solo si trovano sparato nelle orecchie un inno tanto roboante quanto polveroso e farcito di “elmi di Scipio” e vittorie “schiave di Roma”, ma dal quale dovrebbero anche apprendere che «l’aquila d’Austria le penne ha perdute», e che «il sangue d'Italia / e il sangue polacco / bevé col cosacco, / Ma il cor le bruciò». Sarà pure, anche se facciamo di certo fatica a credere all’affermazione perentoria contenuta nella quarta strofa secondo cui «i bimbi d’Italia si chiaman Balilla».
    Ciascuno ha i suoi problemi. Gli scozzesi, da parte loro, sono sempre meno disposti a sopportare che nell’inno britannico (“God Save the Queen”, “Dio salvi la regina”) vi sia qualcosa di più diretto e meno ampolloso degli elmi romani, delle aquile, di Balilla e dei cosacchi: il sesto verso, di solito diplomaticamente omesso, è un’incitazione senza mezze misure al comandante militare George Wade perché possa schiacciare proprio «i ribelli scozzesi» sollevatisi nel 1745 nella cosiddetta “rivolta dei Giacobiti”. Uno dei molti tentativi, eroici ancorché poco fortunati, del popolo scozzese di liberarsi dal giogo di Londra, cercando di riportare, in questo caso, gli Stuart sul trono britannico.
    Ora che, grazie alla “devolution”, la Scozia gode di una propria rappresentanza politica e di un suo governo autonomo, anche il nodo dell’inno nazionale britannico imposto a forza sta venendo al pettine.
    Al punto che, durante i giochi del Commonwealth conclusisi lo scorso marzo a Melbourne, in Australia, gli atleti scozzesi vincitori di medaglie hanno chiesto che al momento della salita sul podio venisse suonato uno dei più celebri brani della loro tradizione, “Scotland the brave”, Scozia la coraggiosa.
    «Coraggiosi sono i cuori che battono sotto i cieli scozzesi», recita tra l’altro il testo composto negli anni ’50 dallo scrittore e drammaturgo Cliff Hanley su un’antica melodia tradizionale, un classico del repertorio di musica per cornamuse delle Highlands.
    Londra non ha gradito il gesto, of course. E così si è avviato un botta e risposta che, attraverso la messa in discussione di un simbolo potente come può essere l’inno nazionale, sta riaprendo anche a livello politico la questione dei rapporti tra Londra e Edimburgo. È infatti stato il primo ministro scozzese Jack McConnell in persona a porre il problema di quale debba essere la melodia in grado di rappresentare davvero il suo popolo. E l'Orchestra nazionale della Scozia ha di conseguenza lanciato pochi giorni fa un sondaggio per chiedere a tutti quale potrebbe essere il “vero” inno scozzese.
    Sabato scorso, a Edimburgo, l’orchestra ha eseguito pubblicamente cinque fra i più celebri brani della tradizione antica e moderna, chiedendo a tutti, tramite un voto espresso sul proprio sito (www.rsno.org.uk) di indicare quale potrebbe essere il motivo più rappresentativo della nazione. I cinque brani in gara hanno un’origine e una storia molto variegate. “Flower of Scotland” è stato scritto trent’anni fa dalla folk band “The Corries” ed è molto popolare negli ambienti sportivi, soprattutto negli incontri di rugby e di calcio; “Highland Cathedral” è invece un brano composto nel 1982 da due musicisti tedeschi e voluto dalla pop star Madonna come marcia nuziale per il suo matrimonio, avvenuto in Scozia con il regista Guy Ritchie.
    Più antiche sono “Scots Wha Ha’e”, canzone di Robert Burns, il poeta nazionale scozzese morto nel 1796 e “A Man’s a Man for a’ That” sempre di Robert Burns.
    Infine non poteva mancare proprio “Scotland the brave”, già conosciuta in tutto il mondo proprio come il più celebre standard per cornamusa.
    «Con questa competizione - ha dichiarato il presidente dell’Orchestra nazionale - stiamo contribuendo al dibattito per l’inno, pure se si tratta di un sondaggio ufficioso, rivolto anche agli scozzesi nel mondo». La canzone vincitrice sarà suonata in un concerto dell’Orchestra a Glasgow il prossimo 1° luglio. E spetterà poi al governo scozzese decidere se ufficializzarla come inno nazionale. «Dio salvi la Regina», insomma, ma questa volta dalla sacrosanta “vendetta musicale” dei ribelli nel nome della libertà.


 

 

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226