User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    ulfenor
    Ospite

    Wink Scoperta la leggendaria città di amyclae

    Trovata citta' di Castore e Polluce

    Era nascosta da 2.300 anni, ma niente scavi, mancano fondi

    (ANSA) - ROMA, 6 APR - E' stata scoperta nel Parco dei Monti Aurunci un'area urbanistica di 2.300 anni fa. Si tratta forse di Amyclae, fondata da Castore e Polluce. Il sito dista solo 2,5 km da Fondi e si affaccia sulla piana tra Terracina e Sperlonga, nel basso Lazio. Il direttore generale per i Beni archeologicipensa in un futuro a istituire dei percorsi di visita, mentre sono escluse campagne di scavo per mancanza di fondi.

    © Copyright ANSA Tutti i diritti riservati 2006-04-



    Roma, dibattito sulla scoperta della mitica Amyclae
    Data: Thu, 6 Apr 2006 18:25:42 +0200 (CEST)


    L'evento è stato ospitato al Complesso Monumentale di San Michele a Ripa
    *Roma, dibattito sulla scoperta della mitica Amyclae*
    Individuata la città che combatté contro Enea. Presenti alla conferenza
    gli autori dello studio Stefania Gigli e Lorenzo Quilici e il direttore
    generale per i Beni Archeologici del ministero per i Beni e le Attività
    Culturali Anna Maria Reggiani

    Roma, 6 apr. (Adnkronos Cultura) - Cercata dagli studiosi fin dal
    Cinquecento, sembrerebbe finalmente provata la reale esistenza della
    mitica Amyclae, città che combatté contro Enea al suo sbarco nel Lazio:
    Stefania Gigli, direttrice del dipartimento di studio delle componenti
    culturali, umane e relazionali del territorio e Lorenzo Quilici,
    direttore dell?Istituto di Archeologia dell?Università di Bologna,
    l?avrebbero individuata tra i resti, curiosamente ignorati fino a oggi,
    di una grande città edificata nel VI secolo a.C. su un terreno di ben 33
    ettari in cima al monte Panara, nel parco naturale dei Monti Aurunci,
    tra Sperlonga e Terracina.

    Dal giorno della recente scoperta della città che si trova a soli 2,5
    chilometri in linea d?aria da Fondi, il dibattito archeologico attuale
    si è diviso tra chi la identifica proprio in Amyclae e chi, invece,
    cerca le risposte della sua esistenza altrove; un dibattito al quale
    oggi, in occasione della VIII Settimana della Cultura, si è aperto il
    Complesso Monumentale di San Michele a Ripa con la presentazione della
    scoperta da parte di Anna Maria Reggiani, direttore generale per i Beni
    Archeologici del ministero per i Beni e le Attività Culturali.

    Fondata dai Greci provenienti da Laconia, venuti dal mare sotto la guida
    di Glauco, figlio del re di Creta Minosse, e dai Dioscuri Castore e
    Polluce, Amyclae era stata idealmente collocata sul fondo dei laghi o
    dei fiumi della piana di Fondi, così come la dipinse anche Nicolas
    Pussin. Almeno finché, nel corso dei recenti lavori di restauro e
    valorizzazione dei tre chilometri della via Appia di epoca romana che
    attraversano il parco naturale, Lorenzo Quilici si è spinto sulla
    sommità del monte Panara, essendogli stata indicata la presenza di mura
    poligonali.

    ''Credevo si trattasse di uno dei numerosi fortini che si trovano sul
    nostro territorio, o semplicemente della roccia della montagna, ma
    quando decidemmo di arrampicarci fin sul monte lo spettacolo che si aprì
    di fronte ai nostri occhi fu sorprendente'', ha raccontato Quilici
    presentando la scoperta in una conferenza-dibattito nella Sala dello
    Stenditoio del San Michele.

    ''Si trattava di un oppidum incredibilmente vasto, rimasto
    incredibilmente ignoto alla scienza, forse per la difficoltà di
    raggiungere il luogo, a 320 metri di altezza, invaso dalla vegetazione
    del parco naturale - ha spiegato Quilici - La città, anche grazie alle
    foto aeree realizzate, si presenta circondata da 2,7 chilometri di mura
    monumentali costituite da blocchi che raggiungono, in alcuni casi, la
    lunghezza di tre metri. Sul versante sud occidentale si presenta
    l?ingresso della città protetta da una fortezza, un potente punzone dal
    quale era possibile dominare l?intero territorio sottostante.
    All?interno delle mura, una serie di terrazzamenti regolarizzavano il
    terreno della città, una sorta di piano regolatore arcaico che rese
    possibile la disposizione di case e costruzioni''.

    Una grande città, dunque, non solo un centro abitato; una città che,
    viste le proporzioni, la posizione favorevole e di controllo e
    l?imponenza delle sue mura di cinta, deve aver lasciato un segno
    importante sul territorio.

    ''Per questi motivi dobbiamo chiederci: che cos?è questa città? - ha
    dichiarato Stefania Gigli - l?unica spiegazione plausibile collegherebbe
    la scoperta a una città tanto importante, ma mai trovata, da lasciare il
    suo nome al tratto di mare compreso fra il promontorio del Circeo e
    Gaeta: il golfo detto ?Sinus Amyclanus?. Si tratterebbe dunque di
    Amyclae, città evocata già come distrutta nel II secolo a.C., anche se
    ora si pone il problema del suo rapporto con Fondi, centro abitato che
    esisteva, almeno in parte, quando era ancora esistente la città in alto''.

    Forse Fondi fu il luogo in cui si spostarono i superstiti di Amyclae una
    volta distrutta la loro città, o forse il piccolo centro in pianura
    conobbe il suo sviluppo proprio in conseguenza dell?improvvisa
    distruzione di Amyclae. Le leggende, infatti, narrano di una città
    abbandonata in seguito a un?invasione di serpenti che gli abitanti,
    membri di una setta pitagorica che impediva di uccidere gli animali, non
    si curarono di sterminare (spiegazione che portò gli studiosi a
    collocare idealmente Amyclae in una zona paludosa), ma anche di una
    città i cui abitanti, legati invece alla setta pitagorica votata al
    silenzio, si sarebbero rifiutati di gridare l?allarme all?arrivo del
    nemico, dal quale sarebbero stati sterminati. In realtà, l?ipotesi più
    probabile è che la città sia stata abbandonata e distrutta a causa di un
    fortissimo terremoto, la cui violenza è ancora testimoniata dalle
    fratture e i crolli delle mura monumentali. A tutti questi interrogativi
    dovranno rispondere i prossimi scavi e le indagini che oggi gli studiosi
    sperano di poter avviare al più presto in collaborazione con la regione
    Lazio.
    (fonte: www.adnkronos.it)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    08 Apr 2006
    Località
    La persona che ringrazio Dio di non essere: Dio.
    Messaggi
    2,396
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Può essere una scoperta eccezionale per la ricerca sulle antiche civiltà del Lazio. La speranza è che se non dall'Italia, almeno dall'estero possa venire finanziata una missione archeologica.

    Molte grazie per questa importante segnalazione.

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 31-05-13, 14:43
  2. Scoperta la più antica città europea
    Di Malaparte nel forum Destra Radicale
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 08-11-12, 14:20
  3. Riemerge Amyclae, mitica città del Lazio!
    Di Jean Fourier nel forum Roma e Lazio
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 12-02-07, 13:22
  4. Scoperta l'antica città dell'El Dorado?
    Di Fernando nel forum Esoterismo e Tradizione
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 27-07-02, 15:29
  5. Scoperta Dioscuria, città degli Argonauti
    Di Tomás de Torquemada nel forum Storia
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 19-06-02, 22:11

Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 365 Giorni: 0

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226