User Tag List

Risultati da 1 a 7 di 7
  1. #1
    Briza strazzèr i maròn!
    Data Registrazione
    19 Jun 2006
    Località
    tra il Ducato di Modna, quello di Frara e la Rumâgna
    Messaggi
    835
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Come mai "Serenissimi" scrivono su "la Padania"?

    Come mai da circa un mesetto il "Veneto Serenissimo Governo", che è da sempre su posizioni molto critiche nei confronti della Lega Nord, ha iniziato a scrivere su "la Padania"?

    Questo l'articolo pubblicato domenica scorsa:



    LA VERA STORIA DELLA BATTAGLIA
    CUSTOZA 1866: «Avanti Savoia!» contro il Veneto
    Altro che “Terza guerra di indipendenza”! Fu l’inizio dell’ennesima aggressione sabauda

    DEMETRIO SERRAGLIA*
    -----------------------------------------------------------------------
    Centoquarant’anni fa in Veneto, il 24 giugno 1866, e precisamente nella località di Custoza, ci fu lo scontro che diede il via all’ennesima guerra di aggressione da parte della monarchia sabauda, guerra che i cosiddetti intellettuali risorgimentali savoiardi hanno fatto passare alla storia come “Terza guerra d’indipendenza”.
    Quella della Battaglia di Custoza - episodio che va inquadrato all’interno della guerra austro-prussiana del 1866 in cui si inserì l’Italia per occupare il Veneto - può tranquillamente essere definita come l’inizio della via italiana alla sconfitta: una sottile linea rossa che collega tutte le esperienze belliche dello Stato italiano, partendo dalla guerra del 1866 con le battaglie di Custoza e Lissa; attraverso i nefasti giorni del 1917 con la disfatta di Caporetto, per arrivare all’8 settembre 1943 (data in cui fu reso pubblico l’armistizio con gli alleati).
    LA POCHEZZA DELL’ITALIA
    Questi episodi ci fanno comprendere la pochezza dell’Italia: uno Stato che si è fondato su un continuo susseguirsi di sconfitte, sconfitte che poi si sono riflesse nel modo di agire politico di tutti i governi italiani sia che essi siano stati monarchici, fascisti, repubblichini o repubblicani.
    Il soldati che perirono sul campo d’onore di Custoza dimostrarono che l’indomabile orgoglio Veneto non era terminato nel 1797 con la discutibile presa di posizione “pacifista” e neutralista del Maggior Consiglio (organo legiferante della Veneta Serenissima Repubblica).
    La Repubblica di San Marco era viva, se non nelle sue istituzioni lo era nei cuori dei Veneti, e nel 1866 come nel 1848 con la Repubblica Veneta di Manin il Popolo Veneto lo dimostrò nei campi di battaglia a dispetto di ogni “plebiscito”.
    La determinazione e lo spirito di sacrifico dei Veneti superò e batté la confusione endemica che guidava lo Stato Maggiore italiano: durante le operazioni di guerra regnava sovrana l’invidia tra generali e la diffidenza tra le varie componenti dell’esercito italiano. Solo l’avverso destino falsificò le vittorie che i ragazzi veneti si erano conquistati in battaglia; ciò avvenne nonostante il sangue profuso per evitare l’occupazione italiana, con le prevedibili nefaste conseguenze che da essa sarebbero derivate. La guerra vide la vittoria della Prussia e la sconfitta dell’Austria e di conseguenza dei Veneti, in questa triangolazione si inserì come il peggiore degli avvoltoi l’Italia.
    STORIA DA RISCRIVERE
    Molti potranno obbiettare che sui libri di scuola c’è scritto altro, che le truppe italiane furono accolte tra il tripudio della gente veneta; la realtà è un’altra e basta scovarla leggendo i dispacci dell’esercito in cui non è presente tra i soldati Veneti nessun ammutinamento e nessuna diserzione in favore dei Savoia. I fatti parlano chiaro: e non ci si stancherà mai di dire che la cosiddetta “Terza Guerra d’Indipendenza” fu solo una guerra di aggressione persa dall’Italia e che le favorevoli congiunture internazionali (vittoria della Prussia) permisero un’ingiusta occupazione del suolo Veneto, da parte delle truppe italiane, ratificata da un plebiscito svolto al di fuori della legalità internazionale.
    MISTIFICAZIONE DELLA REALTÀ
    Non si capisce da dove provenga quell’ardire di una certa cultura italianista che continua a sostenere che tutta i Popoli della Penisola accolsero con giubilo l’arrivo delle truppe di occupazione dell’Italia: basta! Quello che la cultura italiana continua a propugnarci è una mistificazione della realtà, un negazionismo paragonabile a quello sostenuto da coloro che negano la Shoa.
    Lo stesso procedere degli Stati Maggiori dell’esercito italiano evidenzia che quella del 1866 non era una liberazione ma una guerra espansionistica dello Stato Italiano, l’intelligence italiana di allora tentò di scatenare una rivolta pro Savoia tra le genti Venete, ma tutto ciò fu vano. L’unica cosa che portarono i cosiddetti “liberatori” italiani fu un susseguirsi di tragedie che hanno diviso la nostra gente e causato milioni di morti, emigrazione e diaspora, guerre d’aggressione, campi di concentramento, etnocidi culturali e materiali.
    Se questa è la libertà risorgimentale portata dagli italiani, il Popolo Veneto ne prende le distanze, e farà quanto il diritto internazionale fin dal 1866 gli ha concesso per ottenere il proprio libero arbitrio e l’autodeterminazione.
    «VIVA SAN MARCO!»
    Custoza è solo uno dei tasselli che costellano la millenaria storia Veneta: essa è contraddistinta da un’indomabile fierezza fedele alla tradizione marciana. La cultura veneta, nonostante un continuo etnocidio, non è stata intaccata dal crescente relativismo culturale portato avanti dal giacobismo e dalle sue deviazioni risorgimentali.
    Il Veneto è fondato indiscutibilmente sulle tradizioni giudaico cristiane della nostra cultura e il grido “Viva San Marco” durante le vittorie del 1866 né è la dimostrazione più chiara.
    *Ufficio Storico del "Veneto Serenissimo Governo"

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    uno, nessuno, centomila
    Data Registrazione
    11 Apr 2006
    Località
    Milano
    Messaggi
    2,010
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Credo che per molti la Lega sia come l'uva per la volpe!!

  3. #3
    Moderatore
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Messaggi
    4,076
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    a parte che la è la Padania a pubblicare i comunicati del VSG, spesso e volentieri deliranti.
    Il VSG, meglio noto come VHS, non è i serenissimi.

  4. #4
    Forumista senior
    Data Registrazione
    17 Jan 2013
    Località
    glüglülåndiå
    Messaggi
    1,703
    Mentioned
    15 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da PINOCCHIO
    a parte che la è la Padania a pubblicare i comunicati del VSG, spesso e volentieri deliranti.
    Il VSG, meglio noto come VHS, non è i serenissimi.


    Per Felsineo:
    tieniti libero per il 18 agosto, potresti ottenere una risposta.

  5. #5
    Briza strazzèr i maròn!
    Data Registrazione
    19 Jun 2006
    Località
    tra il Ducato di Modna, quello di Frara e la Rumâgna
    Messaggi
    835
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    18 Agosto? mare, tanto mare...e sole!

  6. #6
    Registered User
    Data Registrazione
    13 Jan 2006
    Messaggi
    392
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    non rispondo a Pinocchio...il suo nome è tutto un programma...
    Per vedere la linea del Veneto Serenissimo Governo basta guardare il sito www.serenissimogoverno.org

  7. #7
    Brave
    Data Registrazione
    13 Jun 2006
    Messaggi
    12
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito X Felsineo

    Ciao felsineo...anche io sono di bologna, nordico ed indipendentista...xkè nn ci si becca?

 

 

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226