User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 14
  1. #1
    Il Patriota
    Ospite

    Predefinito Intervista di Ferrari ad Affaritaliani: "la lega si scioglierà"

    Lega sotto choc/ Ferrari (ex direttore TelePadania) ad Affari: a dicembre si scioglierà. Calderoli in FI, Maroni con la sinistra

    "La Lega è finita. A dicembre si scioglierà e chiuderà i battenti. Speriamo di riuscire a raccogliere i frutti di questa giusta scomparsa". Parola di Max Ferrari, portavoce del Fronte Indipendentista, ex direttore di TelePadania espulso recentemente dal movimento, intervistato da Affari. "Ormai sono sommersi dai debiti e dalle ipoteche. Di sicuro Via Bellerio (la sede del partito, ndr) è ipotecata, come tutti i beni mobili e immobili della Lega. D'altronde, a furia di perdere le elezioni non entrano più soldi in cassa. A quanto mi risulta hanno anche spostato la sede legale del gruppo da Via bellerio alla Camera dei Deputati".

    Secondo Ferrari "una parte consistente di senatori e onorevoli del Carroccio sono già in parola per passare in Forza Italia. Il primo è Calderoli, che da due anni è l'uomo di Berlusconi all'interno della Lega. E' già inquadrato e finirà nel partito del Nord di Tremonti. Con lui anche Castelli, Bricolo, Gibelli, Speroni, Dario Galli e Stefano Stefani. Che sono a un passo da Forza Italia".

    E Maroni? "Una fetta minoritaria ma importante di persone garantiranno il loro sostegno al governo. Cosa che la Lega sta già facendo, perché Calderoli non è diventato vicepresidente del Senato a caso. Il movimento sta già dando un aiuto sottobanco al Senato all'Unione. Maroni aprirà un tavolo di trattativa con la sinistra, lo vedo già molto attivo con Bassanini e Bersani. Con lui non ci saranno nomi grossi, ma una serie di amministratori locali e consiglieri regionali".

    "Giorgetti invece rimarrà fedele al mandato, non andrà né con Forza Italia né con la sinistra. Un terzo gruppo resterà come partitino piccolo che non conterà più nulla e che verrà a rompere le scatole a noi".

    L'analisi dell'ex direttore di TelePadania è implacabile. "Hanno riconfermato Pontida per domenica prossima. Siccome sono degli attori buoni per tutte le stagioni, sicuramente torneranno a chiedere l'indipendenza e a urlare secessione. Individueranno due o tre personaggi disposti a 'rimbambire' ancora il popolino. Ma ormai non sono più credibili, non hanno portato a termine il loro compito e non hanno portato avanti il verbo secessionista quando c'era un grosso consenso popolare. Figuriamoci ora".

    Ferrari annuncia: "Andremo a Pontida e chiederemo spiegazioni, siamo fortemente incazzati con la Lega. Fin da subito abbiamo detto che volevamo l'indipendenza della Lombardia e del Veneto e ci eravamo staccati dal discorso della Padania. Adesso loro rubano il nostro programma, è uno scippo bello e buono. Andremo a chiederne conto. Da un giorno all'altro il progetto Padania sembra abortito e parlano di lombardo-veneto. Non sono più credibili".

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Horst_Wessel
    Ospite

    Predefinito

    tutte conseguenze che sinceramente mi aspettavo...staremo a vedere come evolverà la situazione

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    16.32
    ans ZCZC0442/SEAWPP20233R POL S0A QBXB
    LEGA: CALDEROLI,FERRARI?NON SO SE CHIAMARE MEDICO O AVVOCATO

    (ANSA) - ROMA, 27 GIU - ''Di fronte a affermazioni di questo
    tipo non so se chiamare il medico o l'avvocato''. Lo afferma
    Roberto Calderoli che preferisce non polemizzare direttamente
    con le accuse di Max Ferrari, ex direttore di Telepadania e
    esponente dell'ala indipendentista del Carroccio espulso
    recentemente dal movimento.(ANSA).

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    LEGA/ MAX FERRARI: CARROCCIO FINITO, A DICEMBRE SI SCIOGLIERA'
    Calderoli e altri a Fi, Maroni tratta sottobanco con Prodi
    27-06-2006 162
    Articoli a tema | Tutte le news di Politica

    Milano, 27 giu. (Apcom) - "La Lega è finita. A dicembre si scioglierà e chiuderà i battenti. Speriamo di riuscire a raccogliere i frutti di questa giusta scomparsa". A sparare a zero all'indomani della sconfitta al referendum costituzionale sul movimento fondato da Umberto Bossi è Max Ferrari, ex direttore di TelePadania, recentemente 'espulso' dal Carroccio e fondatore del Fronte Indipendentista Padano. Max Ferrari, in una intervista su Affari Italiani, racconta che una parte consistente di "senatori e onorevoli del Carroccio sono già in parola per passare in Forza Italia. Il primo è Calderoli, che da due anni è l'uomo di Berlusconi all'interno della Lega. E' già inquadrato e finirà nel partito del Nord di Tremonti. Con lui anche Castelli, Bricolo, Gibelli, Speroni, Dario Galli e Stefano Stefani. Che sono a un passo da Forza Italia".

    Quanto a Roberto Maroni, sarebbe addirittura il protagonista di una appoggio 'oscuro' al governo Prodi: "Una fetta minoritaria ma importante di persone garantiranno il loro sostegno al governo. Cosa che la Lega sta già facendo, perché Calderoli non è diventato vicepresidente del Senato a caso. Il movimento sta già dando un aiuto sottobanco al Senato all'Unione - dice - Maroni aprirà un tavolo di trattativa con la sinistra, lo vedo già molto attivo con Bassanini e Bersani". Giancarlo Giorgetti, segretario della Lega Lombarda, più volte indicato come delfino di Bossi e di cui proprio Ferrari ha più volte chiesto le dimissioni dopo i deludenti risultati delle politiche, resterà invece nella Lega. "Rimarrà fedele al mandato, non andrà né con Forza Italia né con la sinistra. Un terzo gruppo resterà come partitino piccolo che non conterà più nulla e che verrà a rompere le scatole a noi".

    Secondo Ferrari la Lega Nord sarebbem ad oggi, un movimento "sommerso dai debiti e dalle ipoteche". E sostiene che anche via Bellerio, la sede del partito, sia "ipotecata, come tutti i beni mobili e immobili della Lega. D'altronde, a furia di perdere le elezioni non entrano più soldi in cassa. A quanto mi risulta - aggiunge - hanno anche spostato la sede legale del gruppo da via Bellerio alla Camera dei Deputati".

    Ferrari conferma, da ultimo, le preoccupazioni che agitano la Lega in vista di Pontida, confermata per domenica prossima: "Torneranno a chiedere l'indipendenza e a urlare secessione - dice parlando di un copione già noto - Individueranno due o tre personaggi disposti a 'rimbambire' ancora il popolino". Naturalmente, il Fronte Indipendentista Padano non mancherà l'appuntamento: "Andremo a Pontida e chiederemo spiegazioni, siamo fortemente incazzati con la Lega. Fin da subito abbiamo detto che volevamo l'indipendenza della Lombardia e del Veneto e ci eravamo staccati dal discorso della Padania. Adesso loro rubano il nostro programma, è uno scippo bello e buono. Da un giorno all'altro il progetto Padania sembra abortito e parlano di lombardo-veneto

  5. #5
    Moderatore
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Cermenate (CO)
    Messaggi
    22,609
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Guelfo Nero

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Lega Nord alla resa dei conti , polemica tra Castelli e Max Ferrari
    Martedì, 27 giugno

    "La Lega è finita. A dicembre si scioglierà e chiuderà i battenti". A sparare a zero all'indomani della sconfitta al referendum costituzionale è Max Ferrari, ex direttore di TelePadania, recentemente 'espulso' dal Carroccio e fondatore del Fronte Indipendentista Padano. Max Ferrari, in una intervista, racconta che una parte consistente di "senatori e onorevoli del Carroccio sono già in parola per passare in Forza Italia. Il primo è Calderoli, che da due anni è l'uomo di Berlusconi all'interno della Lega. E' già inquadrato e finirà nel partito del Nord di Tremonti. Con lui anche Castelli, Bricolo, Gibelli, Speroni, Dario Galli e Stefano Stefani. Che sono a un passo da Forza Italia". Quanto a Roberto Maroni, sarebbe addirittura il protagonista di una appoggio 'oscuro' al governo Prodi. Secondo Ferrari inoltre la Lega Nord sarebbe ad oggi, un movimento "sommerso dai debiti e dalle ipoteche".


    "Max Ferrari deve essere stato colpito da un grave colpo di calore". Il presidente dei senatori della Lega Roberto Castelli reagisce così alle parole del fondatore del Fronte Indipendentista Padano, secondo il quale l'esperienza del Carroccio "è finita, a dicembre si scioglierà e chiuderà i battenti". "Vedo che ha questa ossessione per la Lega - commenta Castelli - ma se è così forte, se riscuote un così largo consenso come lui sostiene, perché non si fonda un suo partito?"

    "La smetta di interferire in cose che non lo riguardano. E soprattutto, in riferimento a Pontida, non minacci, ma agisca democraticamente - afferma ancora il capogruppo della Lega in Senato - anche perché interrompere una manifestazione politica pubblica potrebbe prevedere l'allontanamento da parte delle forze dell'ordine nel caso di comportamenti che possano mettere in pericolo l'ordine pubblico o la sicurezza dei partecipanti".

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Politica - La manifestazione prevista per domenica prossima è stata rimandata a data da destinarsi. Forti polemiche degl fronte indipendentista e sui forum sul web
    La Lega rinuncia ancora a Pontida


    --------------------------------------------------------------------------------

    Dopo il rinvio del 18 giugno, ora anche l'adunata del 2 luglio viene rimandata. La decisione, presa da Bossi nel pomeriggio, mette in risalto le difficoltà che il Carroccio sta attraversando da tempo e che dopo la sconfitta del referendum si fanno più forti.
    Il senatur promette battaglia, "torneremo a Pontida per presentare nuove proposte". Ma intanto diversi ex militanti iniziano a farsi sentire con maggior insistenza. È il caso di Max Ferrari, ex direttore di Telepadania e leader del Fronte indipendentista.
    In un'intervista ad Affari italiani, e ripresa in continuazione nei forum padani sul web, afferma che "la Lega è finita. A dicembre si scioglierà e chiuderà i battenti. Speriamo di riuscire a raccogliere i frutti di questa giusta scomparsa". Secondo Ferrari i giochi sono fatti e la gran parte dei leader passeranno a Forza Italia, tranne Maroni che andrà con la sinistra e Giorgetti che invece non si schiererà.
    Le dichiarazioni hanno scatenato un putiferio in casa Lega e sono numerose le prese di posizioni di chi come Castelli afferma che Ferrari è stato preso da un malore a causa del caldo. A chi come Galli rivendica un'appartenenza fedele al Carroccio.
    Sul forun Padania, molto attivo in questi giorni, si susseguono a centinaia gli interventi di fedeli all'intransigenza di Ferrari ad altri che invece appoggiano ancora Bossi.
    Una situazione in grande fermento che non può certo essere analizzata da queste scaramucce, ma certo la fatica a contenere il malumore di molti ha un suo segno evidente nel nuovo rinvio di Pontida.

    Mercoledi 28 Giugno 2006

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Lo spadone di Bossi è arrugginito. Rinviato il raduno di Pontida
    Martedì, 27 giugno

    Il raduno della Lega di Pontida, previsto per domenica prossima, slitterà a data da destinarsi, probabilmente a fine estate. La decisione di rinviare l'appuntamento è stata presa da Bossi. Il segretario della Lega, dopo la bocciatura della 'devolution' e delle altre riforme costituzionali con il referendum tenuto domenica e lunedì, aveva detto: si va avanti sul federalismo.

    Il tradizionale raduno avrebbe dovuto tenersi domenica 2 luglio ma gia' nei giorni scorsi era girata la voce dell'eventualita' di un rinvio. 'La Lega sta pensando a come procurar battaglia...dobbiamo lavorare e pensare - spiega il leader leghista - Quando sara' il momento andremo a Pontida: li' vado a dire delle cose davanti al popolo, e lo faro' quando sara' il momento'. "Condivido in pieno la scelta di Bossi di rinviare Pontida, perchè a Pontida si va quando c'è da presentare al popolo un progetto politico definito". E' l'opinione di Roberto Calderoli (Lega), vicepresidente del Senato, dopo l'annuncio del Carroccio di rinviare il raduno previsto a Pontida per il prossimo 2 luglio. Calderoli spiega che la decisione non è stata dettata da timori su possibili "contestazioni" dopo l'esito del voto.

    La base contesta

    "La Lega è finita. A dicembre si scioglierà e chiuderà i battenti". A sparare a zero all'indomani della sconfitta al referendum costituzionale è Max Ferrari, ex direttore di TelePadania, recentemente 'espulso' dal Carroccio e fondatore del Fronte Indipendentista Padano. Max Ferrari, in una intervista su Affari Italiani, racconta che una parte consistente di "senatori e onorevoli del Carroccio sono già in parola per passare in Forza Italia. Il primo è Calderoli, che da due anni è l'uomo di Berlusconi all'interno della Lega. E' già inquadrato e finirà nel partito del Nord di Tremonti. Con lui anche Castelli, Bricolo, Gibelli, Speroni, Dario Galli e Stefano Stefani. Che sono a un passo da Forza Italia". Quanto a Roberto Maroni, sarebbe addirittura il protagonista di una appoggio 'oscuro' al governo Prodi. Secondo Ferrari inoltre la Lega Nord sarebbem ad oggi, un movimento "sommerso dai debiti e dalle ipoteche". Secca la replica del presidente dei senatori della Lega Roberto Castelli: "Max Ferrari deve essere stato colpito da un grave colpo di calore".

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Fine di un ciclo?
    Sotto queste aperture si nasconde a malapena la convinzione che sia finito un ciclo, che riguarda anzitutto Berlusconi e la Lega.
    Umberto Bossi è cauto e dice: “Si va avanti comunque. Anche scozzesi, gallesi e catalani hanno tentato più volte. Tenteremo ancora, forse la gente ha bisogno di maturare”. E sulla stessa linea si colloca Roberto Maroni, ma con una differenza. Bossi pensa ancora alla CdL e al ruolo di Berlusconi; Maroni è pronto a fare il federalismo sia con il diavolo sia con l’acquasanta, cioè anche con la sinistra.
    E a questo proposito Max Ferrari, ex direttore di TelePadania, recentemente espulso dalla Lega e fondatore del Fronte Indipendentista Padano, ha detto che “la Lega è finita. A dicembre si scioglierà e chiuderà i battenti. Speriamo di riuscire a raccogliere i frutti di questa giusta scomparsa”.
    Secondo Ferrari, una parte consistente di senatori e deputati della Lega sono già in parola per passare in Forza Italia: “Il primo è Calderoli, che da due anni è l'uomo di Berlusconi all'interno della Lega. E' già inquadrato e finirà nel partito del Nord di Tremonti. Con lui anche Castelli, Bricolo, Gibelli, Speroni, Dario Galli e Stefano Stefani. Che sono a un passo da Forza Italia”.
    Diverso il discorso per Maroni, che secondo Ferrari sarebbe il protagonista di una appoggio “oscuro” al governo Prodi. Di questo è sicuro: “Una fetta minoritaria ma importante di persone garantiranno il loro sostegno al governo. Cosa che la Lega sta già facendo, perché Calderoli non è diventato vicepresidente del Senato a caso. Il movimento sta già dando un aiuto sottobanco al Senato all'Unione. Maroni aprirà un tavolo di trattativa con la sinistra, lo vedo già molto attivo con Bassanini e Bersani”.
    Non è un caso che l’apertura di Fassino sul Titolo V sia stata fatta indirizzandosi a Maroni nel corso di un dibattito organizzato dalla Fondazione David Hume. Fassino ha detto che confrontarsi su “verifica del Titolo V della Costituzione, sul federalismo fiscale e su un vero Senato federale” sono argomenti che offrono “un terreno di confronto per dare compiutezza al federalismo”.
    Non sappiamo quanto siano fondate l’analisi e la previsione di Ferrari, ma le sue dichiarazioni sono un sintomo importante.
    Che, almeno in parte, viene incontro al proposito di Berlusconi di rafforzare anzitutto Forza Italia, ciò che avverrebbe con un assorbimento di buona parte della Lega, ma al prezzo di approfondire il fossato che lo separa da Alleanza Nazionale e dall’Udc.
    Se tutto ciò avvenisse più o meno secondo queste linee, saremmo davvero alla fine di un ciclo. Ma non si può escludere che l’ingresso di leghisti in Fi potrebbe provocare una fuga dal partito di Berlusconi. Non a caso Marco Follini, confermando di volere restare nel centrodestra, ha rilanciato l’idea del “grande centro” che non può realizzarsi senza un rimescolamento di carte nell’intero centrodestra, forte a tal punto da provocarne uno analogo nel centrosinistra.

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito


 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Max Ferrari: "Alle regionali voteremo Lega Nord"
    Di Jack's Return Home nel forum Padania!
    Risposte: 121
    Ultimo Messaggio: 05-04-10, 20:17
  2. Risposte: 83
    Ultimo Messaggio: 03-07-06, 22:57
  3. Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 27-06-06, 18:37
  4. "Derattizziamo la Lega" Max Ferrari con i ribelli
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 03-05-06, 20:39

Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 365 Giorni: 0

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226