User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 16
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    9,439
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs down Gli ipocriti: fra i tanti, Riccardo Pacifici e Riccardo Di Segni

    da http://euro-holocaust.splinder.com/p...8/Gli+ipocriti

    Gli ipocriti

    Lo sapete: il governo egiziano ha accusato l'Italia di razzismo per i fatti di Rosarno. Conoscete anche alcune risposte, con l'ovvio riferimento alle violenze in Egitto contro i copti. Oppure avete letto la spiegazione di Marcello Foa, sulle dinamiche interne tra governo egiziano e settori dell'integralismo religioso. Foa dice, in sostanza, che Mubarak deve sbraitare affinché l'opposizione al suo governo non possa sfruttare il malumore per l'atteggiamento governativo, troppo vicino all'Occidente e ad Israele e troppo poco attento alle sorti dei palestinesi. Non a caso cita il muro che separa l'Egitto da Gaza. Ma nelle settimane scorse, di un altro muro si è parlato, ossia quello sotterraneo e di acciaio, sempre tra Egitto e Gaza. Tale muro, se la notizia è vera (non c'è conferma da parte del paese nordafricano), verrà costruito usando competenze americane e servirà, una volta di più, a bloccare il passaggio di persone da e per Gaza.

    Anche per questo una parte dell'opposizione egiziana si lamenta e anche per questo il governo di Mubarak inscena la sua protesta contro l'Italia. Solo che, leggendo di questo nuovo muro, così come dell'ipocrisia egiziana, mi è venuto in mente anche dell'altro.

    [...] "È giunto il tempo di lavorare a nuove aspirazioni", ha auspicato Pacifici che ha anche manifestato a Benedetto XVI l'apprezzamento per la posizione coraggiosa assunta sul tema dell'immigrazione. "Noi, che fummo liberati dalla schiavitù in terra d'Egitto, come ricorda il primo Comandamento, siamo al Suo fianco - ha assicurato - perché tale tema venga affrontato con "giustizia". Possiamo e dobbiamo contrastare paura e sospetto, egoismo ed indifferenza; rafforzare la cultura dell'accoglienza e della solidarietà, dell'altruismo e della sete di conoscenza dell'altro. Dobbiamo contrastare quelle ideologie xenofobe e razziste che alimentano il pregiudizio, far comprendere che i nuovi immigrati vengono a risiedere nel nostro continente, per vivere in pace e per raggiungere un benessere che ha forti ricadute positive per la collettività tutta. [...] ("Una preghiera per la pace universale", L'Osservatore Romano, 18/01/2010)

    Avrete capito che quanto riportato sopra sono parole di Riccardo Pacifici, portavoce della comunità ebraica romana, pronunciate durante l'ultima visita di Benedetto XVI alla principale sinagoga della Capitale. Citando un altro passo:

    [...] "Sono passati 24 anni dalla storica e indimenticabile visita di Giovanni Paolo II in questa Sinagoga. Allora fu forte la richiesta rivolta al Papa dai nostri dirigenti di riconoscere lo Stato d'Israele, cosa che effettivamente avvenne pochi anni dopo. Fu un ulteriore segno di tempi cambiati e più maturi. Lo Stato di Israele è un'entità politica, garantita dal diritto delle genti. Ma nella nostra visione religiosa non possiamo non vedere in tutto questo anche un disegno provvidenziale. Nel linguaggio comune si usano spesso espressioni come "terra santa" e "terra promessa", ma si rischia di perderne il senso originario e reale. La terra è la terra d'Israele, e in ebraico letteralmente non è la terra che è santa, ma è eretz haQodesh la terra di Colui che è Santo; e la promessa è quella fatta ripetutamente dal Signore ai nostri patriarchi, Abramo, Isacco e Giacobbe di darla ai loro discendenti, i figli di Giacobbe-Israele, che effettivamente l'hanno avuta per lunghi periodi. Nella coscienza ebraica questo è un dato fondamentale e irrinunciabile che è importante ricordare che si basa sulla Bibbia". [...] ("Una preghiera per la pace universale", L'Osservatore Romano, 18/01/2010)

    Stavolta, a parlare, nella stessa occasione, è Riccardo Di Segni, rabbino capo a Roma. Dopo questa cascata di miele, un po' di sapori piccanti. Ad esempio, le affermazioni di Ehud Olmert, pronunciate nel 2007 e in altre occasioni, sul pericolo, per Israele, di sparire se la soluzione a due Stati crolla, oppure quelle recenti di Netanyahu, sulla costruzione di una nuova barriera al confine con l'Egitto, in maniera da impedire il passaggio di immigrati irregolari e garantire il carattere "democratico" ed "ebraico" di Israele. Aggiungiamo l'aumento vertiginoso di revoche di cittadinanza ad arabi residenti a Gerusalemme Est (notizia Ansa del 2 dicembre 2009). Oppure lo scandalo, troppo poco mediatizzato, degli insegnamenti di rabbini come Yitzhak Shapira e Yosef Elitzur, che educano all'uccisione di bambini gentili, anche neonati, se si presume una loro crescita iniqua per gli interessi ebraici. Ecc.

    Ora, come leggere il miele dei Pacifici e dei Di Segni, alla luce di quanto appena riportato? Contesti diversi? Ovvio, ma l'ebraismo romano e italiano non è un mondo a parte rispetto ad Israele, come d'altronde si evince dalle parole dello stesso Di Segni.

    L'ebraismo italiano vuole l'Italia multietnica, ossia vuole l'annullamento dell'Italia degli italiani. Allo stesso tempo esalta il legame con Israele, rivendicando il mito biblico, quindi il carattere ebraico di quella terra. Non a caso, Olmert afferma la necessità, sposata anche in tempi recenti dall'ebraismo americano, di una soluzione a due Stati, non semplicemente perché si debba dare una terra loro propria ai palestinesi, ché sarebbe una conseguenza, quanto affinché gli ebrei abbiano una propria terra a propria discrezione. E, d'altronde, la soluzione a due Stati è una soluzione razzista, proprio perché fondata sulla divisione etnica e religiosa.

    Ma, intanto, l'Italia deve essere multietnica...
    Ultima modifica di L'Europeo; 22-01-10 alle 22:26

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Cancellato
    Data Registrazione
    14 Jun 2009
    Messaggi
    34,331
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Gli ipocriti: fra i tanti, Riccardo Pacifici e Riccardo Di Segni

    I sionisti sono così:razzisti a casa loro,antirazzisti in quella altrui.
    Del resto tutte le maggiori associazioni antirazziste sono dirette dai
    camerati di sion..ci sarà pur un motivo.
    Ultima modifica di Nazionalistaeuropeo; 23-01-10 alle 00:31

  3. #3
    Smoderatore
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    15,663
    Mentioned
    26 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Rif: Gli ipocriti: fra i tanti, Riccardo Pacifici e Riccardo Di Segni

    Citazione Originariamente Scritto da Nazionalistaeuropeo Visualizza Messaggio
    I sionisti sono così:razzisti a casa loro,antirazzisti in quella altrui.
    Del resto tutte le maggiori associazioni antirazziste sono dirette dai
    camerati di sion..ci sarà pur un motivo.
    Evitare il complottismo va bene, il pragmatismo politico per non passare per le solite macchiette 'naziste' va bene, ma per una volta diciamolo: non è questione di sionisti (perchè c'è anche chi preferiva continuare a fare solo il 'giudeo internazionale'), è -ed è sempre stata- questione di EBREI.

    Quelli che si lamentano del razzismo dei goym, quelli che piangono per i milioni di morti ebrei che i goym hanno fatto durante la storia (più ne ammazzano più ce ne sono, fondano anche gli stati, strano eh, saranno mica come le teste di un idra?); quelli che bollano di antisemitismo tutto ciò che gli è scomodo, quelli che se non fai il pellegrinaggio al muro del pianto con la 'papalina' del cazzo li', la tua carriera politica può andare a puttane; quelli che fanno lobby e che hanno sempre uomini al potere nei posti che contano; quelli che 'le razze non esistono', ma se nasci ebreo resti ebreo anche se ti converti, e muori ebreo; quelli più razzisti di tutti, e -diciamolo pure- più infidi e più spietati. Quelli che fanno calare le braghe anche al Papa in persona.

    E-B-R-E-I.

    Oh, l'ho detto.

  4. #4
    Dio e Po***o
    Data Registrazione
    28 Jan 2007
    Messaggi
    23,499
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Gli ipocriti: fra i tanti, Riccardo Pacifici e Riccardo Di Segni

    Citazione Originariamente Scritto da Angelus Mortis Visualizza Messaggio
    Evitare il complottismo va bene, il pragmatismo politico per non passare per le solite macchiette 'naziste' va bene, ma per una volta diciamolo: non è questione di sionisti (perchè c'è anche chi preferiva continuare a fare solo il 'giudeo internazionale'), è -ed è sempre stata- questione di EBREI.

    Quelli che si lamentano del razzismo dei goym, quelli che piangono per i milioni di morti ebrei che i goym hanno fatto durante la storia (più ne ammazzano più ce ne sono, fondano anche gli stati, strano eh, saranno mica come le teste di un idra?); quelli che bollano di antisemitismo tutto ciò che gli è scomodo, quelli che se non fai il pellegrinaggio al muro del pianto con la 'papalina' del cazzo li', la tua carriera politica può andare a puttane; quelli che fanno lobby e che hanno sempre uomini al potere nei posti che contano; quelli che 'le razze non esistono', ma se nasci ebreo resti ebreo anche se ti converti, e muori ebreo; quelli più razzisti di tutti, e -diciamolo pure- più infidi e più spietati. Quelli che fanno calare le braghe anche al Papa in persona.

    E-B-R-E-I.

    Oh, l'ho detto.
    no, davanti al Papa sono loro a stare muti ed in piedi !
    mentre interiormente tremano per ciò che può dire.hefico:
    non abbiate Paura !
    http://www.effedieffe.com/

  5. #5
    Cacciaguida
    Data Registrazione
    29 May 2008
    Messaggi
    35,409
    Mentioned
    596 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Rif: Gli ipocriti: fra i tanti, Riccardo Pacifici e Riccardo Di Segni

    I Fratelli Maggiori sono stati chiarissimi.
    Vi è una sola Nazione Santa e Pura, Israele.
    Il resto deve essere livellato e spianato.
    E le genti mescolate.

  6. #6
    Forumista junior
    Data Registrazione
    22 Jun 2009
    Località
    Restaurazione eroico-solare del principio uranico della regalità sacra e della virilità apollinea
    Messaggi
    33
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Gli ipocriti: fra i tanti, Riccardo Pacifici e Riccardo Di Segni

    "È giunto il tempo di lavorare a nuove aspirazioni", ha auspicato Pacifici che ha anche manifestato a Benedetto XVI l'apprezzamento per la posizione coraggiosa assunta sul tema dell'immigrazione. "Noi, che fummo liberati dalla schiavitù in terra d'Egitto, come ricorda il primo Comandamento, siamo al Suo fianco - ha assicurato - perché tale tema venga affrontato con "giustizia". Possiamo e dobbiamo contrastare paura e sospetto, egoismo ed indifferenza; rafforzare la cultura dell'accoglienza e della solidarietà, dell'altruismo e della sete di conoscenza dell'altro. Dobbiamo contrastare quelle ideologie xenofobe e razziste che alimentano il pregiudizio, far comprendere che i nuovi immigrati vengono a risiedere nel nostro continente, per vivere in pace e per raggiungere un benessere che ha forti ricadute positive per la collettività tutta. [...] ([B]"Una preghiera per la pace universale"
    Ultima modifica di Ramesse; 23-01-10 alle 12:15

  7. #7
    Cancellato
    Data Registrazione
    10 Apr 2009
    Località
    Africa Orientale Italiana
    Messaggi
    8,885
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Gli ipocriti: fra i tanti, Riccardo Pacifici e Riccardo Di Segni

    Anche Gad Lerner...
    Ultima modifica di Lucio Vero; 23-01-10 alle 12:20

  8. #8
    Cancellato
    Data Registrazione
    14 Jun 2009
    Messaggi
    34,331
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Gli ipocriti: fra i tanti, Riccardo Pacifici e Riccardo Di Segni

    Citazione Originariamente Scritto da Angelus Mortis Visualizza Messaggio
    Evitare il complottismo va bene, il pragmatismo politico per non passare per le solite macchiette 'naziste' va bene, ma per una volta diciamolo: non è questione di sionisti (perchè c'è anche chi preferiva continuare a fare solo il 'giudeo internazionale'), è -ed è sempre stata- questione di EBREI.

    Quelli che si lamentano del razzismo dei goym, quelli che piangono per i milioni di morti ebrei che i goym hanno fatto durante la storia (più ne ammazzano più ce ne sono, fondano anche gli stati, strano eh, saranno mica come le teste di un idra?); quelli che bollano di antisemitismo tutto ciò che gli è scomodo, quelli che se non fai il pellegrinaggio al muro del pianto con la 'papalina' del cazzo li', la tua carriera politica può andare a puttane; quelli che fanno lobby e che hanno sempre uomini al potere nei posti che contano; quelli che 'le razze non esistono', ma se nasci ebreo resti ebreo anche se ti converti, e muori ebreo; quelli più razzisti di tutti, e -diciamolo pure- più infidi e più spietati. Quelli che fanno calare le braghe anche al Papa in persona.

    E-B-R-E-I.

    Oh, l'ho detto.
    Non che tu abbia tutti i torti...
    ma se noti bene ci sono diversi
    ebrei sionisti(Terracina,Ovadia)
    campioni dell'antirazzismo qua...
    e sostenitori accesi dello stato sionista.
    Sono sono proprio loro a confermarlo

    Qui ad esempio Terracina si lamenta
    della "persecuzione dei rom",scendendo
    nell'intervista però notiamo la difesa dello stato
    razzista sionista


    Piero Terracina, sopravvissuto ad Auschwitz: "Il Pdl ha un'anima fascista e razzista. I Rom in Italia sono una minoranza perseguitata"


    di Eleonora Martini (da Il Manifesto, 18 aprile 2008)

    «Non basta mettersi la kippah davanti al Muro del pianto, per smettere di essere fascisti. L'hanno fatto in tanti, forse l'hanno fatto in troppi. Io credo che votare per un partito che accoglie gente come Alessandra Mussolini e Ciarrapico dovrebbe essere impossibile per tutti, non solo per gli ebrei, ma anche per i tanti antifascisti che ci sono nel centrodestra. Figuriamoci poi dare il voto ad una destra estrema che si dichiara apertamente fascista. Il problema non è l'apparentamento con Storace, il problema è Alemanno stesso, candidato a sindaco di Roma». È lucido e non ha perso nemmeno un grammo di memoria, Piero Terracina, classe 1928, esponente di spicco della comunità ebraica e colonna portante dell'antifascismo italiano. Terracina aveva 15 anni quando venne arrestato dalle Ss e deportato ad Auschwitz insieme agli altri sette membri della sua famiglia. Tornò a Roma da solo, unico superstite. «Mi denunciarono i fascisti, loro mi consegnarono alle Ss per prendersi il compenso di cinque mila lire. E quando tornai, a 17 anni, senza più nessuno, la prima lettera che ricevetti fu dallo stato italiano che reclamava le tasse arretrate di mio nonno ucciso nelle camere a gas. E solo dopo nove anni ottenni l'aiuto economico che avevo chiesto. Eccolo, è un assegno che non ho mai incassato e che da allora porto sempre con me, guardi: sono 48.065 lire». Allora lo stipendio medio era di 200 mila lire.

    Dopo le proteste del presidente Riccardo Pacifici, Alemanno ha detto ieri che terrà conto dell'opinione della comunità ebraica romana per decidere sull'apparentamento con La Destra. Ma ci tiene a ricordare che Storace è stato in Israele prima di Fini.
    Credono che sia sufficiente andare in pellegrinaggio in Israele o ad Auschwitz. Ma quando si tratta poi di esprimere con i fatti le loro idee, si rivelano per quello che sono. Dovremmo ricordare tutti il loro passato perché il problema purtroppo è questo: a differenza della Germania, l'Italia non ha mai fatto i conti con il suo passato. La Shoah non ci sarebbe stata senza le leggi razziali nel '38, e queste non avrebbero potuto essere emanate se il fascismo non avesse tolto a tutti noi italiani la libertà nel '22. E non dimentichiamo che è il fascismo che ha fatto scuola al nazismo, nato solo successivamente.

    «Anche Fiamma Nirenstein è entrata senza remore nel Pdl. Possibile che ormai il giudizio sulle politiche dei governi israeliani sia diventata la vera discriminante politica di molti ebrei, più che i principi e i valori che esprime una parte politica?
    Quello che penso l'ho già detto personalmente a Fiamma, la sua scelta mi ha fatto molto male.

    Ci racconta cosa le ha detto precisamente?
    Le ho detto che secondo me per un ebreo entrare in un partito che accoglie fascisti è andare, come dire, contro natura. Io credo che il padre di Fiamma, Alberto Nirenstein, deportato anche lui, si sia rivoltato nella tomba. Però c'è da dire che se ormai si è arrivati a questo punto la colpa è anche della sinistra. Siccome gli estremi spesso si toccano, l'estrema sinistra ha assunto le stesse idee dell'estrema destra. C'è un antisemitismo mascherato dietro le prese di posizione sul conflitto israelo-palestinese: la colpa alla fine è sempre degli ebrei. Apparentemente l'odio è anti israeliano, ma in realtà si riversa contro tutti gli ebrei. Ogni persona di buon senso dovrebbe capire che uno stato sovrano ha il diritto e il dovere di difendere i propri cittadini.

    È per questo che la maggior parte della comunità ebraica ha fatto una scelta di campo verso il centrodestra?
    Indubbiamente questa presa di posizione della sinistra ha orientato il pensiero di molti ebrei. Non ci dimentichiamo che Israele è la nostra assicurazione sulla vita. E da questo punto di vista hanno fatto danni tutti, li ha fatti l'estrema sinistra ma anche D'Alema, andando a braccetto con il capo degli Hezbollah.

    Eppure Alemanno, che sembra mostrare questa sensibilità verso Israele, nel suo incontro di oggi (ieri, per chi legge) con il ministro francese dell'immigrazione e dell'identità nazionale, Brice Hortefeux, ha parlato di preferenza nazionale e del solito «problema immigrazione» e «nomadi». Non vede alcuna contraddizione in questo?
    Certo. Infatti, non è razzismo anche questo? Non metto in dubbio che la questione dei campi rom possa essere diventata ormai un problema sociale, ma c'è modo e modo di parlarne e di affrontarlo. Perché invece non cercare una soluzione condivisa con queste persone? Io, che giro molto per le scuole di tutta Italia, vedo che spesso i ragazzi rom sono più motivati dei loro coetanei, ma non viene data loro alcuna opportunità. Ricordiamoci che abbiamo impedito ai cosiddetti nomadi di continuare quelle che erano le loro tradizionali attività: i ramai, gli allevatori di cavalli. Qualsiasi cosa tentino di fare per vivere onestamente devono chiedere la partita Iva.

    Sono una minoranza perseguitata, secondo lei, i rom oggi in Italia?
    Assolutamente sì.

    Alemanno oggi (ieri, ndr) per addolcire la «pillola» Storace si è profuso in lodi verso l'iniziativa di Veltroni di promuovere viaggi per Auschwitz con gli studenti delle scuole romane. Ha detto che «vanno senz'altro ripetuti». Lei lo accompagnerebbe Alemanno, in un viaggio del genere?
    Innanzitutto ricordiamo che il primo viaggio con le scuole romane ad Auschiwtz l'ha ideato Rutelli nel '98. Solo nel 2002 Veltroni ha rinnovato la tradizione, anche se lui ha avuto il merito di istituzionalizzarli in modo che anche le future amministrazioni capitoline avranno il compito di organizzare e promuovere questi viaggi della memoria.

    E poi?
    Poi voglio dire chiaramente: io ho partecipato a tutti i viaggi organizzati per le scuole romane, ma non credo che potrei mai accompagnare un Ciarrapico e nemmeno lo stesso Gianni Alemanno.

  9. #9
    Cancellato
    Data Registrazione
    14 Jun 2009
    Messaggi
    34,331
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Gli ipocriti: fra i tanti, Riccardo Pacifici e Riccardo Di Segni

    Citazione Originariamente Scritto da Midgard Visualizza Messaggio
    Anche Gad Lerner...
    Gad Lerner è come Moni Ovadia,
    sionista pure lui ma preferisce
    un linguaggio antirazzista e di
    sinistra ai linguaggi rozzi e aggressivi
    degli atlantisti.

  10. #10
    Cancellato
    Data Registrazione
    14 Jun 2009
    Messaggi
    34,331
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Gli ipocriti: fra i tanti, Riccardo Pacifici e Riccardo Di Segni

    LICRA

    Questo è il sito della LICRA,lega internazionale contro il razzismo e l'antisemitismo,anche questi sostenitori dell'entità sionista.
    Sono i responsabili dell'oscuramento dei canali "antisemiti"
    arabi in Europa,con loro si mosse anche l' "identitario"
    Borghezio

    http://www.licra.org/lactualite/comm...uvoirs-publics

    http://www.europarl.europa.eu/bullet...2005)08_it.pdf
    Ultima modifica di Nazionalistaeuropeo; 23-01-10 alle 16:14

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Riccardo Pacifici esprime timori.
    Di amerigodumini nel forum Destra Radicale
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 14-11-12, 21:44
  2. Riccardo Pacifici su Iannone
    Di Fuoco della Rivolta nel forum Destra Radicale
    Risposte: 140
    Ultimo Messaggio: 18-01-12, 01:15
  3. Gli ipocriti: fra i tanti, Riccardo Pacifici e Riccardo Di Segni
    Di L'Europeo nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 39
    Ultimo Messaggio: 27-01-10, 12:54
  4. Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 24-01-10, 14:51
  5. Riccardo Pacifici: candidati impresentabili
    Di Dragonball (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 41
    Ultimo Messaggio: 22-02-06, 12:10

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226