User Tag List

Pagina 12 di 13 PrimaPrima ... 2111213 UltimaUltima
Risultati da 111 a 120 di 125

Discussione: Cantade E Ballade Bois

  1. #111
    Minutemen
    Ospite

    Talking Thatari vs. "Casteddu Furona"

    Citazione Originariamente Scritto da Doloverre
    no, stavo solo scherzando .... mi piazi Casteddu e li casteddai, lu ki no m'aggrada è la pulitiga di la Regioni i lu Cabu di Sobra ... e la Regioni à sedi in Casteddu ...

    anda in bon'ora ..
    ceeeeeeeeeee
    cessu cessu
    CASTEDDU FURONA !!!!!

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #112
    Registered User
    Data Registrazione
    05 Nov 2002
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    380
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da akuardenti
    La', un'atru campidanesu-casteddaiu cumplessau linguisticamenti!

    Sa bariedadi de sa lìngua sarda chi si impèrat in Casteddu, varianti de su campidanesu, est po mimi una de is prus bellas chi nci funt in Sardìnnia. E candu arrennesciu a agatai ancora calincunu casteddaiu giai in edadi, chi chistionat totu in sardu, de su primu fueddu fintzas a s'urtimu, in arrexonu mancai cun fedalis e amigus, est musica tropu bella po is origas mias!!!

    Chi ddi nau custus fueddus prenus de arraspiori e marigosori est poita mi dispraxit tropu chi in custa tzitadi si siat perdiu aici meda s'imperu de su sardu.
    Custu, siguru, po mori de cunditzionis storicas e sotzialis generalis de totus is citadis mannas, e particolaris de custa, cunditzionis chi trabàllant prus cabudraxas e de manera prus forti chi no in is biddas, in su processu de perdida de una lìngua de minoria. Ma fortzis puru po mori de una certa lebiesa de is generatzionis ananti de sa mia, chi no ant tentu fortzis bastanti stima po su sardu, o sa bolontadi, o s'arramponu chi iat a essi serbiu po aguantai custa lìngua e de dda trasmiti a is generatzionis noas...

    Deu seu giovunu, e no scit Fustei cantu mi dispraxit a Dd'intendi arregordendi is dicius e is fueddus de Ajaja sua, comenti chi fessint repertus de unu museu e no espessionis bias in sa fueddada de donnia dì..
    Caro amico, diamoci del tu (io non lo farò mai con Juanna Maria), sei riuscito a commuovermi.
    Mia nonna palava in sardo, i miei genitori no. Io solo per snobismo culturale(!).
    Io insegno (?!) il sardo alle mie nipotine così come le accompagno (con stupore, per loro e per me) nelle biblioteche e nei musei.
    Non facciamoci illusioni: a Cagliari la variante campidanese sta in un vetrinetta. I nobili di Castello, che parlavano in sardo, sono scomparsi con don Paolo De Magistris.
    Diceva uno che (forse) se ne intende:
    "Non è la lingua che fa l'identità e l'indipendenza (politica e culturale) di un popolo." E tirava fuori i suoi esempi.
    Io direi:"Non è solo la lingua".
    Se fosse solo la lingua (per giunta con i tre tronconi e le tante varianti) potremmo dimenticarci l'identità e l'indipendenza.
    Grazie.
    Saluti

  3. #113
    Akuadrenti cun akina si 'onint
    Data Registrazione
    12 Feb 2006
    Località
    Sa Illeta
    Messaggi
    63
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Talking ohh skillellèèè

    "Non facciamoci illusioni: a Cagliari la variante campidanese sta in un vetrinetta. I nobili di Castello, che parlavano in sardo, sono scomparsi con don Paolo De Magistris."

    meixina ma ndi ses aici seguru?? Deu de casteddayus ki fueddant beni su sadru (su casteddayu skètiu, cun cadelanismus e-i spannyolismus a bigas) ndi apu intèndiu medas..

  4. #114
    Registered User
    Data Registrazione
    05 Nov 2002
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    380
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Orçoco çancute
    Ess candu mi 'olit a su coru candu intendu kistionai de aici!
    Is ayayus ki fueddant in sadru, is mamai nostas ki du mindisprètziant..e nosatrus ki si du torraus a pigai cumenti a balori 'e identidadi! (no est sèmpiri aici, ellus, ca de mamas e babus ki fueddant in sadru nd'at unu muntoni..perou custu brìnkidu generatzionali medas 'ortas du est, e s'intendit..)

    "accabbamidda direbbe mia nonna" bhè..perou custu est a nai a essi italianizaus (po su ki spetat s'umpreu de sa lìngua) a su 100%!!
    Acabbamidda est unu fueddu de donnya dì, du narant is piçokeddus puru!
    Aiutami a capire: accabbamidda (finiscimela) sarebbe un italianismo? Oppure ho capito male io?
    E' usato ancora, in certi ambiti cagliaritani, ma in genere nel contesto di una frase in italiano.
    Vivono ancora a Cagliari, più come vezzo o come curiosità popolare o familiare o come libello ridanciano, parole ed espressioni (ricercatissimi gli insulti e le trivialità) che sono reperti archeologici (bronzetti linguistici) destinati lentamente a scomparire fagocitati non solo dall'italiano ma anche dall'inglese.
    Bisogna riconoscere che molti meriterebbero la sopravvivenza (con o senza il Puddu e il Martelli):
    basuccu
    gorbagliu
    concali e le varianti conca de ginugu e conca de cossiu
    artaria de grifoni
    anima frira
    bucchezzapulu / bucca de zappulu
    cavurebassa / cavuru de bassa
    merdona stontonara
    sa bucca de sa nassa
    stuvioni
    arretonera
    dinai callenti
    parendimì unu lusingiu
    preghendi a morri po s'arreposai
    e così via.
    Saluti

  5. #115
    email non funzionante
    Data Registrazione
    17 Feb 2006
    Località
    Sa tzitadi de is tres maris
    Messaggi
    2,390
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da medicinaechirur
    Caro amico, diamoci del tu (io non lo farò mai con Juanna Maria), sei riuscito a commuovermi.
    Mia nonna palava in sardo, i miei genitori no. Io solo per snobismo culturale(!).
    Io insegno (?!) il sardo alle mie nipotine così come le accompagno (con stupore, per loro e per me) nelle biblioteche e nei musei.
    Non facciamoci illusioni: a Cagliari la variante campidanese sta in un vetrinetta. I nobili di Castello, che parlavano in sardo, sono scomparsi con don Paolo De Magistris.
    Diceva uno che (forse) se ne intende:
    "Non è la lingua che fa l'identità e l'indipendenza (politica e culturale) di un popolo." E tirava fuori i suoi esempi.
    Io direi:"Non è solo la lingua".
    Se fosse solo la lingua (per giunta con i tre tronconi e le tante varianti) potremmo dimenticarci l'identità e l'indipendenza.
    Grazie.
    Saluti
    Mi seu postu a ti nai "Fustei" poita apu tentu idea de chini potzast essi, e duncas no est stetiu po scioberu, m'est bessiu naturali.
    Apu a circai de sighiri, torrendidì gratzias, a ti donai de tui.
    Is cosas chi nd'as bogau aforas funt medas e nci at essi de si stentai tropu po ndi fueddai comenti si spetat.

    In pagus fueddus e cumentzendi de sa fini, deu seu cumbintu chi sa lingua siat su prus impotanti sinnu de identidadi de unu populu. No est s'unicu, ma su prus forti, no sceti poita pinnigat a pari su populu chi s'arreconnoscit in cussa lingua, ma poita in sa lingua s'agatat arresumia sa storia de su populu etotu, chi chentz'e ddu sciri is generatzionis si funt trasmitia de babbu a fillu.
    Ma prus che totu in sa lingua est s'anima, su puntu de ida, su modu de pentzai e ligi su mundu de cussu populu, chi s'est arrefinau in su tempus in paris a sa lingua etotu chi ddu esprèssat. E nisciun'atra arrennescit a ddu fai mellus e de menera prus verdadera. Chi boleus aguantai unu nostu modu de pentzai, depeus aguantai sa lingua nosta. Po mimi spaciada sa lingua, bellu che spaciau su popolu!

    Sa pagu unidadi de su sardu est unu problema frassu, giai chi is diferentzias funt pagus e sa lingua est giai una, mancai no siat standardizada e codificada unitariamenti. Deu creu chi serbat, e allestu puru, a dda normalizai, ma po imoi no serbant e antzis potzant fai dannu is unificatzionis, totu su prus po pagus imperus.
    Arregordeusì ca imoi est importanti a ddu sarvai su sardu. Chi s'aguantaus su sardu, a unificai seus sempri in tempus!

    Su sardu in casteddu est mali postu ma nci funt medas familias chi ddu aguantant e ddu manigiant ancora, pagu in castedd'e susu, de prus in is apenditzius popolaris. Ma depeus tenni i contu puru sa diaspora de is familias, spartzindas in donnia logu, interland puru. Sa situatzioni no est fortzis aici legia chi castiaus trasversalmenti a sa sotziedadi casteddaia.
    No ti potzu cuai su strunciu e a bortas su minispretziu cosa mia innantis a s'avesu, forti meda in is familias casteddaias massimamenti cussas prus "bonas" , a cunsiderai su sardu comenti sfitziu culturali, citatzionismu de museu de is frasias de un'antiga e mitizada sotziedadi casteddaia de is aiaius. E su snobismu, s'orgolliu, sa bragheria de si autonomenai casteddaius "veraci", casteddaius berus de tantis generatzionis, candu de "verace" mi parit chi siat abarrau mesu pagu. Comenti puru asuba de s' arrispetu po aiaius e bisaius mi parit nci potzat essi de nai, chi no seus stetius bonus a allogai sa lingua chi issus s'ant lassau a pustis de milli, duas mila annus bai circa, chi si dda passànt de babbu in fillu, a sa faci de dominaduras e oberiduras a su mundu de foras. E chi mancu po is casteddaius at mai bofiu nai a lassai su sardu e de essi sardus!

    Caru amigu, s'amarcord folcloristicu est po mala sorti nosta, unu sport tropu trastigiau de is casteddaius.
    E mi benit de pentzai a-i cussus casteddaius "illustri", portaus a nomini ca funt memoria storica de sa citadi, grandus paladinus de sa "cagliaritanità" e chi ddus prèmiant puru cun su titulu de "defensori de casteddu". Personis chi impari de is merescimentus chi ant tentu e chi deu ddis arreconnosciu, ant tentu perou responsabilidadis mannas comenti educadoris de generatzionis de casteddaius, ma prus che totu tenint sa nexi de no ai imparau sa lingua a is fillus e nebodis cosa insoru, seghendi cussu filu chi fiat arribau fintzas a issus. E est curpa chi issus etotu s' arreconnoscint.
    E insandus deu su premiu dd'emu a essi donau a preferentzia a calincunu bastasciu de portu, chi sciu chi at trasmitiu su casteddaiu a is fillus!

    E comenti potzu deu pigai po bona sa letzioni de custus inteletualis, chi a pustis de ai pigau parti a su bocimentu de su sardu, sighit a bolli fai is professoris narendi: il sardo non deve entrare a scuola, il sardo non va istituzionalizzato, perchè sarebbe ucciderla la lingua! la lingua degli affetti, dell'intimità...... dda tzèrriant!
    Chen'e pentzai ca est lingua de s'intimidadi po issus ca dd' ant arricia de sa mamma, ma no est prus po fillus e nebodis!!!

    E intzandus serru narendi ca deu seu sperantzosu chi su sardu potzat torrai a bivi in is bucas de sa genti, in is imperus fitianus de is sardus e de is casteddaius puru. Cosa chi at a sutzedi chi pesaus una seria pianificatzioni linguistica chi partat de sa scola, chi torrit dinnidadi e su sardu e coragiu a is sardus po ndi ddu torrai a bogai a foras, in is familias e in atrus cuntestus.

    Fortzis po tui no est stetiu e no est cosa de importu, fortzis as perdiu sa sperantzia, fortzis tui e medas personis de sa generatzioni tua biveis puru unu sentidu de curpa in custu..... Ma deu pigu in cunsideru puru is tempus chi eis biviu, is prioridadis, is fatus storicus sotzialis, no mi pongu a cundennai una generatzioni, a ghetai nexis. Is fenomenus funt cumplessus.

    Castius a innantis! no si dda pigaus a disconsolu nosu. Fortzis bosatrus nci eis giai postu una perda apitzus! Fortzis eis giai serrau sa tumba.
    Deu, nosu non si rassenniaus, no ddu lassaus su sardu, no ddu boleus biri arrenconau in is parastagius de unu museu, chi fessit puru de ndi ddu depi torrai a bogai de sa tumba......
    E chi no at a essi prus aici bellu, schetu, arricu, naturali e agratziau comenti cussu de Don Paulu, passièntzia...

    tenidì contu

  6. #116
    Ayò!!!
    Data Registrazione
    14 Feb 2005
    Località
    Emancipate yourselves from mental slavery, none but ourselves can free our minds...
    Messaggi
    563
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Po Akuardenti

    Amigu Caru,

    ti ollìu torrai gratzias po su as scritu me innoi e me in atrus 3ds.

    Mi praghit su ki naras de sa limba e mi praghit pura sa manera cosa tua de iscriri su sardu e de su ki scris prus in generali.

    Custa est sa prova ki, ki si olit fai, si podit kistionai de totu e cun totus, kenza de si "gherrai" paris paris, cun arrespetu po totus.

    Mi ollìu fintzas cumprimentai cun "su dottori", cumenti calincunu dd'at tzerriau, po sa manera ki est intrau "in custa domu", kenza de tzerriai, de pigai sa genti a fueddus maus, de "spudai me in terra" e aicci nendi.

    Candu ddu est s'arrespetu po su ki teneus a faki, si podit fai e nai totu, cosa ki, in custus urtimus tempus, no suntzedit meda me in custu logu jai ki troppu bascarimini si ligit...

    Scriu pagu e a bortas, manca d'essi bolliu fai, mi passat sa gana. Sighei de aicci.

    Domandu pedronu po su sardu cosa mia; ddu fueddu pagu e mai e ddu scriu fortzis peus, ma su ki ligeis est scritu cun sentidu.

    Tenèisì contu a si biri mellus....

  7. #117
    Registered User
    Data Registrazione
    05 Nov 2002
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    380
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da akuardenti
    Mi seu postu a ti nai "Fustei" poita apu tentu idea de chini potzast essi, e duncas no est stetiu po scioberu, m'est bessiu naturali.
    Apu a circai de sighiri, torrendidì gratzias, a ti donai de tui.
    Is cosas chi nd'as bogau aforas funt medas e nci at essi de si stentai tropu po ndi fueddai comenti si spetat.

    In pagus fueddus e cumentzendi de sa fini, deu seu cumbintu chi sa lingua siat su prus impotanti sinnu de identidadi de unu populu. No est s'unicu, ma su prus forti, no sceti poita pinnigat a pari su populu chi s'arreconnoscit in cussa lingua, ma poita in sa lingua s'agatat arresumia sa storia de su populu etotu, chi chentz'e ddu sciri is generatzionis si funt trasmitia de babbu a fillu.
    Ma prus che totu in sa lingua est s'anima, su puntu de ida, su modu de pentzai e ligi su mundu de cussu populu, chi s'est arrefinau in su tempus in paris a sa lingua etotu chi ddu esprèssat. E nisciun'atra arrennescit a ddu fai mellus e de menera prus verdadera. Chi boleus aguantai unu nostu modu de pentzai, depeus aguantai sa lingua nosta. Po mimi spaciada sa lingua, bellu che spaciau su popolu!

    Sa pagu unidadi de su sardu est unu problema frassu, giai chi is diferentzias funt pagus e sa lingua est giai una, mancai no siat standardizada e codificada unitariamenti. Deu creu chi serbat, e allestu puru, a dda normalizai, ma po imoi no serbant e antzis potzant fai dannu is unificatzionis, totu su prus po pagus imperus.
    Arregordeusì ca imoi est importanti a ddu sarvai su sardu. Chi s'aguantaus su sardu, a unificai seus sempri in tempus!

    Su sardu in casteddu est mali postu ma nci funt medas familias chi ddu aguantant e ddu manigiant ancora, pagu in castedd'e susu, de prus in is apenditzius popolaris. Ma depeus tenni i contu puru sa diaspora de is familias, spartzindas in donnia logu, interland puru. Sa situatzioni no est fortzis aici legia chi castiaus trasversalmenti a sa sotziedadi casteddaia.
    No ti potzu cuai su strunciu e a bortas su minispretziu cosa mia innantis a s'avesu, forti meda in is familias casteddaias massimamenti cussas prus "bonas" , a cunsiderai su sardu comenti sfitziu culturali, citatzionismu de museu de is frasias de un'antiga e mitizada sotziedadi casteddaia de is aiaius. E su snobismu, s'orgolliu, sa bragheria de si autonomenai casteddaius "veraci", casteddaius berus de tantis generatzionis, candu de "verace" mi parit chi siat abarrau mesu pagu. Comenti puru asuba de s' arrispetu po aiaius e bisaius mi parit nci potzat essi de nai, chi no seus stetius bonus a allogai sa lingua chi issus s'ant lassau a pustis de milli, duas mila annus bai circa, chi si dda passànt de babbu in fillu, a sa faci de dominaduras e oberiduras a su mundu de foras. E chi mancu po is casteddaius at mai bofiu nai a lassai su sardu e de essi sardus!

    Caru amigu, s'amarcord folcloristicu est po mala sorti nosta, unu sport tropu trastigiau de is casteddaius.
    E mi benit de pentzai a-i cussus casteddaius "illustri", portaus a nomini ca funt memoria storica de sa citadi, grandus paladinus de sa "cagliaritanità" e chi ddus prèmiant puru cun su titulu de "defensori de casteddu". Personis chi impari de is merescimentus chi ant tentu e chi deu ddis arreconnosciu, ant tentu perou responsabilidadis mannas comenti educadoris de generatzionis de casteddaius, ma prus che totu tenint sa nexi de no ai imparau sa lingua a is fillus e nebodis cosa insoru, seghendi cussu filu chi fiat arribau fintzas a issus. E est curpa chi issus etotu s' arreconnoscint.
    E insandus deu su premiu dd'emu a essi donau a preferentzia a calincunu bastasciu de portu, chi sciu chi at trasmitiu su casteddaiu a is fillus!

    E comenti potzu deu pigai po bona sa letzioni de custus inteletualis, chi a pustis de ai pigau parti a su bocimentu de su sardu, sighit a bolli fai is professoris narendi: il sardo non deve entrare a scuola, il sardo non va istituzionalizzato, perchè sarebbe ucciderla la lingua! la lingua degli affetti, dell'intimità...... dda tzèrriant!
    Chen'e pentzai ca est lingua de s'intimidadi po issus ca dd' ant arricia de sa mamma, ma no est prus po fillus e nebodis!!!

    E intzandus serru narendi ca deu seu sperantzosu chi su sardu potzat torrai a bivi in is bucas de sa genti, in is imperus fitianus de is sardus e de is casteddaius puru. Cosa chi at a sutzedi chi pesaus una seria pianificatzioni linguistica chi partat de sa scola, chi torrit dinnidadi e su sardu e coragiu a is sardus po ndi ddu torrai a bogai a foras, in is familias e in atrus cuntestus.

    Fortzis po tui no est stetiu e no est cosa de importu, fortzis as perdiu sa sperantzia, fortzis tui e medas personis de sa generatzioni tua biveis puru unu sentidu de curpa in custu..... Ma deu pigu in cunsideru puru is tempus chi eis biviu, is prioridadis, is fatus storicus sotzialis, no mi pongu a cundennai una generatzioni, a ghetai nexis. Is fenomenus funt cumplessus.

    Castius a innantis! no si dda pigaus a disconsolu nosu. Fortzis bosatrus nci eis giai postu una perda apitzus! Fortzis eis giai serrau sa tumba.
    Deu, nosu non si rassenniaus, no ddu lassaus su sardu, no ddu boleus biri arrenconau in is parastagius de unu museu, chi fessit puru de ndi ddu depi torrai a bogai de sa tumba......
    E chi no at a essi prus aici bellu, schetu, arricu, naturali e agratziau comenti cussu de Don Paulu, passièntzia...

    tenidì contu
    Ho poco da aggiungere a questo piccolo capolavoro di lingua e di ragionamento.
    Ti prego di ricordare che nelle grandi città (non solo a Cagliari) il linguaggio è una forte discriminante sociale. Qualcuno direbbe: anche culturale.
    Ecco perché con don Paolo abbiamo perso molto, moltissimo. Non solo un grande sindaco, un uomo di cultura, ma un grande sardo.
    Saluti

  8. #118
    email non funzionante
    Data Registrazione
    17 Feb 2006
    Località
    Sa tzitadi de is tres maris
    Messaggi
    2,390
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da medicinaechirur
    Ho poco da aggiungere a questo piccolo capolavoro di lingua e di ragionamento.
    Ti prego di ricordare che nelle grandi città (non solo a Cagliari) il linguaggio è una forte discriminante sociale. Qualcuno direbbe: anche culturale.
    Ecco perché con don Paolo abbiamo perso molto, moltissimo. Non solo un grande sindaco, un uomo di cultura, ma un grande sardo.
    Saluti
    Hai ragione e lo so bene, ho sempre vissuto in questa città. Ma proprio per il fatto che probabilmente non abbiamo più riferimenti illustri e carismatici da assumere a modello (per ciò che concerne l'utilizzo del sardo, ma forse non solo), l'unica speranza per risolleverne le sorti è la sua introduzione in contesti formali: scuola, istituzioni, televisioni ecc. Dunque un reale bilinguismo.
    Solo così si può restituire dignità sociale al sardo e vincere le resistenze al suo utilizzo e trasmissione familiare. Del resto città ben più grandi di cagliari come Barcellona sono una dimostrazione di come, nei pochi decenni post franchisti l'idioma locale sia arrivato oggi a giocarsela testa a testa e in tutti i contesti col castigliano.
    tutto dipende dalla nostra volontà e convinzione.

    saluti


    Po barrosu:

    gratzias meda, ses tropu bonu!

    Po su sardu, no ti preocupist, a pagu a pagu. Ndi teneus totus de imparai!

  9. #119
    ivomurgia.splinder.com
    Data Registrazione
    20 Apr 2006
    Messaggi
    486
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    po akuardenti.
    bellu meda su chi as scritu. deu, po sa parti mia, seu de acòrdiu in totu.

  10. #120
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    20 May 2009
    Messaggi
    7,923
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da medicinaechirur
    Gentile Signora Juanna Maria,
    la sua capacità di indagare sciamani e tradizioni, misteri e leggende nuragiche le ha fatto scoprire che sono veramente de cuddos omines de "una volta".., un omini a s'antiga, unu pagu sciolloriau, come direbbero i cagliaritani. Mi comporto quindi secondo i doveri della mia età, almeno con le signore soprattutto se mitiche per reputazione e per studio. Nonostante l'anagrafe cerco di stare al passo con i tempi attuali e con le idee (e le illusioni) che avevo...allora.
    Con Lei devo usare una particolare cautela e riconoscenza anche perché credo di averla inserita più di una volta in qualche mia bibliografia. E poi amo la sua variante della lingua sarda, quella che reputo la più bella e insieme la più austera.
    Noi della costa africana della Sardegna non abbiamo una nostra variante (dovrebbe essere quella campidanese) ma una parlata imbarbarita dai tanti invasori e colonizzatori vecchi, recenti e attuali. Con, in più, una ben nota cadenza ("la cadenza cagliaritana") che ci rende antipatici. Ma, dicono, non è il solo motivo di antipatia.
    Per fortuna un bellissimo libro degli eredi Mureddu è riuscito a mettere in salvo quel tanto di originale e di espressivo che c'era nel linguaggio dei cagliaritani "di una volta".
    Accabbamidda, direbbe mia nonna, da ses fenti troppu longa po ti donai importanza cun sa signora.
    Ed è vero. Aveva ragione mia nonna che mi conosceva bene.
    La saluto.

    ...Tziu Dotò...mì chi sezis irbaglianne femina!...deo no appo iscrittu ne imprentatu perunu libru


    ...sa mitica...est in islang (da legherein inglese)...e non tenet nudda de mitica!

    pro sa variante de sa limba...connosco custa e custa faeddo, ma sa limba sarda est bella tottu...ya l'isco chi in Maurritania ...sono innammoratos de su barbaricinu!...a narrer su veru sa cosa mi sputììììì!

 

 
Pagina 12 di 13 PrimaPrima ... 2111213 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Avanti Pop - Tetes de Bois
    Di MARIOK nel forum Musica
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 18-04-10, 11:51
  2. Guerra interna a Clichy sous bois, vicino a Disneyland
    Di Zefram_Cochrane nel forum Politica Estera
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 28-10-05, 21:28
  3. Risposte: 29
    Ultimo Messaggio: 21-09-05, 01:33
  4. BALLADE DES DAMES DU TEMPS JADIS.G.Brassens
    Di Kiricrate nel forum Hdemia
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 14-10-03, 12:08
  5. bois e bacas sardas pertiatzas
    Di Perdu nel forum Sardegna - Sardìnnia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 13-10-03, 10:19

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226