User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Scontro tra Italia e Africa?

    Tifo, malattia assurda


    L'Italia batte i cugini d'oltralpe


    Se un europeo del primo Novecento fosse resuscitato e avesse visto la finale dei campionati mondiali di calcio probabilmente avrebbe pensato di essere finito in purgatorio o in uno strano girone ( di serie Zeta).

    Avrebbe visto innanzitutto una squadra europea , l’Italia, battersi contro una squadra africana, sotto bandiera francese. Avrebbe pensato che il mondo si è rovesciato: il Congo aveva vinto l’ultima guerra e aveva colonizzato l’Europa. A parte due poveri tangheri bianchi, l’orgoglio della Francia erano tutti, riserve comprese, negri, e il migliore dei calciatori, ma anche con i piedi e con la testa , era comunque un arabo, dal bel nome francofono di Zinedine Zizu Zidane. Alè la France!

    Questo incredibile fenomeno si presta a due diverse considerazioni.

    La prima riguarda direttamente la follia dell’immigrazione incontrollata.

    Siccome neanche un personaggio squallido come Chirac può sostenere che una squadra negra rappresenti il fiore della gioventù francese, neanche tenendo in bassissima considerazione il sex appeal dei giovani galli ( si fa per dire) presso le loro donne, bisogna ammettere che la Francia come discendenza etnica sta morendo. Tutto ciò ovviamente non ha nulla a che vedere con un’ostilità preconcetta verso senegalesi o congolesi o altre schiatte umane: è una semplice constatazione. E’ suonava davvero ridicola l’isteria sportiva dei francesi: non stavano applaudendo il vigore atletico della loro discendenza ma la loro castrazione nazionale.

    L’atleta, dai tempi delle olimpiadi dell’Ellade, è l’eroe di uno scontro di diverse etnie, che si battono in un ersatz della guerra. I campioni in gara sono la prova che i giovani atleti sarebbero stati mariti, padri, soldati in grado di difendere rappresentare il futuro del loro paese. Sarebbe stato impensabile e ridicolo che gli spartani, pur di vincere, avessero assoldato campioni tebani. Figuriamoci poi persiani o africani. Negli eroi di Olimpia i piccoli spartani, ateniesi, tebani cercavano i fratelli, i padri, e in essi si rispecchiavano, si identificavano mitizzandoli. Avrebbero poi cercato, sentendoli simili, di imitare le loro imprese. Vediamo male un bambinello biondo della Normandia identificarsi nei fenotipi africani che la loro ( nazionale?) presenta al mondo. Anche se presto nelle vie di Parigi, grazie ai tangheri che gestiscono la Francia, l’Africa sarà maggioritaria e tutto sarà diverso e con poche speranze per le generazioni future..





    I "tifosi" di fronte al monumento dei 600.000 morti italiani della Grande Guerra




    E l’Italia? Il commento è altrettanto penoso.

    Tutta la fierezza nazionale italiana si concentra in undici giocolieri in mutande che fanno miracoli con una vescica piena d’aria. Il paese va a catafascio anno dopo anno, milioni di italiani campano alla giornata, milioni di migranti si accampano in qualche modo e fra qualche anno nessuno saprà più come mantenerli, il debito pubblico è fantasmagorico, le industrie ( le poche che restano) chiudono soffocate dalla concorrenza cinese, Berlusconi non era granchè al governo ma quell’accozzaglia di poltronari che si è insediata lo farà presto rimpiangere, le galere sono piene e le fontiere sguarnite, i servizi segreti, come si è visto, sono agli ordini ( da sempre, vedi Cossiga) della CIA. Un disastro, una nazione in via di rottamazione.

    Eppure sembra abbiano scoperto il petrolio, un Totti è un Leonardo da Vinci, Lippi sembra Scipione l’Africano, l’Italia mondiale è ebete e felice.

    E stupida. A Milano uno svizzero è stato ridotto in fin di vita perchè ha osato tifare Francia.

    D’accordo, doveva già essere rimbambito uno svizzero che tifa Francia a Milano la notte dei mondiali di calcio. Ma lo si poteva mandare alla neuro, non al cimitero.

    Abbietta poi la retorica del presidente Napoletano e del premer Prodi: una vittoria che unisce l’Italia. Capirai! Un tempo una bandiera aveva un significato, un simbolo di progetto vitale che unisce i destini di un popolo: si moriva per un futuro, per una fratellanza etnica, per una vera e profonda solidarietà nazionale. Sbavando dietro ad una bandierà pallonata si insultano quelli che sono morti davvero perché convinti di difendere la loro terra, le loro famiglie, il futuro dei loro figli. E’ vergogno e lo è anche più detto dal comunista Napoletano, uno che cantava “non più confini, non più frontiere” . E allora di che cavolo di unità parla?

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Zero Sen
    Ospite

    Predefinito

    Calderolo ha detto che si tratta della vittoria dell'identità italiana contro quella dei neri, islamici, e comunisti.

 

 

Discussioni Simili

  1. L'Italia è diventata Africa (?)
    Di Robert nel forum Fondoscala
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 28-10-13, 13:18
  2. EURO 2008: La prossima è ITALIA-AFRICA
    Di DucaConte nel forum Destra Radicale
    Risposte: 45
    Ultimo Messaggio: 17-06-08, 16:10
  3. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 28-06-06, 12:01
  4. Dall’Africa a Forza Italia
    Di Arancia Meccanica nel forum Destra Radicale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 23-06-04, 12:40

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226