User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,703
    Mentioned
    46 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Ennesimo film che esalta la mafia

    NEWS
    25/1/2010 - INTERVISTA ALLL'ATTORE DI BAARÌA

    Scianna "Turatello, il killer amato dalle donne"

    MICHELA TAMBURRINO

    ROMA
    Mentre Francis Turatello, in arte Faccia d’angelo, moriva nel modo più turpe, accoltellato, sventrato e il suo cuore mangiato, l’altro, Francesco Scianna, nasceva, a Bagheria. Erano gli Anni Ottanta della Milano da bere che si voleva lasciare alle spalle sparatorie, sequestri, rapine, ammazzamenti quotidiani. Una Milano che voleva archiviare Turatello, il ritrovato amico Vallanzasca e tutta quella masnada di criminali. Tanto per rinfrescare la memoria ai più, Turatello che pare fosse figlio naturale del boss mafioso Frank Coppola detto «Frank tre dita», era a capo di una banda criminale che viveva la rivalità con la gang di Vallanzasca. Questa rivalità si consumò nel sangue fino a quando i due non furono arrestati. In carcere ci fu il riavvicinamento tanto che Turatello fu testimone di nozze di Vallanzasca. La fine di Faccia d’angelo nel carcere di Bad’u e Carros fu quantomai cruenta, pare ad opera di Pasquale Barra e dei suoi adepti in quanto sembra che Turatello avesse fatto uno sgarbo alla Nuova Camorra Organizzata. Una storia complessa che ora torna di prepotente attualità cinematografica con Il fiore del male tratto dal libro del bel René che racconta proprio di quelle atmosfere e che uscirà nelle sale tra ottobre e dicembre del 2010. Difficile per un ragazzo come Scianna, protagonista di Baarìa reduce dalla cocente delusione per l’esclusione dalla cinquina agli Oscar, potersi calare nella psicologia di un malvivente, Turatello appunto, che risponde a logiche tanto antiche per lui.

    Scianna, le riprese sono appena iniziate, che idea si è fatto del suo personaggio?
    «Appunto, le riprese sono appena iniziate e io vivo ancora la fase della preparazione, della gioia e dell’emozione per essere in un progetto così importante. Lavorare diretti da Michele Placido è un privilegio perché ti senti protetto da un altro attore. Io ho solo da imparare da questa combinazione perfetta di cast (Kim Rossi Stuart, Filippo Timi, Valeria Solarino). Per il resto, ho studiato».

    Come ha studiato Turatello?
    «Con molta difficoltà perché la sua vita per tanti versi è misteriosa già dalle origini. Prima di tutto ho dovuto capire la Milano degli Anni Settanta, capire quali erano i luoghi frequentati dalla malavita, come ci si muoveva, persino fisicamente. E poi ho letto quel poco che ho trovato. Di Faccia d’angelo non si è mai detto troppo, si trovano documenti contraddittori. Lui faceva parlare poco di sé, gestiva grossi affari, era una figura potente a Milano, aveva suoi valori e sue regole e pretendeva che fossero rispettate. Soprattutto mi ha aiutato parlare con le persone ancora in vita che l’hanno conosciuto bene, amici, parenti».

    Ha parlato anche con Franco Califano che nel suo libro Senza manette cita Turatello come amico?
    «Con Califano no ma ho parlato con altri che mi hanno svelato tratti privati dell’uomo Francis. Interpretare personaggi in vita o contemporanei è molto stimolante, puoi costruirli grazie all’apporto diretto o alle testimonianze di gente che conosce veramente l’animo di una persona, assorbi di più. Io poi procedo lentamente, mi formo la consapevolezza del ruolo, entrandoci per gradi».

    Ma di primo acchito, che idea si è fatto di Turatello?
    «Che fossero, sia lui sia Vallanzasca, due uomini di grande personalità. Inutile negarselo, tutti e due piacevano agli uomini e soprattutto alle donne del loro tempo. Ma la demitizzazione è presto fatta; uno passa la vita in carcere, l’altro muore in modo atroce, squartato».

    E appunto su questa visione eroica dei due malviventi che si sono incentrate le polemiche già prima che cominciassero le riprese. Si parlava di contributi statali negati proprio per non turbare i familiari delle vittime.
    «Sono sicuro che Placido onorerà, come ha già detto, la dignità delle vittime. Ma loro erano amati dalle donne, inutile dire il contrario». Lei non è nuovo a personaggi loschi. Ne Il capo dei capi era nientemeno che Bagarella e poi ha interpretato mafiosi, camorristi... Se è per questo ho iniziando facendo uno stupratore e poi un drogato, io che non fumo e non bevo. Si vede che la contraddizione con il mio aspetto da buono funziona».

    Durante i primi giorni di riprese è passato sul set proprio Renato Vallanzasca, usufruendo di un permesso speciale assieme a sua moglie, interpretata nel film da Paz Vega. Che impressione le ha fatto?
    «Io ero lì solo per una prova costumi, l’ho salutato, mi è parso estremamente cortese e attento a quanto lo circondava. Per rispetto, sono stato attento a non invadere il suo spazio».

    Fino a oggi ha esaudito tutti i suoi desideri d’attore, c’è il sogno di un film che vorrebbe agguantare?
    «Mi piacerebbe tantissimo far parte del film di Sorrentino con Sean Penn, il mio mito. Purtroppo non c’è pane per Scianna, prendono solo attori americani».

    Gli americani le stanno dando dolori. È ancora fresca la ferita per l’esclusione dalla cinquina agli Oscar.
    «Certo, dispiace e tanto. Tutti abbiamo dato l’anima per dare vita a personaggi stupendi. E soprattutto Tornatore si meritava una doppietta. Mi consolo pensando che almeno il film è stato apprezzato dal pubblico».

    Pensa di piacere alle donne almeno quanto Turatello?
    «Non saprei. Al momento sono single...».

    Non lo dica troppo o si troverà file di ragazze sotto casa.
    «Benissimo. Citofonare lontano dall’orario dei pasti».

    Scianna "Turatello, il killer*amato dalle donne" - LASTAMPA.it
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    tra Baltico e Adige
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Località
    terra dei cachi
    Messaggi
    9,567
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Ennesimo film che esalta la mafia

    L'italia non esporta solo mafia,esporta anche film mafiosi,ci tengono a farci fare bella figura.

    A proposito,grande notizia l'esclusione di Baaria dagli oscar,quell'italia mediorientale in mondo visone... Dio ce ne scampi.



  3. #3
    phasing out
    Data Registrazione
    08 Nov 2009
    Messaggi
    1,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Ennesimo film che esalta la mafia

    È l'epopea di un popolo di turatelli mancati. Che schifo l'idaglia.
    L'occasione fa l'uomo italiano

 

 

Discussioni Simili

  1. L'ennesimo film mediocre trionfa agli Oscar....
    Di blob21 nel forum Fondoscala
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 28-02-12, 01:25
  2. ennesimo sequesto di beni alla mafia
    Di uqbar nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 27-01-10, 17:19
  3. Sicilia: solidarietà all'ennesimo parroco anti-mafia
    Di DonCamillo nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 22-02-08, 23:53
  4. Ennesimo arresto per mafia: stranamente è dell'UDEUR l'assessore.
    Di are(a)zione nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-02-08, 17:51
  5. Ennesimo caso di rapporti fra Forza Italia e la mafia
    Di nicolafior nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 17-12-04, 14:04

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226