User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    Registered User
    Data Registrazione
    23 Mar 2005
    Località
    veneto
    Messaggi
    236
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs down Gobbo Perche' Non Commissari Vicenza?????

    perchè gobbo non interviene, perchè non decide sul ricorso della equizi???
    LA LEGA STA' FACENDO LA FINE DEI POLLI DI RENZO NEI PROMESSI SPOSI.



    Lega Nord la spaccatura è servita
    6 Politica 1 LUGLIO2006
    LADOMENICA
    DIVICENZA
    In Lega Nord è arrivato il momento della verità, dopo che su questioni importanti non sempre il movimento si è trovato compatto nel decidere, con le due componenti che sono arrivate a marcare anche una significativa differenza di carattere politico. E la goccia che pare abbia fatto traboccare il vaso degli equilibri è la spaccatura netta sul voto in Consiglio di dieci giorni fa. Borò e Dal Santo da una parte ad astenersi, Sandoli dall’altra a votare contro sull’ex Macello. I primi due vicini al parlamentare imprenditore Stefano Stefani, il terzo alla presidente della provincia Manuela Dal Lago.
    Come mai la Lega è arrivata spaccata? Secondo l’on. Filippi chiamato a gestire il momento in consiglio comunale, la responsabilità è tutta del segretario provinciale Roberto Ciambetti che
    avrebbe spinto i consiglieri leghisti a comportarsi in questo modo, dopo che le sue indicazioni erano invece di astenersi in modo compatto. Ma perché Ciambetti lo avrebbe fatto?
    Proprio per marcare una differenza o per lanciare un messaggio al primo cittadinoEnrico Hüllweck?
    Fatto sta che alla componente Stefani la cosa non è proprio andata giù.
    E la partita congressuale, ormai imminente, potrebbe spostare in modo deciso gli equilibri all’interno del partito. Il tutto con la benedizione del leader massimo Umberto Bossi? L.F.

    L’on. Filippi dà indicazioni in Consiglio ed incontra il sindaco per un’ora ma viene poi “sconfessato”dal segretario provinciale Ciambetti
    Alberto Filippi, si dice che Stefano Stefani l’abbia delegata per seguire da vicino le questioni amministrative. È vero? E soprattutto, con che motivazione?
    «Stefani non mi ha delegato, come vice segretario provinciale e come parlamentare mi sembra doveroso poter portare il mio contributo e fare squadra assieme alla Lega Nord anche in Comune. In realtà alcuni consiglieri comunali ed assessori nel corso di un appuntamento conviviale mi hanno espresso il loro desiderio di poter essere a loro più vicini e di seguire le vicende amministrative con una certa attenzione. Detto, fatto, non vedo nulla di strano».
    C’è però chi ha visto nel suo intervento una spaccatura nella Lega Nord in Consiglio Comunale,
    un modo come un altro per delegittimare chi ha un ruolo, vale a dire il capogruppo, il segretario
    cittadino e quello provinciale. Non si sente di aver scavalcato certe gerarchie? Non è stata una azione di corrente? E soprattutto perché avete votato in modo diverso alle controdeduzioni
    sull’area ex Macello?
    «La Lega Nord non ha altra corrente che quella di Umberto Bossi. È un partito che, grazie al cielo,
    senza forzature, riesce ad essere granitico e unito a fianco del proprio capo. Per quanto riguarda le singole scelte amministrative ci sta che vi siano visioni diverse. La mia presenza all’interno del Consiglio Comunale aveva trovato un accordo unanime all’interno della Lega e dei tre consiglieri presenti in quel momento in Sala Bernarda. La volontà comune era quella di aderire al suggerimento del segretario cittadino Tricarico e di astenersi al voto. Questo era l’accordo. Poi ho dovuto
    assentarmi per altri impegni presi, il giorno dopo partivo per il Molise per un impegno di partito e le
    cose sono andate come sappiamo, due leghisti si sono astenuti (Borò e Dal Santo), uno ha votato contrario (Sandoli)».
    Ma come mai si è arrivati allora a sconfessare la sua linea e quella del segretario cittadino
    portando ad una divisione della Lega?
    «Risulterebbe anche a me che vi sia stato un intervento in questo senso del segretario provinciale
    Roberto Ciambetti dopo che me ne ero andato da Palazzo Trissino, il quale non mi ha nemmeno avvisato di questo cambiamento e penso che alla prima occasione avrò modo di chiedere un chiarimento ».
    Ma che senso ha avuto questa azione? E a chi giovano queste divisioni?
    «Me lo chiedo anche io perché Vicenza è ferma. Sono un imprenditore, abituato a fare e a portare risultati. Per questo ho una propensione ad appoggiare tutte quelle iniziative amministrative che cercano di portare un contributo positivo e fattivo al territorio».
    È vero che ha avuto un colloquio di più di un’ora con il sindaco Enrico Hüllweck?
    «Certamente. Quando sono stato eletto deputato il sindaco Hüllweck mi ha invitato a farmi interprete di
    un incontro, anche se non ufficiale».
    Di cosa avete parlato?
    «Al di là degli argomenti c’è stata una grande cordialità ed era palese l’intenzione da parte di entrambi
    di contribuire al poter fare qualcosa per Vicenza insieme. Abbiamo parlato del referendum, che era imminente, di una maggiore condivisione sulle scelte da parte del primo cittadino con i partiti di
    maggioranza e non ho trovato alcuno tipo di ostacolo da parte del sindaco».
    Il sindaco le ha anche chiesto un maggiore appoggio da parte della Lega Nord alla sua azione di
    governo cittadino?
    «Sì l’ha chiesto, però mi posso solo fare interprete di queste esigenze. Per ora sono solo un parlamentare e non posso fare altro che recepire le istanze. Dovrei essere io ad avere i quattro consiglieri per essere determinate! A parte le battute la Lega Nord si sente parte di questa maggioranza e come all’interno del governo Berlusconi ha saputo dimostrare la propria responsabilità, sono convinto che se le scelte amministrative sono condivise e fatte assieme non ci sono motivi che possano turbare il nostro apporto alla maggioranza ».
    Ma non trova sia stato un brutto segno votare in modo diverso sull’area ex Macello?
    «Ribadisco che martedì avevo concordato con tutti i consiglieri presenti una votazione compatta e di astensione. Che cosa sia poi accaduto dopo l’intervento di Ciambetti ne è lui il responsabile ».
    Non ritiene che i Piruea siano una occasione persa per la città?
    «Compito di una amministrazione è comunque portare dei risultati. Chiaramente i migliori possibile
    ma l’importante è che qualcosa si faccia. Il non far nulla per paura di sbagliare penso che non sia premiante per nessuno. Ma questa è la mia personale opinione».
    Che ne pensa delle varie rivendicazioni su candidature varie? Dalla Provincia al Comune, dal Ciat ad AIM?
    «Al valzer delle poltrone ed alla fanta politica vorrei rispondere che chi sarà il candidato presidente della Provincia lo deciderà il Federale della Lega Nord perché sarà un candidato leghista».
    Si parla con insistenza di Attilio Schneck sindaco di Thiene?
    «Essendo il Federale che decide non faccio io nomi. Ma se quello fosse il nome è sicuramente di grande garanzia e troverebbe il totale mio appoggio».
    E Manuela Dal Lago che farà?
    «In questo momento è presidente della Provincia, è consigliere in comune a Vicenza, membro del Cda
    dell’Autostrada è Presidente nazionale della Lega e membro del Direttivo Federale. Non penso che la
    Lega abbia grossi problemi nel trovare una occupazione alla Presidente ».
    Ma chi comanda ora nella Lega Nord del vicentino?
    «In Lega Nord comanda Umberto Bossi ed all’ultima sua visita a Vicenza in Fiera, davanti a tutti,
    con un gesto simpaticissimo e di grande umanità ha voluto battere il cinque a Stefano Stefani. Questo
    non significa delegittimare nessuno ma penso che il rapporto fiduciario palesato anche in questa occasione sia sufficientemente chiaro».
    Quale è il suo ruolo in commissione parlamentare?
    «Sono stato nominato nella sesta commissione, quella finanze e proprio in questi giorni si va in aula con un decreto sull’Irap nel quale il ministro competente si preoccupa di mettere le mani sul portafogli dei contribuenti quale prima iniziativa fiscale. Praticamente ci sono sei regioni non virtuose che sono Sicilia, Lazio, Campania, Molise, Abruzzo, Liguria che hanno sforato la spesa sanitaria e automaticamente si vedranno aumentare di un punto percentuale l’Irap. Il problema è che sono molti gli industriali del Nord che hanno attività al Sud e non è giusto ci rimettano».
    Per il referendum c’è amarezza o soddisfazione perché il Veneto ha risposto?
    «Siamo soddisfatti solo quando portiamo i veri risultati al nostro popolo. Il lombardo-veneto e gran
    parte del Piemonte hanno risposto votando in modo chiaro sì e volendo a chiare lettere la modernizzazione dello Stato e maggiori autonomie ».
    Tornerete a Pontida a parlare di secessione? C’è spazio per il dialogo o sarà lotta dura?
    «Invito tutti a venire a Pontida a fine estate: oggi più che mai risulta essere un appuntamento fondamentale. In quella occasione Bossi spiegherà a tutti quella che sarà la strategia nostra e del Nord. Abbiamo preso un po’ di tempo perché ci saranno interessanti novità».
    Luca Faietti


    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Registered User
    Data Registrazione
    08 Jun 2006
    Messaggi
    533
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Appro di commissariamenti: Giorgetti quando ci commissari il Pugliese???
    Qui a Varese Tarantino lo dobbiamo ancora digerire fino a ottobre..., che palle....

  3. #3
    Rifondazione Leghista
    Data Registrazione
    25 Jun 2006
    Messaggi
    1,028
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Pechè se commissariasse Vicenza non potrebbe non tener conto della forza di Stefani. Piaccia o no. E sanno tutti che Gobbo e Stefani non si sopportano proprio... Mentre la Dal Lago con Gobbo va d'amore e d'accordo...

 

 

Discussioni Simili

  1. All'attenzione dei commissari
    Di Frankie D. nel forum Archivio della Comunità di Pol
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 11-03-13, 11:37
  2. I riunione dei commissari
    Di Frankie D. nel forum Archivio della Comunità di Pol
    Risposte: 33
    Ultimo Messaggio: 20-02-13, 23:02
  3. Tra Roma e Vicenza: ovvero perche' si vince, perche' si perde
    Di Metapapero nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 52
    Ultimo Messaggio: 04-05-08, 13:52
  4. vicenza perchè non si commissaria????
    Di bulldozer nel forum Padania!
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 21-09-06, 23:57
  5. I Commissari europei
    Di pensiero nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 29-10-04, 18:32

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226