Dalle dichiarazioni politiche di TUTTA la nostra "grande" classe politica parlamentare, da destra a sinistra, risulta che noi siamo uno dei paesi europei maggiormente filo-sionisti.
In televisione si è alzato un coro in appoggio (palese o meno) di un paese che da anni destabilizza, con la sua politica criminale, tutto il medio oriente. Ovviamente i nostri mass-media ci fanno intendere tutto il contrario ma questo è comprensibile in vista del progetto di espansione chiamato "grande israele".
Lasciando perdere i miei commenti che possono essere condivisi o meno mi piacerebbe però sapere PERCHE' tutti i politici fanno a gara per leccare le chiappe dei sionisti. Quallunque idea politica si possa avere sull'argomento la cosa dovrebbe far meditare. Certo mi aspetto che alcuni di voi tirino in ballo gli stereotipi inculcati da decenni. Ma io non voglio in questo 3D fare polemiche, mi piacerebbe sapere perchè la capacità critica dei nostri leader politici è inesistente. Critiche dure all'atteggiamento di israele sono arrivate perfino da eminenti personaggi di cultura ebraica o da studiosi statunitensi. Da noi no.
Sicuramente hanno paura del famoso anatema:" antisemita!". Sicuramente hanno paura delle pressioni delle lobby ebraiche. Sicuramente...hanno paura!

Perchè?