User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Il sacco di Roma

  1. #1
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    24 Aug 2009
    Messaggi
    5,381
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Il sacco di Roma

    Nella storia il saccheggio o addirittura la caduta di Roma in mani nemiche ha sempre avuto un valore simbolico molto alto. Probabilmente è uno di quei rari eventi storici che assumono un valore simbolico enorme, superiore alla loro stessa realtà. Il sacco o la caduta di Roma hanno dato sempre luogo ad un confuso coacervo di sensazioni e di considerazioni che sono però utili per tentare di capire cosa Roma ha rappresentato nella storia e in che modo ha influito nello sviluppo del pensiero umano.

    La prima "violazione" della città Eterna risale al 390 a.C. quando le truppe sénoni guidate da Brenno calarono sulla città. La conquista e il saccheggio di Roma da parte di Brenno venne registrata negli annali con il nome di Clades Gallica, ossia catastrofe gallica. Ne danno testimonianza Polibio (II, 18, 2), Livio (V, 35-55), Diodoro Siculo (XIV, 113-117) e Plutarco (Camillo, 15, 32).
    I Galli saccheggiarono Roma e occuparono la città per alcuni mesi. Infine stremati dalla carestia e dalle epidemie, i Romani strinsero un accordo con gli invasori: si impegnarono al pagamento di un riscatto di mille libbre d'oro per la liberazione della città, il cosiddetto aurum gallicum.

    Nella notte del 24 agosto 410 d.C. qualcuno aprì nascostamente la Porta Salaria ai 500.000 Visigoti che per la terza volta in tre anni cingevano di assedio Roma. Iniziò così il secondo saccheggio della Città Eterna, rimasta inviolata dai tempi di Brenno. Nonostante tutto, Roma incuteva rispetto agli invasori e nei tre giorni di saccheggio Alarico impartì l'ordine di non uccidere alcuno (nonostante questo, perdite umane ve ne dovettero essere, e ingenti) e di risparmiare i luoghi di culto e mise sotto la propria tutela Papa Innocenzo I. Questi vide impotente sotto i suoi occhi lo scempio in cui cadde la città, compiuto non tanto dai Goti stessi, quanto dagli ex schiavi (liberati l'anno prima) assetati di vendetta. Il sacco del 410 condotto dai visigoti di Alarico ebbe una immediata risonanza in tutto l'Impero, avvertito come evento epocale, venne visto da sant'Agostino come segno della prossima fine del mondo o della punizione che Dio infliggeva alla capitale del paganesimo.

    Nel 455 approfittando della crisi dell'Impero d'Occidente rimasto senza guida per la morte di Ezio e di Valentiniano III, Genserico, re dei Vandali, sbarcò sulle coste del Lazio. Dopo tre giorni di assedio, Roma priva di truppe valide, si arrese. Grazie all'intercessione di Papa Leone I, Roma non fu messa a ferro e fuoco, ma subì un saccheggio sistematico, che durò 14 giorni.

    Roma rivisse il terrore e l'orrore del saccheggio e dell'occupazione molto tempo dopo, nel 1527 quando le truppe dei lanzichenecchi al soldo dell'Imperatore Carlo V d'Asburgo calarono su Roma. Il sacco ebbe un grave costo per la città: vi furono 20.000 vittime, oltre a danni incalcolabili sul patrimonio, anche artistico, della città.


    Questo per quanto riguarda quello che storicamente viene detto "sacco di Roma". Non ho voluto inserire le varie occupazioni militari di roma (francese, sabauda, tedesca ed americana) perchè credo non siano attintenti con la categoria del saccheggio, anche se francesi e tedeschi quando andarono via portarono in patria più di qualche souvenir...

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    20 Jul 2005
    Messaggi
    144
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Lepanto
    Nella storia il saccheggio o addirittura la caduta di Roma in mani nemiche ha sempre avuto un valore simbolico molto alto. Probabilmente è uno di quei rari eventi storici che assumono un valore simbolico enorme, superiore alla loro stessa realtà. Il sacco o la caduta di Roma hanno dato sempre luogo ad un confuso coacervo di sensazioni e di considerazioni che sono però utili per tentare di capire cosa Roma ha rappresentato nella storia e in che modo ha influito nello sviluppo del pensiero umano.

    La prima "violazione" della città Eterna risale al 390 a.C. quando le truppe sénoni guidate da Brenno calarono sulla città. La conquista e il saccheggio di Roma da parte di Brenno venne registrata negli annali con il nome di Clades Gallica, ossia catastrofe gallica. Ne danno testimonianza Polibio (II, 18, 2), Livio (V, 35-55), Diodoro Siculo (XIV, 113-117) e Plutarco (Camillo, 15, 32).
    I Galli saccheggiarono Roma e occuparono la città per alcuni mesi. Infine stremati dalla carestia e dalle epidemie, i Romani strinsero un accordo con gli invasori: si impegnarono al pagamento di un riscatto di mille libbre d'oro per la liberazione della città, il cosiddetto aurum gallicum.

    Nella notte del 24 agosto 410 d.C. qualcuno aprì nascostamente la Porta Salaria ai 500.000 Visigoti che per la terza volta in tre anni cingevano di assedio Roma. Iniziò così il secondo saccheggio della Città Eterna, rimasta inviolata dai tempi di Brenno. Nonostante tutto, Roma incuteva rispetto agli invasori e nei tre giorni di saccheggio Alarico impartì l'ordine di non uccidere alcuno (nonostante questo, perdite umane ve ne dovettero essere, e ingenti) e di risparmiare i luoghi di culto e mise sotto la propria tutela Papa Innocenzo I. Questi vide impotente sotto i suoi occhi lo scempio in cui cadde la città, compiuto non tanto dai Goti stessi, quanto dagli ex schiavi (liberati l'anno prima) assetati di vendetta. Il sacco del 410 condotto dai visigoti di Alarico ebbe una immediata risonanza in tutto l'Impero, avvertito come evento epocale, venne visto da sant'Agostino come segno della prossima fine del mondo o della punizione che Dio infliggeva alla capitale del paganesimo.

    Nel 455 approfittando della crisi dell'Impero d'Occidente rimasto senza guida per la morte di Ezio e di Valentiniano III, Genserico, re dei Vandali, sbarcò sulle coste del Lazio. Dopo tre giorni di assedio, Roma priva di truppe valide, si arrese. Grazie all'intercessione di Papa Leone I, Roma non fu messa a ferro e fuoco, ma subì un saccheggio sistematico, che durò 14 giorni.

    Roma rivisse il terrore e l'orrore del saccheggio e dell'occupazione molto tempo dopo, nel 1527 quando le truppe dei lanzichenecchi al soldo dell'Imperatore Carlo V d'Asburgo calarono su Roma. Il sacco ebbe un grave costo per la città: vi furono 20.000 vittime, oltre a danni incalcolabili sul patrimonio, anche artistico, della città.


    Questo per quanto riguarda quello che storicamente viene detto "sacco di Roma". Non ho voluto inserire le varie occupazioni militari di roma (francese, sabauda, tedesca ed americana) perchè credo non siano attintenti con la categoria del saccheggio, anche se francesi e tedeschi quando andarono via portarono in patria più di qualche souvenir...
    Bello qsto 3d Lepanto.

    Vorrei solo aggiungere che la congiura di corte nei confronti di Ezio,che era un grandissimo generale romano(poichè insegnò all'esercito romano la cultura del guerriero a cavallo imparata dai barbari che l'avevano imprigionato x + di 20 anni)portò alla rovina di Roma.

  3. #3
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    24 Aug 2009
    Messaggi
    5,381
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Segnalo una interessante miscellanea di testi e documenti sul sacco di Roma del 1527

    http://www.nuovorinascimento.org/n-r...acco/sacco.htm

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 28-04-13, 21:58
  2. Joe Sacco
    Di vanni fucci nel forum Hdemia
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 29-12-10, 09:45
  3. Il sacco di Roma
    Di mustang nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 22-06-08, 00:55
  4. Il nuovo Sacco di Roma
    Di pietro nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 04-12-07, 10:50
  5. sacco e vanzetti
    Di etnia salentina nel forum Destra Radicale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 15-11-05, 07:59

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226