User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    Forumista
    Data Registrazione
    29 Mar 2006
    Messaggi
    495
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Ecclesia militans - Espulsi dal rosario

    "Di fronte al cupo panorama dei giorni nostri, analizzando in tutta la sua ampiezza e profondità, di fronte a quest'opera di distruzione della Rivoluzione libertaria e egualitaria, il nostro amore verso la Civilità Crisiana, il nostro amore verso la Patria, frutti dell'amore che sale a Dio per mezzo di Maria, si trasforma in un irrinunciabile dovere di autentitca militanza cristiana".

    La crisi morale e culturale dell'Occidente è sotto gli occhi di tutti. E sul fronte esterno incombe il pericolo, sempre più incalzante, del fondamentalismo islamico. Ma ancor di più, non è che gli eventi con le guerre "contro i terroristi" nel Medio Oriente fanno sì che anche quelli moderati non potranno sopportare l'ingiustizia perché la situazione potrà mutarsi e etiquettarsi come la guerra contro l'islam. C'è questo pericolo?

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    18,319
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Secondo me la "terza guerra mondiale" è già in atto in realtà.
    I vari attori la stanno combattendo.
    Da una parte le forze del terrore, dei fondamentalisti con i loro sporchi e codardi alleati.
    Dall'altra chi ha deciso di combatterli: Bush e Israele, pur con difetti mastodontici nel condurre le operazioni militari e politiche, ad ogni modo stanno lottando come dei leoni con dei "pesi" come la Russia, la Francia, l'Ue di sinistra in primis.
    Il fatto che al loro fianco operino forze militari del Regno di Giordania e di altri paesi mussulmani moderati, la dice lunga sul fatto che gli islamici moderati, la dove c'è libertà e democrazia, appoggiano chi lotta contro il terrore.

    Ricordo che la scelta di combattere la guerra in Iraq e Afghanistan, ha probabilmente evitato il dilagare del conflitto da noi in Europa e nel continente americano.
    Su episodi sporchi della guerra degli americani, che si verificavano già in tutti i conflitti cui parteciparono storicamente gli USA, parlo di bombardamenti portati sui civili, stupri, fucilazione di donne e bambini, uso di armi al fosforo, ho già espresso la mai profonda critica e il mio più grande disgusto.
    Chi usa quel tipo di guerra merita a mio parere la fucilazione ma la copla di questi fatti non è certo di Bush, semmai di singoli soldati.
    Altresì condanno la scelta miope statunitense di non restaurare le Monarchie costituzionali in Iraq e Afghanistan.
    La difficoltà di individuare una figura rappresentativa ed unitaria in quei due paesi, evidenzia costantamente i limiti di questa ottusa scelta americana irrispettosa della storia e della cultura dei popoli che anzichè emancipare totalmente, preferiscono mantenere succubi. Il fatto che l'alternativa alla loro presenza militare in Asia, sia la guerra da noi e in Usa, la distruzione di quei paesi e il massacro di quei popoli per mano fondamentalista, il fatto che Bush sia una brava persona che lotta contro il terrore, mi impongono di stare dalla parte di USA e pur criticamente, anche di Israele.
    NOI SIAMO LA VERA ITALIA !
    RICOSTRUIAMO LA NOSTRA PATRIA !

  3. #3
    Forumista
    Data Registrazione
    29 Mar 2006
    Messaggi
    495
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La Dea Devi è la consorte di Shiva, dio della creazione e della distruzione. È la madre di tutto e tiene nelle mani gioia e dolore, vita e morte. È conosciuta con molti nomi, sotto forme diverse. In quanto madre della vita, Devi porta la pioggia e protegge dalla malattia. È dolce e piena d'amore. Come madre della morte, è terribile. Quando assume le sembianze di Durga, la dea guerriera dai capelli gialli, è spaventosa. Ha otto braccia e, col suo cavallo, si lancia nella battaglia contro i nemici. Quando Durga è adirata, dalla sua fronte nasce la dea Kali e allora non è soltanto il malvagio a doversi nascondere impaurito, ma anche il buono.



    Kali infatti è una combattente così implacabile e furiosa che viene completamente divorata dalla sete di sangue: se non viene fermata, si scatenerà per il mondo, combattendo finché non sarà rimasto vivo nessuno. Durga stessa è una combattente quasi senza pari. Ha il compito di proteggere gli dei dal demone Mahisha che, nelle sembianze di un enorme bufalo, li aveva terrorizzati con i suoi zoccoli e con le sue corna implacabili e con l'uragano provocato dal suo respiro. Neppure Visnù, il protettore, né Shiva, il distruttore, poterono sconfiggerlo. Durga, a cavallo del suo leone, si lanciò contro il bufalo e lo prese al laccio. Allora Mahisha si trasformò in un leone. Durga tagliò la testa al leone, ma il demone divenne un uomo armato con la spada e lo scudo.



    Durga tirò una freccia contro l'uomo, e Mahisha si trasformò in un elefante enorme, che proclamava la sfida con un barrito. Con la sua spada, Durga tagliò la proboscide all'elefante, allora Mahisha si trasformò nuovamente in un enorme bufalo e la attaccò. Ma la dea, con gli occhi iniettati di sangue e in preda al furore della battaglia, aveva già fatto un balzo. Montò sul bufalo e lo colpì al collo con un calcio, facendo uscire per metà, fuori dalla bocca del bufalo, lo spirito di Mahisha. Fece poi roteare la spada e tagliò la testa del demone. Quando il bufalo cadde, tutti gli dei gridarono: "Vittoria!" Tutti i demoni, invece, piangevano in preda al dolore. Una volta, però, nella battaglia con i signori dei demoni Chanda e Munda e con il demone Raktabija, Durga fu messa in difficoltà. La ragione fu questa: ogni volta che una goccia del sangue di Raktabija toccava il terreno, generava immediatamente una copia del demone.



    Più Durga combatteva contro di lui, più c'erano copie da combattere. Allora Durga chiamò in soccorso Kali. La dea arrivò, con la lingua che le penzolava dalle zanne, avida di assaporare il sangue che impregnava l'aria. In una delle sue quattro mani teneva una spada insanguinata. Dapprima, con un ruggito, ammazzò i signori dei demoni. Poi attaccò Raktabija, tagliandogli la testa con un colpo di spada. Con la lingua raccolse ogni goccia di sangue, via via che cadeva. Poi, avidamente, bevve tutto il sangue rimasto nel corpo. I piccoli demoni, spuntati dove alcune goccioline di sangue avevano toccato il terreno, li trangugiò tutti interi. Tale è la collera di Devi, la madre, che tiene l'universo nel suo grembo

 

 

Discussioni Simili

  1. Pontificia Commissione Ecclesia Dei.
    Di Jesse nel forum Cattolici
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 06-09-09, 03:59
  2. Ecce Ecclesia!
    Di Progressista nel forum La Filosofia e il Pensiero Occidentale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 24-04-07, 19:10
  3. Ecclesia in America
    Di Caterina63 nel forum Cattolici
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 19-12-05, 13:42
  4. Ecclesia Dei afflictissima
    Di Bellarmino nel forum Tradizione Cattolica
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 07-12-04, 12:06
  5. Pubblicazione Della Lettera Enciclica "ecclesia De Eucharistia"
    Di Colombo da Priverno nel forum Cattolici
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 14-04-03, 20:37

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226