da www.terradimezzocrotone.org



GROSSA EMOZIONE PER LA CONSEGNA. UNICA PECCA:LA DISORGANIZZAZIONE DELL’EVENTO!
Sabato sera (5 Agosto), durante la festa organizzata a Cutro (KR) in onore del Campione del Mondo, Vincenzo Iaquinta, una delegazione dell’Associazione Culturale “TERRA DI MEZZO” di Crotone e del costituendo Circolo di Azione Giovani “Fabrizio Quattrocchi” di Cutro ha premiato il calciatore calabrese con una targa a ricordo e con una maglietta della Comunità Militante di “Terra di Mezzo”.
“Abbiamo voluto omaggiare – dichiara Daniele Caroleo, Presidente di “Terra di Mezzo” e Dirigente Nazionale di Azione Giovani – questo importante atleta con una targa d’argento su cui abbiamo fatto incidere “AL CAMPIONE DEL MONDO VINCENZO IAQUINTA MASSIMA ESPRESSIONE SPORTIVA DELLA PROVINCIA DI CROTONE E FIGURA ESEMPLARE PER L’INTERA GIOVENTU’ ITALIANA”. Ci tengo a sottolineare che tutto questo è stato possibile solo e unicamente grazie al lavoro di Salvatore Rizzo, attuale responsabile del costituendo circolo di AG “Fabrizio Quattrocchi” di Cutro che si è prodigato affinché anche la nostra comunità potesse premiare il calciatore cutrese.”
“E’ stata un’esperienza bellissima poter premiare Vincenzo Iaquinta. – aggiunge Salvatore Rizzo – Tenevamo moltissimo a questa iniziativa. Iaquinta è diventato l’emblema sportivo della città di Cutro e dell’intera provincia crotonese e il suo supporto ed il suo apporto nella vittoria mondiale della nazionale Italiana è stato fondamentale. Vincenzo ha contribuito tantissimo affinché, il giorno della finale, il tricolore italiano potesse sventolare più in alto di tutti. Tra l’altro la sua vicinanza al mondo del sociale le sue dichiarazioni continue a favore della legalità lo rendono un vero e proprio esempio per le giovani generazioni del nostro martoriato territorio.”
La registrazione dell’intera manifestazione, comprese le premiazioni, sarà inoltre trasmessa sul canale 848 di SKY Venerdì 11 Agosto.
“L’unico rammarico – conclude Daniele Caroleo – è l’aver dovuto constatare, nostro malgrado, una vera e propria disorganizzazione della manifestazione per Iaquinta che non ci ha permesso di premiare come avremmo voluto lo stesso giocatore. Abbiamo consegnato la targa e la nostra maglietta in una sorta di ressa, tra spintoni e urla varie, e non abbiamo neanche avuto il tempo di stringere la mano e di complimentarci con il campione del mondo. Tutto sommato però, rimane comunque una bella esperienza che i nostri ragazzi non dimenticheranno facilmente.”.

Ufficio Stampa e Propaganda
Associazione Culturale
“TERRA DI MEZZO” - Crotone