Beirut, 14 agosto - In un discorso trasmesso dalla tv al Manar, il leader di Hezbollah Seyyed Hassan Nasrallah ha detto questa sera che la resistenza libanese ha ottenuto una "vittoria storica e strategica" su Israele. Nasrallah ha sottolineato come Hezbollah sia uscito vincente in una guerra in cui grandi eserciti arabi hanno conosciuto la sconfitta in precedenza.

Il leader di Hezbollah ha affermato che le immani distruzioni inflitte da Israele alle infrastrutture libanesi sono state l'espressione di "impotenza e fallimento" da parte israeliana. Egli ha aggiunto che quindicimila unità abitative sono andate distrutte e che da domani Hezbollah si sarebbe messo all'opera per ripararle, promettendo indennizzi a coloro che hanno visto spazzati via la propria casa con quanto era al suo interno.

Infine, Nasrallah ha osservato che quello attuale non è il momento per discutere delle armi in mano alla resistenza, pur sottolineando come le forze armate libanesi e quelle internazionali destinate al sud del Libano non siano in grado di assicurare la necessaria protezione al Paese di fronte al pericolo israeliano.