User Tag List

Pagina 1 di 6 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 58

Discussione: LA LUFTWAFFE

  1. #1
    AUT CONSILIO AUT ENSE
    Data Registrazione
    30 Oct 2009
    Località
    Granducato di Toscana
    Messaggi
    79,817
    Mentioned
    712 Post(s)
    Tagged
    63 Thread(s)

    Predefinito LA LUFTWAFFE

    I Bombardieri Pesanti Tedeschi:
    Analisi Di Un Mancato Sviluppo
    __________________________________________________ _________

    Fase Uno
    La Rinascita dell'Aviazione Tedesca e L'Idea Di Una Aviazione Strategica

    Periodo antecedente alla seconda guerra mondiale

    1) La Germania di Weimar e la Reichswehr Clandestina

    A seguito della sconfitta nella prima guerra mondiale e alla firma del trattato di Versailles, alla Germania fu imposto lo scioglimento dell'aviazione militare e lo smantellamento di tutti gli aerei rimasti.
    Ne derivò la riduzione drastica della capacità produttiva industriale del paese, anche a livello civile.
    Ciònonostante, la Germania riuscì a mantenere in segreto una forza aerea ridottissima che divenne sempre più forte con il passare degli anni, anche grazie ad un accordo segreto stretto con l'Unione Sovietica, la quale fornì alcuni campi di addestramento segreto, in cambio di consigli tecnici e organizzativi necessari per organizzare la forza aerea sovietica.

    L'addestramento clandestino dei piloti iniziò sin dal 1926, anche grazie al sostegno della compagnia aerea nazionale Lufthansa, diretta da Erhard Milch, interessato ad avere piloti di altissimo livello e a mantenere rapporti di buon vicinato con lo stato, che poteva fornire sostegno economico e logistico alla compagnia, posta di fronte alle difficoltà derivanti dalla situazione postbellica e poi a quelle scaturite dalla crisi mondiale del 1929.
    Abile manager, Milch fu di fatto il fondatore della compagnia di bandiera nazionale Deutsche Lufthansa, oltre a mantenere i necessari legami tra le strutture produttive del settore aereonautico e il governo tedesco.
    Inoltre si seppe collegare abilmente con i partiti NazionalSocialista e NazionalTedesco, che sostenevano la rinascita dell'industria meccanica e aereonautica tedesca in chiave militare, ottenendo il sostegno esplicito delle destre alla riorganizzazione e all'ampliamento ulteriore del sistema delle imprese del settore.
    Avendo stretto legami con Dornier, Blom e Voss, Henschel, Milch divenne un tassello fondamentale del programma di riarmo tedesco nel settore aereonautico, tanto da indurre i nazisti a passare sopra al fatto che fosse ebreo.
    Del resto era intimo di potenti gerarchi del partito, come Goering e Goebbels, dell'uno perchè suo ex-datore di lavoro e dell'alto perchè suo finanziatore per le campagne propagandistiche dello NSDAP.

    Con il sostegno del Furher dello NSDAP, che entro un anno sarebbe divenuto Cancelliere della Germania, Milch avviò la ricostituzione della Aviazione Tedesca, cui fu deciso di dare il nome di Luftwaffe.
    Affiancato da una ventina di ex-ufficiali di stato maggiore, tutti selezionatissimi e competenti, fu in breve in grado di presentare un abbozzo di piano teso a riorganizzare le forze aeree tedesche.
    Goering, nel frattempo diventato il responsabile dell'interno programma aereonautico del partito, si trovò a disposizione un cospicuo flusso di risorse e di uomini, provenienti dalla numerose confratenite di ex-ufficiali e di piloti della Luftstreitkräfte Imperiale Tedesca, ansiosi di vendicare la sconfitta subita nel primo conflitto e recuperare la dignità di ufficiale.
    Tutti i membri delle standarte del Nationalsozialistisches Fliegerkorps vennero messi a disposizione di Goering.
    Nei primi 2 anni del regime nazista, fu il NSFK ad occuparsi di irreggimentare gli uomini necessari alla nascente aereonautica tedesca e a trasformare tutte le scuole di pilotaggio private e le associazioni sportive in istituti tesi all' addestramento militare, acquistando a questo scopo decine di alianti e piccoli aeroplani, rafforzando i legami con le industrie tedesche.

    2) I Primi Passi Verso la Luftwaffe

    Il governo del Terzo Reich, che aveva sfruttato tutte le possibili occasioni fornite dalla struttura clandestina sorta nel 1933, decise di gettare la maschera nel 1935, annunciando la ricostituzione ufficiale della Luftwaffe.
    Essa già disponeva di circa 4.000 tra ufficiali, piloti, addestratori e tecnici, mentre erano già da tempo in produzione vari tipi di aerei militari.
    All'atto della costituzione della Luftwaffe, molti standarte dell'NSFK furono semplicemente trasformati in reparti di volo dell'arma aerea.
    I loro membri divennero semplicemente ufficiali e soldati dai Fliegerkorps, mentre ex-ufficiali della Reichswehr assumevano gli incarichi direttivi.
    Tutti i componenti della NSFK erano anche uomini di partito e perciò questo conferì alla nuova Luftwaffe una forte impronta ideologica a differenza delle altre due armi, che possedevano una forte componente appartenente alla "vecchia guardia" di ufficiali provenienti dall'aristocrazia tedesca.
    La funzione di Vecchia Guardia venne assunta in seno all'arma diretta da Goering dai suoi ex colleghi piloti della prima guerra mondiale, tra cui spiccavano gli assi sopravvissuti al conflitto, come lo stesso Goering e Ernst Udet, divenuto uno dei suoi collaboratori più fidati.
    Ad Udet venne affidato il settore della caccia, mentre al Tenente Generale Walter Wever fu affidato quello del bombardamento, in condominio con l'incarico di capo di stato maggiore dell'intera arma.
    Quest'ultimo fu, forse, l'unica intelligenza strategica della Luftwaffe in tutto il periodo precedente.

    Sicuramente fu l'unico ad intuire l'importanza di una visione strategica del bombardamento, basata sulla teoria dell'annientamento del nemico ideata dal generale italiano Giulio Douhet, di cui fu estimatore.

    Deciso sostenitore dello sviluppo dei bombardieri strategici, Wever fu l'ispiratore del programma che ne chiese la progettazione e lo sviluppo a partire dal 1935.

    CETERUM CENSEO KARLPOPPER BANNANDUM EST

    Possono tenersi il loro paradiso.
    Quando morirò, andrò nella Terra di Mezzo.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    AUT CONSILIO AUT ENSE
    Data Registrazione
    30 Oct 2009
    Località
    Granducato di Toscana
    Messaggi
    79,817
    Mentioned
    712 Post(s)
    Tagged
    63 Thread(s)

    Predefinito Rif: LA LUTWAFFE

    Parte 2
    Wever e il Bombardamento Strategico-1


    Wever, nominato Capo di Stato Maggiore della Luftwaffe, era già convinto della straordinaria importanza che il bombardamento strategico avrebbe avuto nello svolgimento di un conflitto nel futuro, che dava per scontato.
    Egli era convinto altresì che tale conflitto avrebbe opposto il Terzo Reich all'Unione Sovietica. In tale conflitto, Wever riteneva che le truppe tedesche non dovessero spingersi oltre la conquista dell'Ucraina e delle aree baltiche, ma era consapevole che in tal caso sia Mosca che le nuove aree industriali sovietiche di recente costruzione sul Volga e vicino agli urali sarebbero rimaste inaccessibili alle puntate offensive germaniche e di conseguenza una minaccia mortale.
    Quando gli venne fatto notare che i bombardieri tedeschi già esistenti (JU 52) e in costruzione (JU 86) non erano lontanamente in grado di raggiungere tali obiettivi anche dalle basi avanzate previste nei piani tedeschi in caso di conflitto, Wever rispose proponendo la creazione di un programma per realizzare in tempi brevi un bombardiere strategico destinato all'attacco dei grandi impianti industriali e delle città che fossero obiettivi militari, il tutto da alte quote, senza impegnare forze a terra in raid di distruzione. I progetti presentatigli non lo avevano soddisfatto, tanto da indurlo a cancellare i colloqui con Arado e Blom und Voss e avviarne invece con i due gruppi più grandi del settore aereonautico tedesco, avviando una duplice procedura di selezione per un progetto di un bombardiere a lungo raggio, nascosto sotto la definizione Ural Program. Dornier e Junkers risposero con diversi progetti, tra i quali vennero scelti un progetto Dornier e uno della Junkers, rispettivamente denominati Ju 89 e Do 19.

    Il Ministero dell'Aviazione del Reich (Reichsluftfahrtministerium o RLM) emise un ordine per la costruzione di prototipi entro il 1935.
    Nel frattempo Wever doveva confrontarsi con i numerosi avversari dell'idea del bombardamento strategico come primo fattore della vittoria, molto forti in seno agli alti comandi tedeschi e nei ministeri militari.
    Il regime tedesco era desideroso di ampliare il più possibile la forza aerea e di farlo nel tempo più breve possibile, per far dimenticare alle altre potenze europee il fatto che sino a pochi anni prima la Germania non aveva una arma aerea ed enfatizzare con numeri i più alti possibile la rinnovata forza del Terzo Reich nel settore.
    I tempi lunghi dello sviluppo di un bombardiere strategico mal si conciliavano con il desiderio di schierare un alto numero di apparecchi pronti alla guerra, in tempi celeri.
    Il fatto che Wever avesse stigmatizzato in diverse occasioni il desiderio di schierare <Un numero di reparti aerei tanto esteso da compromettere la qualità degli stessi.> non rese certamente più facile la vita dell'alto ufficiale, rimasto praticamente isolato in seno all'Alto Comando sulle sue posizioni.

    La maggioranza dei suoi avversari sosteneva la soppressione dei programmi Ural in faovre di una aviazione d'attacco destinata alla copertura delle truppe a terra e al bombardamento di obiettivi a breve e medio raggio. Insomma una aviazione militare subordinata alla strategia dell'esercito invece che una forza capace di azioni indipendenti e pienamente autonoma.
    Tutte le direttive e i rapporti emessi dall'Alto Comando della Luftwaffe riguardanti lo sviluppo dei bombardieri strategici finirono per portare in calce il nome di Wever, mettendo in luce il suo genio e la sua preparazione al riguardo.Nel breve spazio di due anni era diventato l'autorità assoluta in seno all'aviazione tedesca nel bombardamento strategico.
    Di fronte a Goering egli era il portavoce dei sostenitori del bombardamento strategico, dispiegante assieme la visione e la forza di volontà necessarie a modificare la tendenza dominante, convincendo tutti a portare avanti l'Ural Program.

    Ma il suo gruppo di collaboratori, sebbene protetti e sostenuti da Wever rimasero isolati dalla dottrina militare prevalente nel Terzo Reich, e ormai incentrata sull'impiego delle formazioni corazzate e blindate sostenute dall'aviazione da attacco al suolo.
    CETERUM CENSEO KARLPOPPER BANNANDUM EST

    Possono tenersi il loro paradiso.
    Quando morirò, andrò nella Terra di Mezzo.

  3. #3
    Forumista junior
    Data Registrazione
    17 Jun 2009
    Messaggi
    12
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: LA LUFTWAFFE

    Refuso: Luftwaffe

    Argomento interessante.

  4. #4
    AUT CONSILIO AUT ENSE
    Data Registrazione
    30 Oct 2009
    Località
    Granducato di Toscana
    Messaggi
    79,817
    Mentioned
    712 Post(s)
    Tagged
    63 Thread(s)

    Predefinito Rif: LA LUFTWAFEN

    CETERUM CENSEO KARLPOPPER BANNANDUM EST

    Possono tenersi il loro paradiso.
    Quando morirò, andrò nella Terra di Mezzo.

  5. #5
    Forumista
    Data Registrazione
    29 Aug 2009
    Messaggi
    847
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: LA LUFTWAFEN

    Argomento interessantissimo..

    Il Do-19, se nn ricordo male, altri nn era che
    la versione tedesca (evoluta) del
    Tubolev TB-3, anchesso frutto della
    stretta collaborazione degli
    anni '20 fra Urss e Weimer.





    ..comunque la germania ritenne sempre
    troppo dispendioso di alluminio, (viste le
    difficoltà a procurarsene) la
    costruzione di velivoli strategici,
    sacrificando persino i ricognitori a lungo
    raggio.
    Maccu sei si tu non sai / chi in la nizissidai / tutti li bé' so' communi.

  6. #6
    AUT CONSILIO AUT ENSE
    Data Registrazione
    30 Oct 2009
    Località
    Granducato di Toscana
    Messaggi
    79,817
    Mentioned
    712 Post(s)
    Tagged
    63 Thread(s)

    Predefinito Rif: LA LUFTWAFEN

    LE somiglianze ci sono.
    Wever aveva idee ben precise anche sull'alluminio.
    CETERUM CENSEO KARLPOPPER BANNANDUM EST

    Possono tenersi il loro paradiso.
    Quando morirò, andrò nella Terra di Mezzo.

  7. #7
    AUT CONSILIO AUT ENSE
    Data Registrazione
    30 Oct 2009
    Località
    Granducato di Toscana
    Messaggi
    79,817
    Mentioned
    712 Post(s)
    Tagged
    63 Thread(s)

    Predefinito Rif: LA LUFTWAFEN

    Riprendo la narrazione, scusandomi per lo iato mensile.

    -------------------------------------------------------------------------------------------
    Wever avviò anche colloqui segreti con Claudius Dornier e con i dirigenti della Junkers perchè velocizzassero lo sviluppo dei loro progetti e la costruzione dei prototipi.
    Wever e Dornier si incontrarono diverse volte nel corso del 1934 e nei primi mesi del 1935, collaborando nel mettere a punto un piano di produzione industriale destinato ad entrare in funzione non appena conclusa la fase di prototipo e la gara di selezione del tipo prescelto come bombardiere strategico della Luftwaffe.

    In quei mesi il generale stilò un memorandum destinato all'Uffico della Pianificazione Quadriennale dell'Economia (che guarda caso faceva capo a Goering) perchè avviasse un programma teso all'acquisto di materiali strategici, tra i quali spiccava l'alluminio, e al loro successivo accumulo.
    Nel mese di maggio del 1935 Goering approvò l'iniziativa di Wever, che era sostenuta anche da Fritz Todt, per ragioni differenti.

    Grazie alle sue conoscenze (aveva legami con il mondo delle banche e della giustizia civile, essendo figlio e nipote di alti dirigenti di quelli ambienti), il generale stava anche allacciando contatti per ottenere maggiori finanziamenti e agevolazioni legali per i suoi programmi.
    Il mese seguente ottenne un successo quando lo stesso Fuhrer approvò i suoi punti di indirizzo dell'attività della Luftwaffe, concretizzati in cinque brevi periodi, dopo un lavoro di due anni.
    CETERUM CENSEO KARLPOPPER BANNANDUM EST

    Possono tenersi il loro paradiso.
    Quando morirò, andrò nella Terra di Mezzo.

  8. #8
    AUT CONSILIO AUT ENSE
    Data Registrazione
    30 Oct 2009
    Località
    Granducato di Toscana
    Messaggi
    79,817
    Mentioned
    712 Post(s)
    Tagged
    63 Thread(s)

    Predefinito Rif: LA LUFTWAFEN

    Lo schema tecnico del Do 19
    Per rendersi meglio conto delle similitudini e delle differenze con l'omologo sovietico.
    CETERUM CENSEO KARLPOPPER BANNANDUM EST

    Possono tenersi il loro paradiso.
    Quando morirò, andrò nella Terra di Mezzo.

  9. #9
    AUT CONSILIO AUT ENSE
    Data Registrazione
    30 Oct 2009
    Località
    Granducato di Toscana
    Messaggi
    79,817
    Mentioned
    712 Post(s)
    Tagged
    63 Thread(s)

    Predefinito Rif: LA LUFTWAFEN

    Versione Ingrandita dello stesso schema.....:giagia:
    CETERUM CENSEO KARLPOPPER BANNANDUM EST

    Possono tenersi il loro paradiso.
    Quando morirò, andrò nella Terra di Mezzo.

  10. #10
    AUT CONSILIO AUT ENSE
    Data Registrazione
    30 Oct 2009
    Località
    Granducato di Toscana
    Messaggi
    79,817
    Mentioned
    712 Post(s)
    Tagged
    63 Thread(s)

    Predefinito Rif: LA LUFTWAFEN

    I 5 Concetti di Wever
    Per ottenere una efficace strategia aerea è necessario:
    1. Distruggere le forze aeree nemiche bombardando le sue basi di partenza e le industrie aeronautiche, contemporeaneamente sconfiggendo e respingendo le forze nemiche impegnate nell'attacco di bersagli in Germania.
    2. Prevenire il movimento di grosse masse di terra nemiche verso obiettivi e punti di concentramento in previsione di una offensiva, distruggendo completamente le ferrovie e le strade di grande traffico, ponendo particolare attenzione a ponti, viadotti e tunnel, indispensabili per i movimenti e i rifornimenti delle predette masse di manovra.
    3.Supportare efficacemente le operazioni delle unità dell'esercito non dipendenti dall'utilizzo delle ferrovie, rendendo impossibile la riorganizzazione logistica delle forze nemiche una volta che esse vengano messe sulla difensiva dai nostri attacchi.
    4.Supportare a richiesta anche le attività navali, con il bersagliare le basi navali nemiche e difendendo in tal modo le basi della Germania. Allo stesso tempo partecipare a supporto della Kriegsmarine e della sua aviazione navale (ove essa venisse concretizzata), prendendo parte direttamente alle battaglie navali.
    5.Paralizzare le forze armate nemiche fermando a lungo termine le attività produttive delle industrie nemiche.
    CETERUM CENSEO KARLPOPPER BANNANDUM EST

    Possono tenersi il loro paradiso.
    Quando morirò, andrò nella Terra di Mezzo.

 

 
Pagina 1 di 6 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Le armi segrete della Luftwaffe
    Di Avamposto nel forum Socialismo Nazionale
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 07-09-10, 20:39
  2. Il Comandante della Luftwaffe possedeva un laptop!
    Di Segesto II nel forum Fondoscala
    Risposte: 25
    Ultimo Messaggio: 15-05-10, 12:08
  3. 26/02/1945: rifondata la Luftwaffe
    Di Reduce nel forum Destra Radicale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 26-02-08, 16:37
  4. Luftwaffe ha la sua prima pilota di Tornado
    Di Zarco nel forum Tecnologia militare
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 09-02-08, 03:56
  5. Il papa che viene dalla Luftwaffe
    Di Feric Jaggar nel forum Destra Radicale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 20-04-05, 12:22

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226