User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: La destra e la bibbia

  1. #1
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    20 Jun 2010
    Messaggi
    7,877
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito La destra e la bibbia


    Vorremo chiederci oggi dove trova la destra mondiale la sua ragion d’ essere , le sue radici storiche che mettano in rilievo il suo carattere e il suo ruolo specifico nel governo delle nazioni e dell’umanità e ne mostrano la presenza lungo tutta la storia politica dell’uomo sulla terra .
    Potremmo prendere tanti libri di storia e tanti miti e leggende antiche dei popoli che ci parlano di poeti , di guerrieri , di eroi , di uomini che raccontarono avvenimenti storici o vi parteciparono per mettere in rilievo i medesimi tratti comuni dell’azione politica che ha alla base sempre lo stesso uomo con i medesimi principi e le medesime passioni ,ma sarebbe troppo dispersivo e spesso irrilevante ai fini della nostra indagine specifica .
    Per affrontare in modo essenziale il problema politico che ci porterebbe molto lontano dobbiamo rivolgerci a qualcosa di sintetico e di unitario che definisca subito chiaramente il tema che vogliamo trattare senza licenziosità poetiche o deviazioni campanilistiche dei vari autori del passato . Dobbiamo rivolgerci a qualcosa di paradigmatico per evitare sempre possibili e probabili deviazioni legate a una cultura particolare .
    Ecco che se vogliamo trovare un testo storico per eccellenza e universale , dove il problema è messo in mostra con naturalezza ad ogni riga e a ogni pagina in tutta la sua complessità ; dobbiamo rivolgerci al racconto biblico per la sua autorevolezza storica e per l’orientamento preciso e sicuro delle interpretazioni che l’autorità ne fa . (es .Esodo cap. 1.
    La bibbia infatti parla di due temi specifici che riguardano l’uomo sulla terra : Il bene comune e la storia della salvezza
    che passa attraverso il bene comune . Quando l’umanità era composta da pochi individui circa seimila anni fa e da poche razze , bastava il senso naturale delle cose e della giustizia a regolare la vita degli uomini senza bisogno di tante sovrastrutture che coincidessero con la complessità della vita sociale ; di solito bastava una qualsiasi autorità con i suoi pregi e i suoi difetti , che regolasse le varie tappe della vita della comunità seguendo o la tradizione o il senso naturale di giustizia interna nelle decisioni di carattere politiche, cioè comunitarie . Cosi avvenne nel popolo eletto per mostrare l ‘azione specifica e codificata di Dio sull’uomo non appena la discendenza di Abramo incomincio ad essere numerosa , tanto da divenire un popolo e formare villaggi e città . Subito dopo, nel tempo, fu necessario un regolamento che regolasse i rapporti tra i singoli gruppi e gli individui , tra una famiglia e l’altra e il potere , anzi un codice morale che regolasse la vita dell’individuo con Dio , con se stesso e con l’autorità statale .
    Ma questo avvenne dopo un lungo periodo di tempo considerando che l’uomo sviluppò un sistema sufficiente di scrittura solo verso il 2300 a.C. . Perché solo attraverso un sistema perfetto di scrittura poteva essere codificata una regola valida per tutti , altrimenti bisognava stare alla tradizione degli anziani . In quel periodo infatti abbiamo la nascita dei primi grandi imperi resi possibili proprio per l’uso amministrativo e strategico della scrittura . La possibilità di catalogare cose e merci e fare arrivare lontano copie dei decreti dei re , diede la possibilità di tenere uniti masse di uomini di razza diverse tra loro con un sistema paramilitare di governo .
    Non esiste testo al mondo piu completo e paradigmatico ,piu antico e coerente al mondo sul tema che vogliamo approfondire, migliore della storia degli ebrei perché non è un testo teorico scritto ma tutto pratico . Specialmente il tema politico non è un tema religioso che riguarda persone specializzate o di fede religiosa perché è conoscibile da chiunque faccia uso non ideologico delle sue capacita razionali .
    La GIUSTIZIA
    Un primo punto che bisogna subito fissare se si parla di rapporti politici tra gruppi e singoli , è il nodo fondamentale della giustizia . Mettiamo da parte il tema della giustizia tra Dio e l’uomo che riguarda prettamente la religione ,ma guardiamo al valore fondamentale delle giustizia nei rapporti sociali . Un primo errore che non bisogna correre è quello di paragonare la giustizia al valore dell’ uguaglianza. Sono due cose diverse perché l’uguaglianza potrebbe essere solo una piccola categoria della giustizia in determinati casi . L’uguaglianza ad esempio potrebbe essere immensamente ingiusta se si sottrae all’uomo il frutto del suo lavoro e ciò che è suo . L’uguaglianza è sommamente ingiusta e parziale quando non tiene presente la diversità e la giustizia tra uomo e donna, tra uomo e uomo, defraudandoli della loro identità e ricchezza personale e delle loro capacita specifiche . L’uguaglianza è una falce livellatrice , giustizialista , che non guarda in faccia alle diversità tra i singoli individui . E’ un valore religioso e non politico ! L’uomo è solo uguale davanti a Dio e mai uguale ad un altro uomo e non sono mai nati due uomini uguali sulla terra!
    L’uguaglianza, infondo, è un valore religioso,utopico, legato all’identità comune degli esseri umani ,ma non puo essere mai un valore politico e sociale a meno che non vogliamo fondare una società fideistica o ideologica, finalizzata non alla giustizia tra i singoli e alla crescita sociale e stabile , ma a servire un ideale ipotetico futuro. Una società in cammino verso un ideale ultraterreno è la tipica comunità religiosa e non politica . La giustizia invece stabilisce i rapporti tra individui e ne permette la crescita conservando a ognuno la sua dignità ,la sua identita , grande o piccola che sia . La giustizia politica ha solo programmi terreni e mai religiosi e non giudica in base a presupposti escatologici di salvezza ultraterrena .
    La giustizia non si piega né a destra né sinistra , nel senso che non è né a favore del ricco né a favore del povero bisognoso ,ma è un giudizio imparziale . Essa inoltre definisce che cos’è un uomo rispetto ad altri esseri e rispetto a se stesso .
    Ma che cos’è un ‘azione giusta in politica ? Che cos’è un programma e una legge giusta ?
    Potremmo tentare una definizione dicendo che quell’agire normativo e imparziale che rispetta tutti e da a ognuno il suo prezzo per il suo essere e il suo agire . Non dà a ognuno secondo il suo bisogno ,ma ad ognuno secondo un livello etico sufficiente . L’azione giusta è quell’azione particolare che si rifà a una norma universale .
    La norma giusta è in definitiva quella che da il giusto prezzo a ogni cosa, sintetizzata nella bibbia con l’espressione : “occhio per occhio e dente per dente “da cui derivano i dieci comandamenti . In pratica quando si da il giusto valore a una cosa si è giusti e si pesa giusto . Ora dal punto di vista cristiano potrebbero nascere serie difficoltà ad accettare il principio veterotestamentario “dell’occhio per occhio e dente per dente” , come un principio giusto quando Cristo ci dice : “volgi l’altra guancia” e quando Cristo dice che la sintesi della legge non è altro che l’amore al prossimo . La seconda difficoltà è presto risolvibile perché la giustizia giusta nasce proprio dall’amore al prossimo . Se Dio non ci voleva insegnare l’amore al prossimo non ci avrebbe dato i comandamenti di giustizia . Mentre la prima defficolta (volgi l’altra guancia ) non è un principio giuridico valido del diritto naturale e non è mai rivolto alla comunità politica ,ma è un consiglio all’individuo ,al discepolo , quello della sequela personale che aspira alla salvezza ultraterrena che tiene conto della giustizia Dio violata dal singolo uomo a causa del peccato , peccato che per Dio abbraccia una dimensione piu ampia e personale di quello sociale soltanto considerato dallo stato . Quindi il discorso di sinistra , il discorso comunista , non è un discorso politico, ma è un utopia religiosa piu o meno ortodossa .
    La destra dunque è quella politica che si basa sul diritto universale naturale delle genti , che lotta per portarlo nelle istituzioni avendo sempre presente la giustizia o il diritto naturale .Nel pensiero della destra poi la legge naturale coincide con quella rivelata e l’autorità non è altro se non coloei o colui che sta al servizio di questi principi nell’ambito della comunità politica . No è colei che tiene a freno gli istinti di potenza di una classe sull’altra .
    Alla destra si contrappone il principio democratico o gnostico e relativista dei valori secondo i quali la verità esce fuori dalle opinioni dei singoli riuniti o dalle maggioranze che eleggono le persona idonee che poi sappiano attuarli nella società , non concependo essi nessuna legge data o verità prefissata legata alla tradizione come invece avviene nel pensiero della destra che legge nel diritto naturale l’identità dell’uomo .



    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    24 Dec 2005
    Località
    "Bisogna fare Comunità cristiane come la Sacra Famiglia di Nazareth che vivano nell'Umiltà , nella Semplicità e nella Lode , dove l'altro è CRISTO"
    Messaggi
    3,220
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Puoi specificare la fonte?

    Grazie

  3. #3
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    20 Jun 2010
    Messaggi
    7,877
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da niocat55
    Puoi specificare la fonte?

    Grazie

    http://italy.indymedia.org/news/2006/08/1135504.php



    Prendiamo ad esempio il problema grave dell'immigrazione per dimostrare l'inadeguatezza politica del vangelo nell'affrontare il problema politico .
    Il vangelo dice al singolo, all'organizzazione religiosa di accogliere chiunque come un fratello , di amarlo , Chi fa questo segue il vangelo e non la legge naturale .
    Lo stesso atteggiamento lo troviamo nella legge ebraica basato sulla legge naturale . Da una parte c'è la difesa ferrea della razza , poi si dice di accogliere il forestiero, l'orfano e la vedova .
    E' chiaro che esistono due risposte ugualmente buone e giuste al problema !

    C' è una risposta legata al vangelo e riguarda il singolo fedele che non è autorizzato a odiare lo straniero. E c'è una risposta dello stato che non puo odiare il bene comune dei suoi cittadini e si basa sulla legge naturale , cioe sulla giustizia . Lo stato quindi non può odiare gli stranieri ma prende misure per fermarli e rimandarli indietro se necessario, per proteggere il bene comune e l'identita della sua comunita.

  4. #4
    Ministrare non Ministrari
    Data Registrazione
    26 Sep 2004
    Località
    Non mortui laudabunt te Domine: neque omnes qui descendunt in infernum. Sed nos qui vivimus, benedicimus Domino, ex hoc nunc et usque in sæculum.
    Messaggi
    868
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La fonte è lo stesso Apoliticos, gentile niocat55, in una delle sue celeberrime esposizioni dottrinali.


    Citazione Originariamente Scritto da apoliticos
    Prendiamo ad esempio il problema grave dell'immigrazione per dimostrare l'inadeguatezza politica del vangelo nell'affrontare il problema politico .
    Se non ricordo male, Apoliticos, era per caso suo quel breve saggio dal titolo "Democrazia o Cattolicesimo?" ?

  5. #5
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    20 Jun 2010
    Messaggi
    7,877
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da TheDruid
    La fonte è lo stesso Apoliticos, gentile niocat55, in una delle sue celeberrime esposizioni dottrinali.




    Se non ricordo male, Apoliticos, era per caso suo quel breve saggio dal titolo "Democrazia o Cattolicesimo?" ?
    Si ,sono riflessioni dello stesso personaggio !

  6. #6
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    20 Jun 2010
    Messaggi
    7,877
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da antonio
    un conto poi e' l'eguaglianza, un conto l'equita'.
    L'equità rientra piu nella giustizia , mentre l'uguaglianza è una virtù prettamente evangelica . Essere tutti uguali rispetto ai beni materiali è una esigenza evangelica prettamente delle comunita di fede o religiose .
    Tutti gli esseri creati da Dio ,poi, essendo creati allo stesso modo , con la stessa natura , sono tutti uguali davanti a Lui , neri , arabi, mulatti , bianchi , ma nella chiesa è una uguaglianza che si ha solo con la stessa fede . Fuori dalla fede non c'è nessuna uguaglianza e permangono tutte le diversita . Questa uguaglianza ontologica non intacca l'unicita di ogni essere davanti a Lui .
    Nella stessa Chiesa tutti sono uguali magari solo rispetto ai beni materiali , ma ci sono apostoli , evangelisti ,profeti e mille altri con ministeri e carismi diversi . Cosi in una società civile dove non dovrebbe esistere l'uguaglianza rispetto ai beni materiali perchè ognuno ha doti diverse ed esigenze diverse . C' è poi che la legge naturale condanna il furto , anche quando fosse dettato da necessita .

 

 

Discussioni Simili

  1. App. per la Bibbia CEI
    Di Miles nel forum Cattolici
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-12-13, 02:17
  2. La Bibbia e il fucile
    Di Florian nel forum Conservatorismo
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 12-11-10, 21:19
  3. Bibbia
    Di Gian_Maria nel forum Socialismo Libertario
    Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 12-10-09, 19:53
  4. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 21-12-07, 19:17
  5. Bibbia in mp3
    Di viator nel forum Cattolici
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 31-12-05, 17:06

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226