User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 30
  1. #1
    naufrago
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    La me car Legnàn
    Messaggi
    22,957
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Gibelli - MULTICULTURALISMO, LA NOSTRA PRIGIONE

    LaPadaniaonline.com

    MULTICULTURALISMO, LA NOSTRA PRIGIONE
    ANDREA GIBELLI

    È giunto il tempo che la Lega Nord denunci la pericolosità di una società costruita a tavolino attraverso il principio della multiculturalità, un termine che abbiamo ereditato, senza assimilarne i contenuti, dalla tradizione nordamericana. Oggi, di fronte alla presenza di un numero sempre maggiore di immigrati di origine musulmana, non solo il multiculturalismo è in crisi ma rischia di diventare un boomerang. Anzi, una prigione, dove proprio noi europei siamo i carcerati. Storicamente proprio l’islam culturalmente colonizzatrice e dominante ha sfruttato la multiculturalità per dominare le popolazioni che incontrava. Infatti, se oggi non si può parlare di autentiche guerre a parte il terrorismo, le dominazioni storiche dei musulmani, partendo da minoranze ben organizzate, sono diventate maggioranze senza colpo ferire. Quando, dopo l’ottavo secolo, l’islam dominava il Medio Oriente e il Nord Africa era minoranza religiosa. Ricordiamo le fertili comunità cristiane dell’Egitto che diede i natali a grandi santi, della Turchia di san Paolo e della Tunisia di sant’Agostino, della Siria di san Bassano.
    Come riuscirono a diventare maggioranza, semplicemente offrendo ai cosiddetti dhimmi - cioè i cristiani e gli ebrei sottomessi - un vantaggio economico sociale attraverso la spontanea conversione all’islam? Con il metodo che spiegherò, anche in Paesi dove non riuscivano ad imporre il dominio militare nei... ... secoli, diventarono maggioranza; come nel Sudest asiatico, si vedano alcune regioni delle Filippine, dell’Indonesia, della Tailandia e della Malesia e, nel secolo scorso, nel vicino Libano, Paese che da pochi decenni dopo 14 secoli di resistenza identitaria non è più a maggioranza cristiana. L’islam è culturalmente e storicamente abituato ad agire come forza minoritaria fortemente identitaria, poi con il tempo abituato ad imporsi sul piano etnico, politico e religioso. E’ evidente che anche in Europa si sta adottando la medesima strategia. Ed è sempre strutturata in tre fasi. Anche in società moderne l’islam parte con presenze poco significative che non avanzano alcuna richiesta. Non sono organizzati, vivono e lavorano ignorando completamente la società che li ospita. Il fenomeno nel nostro Paese ha riferimento con i primi immigrati marocchini degli anni ’70 e ’80, cioè prima della legge Martelli. Hanno addirittura un atteggiamento quasi laico e molto personale e non organizzato nel rapporto con la propria fede.
    Superata questa prima fase (e prendendo ad esempio ciò che è avvenuto nel Sudest asiatico) nel nostro Paese negli ultimi anni iniziano le richieste di organizzazione di comunità musulmane stabili, con proprie strutture sociali e religiose, come le madrasse e le moschee. Si ricordi che anche nei secoli scorsi l’islam era multiculturale e tollerante, con la clausola, come si diceva prima, dei cosiddetti dhimmi o sottomessi che dovevano pagare una tassa in più rispetto alle altre popolazioni. Il nostro Paese e l’Europa intera sta vivendo questa fase, cioè quella dell’organizzazione delle comunità islamiche. Anzi, questa fase viene addirittura favorita dai nostri Paesi con denaro pubblico, usato proprio per autoisolarsi contro ogni principio di integrazione. Il vantaggio strategico dell’islam abituato a mantenere la propria tradizione autoisolandosi, e soprattutto in casa d’altri, ha trovato come formidabile alleato il multiculturalismo europeo e la democrazia occidentale. È evidente che se le popolazioni musulmane presenti in Europa supereranno il 10%, condizioneranno la nostra vita, non tanto con l’integrazione ma con la consapevolezza che con il tempo diventeranno maggioranza, imponendo la loro cultura. Chi in passato si è affidato al multiculturalismo, nato in Canada soprattutto per favorire l’integrazione di immigrati europei, oggi si trova di fronte ad una infinità di dubbi rispetto a un sistema che più che essere multiculturale sta diventando un sistema di pluralità di monoculturalismo, cioè si danno vantaggi sociali ed economici a popolazioni che più che integrarsi mantengono la loro cultura d’origine. Infatti le principali strategie integrazioniste adottate in Europa, cioè quella assimilazionista alla francese o quella muticulturalista britannica e olandese, sono fallite.
    Oggi siamo di fronte alla constatazione che i musulmani non si vogliono integrare, che dietro il moderatismo europeo non si creano le condizioni per integrare e far conoscere all’islam la nostra cultura, anzi l’islam diventa classe dominante. Il dominio è dietro l’angolo. Con le percentuali di crescita in rapporto alla natalità, fra poco più di 30 anni l’islam sarà la religione più diffusa in Europa. Ricordo a tal proposito che fra 9 anni la Turchia diventerà Stato europeo. È evidente che di questo passo va individuata da subito una soluzione ad un problema che rischia di diventare esplosivo. Il primo evidente passo da compiere è che bisogna demolire il concetto di società multiculturale e tornare all’idea di “cultura di riferimento”. Cioè in questo Paese o si rispettano i principi o non si entra. Il secondo, che è la conseguenza del principio di cultura di riferimento e tradizione, è finalizzato a definire un sistema scolastico dove la tradizione europea e la tradizione della cultura locale sono termini di paragone irrinunciabili per chi viene in questo Paese. La domanda spontanea è: che fare dei milioni di immigrati musulmani in Europa? Francia e Germania, Olanda e Gran Bretagna stanno pensando di rivedere i propri modelli in merito all’immigrazione. Il nostro Paese, Prodi permettendo, può ancora chiudere le frontiere e definire nella tradizione locale e nazionale un termine di paragone irrinunciabile.
    Concludiamo ricordando che storicamente è accaduto secoli fa, proprio in Egitto e in Tunisia, che superando il 20% le popolazioni musulmane hanno cominciato ad aggredire le popolazioni locali cristiane. Ricordiamo: il 20%.
    È dopodomani per questo Paese.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Registered User
    Data Registrazione
    10 Feb 2005
    Messaggi
    601
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Gibello non e' cattivo ed e' anche uno che cerca di sopperire ad una profonda ignoranza di base con la lettura di qualche best seller alla fallaci o con qualche bigino (stile bricolo). La lettura di troppi bigini neocon, pero', lo porta a dire e scrivere parecchie cazzate (vedi le fesserie su Filippine, Tailandia e sud est asiatico) e grosse bugie (vedi Libano). Il Libano non e' piu' cristiano per precisa volonta' di Usrael che da sempre spinge affinche' il Libano sia totalmente islamizzato e pronto ad accogliere tutti i vecchi profughi palestinesi e una vasta parte di quelli che oggi vivono in cisgiordania e che verrebbero cacciati a calci in culo verso lo spazio "lasciato libero" dai cristiani in Libano.Cose scritte e dette da tutti gli esperti di medio oriente. Solo che se si legge solo la pappagonia, i bigini e le veline di alcune ambasciate non si fa chiarezza. salutiamo.

  3. #3
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Con tutti i teroni che ci sono in lega il multiculturalismo loro lo conoscono alla perfezione

  4. #4
    Registered User
    Data Registrazione
    02 Jun 2006
    Messaggi
    1,557
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Bravo Gibelli, ma se queste cose (alcune discutibili) le avesse dette quando comandava a roma assieme ai suoi ministri, sarebbe rimasto immediatamente disoccupato. Troppo facile dirle adesso che non rischia niente (nemmeno di prendere più voti alle prossime elezioni,)

  5. #5
    Rifondazione Leghista
    Data Registrazione
    25 Jun 2006
    Messaggi
    1,028
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Suggerisco la lettura. Molto interessante...

    http://www.chiesa.espressonline.it/p...io.jsp?id=7662

  6. #6
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 May 2009
    Messaggi
    3,847
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Furlan
    Con tutti i teroni che ci sono in lega il multiculturalismo loro lo conoscono alla perfezione
    Infatti, sarebbe una levantina come la badante a difendere le culture e le etnie Padano-Alpine?

  7. #7
    figlio di Zeus e Danae...
    Data Registrazione
    07 Aug 2011
    Messaggi
    1,325
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da vlassov
    Gibello non e' cattivo ed e' anche uno che cerca di sopperire ad una profonda ignoranza di base con la lettura di qualche best seller alla fallaci o con qualche bigino (stile bricolo). La lettura di troppi bigini neocon, pero', lo porta a dire e scrivere parecchie cazzate (vedi le fesserie su Filippine, Tailandia e sud est asiatico) e grosse bugie (vedi Libano). Il Libano non e' piu' cristiano per precisa volonta' di Usrael che da sempre spinge affinche' il Libano sia totalmente islamizzato e pronto ad accogliere tutti i vecchi profughi palestinesi e una vasta parte di quelli che oggi vivono in cisgiordania e che verrebbero cacciati a calci in culo verso lo spazio "lasciato libero" dai cristiani in Libano.Cose scritte e dette da tutti gli esperti di medio oriente. Solo che se si legge solo la pappagonia, i bigini e le veline di alcune ambasciate non si fa chiarezza. salutiamo.
    azz ha parlato il "profeta" dei popoli oppressi.... anche se è vero che nel periodo della tua permanenza in quelle terre qualcosa hai imparato, continua così che un giorno sarai pronto !

  8. #8
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    19 Sep 2005
    Località
    Oggiono (LC)
    Messaggi
    19,197
    Mentioned
    17 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    L'asino del Ticino ha ragliato...

  9. #9
    figlio di Zeus e Danae...
    Data Registrazione
    07 Aug 2011
    Messaggi
    1,325
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Luca
    L'asino del Ticino ha ragliato...

    Luca sei libero di non condividere i miei post, ma ricorda io non ti ho mai offeso !
    ....se vuoi ci vediamo domani a Ca S.Marco, cosi' me lo ripeti ?


  10. #10
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    19 Sep 2005
    Località
    Oggiono (LC)
    Messaggi
    19,197
    Mentioned
    17 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Vi lasciamo ai vostri giochetti col dentista: ci vedremo a Venezia.

    Luca
    Comunità Antagonista Padana

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Gibelli a Ballarò
    Di Dragonball (POL) nel forum Padania!
    Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 22-03-06, 22:38
  2. ma questo Gibetti o Gibelli..............
    Di Antibus nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 60
    Ultimo Messaggio: 24-02-06, 12:24
  3. Gibelli sveglia!!!
    Di Dragonball (POL) nel forum Padania!
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 23-02-06, 21:13
  4. Presidente gibelli da porto belli?
    Di El Criticon nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 03-12-05, 22:09

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226