User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    ulfenor
    Ospite

    Predefinito Principi di formazione di carattere

    Principi di formazione del carattere
    di Rudolf Steiner [05/09/2006]
    Fonte: centrostudilaruna [scheda fonte]




    Corpo, anima e spirito sono i tre lati di una stessa realtà. Per questo è importante che il corpo sia sano: affinché possa essere uno strumento efficace per l’azione dello spirito e possa far trasparire la bellezza dell’anima.

    Il corpo sia mantenuto sano, ben curato, ben pulito. Ben rasato in volto.

    Sia mantenuto integro in ogni sua parte, non soggetto ad alcuna mutilazione. Sia alimentato in giusta misura, senza eccessi. Non turbato da sostanze che alterano la psiche e danneggiano gli organi. Sia fortificato dalla ginnastica, dalle escursioni, dalla vita all’aria aperta. Prima ancora della nascita, la salute del corpo sia tutelata impedendo il perpetuarsi di ogni tara che offenda la sacralità della vita.

    Non a tutti il destino concede una vita in piena salute. Ma tutti con la loro volontà possono aspirare a vivere sani: questa è la salute mentale, che esclude ogni atteggiamento morboso, ogni voluttà di sentirsi deboli. Alcune forme di superstizione utilizzano la malattia come strumento per raggiungere la comunione con il dio. Bisogna tenersi lontani da queste fedi malate. Gli Dei hanno creato l’uomo affinché viva sano e faccia della gioia di vivere un ponte per raggiungere gli esseri che reggono il cosmo.

    La salute dell’anima si consegue purificando il pensiero da fantasticherie che sono come virus distruttivi e dalla immaginazione si trasmettono al corpo. Alcune di queste fantasie assumono la forma di superstizioni fanatiche e lentamente, nel corso dei secoli, divorano la psiche dei popoli che ad esse si sottomettono: la fantasia che, ad esempio, i nostri antenati abbiano compiuto una colpa terribile, cadendo in un peccato che dalle origini si trasmette alle generazioni. Questa idea è falsa ed offende la dignità degli uomini, che sono nobili o volgari in base alle azioni che commettono nel corso delle loro vite. La fantasia che si debba adorare un redentore, che ci liberi dalla dannazione eterna. Questa idea è falsa ed offende gli Dei, che hanno creato gli uomini liberi di determinare il destino futuro con i loro atti di volontà nel presente.

    La fantasia che esista un popolo scelto da un dio, superiore a ogni altro, e che ad esso ci si debba inchinare con deferenza. Questa idea è falsa ed offende le grandi civiltà che dimostrarono la loro grandezza con i frutti e con gli effetti, non con l’arroganza di una pretesa. La fantasia che i nostri antenati siano vissuti nelle tenebre prima di sottomettersi ad una fede venuta da un'altra parte del mondo. Questa fantasia è falsa e offende i nostri antenati che vissero nella luce. La fantasia che il mondo finirà domani tra le fiamme dell’apocalisse. Questa idea che ci raccontano da duemila anni è falsa e malvagia: anche quando chi la diffonde è in buona fede e crede ad essa solo per una forma di stupidità gli effetti prodotti sono terribili. Infatti, chi predica l’apocalisse pratica la distruzione. La fantasia che alla fine si salva chi crede ad una determinata fede. Questa fantasia è falsa: si salva chi pone luce nella propria mente e nobiltà nelle proprie azioni.

    Una vita mentale malsana, dominata dalle allucinazioni di fedi fanatiche, porta alla rovina gli uomini e le civiltà.

    L’uomo civile si distingue per la calma che regola le sue rappresentazioni interiori, per la chiarezza del suo pensiero. L’equilibrio domina le sue riflessioni, la tolleranza caratterizza il suo rapporto con gli altri: tolleranza che si manifesta ovviamente solo nei confronti dei tolleranti, in nome della perfetta reciprocità. La tendenza, coltivata fin da giovani, a pensare con rigore e con chiarezza dona sicurezza alla vita dei sentimenti e salva l’anima dalle fantasticherie, dalle eccitazioni nervose, dalla adesione alle fedi settarie. Chi coltiva la concentrazione del pensiero (1) affronta in maniera efficace la vita, evita ogni esagerazione nel giudizio e nel comport! amento. Regola ogni cosa secondo giusta misura, perché dicevano i padri: “Ottima è la misura”. Sa mantenere fredda la propria mente e rimane signore di sé mentre gli altri si lasciano infiammare dalle passioni e travolgere dalle ondate di menzogna che di tempo in tempo invadono la vita sociale.

    Chi non è capace di tanto si rinchiude nella gabbia delle proprie fantasie, ma quelle fantasticherie sono in realtà i fili tirati da padroni che emergono da mondi inferiori. L’anima intelligente, invece, accorda i pensieri con la realtà, con l’anima del mondo: per questo è capace di lasciare la sua propria impronta formatrice sull’ambiente circostante. I popoli che coltivano questa virtù del pensiero sono gli stessi che eccellono nelle scienze naturali e nello sviluppo tecnologico. Bisogna osservare con calma la natura: lo studio scientifico della natura è una forma di devozione religiosa, perché la natura manifesta gli Dei; bisogna lasciare allora che le cose del mondo, le voci dei regni natu rali parlino a noi e rivelino forze profonde.

    Lo spirito è tale solo quando agisce sulla materia e la trasforma. Divinità che rubano dalla terra le anime degli uomini sono in realtà demoni. Laddove domina la vera spiritualità la terra fiorisce: le città sono ordinate e pulite, il crimine e la corruzione severamente combattuti, le frontiere sono ben custodite, le scienze sono coltivate, la scuola promuove il merito e diffonde il sapere, le classi dirigenti sono selezionate ed efficienti.

    Laddove domina la superstizione l’assassino viene giustificato e mentre la città cade nel caos sugli altari si predica l’“amore”. È dovere spirituale di ognuno contribuire con l’azione quotidiana all’ordine civile. Ognuno attraverso il proprio lavoro e i propri talenti, vivendo intensamente nel tempo presente e nel posto a cui è destinato, sorregge l’ordine cosmico. Accettare il proprio destino particolare è tutto il contrario della rassegnazione: il rassegnato si abbandona all’inerzia e alla disperazione; chi ama il destino infonde tutte le proprie e nergie per vivere al meglio secondo le condizioni che gli sono state dettate.

    L’uomo che ha compiuto il proprio dovere ha anche diritto al piacere; il sano piacere ristora il corpo e l’anima e permette allo spirito di acquisire nuova forza per svolgere i suoi piani. Attraverso il piacere e la gioia di vivere il corpo rafforza la propria salute. L’uomo nobile fa di tutto per migliorare la salute del corpo ma è anche pronto in ogni momento a sacrificarla per un ideale superiore. Chi infatti pensa che il benessere del corpo sia il valore supremo pensa in maniera sbagliata e alla lunga diventa isterico come gli effeminati. La salute del corpo è uno strumento – non un fine – per poter compiere fino in fondo ciò per cui siamo nati. Solo chi ragiona in tal modo assapora il vero piacere, la gioia di vivere, la grande salute.


    NOTE

    1) Cfr.
    Liberazione delle facoltà.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Trad-Rad
    Data Registrazione
    03 Aug 2002
    Località
    Ultima Thule
    Messaggi
    323
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Vi segnalo che l'articolo riportato sopra non è operà di Rudolf Steiner, come erroneamente indicato, ma del collaboratore del sito del Centro Studi La Runa che cura la sezione Tradizione Solare.

    In particolare, questo scritto è stato indubbiamente ispirato dalla Iniziazione di Steiner, ma l'autore ha aggiunto una serie di considerazioni che prendono di mira il cristianesimo: questo Steiner non lo avrebbe mai fatto. Il grande Maestro austriaco era infatti uno gnostico cristiano e mai avrebbe usato quelle formulazioni così radicalmente avverse alla ideologia biblica. Tuttavia tali formulazioni oggi (in tempi diversi da quelli in cui vivevano Steiner e Francesco Giuseppe II) sono moralmente necessarie per evitare che il nostro mondo vada nella rovina più nera.

    In generale, i brani brani di Tradizione Solare non riproducono gli scritti di Steiner, ma riprendono liberamente i pensieri di vari maestri (Steiner, Scaligero, Filippani, ma anche Reghini, Evola...) in un contesto però rigorosamente pagano, europeo, indipendente da ogni sottomissione a influenze abramitiche. La forma anonima serve proprio a slegare quell'ordine di pensieri da una precisa individualità.

    A ben vedere nel testo riprodotto sono evidenti gli influssi di pensatori come Gunther, Clauss, lo stesso Evola che attribuivano quelle caratteristiche comportamentali alla razza ariana "pura". Nel nostro caso però non si fa riferimento ad una razza biologicamente pura, ma ad un compito individuale da realizzare.

    Saluti.

  3. #3
    ulfenor
    Ospite

    Predefinito

    Grazie per la segnalazione runen....

 

 

Discussioni Simili

  1. Carattere Fiamma!!!!
    Di paposha nel forum Destra Radicale
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 07-03-08, 09:30
  2. Principi di formazione di carattere
    Di ulfenor nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 10-09-06, 17:49
  3. Carattere
    Di Charlie Brown nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 27
    Ultimo Messaggio: 19-11-05, 21:47
  4. Un gran bel carattere...
    Di pcosta nel forum Hdemia
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 27-11-04, 12:27
  5. Che carattere avete?
    Di pensiero nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 27
    Ultimo Messaggio: 03-06-04, 15:20

Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 365 Giorni: 0

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226