User Tag List

Risultati da 1 a 7 di 7
  1. #1
    Hrodland
    Ospite

    Predefinito Buone notizie! Almeno ce ne andiamo dall'Iraq!

    http://www.ansa.it/opencms/export/ma...993688893.html

    NASSIRIYA - Passaggio di consegne, a Nassiriya, tra i militari italiani e le forze irachene, che assumono formalmente il controllo della sicurezza nella provincia di Dhi Qar. La cerimonia di 'trasferimento di responsabilita'' e' appena cominciata a Camp Ur, una base militare alle porte di Nassiriya. Presenti, tra gli altri, il premier iracheno Nour Al Maliki e il ministro della Difesa italiano, Arturo Parisi.

    Per l'Italia, dopo oltre 3 anni, si sono cosi' di fatto conclusi i compiti della missione Antica Babilonia: il rimpatrio dei circa 1.600 soldati presenti e' gia' cominciato e dovrebbe concludersi, con il ritorno a casa dell'ultimo militare, all'inizio di dicembre. Dal giugno 2003 le forze armate italiane a Nassiriya hanno addestrato circa 13 mila poliziotti e 1.700 soldati iracheni: da oggi, questi saranno autonomi e dovranno garantire la sicurezza della provincia da soli, anche se i soldati di Antica Babilonia continueranno a garantire per un periodo un'azione di monitoraggio e potranno intervenire, in caso di necessita', su richieste delle autorita' locali. Il luogo della cerimonia e' la base della terza brigata dell'esercito iracheno, interamente addestrata dagli italiani. Su un vasto piazzale e' schierata una rappresentanza delle forze armate e di polizia irachene, mentre sul lato opposto c'e' il palco delle autorita': il premier iracheno, Parisi, il governatore della provincia Al Ogheli, molti capi tribu' ed esponenti delle forze della coalizione. E' un luogo isolato e a prova di attacco, ma ugualmente 'blindato' da un massiccio dispositivo di sicurezza. La cerimonia si concludera' con la firma di un Memorandum d'intesa, che suggellera' il trasferimento della responsabilita' della sicurezza agli iracheni.

    'Ora il traguardo e' tagliato, la missione e' compiuta ed il contingente italiano completera' nel prossimo periodo tutte le operazioni che porteranno a concludere il rientro'. Lo ha detto il ministro della Difesa, Arturo Parisi, nel suo intervento durante la cerimonia di trasferimento della responsabilita' della sicurezza della provincia di Nassiriya dagli italiani agli iracheni. 'Lasciamo questo territorio con il contingente militare, ma non voltiamo le spalle all'Iraq', ha aggiunto il ministro, sottolineando che l'impegno proseguira' in altre forme.

    Finora, ha detto Parisi, la presenza italiana in Iraq ha avuto 'una caratterizzazione prevalentemente militare', ma 'nel futuro la presenza e la partecipazione italiana si esprimeranno soprattutto in altre forme'. 'Politica, innanzitutto', ha spiegato il ministro, sottolineando 'l'interesse italiano ad una pacificazione dell'intero Medio Oriente allargato che si e' fatto di recente piu' palese e piu' incisivo in tutta l'area in cui siamo presenti, dal Libano all'Afghanistan'.

    'Poi economicamente, ed in questo senso - ha aggiunto - ci siamo espressi ed abbiamo assunto impegni due giorni fa a New York nell'ambito dell'International Compact per l'Iraq. Inoltre attraverso una presenza civile, si cerchera' di coprire tutti i campi in cui pensiamo di potervi portare assistenza in cui essa si rivelera' utile. Infine - ha concluso Parisi - attraverso la permanenza di una presenza militare, inquadrata nell'ambito della missione addestrativa della Nato ma che potra', sempre in campi addestrativi, assumere anche altre forme, sempre che tale sia l'interesse di entrambi i paesi'.

    D'ALEMA, PASSAGGIO CONSEGNE PIETRA MILIARE

    'L'assunzione oggi da parte irachena della responsabilita' della sicurezza nella provincia del Dhi Qar costituisce una pietra miliare per il governo e popolo iracheno nel processo di costruzione di un Iraq sovrano, democratico, federale e unito'.

    E' il commento da New York del Ministro degli Esteri Massimo D'Alema, riferito dalla Farnesina.

    'Non possiamo dimenticare che il nostro contingente per conseguire tale importante risultato ha dovuto pagare un elevato prezzo anche in termini di vite umane, da ultimo oggi stesso a Nassiriya': lo ha rilevato a New York il ministro degli esteri Massimo D'Alema, commentando il passaggio di consegne a Nassiriya, tra i militari italiani e le forze irachene, che da oggi assumono formalmente il controllo della sicurezza nella provincia di Dhi Qar. E proprio oggi a Nassiriya e' morto un militare italiano in seguito ad un incidente: e' la 32ma vittima tra i soldati italiani schierati in Iraq fin dal giugno 2003.

    'Tale risultato e' stato reso possibile anche grazie al sostegno determinante fornito dal contingente italiano alla ricostituzione di una capacita' autonoma delle autorita' irachene nel campo della sicurezza, unitamente ai numerosi progetti di ricostruzione e interventi in campo civile a sostegno della popolazione locale', ha proseguito D'Alema. 'Non possiamo dimenticare che il nostro contingente per conseguire tale importante risultato ha dovuto pagare un elevato prezzo anche in termini di vite umane, da ultimo oggi stesso a Nassiriya'.

    'Si apre oggi ha osservato D'Alema una fase nuova dell'impegno italiano per la ricostruzione dell'Iraq, alla quale l'Italia intende continuare a contribuire fattivamente nel contesto delle iniziative assunte dalla comunita' internazionale per favorire il consolidamento della democrazia e la piena stabilizzazione del paese'. Questo impegno e' stato ribadito da D'Alema sia al Presidente Talebani che al Ministro degli Esteri Zebari in occasione degli incontri avuti a New York a margine della 61/a Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Registered User
    Data Registrazione
    22 Aug 2006
    Messaggi
    93
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    A questo punto direi: "meno male".

  3. #3
    Hrodland
    Ospite

    Predefinito

    Anche se quest'ultimo giorno è stato funestato da altri due incidenti con altri due morti, almeno questo è un buon giorno, nel quale non ci saranno più soldati mandati in Iraq per proteggere (e per morire) gli interessi di altri.

  4. #4
    Membro di Italia Nazionale
    Data Registrazione
    17 Apr 2006
    Messaggi
    57
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Il ritiro dall'Iraq è decisamente una buona notizia, anche se bisognerà concentrarsi per evitare che queste folli avventure in giro per il pianeta a fianco dell'"esercito del bene" si ripetano. Se da una parte ci guadagnamo il rispetto delle popolazioni che si rendono conto della nostra vena creativa, dall'altra ci creeremo nemici politici e non se continueremo.

    Vedere un volto amico che lavora per il tuo peggior nemico non può farti mantenere in pace con lui per sempre.

  5. #5
    RibelleSano
    Ospite

    Predefinito

    Meno male...

    Per i due caduti: presenti!!!

  6. #6
    Registered User
    Data Registrazione
    22 Aug 2006
    Messaggi
    93
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Marco84 Visualizza Messaggio
    bisognerà concentrarsi per evitare che queste folli avventure in giro per il pianeta a fianco dell'"esercito del bene" si ripetano.
    Già fatto.

  7. #7
    Registered User
    Data Registrazione
    22 Aug 2006
    Messaggi
    93
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da RibelleSano Visualizza Messaggio
    Meno male...

    Per i due caduti: presenti!!!

 

 

Discussioni Simili

  1. Buone notizie dall'Olanda
    Di ventunsettembre nel forum Padania!
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 11-06-10, 22:27
  2. Notizie (buone) dall'Italia
    Di egginardo71 nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 13-08-06, 18:32
  3. Buone notizie dall'economia: Inflazione
    Di UgoDePayens nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 14-12-04, 12:07
  4. alcune buone notizie dall'America
    Di Il Patriota nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 03-11-04, 08:49
  5. Buone notizie dai fronti GB e Iraq
    Di Il Condor nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 16-03-04, 18:09

Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 365 Giorni: 0

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225