User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 17
  1. #1
    Registered User
    Data Registrazione
    22 Aug 2006
    Messaggi
    471
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Arrow PADANIA idea antica (prima di Miglio, prima di Bossi!!)

    riporto una discussione che si sta svolgendo sul forum
    www.lunezia.4000.it >>progetto cenerentola>>lunezia

    Per chiudere il cerchio sulla questione dei rapporti tra la Lunezia, regione padana ovvero voluta dai padani e non da Roma, e la Padania, vorrei precisare che il progetto geopolitico “Padania” non nasce, come comunemente, si crede nella Varese leghista post-democristiana degli anni ’90 bensi nell’Emilia-Romagna comunista degli anni ’70…eh si, la Padania è la “questione padana” non sono certo una invenzione della Lega Nord come dimostra l’articolo-intervista che Francesco Santini, giornalista de La Stampa di Torino, aveva fatto al Presidente della Regione Emilia Romagna nell’ormai lontano 6 novembre 1975. Guido Fanti, autorevole esponente della sinistra nel 1975 auspicava l’avvento di una “Lega del Po” paragonabile all’altrettanto irrealizzato “coordinamento delle regioni del Nord” che sarebbe dovuto nascere per opera del centrodestra all’indomani della conquista delle regioni padane dopo la vittoria del 2000 della Casa della Libertà…io, ovviamente, considero la Lunezia come una Padania minor rispetto al grande progetto geopolitico di una Padania maior che possa conglobare anche la stessa Lunezia…in effetti le considerazioni che Fanti esprimeva per la Padania possono essere fatte con le debite proporzioni anche per la Lunezia…per verificare che poi la Padania in origine sia stata anche un progetto culturale oltreché politico della sinistra emiliano-romagnola (ah, non la destra becera e razzista. eh,eh,eh) basta consultare il sito http://www.comune.fe.it/iscofe/padania.htm dell'Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara dove si può leggere:

    PADANIA - storia cultura istituzioni Rivista semestrale dell'Istituto di Storia Contemporanea fondata nel 1985 L'area padana, regione cerniera tra la penisola mediterranea e il resto dell'Europa. Lo spazio geografico attorno e lungo il "grande fiume" in cui si é sviluppata una civilizzazione con caratteri fortemente similari, nonostante le lunghissime vicende di suddivisioni statali. Ricostruirne i tratti comuni senza trascurarne le diversità. L'obiettivo che PADANIA si propone avendo come pubblico ideale non solo studiosi e ricercatori ma quanti amano e si sentono protagonisti di questo mondo padano. Il progetto culturale della rivista privilegia quegli aspetti del vivere in comunità urbane e rurali che testimoniano un percorso comune, al di sopra e al di fuori dei confini stabiliti dalle diverse realtà amministrative: forme del lavoro, strutture di rappresentanza degli interessi e delle aspirazioni, tensioni ideali, immagini collettive, rapporti civili, esperienze e temi della vita quotidiana."


    Tutto questa per dimostrare che la Lega Nord non è la Padania e che quest'ultima non è certo un bizzarro miraggio teorizzato a tavolino da quattro "lumbard" ...

    Ma torniamo all’intervista a Guido Fanti pubblicata nel 1975 da la Stampa….


    MA NASCERÀ DAVVERO LA SUPER REGIONE DELLA PADANIA?
    FANTI SPIEGA LA SUA PROPOSTA PER UNA GRANDE “LEGA DEL PO”
    di Francesco Santini

    La Stampa, 6 novembre 1975

    L’accordo tra Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto ed Emilia per superare la crisi è giudicato dal Presidente emiliano “improcrastinabile”. Quest’area geografica “ha in comune un groviglio di problemi irrisolti”. Alla vigilia dell’incontro Governo-Regioni fissato a Roma per metà novembre, Guido Fanti Presidente della Giunta dell’Emilia Romagna, rilancia con il tema Padania il ruolo dell’area del Po e giudica improcrastinabile un accordo tra Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto ed Emilia per superare la crisi che ha colpito il Paese. C’è sul tavolo del governo Moro il piano di intervento a medio termine e Guido Fanti propone la partecipazione
    delle Regioni al dialogo per il rilancio economico. Chiede perciò che al discorso con i Sindacati, il Governo affianchi in parallelo quello con le Regioni impegnate in queste settimane ad attuare i decreti anticongiunturali e a preparare i bilanci del prossimo anno. “È un’occasione che il Paese non può perdere – dice – un appuntamento al quale gli Enti locali, proprio per le funzioni loro attribuite, non possono mancare”. Inserisce su questo punto il progetto di un accordo tra le cinque Regioni dell’area del Po e subito aggiunge che la proposta non nasconde l’insidia di scaricare una nuova forza sul governo centrale: vuole al contrario, “convogliare l’apporto coordinato di un’area geografica che ha in comune un groviglio di problemi irrisolti, di scelte non fatte”. “Nessuno vuole indebolire il governo Moro – dice – anzi la nostra è una proposta di sostegno” e liquida i timori di una aggregazione tra Regioni forti, fatalmente contrapposte ad un Mezzogiorno debole, chiarendo: “Nel Centro- Nord la crisi economica non si è tradotta come al Sud, in crisi sociale: quindi in un discorso ampio di programmazione, la strategia di intervento non si deve risolvere sulla testa del Meridione d’Italia, anzi le cinque Regioni del Po sono chiamate a incidere come fattore di equilibrio”. Fa un esempio, quello dei Servizi sociali che sempre è stato molto a cuore agli amministratori emiliani e si dice pronto a “non pochi sacrifici”. Ricorda che in questo settore il livello raggiunto dalla sua Regione rappresenta una “singolare eccezione” ma si domanda: “In una situazione di crisi e di dissesto generale dell’economia, è giusto continuare con le scuole materne e gli asili nido addebitati alla spesa nazionale? Si possono ancora spendere somme così ingenti?” Per Fanti è necessario un coordinamento della spesa pubblica sul piano nazionale e subito aggiunge: “Noi siamo pronti a sacrificare parte delle nostre risorse purchè si sappia dove vanno a finire questi quattrini e insieme si decida come utilizzarli, si esige quindi un coordinamento secondo priorità valutate e programmate complessivamente”. In questo quadro che parte da un’analisi di crisi per il sistema economico “senza precedenza in 40 anni”, il Presidente della Giunta emiliana, individua nel superamento delle vecchie strutture dello Stato centralistico e nella rapida attuazione del nuovo Stato decentrato, “la via d’uscita per il Paese”. “Le Regioni – dice Fanti – rifiutandosi di chiudersi in se stesse, sono chiamate a svolgere il ruolo di protagoniste della politica nazionale e il consolidarsi dei rapporti permanenti, nell’area padana, rappresenta un contributo decisivo”. Le singole realtà regionali sono per Fanti limitate e i grandi temi, da quello dell’industrializzazione e dell’occupazione a quello degli investimenti “si estendono su aree geografiche ben più vaste; le risorse potenziali delPo sono disperse e inutilizzate, la crisi dell’agricoltura investe pesantemente anche le zone padane tradizionalmente
    più avanzate. Il patrimonio zootecnico si depaupera di giorno in giorno mentre il più grande fiume italiano è oggi una minaccia naturale, non una fonte di ricchezza”. Il progetto di aggregazione per le Regioni della Valle Padana è in formazione e si annunciano i primi contatti tra i Presidenti delle Giunte regionali. Fanti individua i punti al primo posto e le Regioni padane, nel tentativo di collaborare debbono tenere presenti essenzialmente, con gli sbocchi professionali dei giovani, il lavoro nelle campagne. “Ed è proprio nell’agricoltura che si fa necessario uno sviluppo coordinato tra le Regioni padane e quelle meridionali, non si può continuare a produrre disordinatamente senza confrontarsi sui problemi dell’irrigazione agricola, dei rapporti di produzione in agricoltura, delle colture pregiate, dell’industrializzazione agricola, della connessione agricoltura-industria”. Dall’agricoltura passa all’industria: “C’è da tener conto della domanda sociale, ma è necessario individuare tutti insieme, gli sbocchi sui mercati interni e su quelli esteri, ecco la necessità del confronto fra le Regioni del Po. Non si può ignorare la politica delle localizzazioni industriali, per uno sviluppo equilibrato del territorio”. Fa l’esempio dell’Innocenti, della necessità di riconversione produttiva da programmare con una base di organicità comune. Ecco la via d’uscita in nuovi indirizzi di polita industriale capace di promuovere l’ammodernamento e la ristrutturazione di alcuni comparti e di favorire processi programmati di riconversione nei settori destinati a un ridimensionamento. Dall’agricoltura, all’industria, alla ricerca scientifica, alla utilizzazione delle risorse naturali nell’area del Po, ad una diversa politica finanziaria che consenta un reale coordinamento. “Non c’è dubbio – dice – che non possiamo parlare di una programmazione nazionale e regionale senza lo strumento essenziale della politica finanziaria ed è qui che è necessaria un’iniziativa consona delle Regioni: non solo per la loro autonomia, ma nella direzione più generale di una riforma complessiva della finanza centrale”. Questa della Padania, è per Fanti una proposta essenzialmente politica. Ne ha parlato a Bruxelles, la settimana scorsa in sede CEE con il Presidente Ortoli e dice: “E’ inutile andare a Bruxelles a chiedere soldi per le Regioni quando non ci sono: la nostra proposta è stata diversa: chiediamo piuttosto che siano le Regioni e non la Cassa per il Mezzogiorno a gestire i fondi riservati in sede comunitaria, alle aree depresse del nostro Paese”."


    (da La Stampa, 6 novembre 1975)

    salucc

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    giovanni.fgf
    Ospite

    Predefinito

    UP

    Legga yurj ..legga attentamente...

    con ossequi

  3. #3
    naufrago
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    La me car Legnàn
    Messaggi
    22,957
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Chiedo il rilievo (almeno per qualche tempo) ai mod, grazie. Troppo spesso si scambia Padania! per il forum della LN.

  4. #4
    Registered User
    Data Registrazione
    22 Aug 2006
    Messaggi
    471
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito marketing a rovescio!!

    Citazione Originariamente Scritto da FdV77 Visualizza Messaggio
    Chiedo il rilievo (almeno per qualche tempo) ai mod, grazie. Troppo spesso si scambia Padania! per il forum della LN.
    La successione dei forum, nell'elenco predisposto da Politica On Line segue una "correlazione marketing" che NON lascia dubbi.
    Padania! è equiparato, quanto ad importanza partitica ad altri partiti come F.I. AN ecc.
    Padania dunque è correlabile solo ed unicamente alla LN per la Padania.
    Diversamente questo Forum avrebbe avuto un'altra collocazione.
    Come per esempio è avenuto per Fronteindipendentista Lombardia che è collocato in un elenco di "movimenti politici".
    Capisco ciò che vuoi dire, FdV77! Ma la realtà apparente è questa.
    Almeno per come la percepiscoio dall'esterno.
    salucc

  5. #5
    naufrago
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    La me car Legnàn
    Messaggi
    22,957
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da montecristo2006 Visualizza Messaggio
    La successione dei forum, nell'elenco predisposto da Politica On Line segue una "correlazione marketing" che NON lascia dubbi.
    Padania! è equiparato, quanto ad importanza partitica ad altri partiti come F.I. AN ecc.
    Padania dunque è correlabile solo ed unicamente alla LN per la Padania.
    Diversamente questo Forum avrebbe avuto un'altra collocazione.
    Come per esempio è avenuto per Fronteindipendentista Lombardia che è collocato in un elenco di "movimenti politici".
    Capisco ciò che vuoi dire, FdV77! Ma la realtà apparente è questa.
    Almeno per come la percepiscoio dall'esterno.
    salucc
    Hai perfettamente ragione e me rendo conto solo ora.
    Immagino quindi che l'equivalenza Padania!=LN sia ahimè inevitabile

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Mar 2002
    Località
    Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti in ogni circostanza, ma mai in ogni circostanza e in ogni epoca si potrà avere la libertà senza la lotta!
    Messaggi
    12,320
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da montecristo2006 Visualizza Messaggio
    La successione dei forum, nell'elenco predisposto da Politica On Line segue una "correlazione marketing" che NON lascia dubbi.
    Padania! è equiparato, quanto ad importanza partitica ad altri partiti come F.I. AN ecc.
    Padania dunque è correlabile solo ed unicamente alla LN per la Padania.
    Diversamente questo Forum avrebbe avuto un'altra collocazione.
    Come per esempio è avenuto per Fronteindipendentista Lombardia che è collocato in un elenco di "movimenti politici".
    Capisco ciò che vuoi dire, FdV77! Ma la realtà apparente è questa.
    Almeno per come la percepiscoio dall'esterno.
    salucc
    curioso che un utente con 82 messaggi proponga giudizi di merito atti a spiegare perchè e percome di un forum che nasce nel 2000 e la cui collocazione ha una sia storia e una sua motivazione...ma si sa al giorno d'oggi son tutti professori poi non lamentiamoci che la realtà sia difficile da capire...

  7. #7
    Hanno assassinato Calipari
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    "Il programma YURI il programma"
    Messaggi
    69,195
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    ferrara = comunisti. Avevo ragione io

  8. #8
    Registered User
    Data Registrazione
    06 May 2005
    Località
    Bassa Brianza
    Messaggi
    712
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    L'idea di Fanti andrebbe riportata e diffusa il più possibile.
    E' necessario smarcare il concetto Padania dalla Lega Nord e ancor più dalla destra

  9. #9
    Registered User
    Data Registrazione
    22 Aug 2006
    Messaggi
    471
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito umilmente dico...

    Citazione Originariamente Scritto da Nanths Visualizza Messaggio
    curioso che un utente con 82 messaggi proponga giudizi di merito atti a spiegare perchè e percome di un forum che nasce nel 2000 e la cui collocazione ha una sia storia e una sua motivazione...ma si sa al giorno d'oggi son tutti professori poi non lamentiamoci che la realtà sia difficile da capire...
    Non come professore, ma come "gente comune", ti propongo questa considerazione.
    Spesso sisente dire, in estate, dalla TV che i gradi di caldo insopportabile sono per esempio 34°, ma che "data l'umidità, dato il vento, data la pressione" la "temperatura percepita equivale a 42°".
    Sembra assurdo, ma tra la temperatura oggettiva e la sensazione percepita spesso vi è una sostanziale differenza!
    Si intende dire che la sensazione soggettiva talora diventa prioritaria rispetto alla realtà.
    Spesso anche il marketing usa tale regola per vendere o non vendere prodotti.
    Nel nostro caso in questione, non voglio esprimere concetti professorali, ma (forse per la sinteticità del discorso) probabilmente non sonostato capito.
    Volevo dire che, indipendentemente dalle finalità e dalla collocazione politica dei realizzatori del forum, il forum Padania! appare essere una emanazione della LN, così come appaiono essere emanazione di altri partiti gli altri forum elencati vicino al forum Padania!

    La lettura dell'elenco, fatto da un profano come me, fa percepire questa sensazione.
    Ed effettivamente gli argomenti del forum Padania! sono costantemente correlati con il partito Lega Nord o per giudizi negativi o per giudizi negativi.

    Questa è una mia personalissima opinione che NON vuole indottrinare professoralmente nessuno. E' una opinione come quele che i esprimono su mille cose che accadono.
    NON vuole essere una critica nè un'accusa, nè un elogio. Nulla! Non vuole essere nulla.
    Anzi potrebe essere un utile strumento di riflessione per i realizzatori del Forum.
    Infatti pare ormai consolidato il fato ch Padania e Lega Nord siano due vocaboli sinonimi.

    A tal proposito io propendo per la definizione di Cisalpinia al fine di deviare l'attenzione sul territorio dalle distorsioni provocate dalla negligente politica della Lega Nord.
    Mi farebbe piacere un ulteriore giudizio di Nanths su questo mio modo di vedere la quastione.
    grazie e saluti cordiali

  10. #10
    Armin
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da yurj Visualizza Messaggio
    ferrara = comunisti. Avevo ragione io
    Tu hai sempre torto perchè manti sapendo di mentire.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. In Padania si alzano prima la mattina, lo sapevate ?
    Di Traiano nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 08-12-13, 17:20
  2. Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 01-12-11, 18:40
  3. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 29-07-11, 19:01
  4. I Fiamminghi in Belgio come la prima lega di Bossi e Miglio
    Di x_alfo_x nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 22-06-10, 16:02
  5. prima della Padania...
    Di carbonass nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 02-09-04, 22:25

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226