User Tag List

Pagina 5 di 10 PrimaPrima ... 456 ... UltimaUltima
Risultati da 41 a 50 di 95

Discussione: Radical-socialismo

  1. #41
    www.radicalsocialismo.it
    Data Registrazione
    14 Sep 2006
    Località
    Pesaro
    Messaggi
    719
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Th-om-as Visualizza Messaggio
    Consiglio a tutti il libro di Zapatero: Il socialismo dei cittadini.
    Consiglio davvero ottimo: è un libro straordinario, con ottimi "consigli" per la sinistra di domani. Peccato che la sinistra di oggi, almeno quella italiana, non abbia né voglia né interesse a seguirli. Ci vorrebbe una "sinistra dei cittadini", non una sinistra dei partiti!
    Libro per libro, ti consiglio "100 domande a Piero Gobetti", dove emerge la straordinaria attualità (e radicalità) di questo ventenne martire antifascista.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #42
    libertario radicale
    Data Registrazione
    15 Sep 2006
    Messaggi
    53
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Come la mettiamo col fatto che Zapatero, in quel libro, non si definisce radicale, anzi dice esplicitamente di non esserlo?

  3. #43
    www.radicalsocialismo.it
    Data Registrazione
    14 Sep 2006
    Località
    Pesaro
    Messaggi
    719
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Vero. Ma bisogna considerare come suonano le parole nelle diverse realtà. Noi in Italia abbiamo una specifica tradizione "radicale" (ovvero "liberale di sinistra" che parte da Cavallotti e prosegue con Gobetti, G&L, Pd'A fino al PR degli anni 70). Alle orecchie di Zapatero, come è evidente dal contesto in cui quelle dichiarazioni sono inserite, "radicale" suona come estremista, in assonanza con l'uso che ne fanno giornali e tv in relazione per esempio al mondo arabo. Quindi è perfettamente logico che Zapatero rifiuti l'etichetta, ma quello che dice sui diritti "civili e sociali" da perseguire e allargare fino in fondo, e alla democrazia da estendere in tutti i campi della vita sociale, corrisponde esattamente a quello che noi intendiamo con il termine "radicale".
    Peraltro a noi progressisti italiani non suona bene il termine socialista, perchè ci fa pensare ancora al craxismo, mentre in tutta Europa - Spagna compresa - è l'etichetta nettamente maggioritaria a sinistra. Ma si può notare che l'aggettivo sta stretto allo stesso Zapatero, che ammette di preferire "democratico sociale", o anche "libertario" tout court, a "socialdemocratico", per via dei ritardi storici della socialdemocrazia sul piano della concezione della libertà e dei diritti individuali. Il che corrisponde di nuovo, esattamente, a quello che noi radicalsocialisti pensiamo e vogliamo portare avanti. Senza nemmeno dover "copiare" il leader spagnolo, visto che molti di noi, individualmente, portano avanti queste idee da almeno dieci anni, ben prima che scoppiasse la "zapateromania"!

  4. #44
    libertario radicale
    Data Registrazione
    15 Sep 2006
    Messaggi
    53
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    quoto

  5. #45
    www.radicalsocialismo.it
    Data Registrazione
    14 Sep 2006
    Località
    Pesaro
    Messaggi
    719
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    L'obiettivo ultimo e fondamentale del socialismo è il superamento di ogni forma di dominio. Ogni passo che si fa verso la democratizzazione, l'eguaglianza, la partecipazione alle decisioni politiche ed economiche apre nuove possibilità di società più giusta. (Zapatero)
    Se non a parole, questa è radicalità nei fatti!

  6. #46
    www.radicalsocialismo.it
    Data Registrazione
    14 Sep 2006
    Località
    Pesaro
    Messaggi
    719
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Desidero ringraziare in un colpo solo tutti coloro che mi hanno inviato messaggi personali dicendosi molto interessati all'iniziativa dell'Associazione Culturale ispirata a Zapatero e al radicalsocialismo. Cari compagni, vi terrò aggiornati sugli sviluppi, ma le adesioni sono già sorprendentemente alte in tutta Italia.
    Il nostro paese, rispetto alla Spagna, sembra non avere il coraggio di superare il bigottismo provinciale e dogmatico che impedisce anche alla sinistra di far valere i valori laici che dovrebbero contraddistinguerla, e che dopo l'unità erano stati fatti propri perfino dalla destra liberale (vedi il monumento a Giordano Bruno e le feste del XX settembre). Se si fa fatica anche in economia a portare avanti idee alternative al blocco sociale dominante, anche per il peso degli organismi finanziari internazionali, è grave che nemmeno sul piano dei diritti civili ci si "scolli" dal pensiero unico dell'inciucio col Vaticano. Ma senza seguire l'esempio vincente di Zapatero, temo che con i partiti attuali (e quelli futuri, vedi Pd) la sinistra italiana non vada da nessuna parte. Anche quando gli capita di vincere per il rotto della cuffia...

  7. #47
    www.radicalsocialismo.it
    Data Registrazione
    14 Sep 2006
    Località
    Pesaro
    Messaggi
    719
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Posto qui un'iniziativa dell'Istituto di Storia Contemporanea che anch'io ho contribuito a realizzare:

    ISCOP, Istituto di Storia Contemporanea della Provincia di Pesaro e Urbino,
    in collaborazione con
    Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia
    Amministrazione Provinciale di Pesaro e Urbino,
    Comune di Pesaro, Comune di Colbordolo, Comune di Gabicce Mare, Comune di Montelabbate, Comune di Monteciccardo,
    Comune di S.Angelo in Lizzola, Comune di Tavullia,
    SPI CGIL, FNP-CISL, UIL Pensionati
    ANPI provinciale,

    organizza

    Venerdì 20 ottobre 2006
    l’incontro pubblico

    L’altra Resistenza.
    L’odissea degli Internati Militari Italiani (IMI) tra memoria e futuro.
    ore 16,30
    Presso la Sala del Consiglio Provinciale “W. Pierangeli”

    Programma:
    Ringraziamenti e Saluti del Presidente della Provincia Palmiro Ucchielli
    e dei rappresentanti degli enti promotori

    Introduzione alla discussione.
    Gianluca Rossini, membro del Direttivo dell’ISCOP

    Schiavi senza tutela. Una resistenza pagata a caro prezzo. Gli IMI e l’assistenza sanitaria nei lager tedeschi 1943-1945.
    Valter Merazzi, Direttore Istituto di Storia Contemporanea di Como, responsabile Centro di Ricerca Schiavi di Hitler, fondo IMI Claudio Sommaruga.

    Prigionieri di guerra o schiavi di Hitler?L’ altra resistenza.
    Gianfranco Maris, presidente ANED, Direttore Generale INSMLI.

    “Reserve Lazarett Zeithain”: 900 IMI deceduti. Un esempio di recupero della memoria e di possibile collaborazione tra enti europei per non dimenticare.
    Dott. Jens Nagel, direttore del Memoriale di Zeithain in Sassonia, (ex Lazzaretto di servizio allo Stalag IV B)


    ISCOP Galleria dei Fonditori 64 – 61100 Pesaro
    Tel. e fax 0721-451550 e-mail: iststoriapesaro@provincia.ps.it

  8. #48
    neoazionista
    Data Registrazione
    30 May 2006
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    177
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Mi rivolgo a LibertàEguale e a tutti coloro che non lo sanno e fossero interessati.
    Un partito radicalsocialista esiste già. Si è rifondato nel 2005 ed è il continuatore degli ideali azionisti e socialisti di Carlo Rosselli, Calogero, Lombardi, ecc. ecc.
    E' il Nuovo Partito d'Azione (NPA).
    www.nuovopartitodazione.it

  9. #49
    www.radicalsocialismo.it
    Data Registrazione
    14 Sep 2006
    Località
    Pesaro
    Messaggi
    719
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Lo conosciamo, ma non mi pare che abbia Zapatero tra i suoi punti di riferimento, né che si collochi nell'alveo della sinistra radicale. La nostra sarà una cosa radicalmente nuova, laddove anche i "Radicali di Sinistra" sono sostanzialmente falliti, nonostante i buoni propositi. E a differenza degli altri gruppi neo-azionisti, abbiamo una sfilza di personaggi "onorari" di tutto rispetto, che dovrebbero aiutare a far riprendere al radicalsocialismo la visibilità politica che merita (senza nulla togliere, sia chiaro, a tutti coloro che in altro modo si battono per gli stessi ideali, sia pure con accenti diversi).

  10. #50
    www.radicalsocialismo.it
    Data Registrazione
    14 Sep 2006
    Località
    Pesaro
    Messaggi
    719
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Aggiungerei un'altra cosa, per essere franco fino in fondo. Ho letto parecchie cose scritte da esponenti del nuovo PdA, ed anche quelle che appaiono sul sito (sito che andrebbe un po' aggiornato: i commenti sono fermi alla settimana delle elezioni...). L'impressione che mi sono fatto è quella di un piccolo, bel... museo; dell'intenzione cioè di preservare ossessivamente una tradizione, di un guardare costantemente indietro, ai vecchi maestri, di ripetere ogni due frasi e parole termini (tipo "azionista", che oggi fra l'altro suona piuttosto equivoco, e fa pensare alla... Borsa, purtroppo) e citazioni nobili ma spesso superate; l'impressione, quel ch'è più grave, di un volersi rinchiudere in una diversità e superiorità "ideologica" (come si proclama da qualche parte nel sito, e io non sono d'accordo sull'insistenza nei confronti dell'ideologia) e perfino "etica".
    No. Noi abbiamo un'idea diversa, aperta, proiettata verso il futuro e volta all'unità e al rinnovamento di tutta la sinistra, senza snobismi e senza lacune (diritti civili - vedi Zapatero - questione ambientale, politica estera, ecc.). Né ci verrebbe mai in mente di bollare come "comunisti" , e dunque marcare una netta alterità ideologica, compagni coi quali collaboriamo tranquillamente a livello locale e nazionale (Rifondazione, Pdci, sinistra Ds). Dubito che, per le sue caratteristiche alle quali ho fatto cenno sia pure sommariamente, "quel" Partito d'Azione potrà mai interessare e coinvolgere i giovani o mobilitare le classi popolari di questo paese, e non solo per una questione di (scarsa) quantità, ma perché la "qualità" dell'approccio politico si addice più ad uno storicismo nostalgico e intellettualistico che a forme di comunicazione e mobilitazione moderne, unitarie, innovative. Scusa la franchezza.

 

 
Pagina 5 di 10 PrimaPrima ... 456 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Radical
    Di LIBERAMENTE nel forum Partiti Polliani
    Risposte: 455
    Ultimo Messaggio: 08-01-12, 02:59
  2. Radical
    Di Burton Morris (POL) nel forum Liberalismo e Libertarismo
    Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 31-01-09, 14:10

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226