User Tag List

Risultati da 1 a 8 di 8
  1. #1
    Forumista senior
    Data Registrazione
    26 Jul 2009
    Località
    Campidano
    Messaggi
    3,215
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito "Giornata del ricordo" a Cagliari con Fiamma Tricolore e Gioventù Nazionale

    10 febbraio 2010
    Mercoledì 10 febbraio, alle ore 18,00, si svolgerà un corteo silenzioso, con partenza da piazza della Repubblica e arrivo a Palazzo di Giustizia. Il corteo è organizzato dal Comitato 10 febbraio, pertanto non è previsto nessun simbolo di partito. Il Comitato 10 febbraio nasce per far conoscere, attraverso diverse iniziative, la vicenda di migliaia di persone (la cifra oscilla intorno alle 20.000), colpevoli soltanto di essere italiane, che tra il 1943 e il 1947 furono ingoiate dalla terra e dall’odio delle truppe del maresciallo Tito, capo del regime Iugoslavo. Il Comitato nasce anche per ricordare i fatti che condussero all’esodo di 350.000 nostri connazionali, per anni disconosciuto, come il dolore e l’oltraggio vissuto da chi una volta giunto in Italia venne accolto da traditore o da fascista. Come quegli esuli in transito che vennero ricevuti dallo sciopero e dagli insulti dei ferrovieri della stazione di Bologna. Per anni fu oscurata l’assurda condizione in cui si trovarono coloro che dopo aver lasciato la loro casa e i loro averi, furono costretti da vigliacche logiche politiche ad affrontare in silenzio la loro tragedia. E il silenzio a volte fa più male di qualsiasi urlo indignato, di qualunque dichiarazione, di qualunque verità. Il silenzio sulla tragedia delle Foibe, le cavità carsiche nelle quali furono scaraventati, spesso ancora vive, dai partigiani del Maresciallo Tito, decine di migliaia di italiani. Il silenzio sull’esodo dei nostri connazionali di Istria, Fiume e Dalmazia, costretti a fuggire dalla ferocia e dalla pulizia etnica. Pagine tristi della nostra storia, mai scritte, mai completamente fatte proprie da uno Stato, quello italiano, che ha preferito dimenticare, almeno sino a qualche anno fa. Legge 30 marzo 2004, n. 921, art. 1: “La Repubblica riconosce il 10 febbraio quale «Giorno del ricordo» al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale”. (Movimento Sociale Fiamma Tricolore - Federazione Provinciale di Cagliari)



    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista senior
    Data Registrazione
    26 Jul 2009
    Località
    Campidano
    Messaggi
    3,215
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: "Giornata del ricordo" a Cagliari con Fiamma Tricolore e Gioventù Nazionale

    Citazione Originariamente Scritto da Bisentium Visualizza Messaggio
    10 febbraio 2010
    Mercoledì 10 febbraio, alle ore 18,00, si svolgerà un corteo silenzioso, con partenza da piazza della Repubblica e arrivo a Palazzo di Giustizia. Il corteo è organizzato dal Comitato 10 febbraio, pertanto non è previsto nessun simbolo di partito. Il Comitato 10 febbraio nasce per far conoscere, attraverso diverse iniziative, la vicenda di migliaia di persone (la cifra oscilla intorno alle 20.000), colpevoli soltanto di essere italiane, che tra il 1943 e il 1947 furono ingoiate dalla terra e dall’odio delle truppe del maresciallo Tito, capo del regime Iugoslavo. Il Comitato nasce anche per ricordare i fatti che condussero all’esodo di 350.000 nostri connazionali, per anni disconosciuto, come il dolore e l’oltraggio vissuto da chi una volta giunto in Italia venne accolto da traditore o da fascista. Come quegli esuli in transito che vennero ricevuti dallo sciopero e dagli insulti dei ferrovieri della stazione di Bologna. Per anni fu oscurata l’assurda condizione in cui si trovarono coloro che dopo aver lasciato la loro casa e i loro averi, furono costretti da vigliacche logiche politiche ad affrontare in silenzio la loro tragedia. E il silenzio a volte fa più male di qualsiasi urlo indignato, di qualunque dichiarazione, di qualunque verità. Il silenzio sulla tragedia delle Foibe, le cavità carsiche nelle quali furono scaraventati, spesso ancora vive, dai partigiani del Maresciallo Tito, decine di migliaia di italiani. Il silenzio sull’esodo dei nostri connazionali di Istria, Fiume e Dalmazia, costretti a fuggire dalla ferocia e dalla pulizia etnica. Pagine tristi della nostra storia, mai scritte, mai completamente fatte proprie da uno Stato, quello italiano, che ha preferito dimenticare, almeno sino a qualche anno fa. Legge 30 marzo 2004, n. 921, art. 1: “La Repubblica riconosce il 10 febbraio quale «Giorno del ricordo» al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale”. (Movimento Sociale Fiamma Tricolore - Federazione Provinciale di Cagliari)


    ATTIVITA' ED EVENTI !!!

  3. #3
    Forumista senior
    Data Registrazione
    26 Jul 2009
    Località
    Campidano
    Messaggi
    3,215
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: "Giornata del ricordo" a Cagliari con Fiamma Tricolore e Gioventù Nazionale

    Cagliari, san Saturnino


  4. #4
    Forumista senior
    Data Registrazione
    26 Jul 2009
    Località
    Campidano
    Messaggi
    3,215
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: "Giornata del ricordo" a Cagliari con Fiamma Tricolore e Gioventù Nazionale

    Il percorso della manifestazione:

    Google Maps

  5. #5
    Forumista senior
    Data Registrazione
    26 Jul 2009
    Località
    Campidano
    Messaggi
    3,215
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: "Giornata del ricordo" a Cagliari con Fiamma Tricolore e Gioventù Nazionale

    Alcuni esponenti di sinistra vogliono vedere una correlazione tra presunti crimini del Regio Esercito Italiano nella Jugoslavia occupata e la tragedia dei nostri giuliano-dalmati.
    In realtà l'odio anti-italiano degli Slavi era già presente almeno dalla fine dell'800 (agli inizi del secolo il poeta sloveno Anton Gregorcic auspicava testualmente, in una sua poesia, che l'Isonzo annegasse tutti gli Italiani), sobillato dal governo asburgico clerical-reazionario che tramite i parroci cambiava i cognomi italiani nei registri parrocchiali (che all'epoca facevano funzione di anagrafe), tollerava le violenze anti-italiane in Istria e Dalmazia e cercava in tutti i modi di snazionalizzare quelle terre.
    Tanto è vero che la famosa legge fascista sulla restituzione dei cognomi mirava prioprio a rimediare alle falsificazioni asburgiche.
    Il conto sarebbe da chiedere agli italiani rinnegati con il fazzoletto rosso al collo, che eseguendo gli ordini di Mosca e di Londra cooperavano a dare un pezzo della nostra Patria agli slavi.
    Per quanto riguarda le stragi nel vecchio Regno di Jugoslavia occupato, sono da addebitare in maggioranza agli Ustasha (700.000 morti) e per il resto ai Korpus titini, alla fine qualche sporadica rappresaglia isolata di Robotti (il più delle volte motivata da crimini efferati ai danni dei nostri militari) non conta pressocchè niente in termini numerici.
    Poi comunque buona parte dei croati o sloveni della Venezia Giulia (circa un settimo del totale degli esuli) hanno preferito partecipare all'esodo venendo in Italia piuttosto che restare nel "paradiso comunista" jugoslavo, questo vorrà dire che sotto l'Italia fascista, che garantiva loro ordine e benessere come a tutti gli Italiani del Regno, non ci stavano tanto male.
    Tanto è vero, partiti buona parte degli indigeni tra cui molti slavi, l'Istria fu ripopolata con bosniaci, macedoni, montenegrini, serbi, croati dell'interno e altri che poi, negli anni, nemesi della Storia, hanno assorbito l'istrianità culturale e il rispetto per la cultura veneto-italiana di quelle terre e oggi sostengono il partito autonomista bilingue IDS-DDI (Istarski Demokratski Sabor - Dieta Democratica Istriana).

    Comunque sempre viva l'Italia, viva Istria, Fiume e Dalmazia e intervenite numerosi, sventolando solo una bandiera tricolore o delle province irredente (niente simboli di partito), alla manifestazione che partirà 10 febbraio 2010 da Cagliari, Piazza della Repubblica, lato Tribunale, alle ore 18,00.

  6. #6
    Forumista senior
    Data Registrazione
    26 Jul 2009
    Località
    Campidano
    Messaggi
    3,215
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: "Giornata del ricordo" a Cagliari con Fiamma Tricolore e Gioventù Nazionale

    Citazione Originariamente Scritto da Bisentium Visualizza Messaggio
    10 febbraio 2010
    Mercoledì 10 febbraio, alle ore 18,00, si svolgerà un corteo silenzioso, con partenza da piazza della Repubblica e arrivo a Palazzo di Giustizia. Il corteo è organizzato dal Comitato 10 febbraio, pertanto non è previsto nessun simbolo di partito. Il Comitato 10 febbraio nasce per far conoscere, attraverso diverse iniziative, la vicenda di migliaia di persone (la cifra oscilla intorno alle 20.000), colpevoli soltanto di essere italiane, che tra il 1943 e il 1947 furono ingoiate dalla terra e dall’odio delle truppe del maresciallo Tito, capo del regime Iugoslavo. Il Comitato nasce anche per ricordare i fatti che condussero all’esodo di 350.000 nostri connazionali, per anni disconosciuto, come il dolore e l’oltraggio vissuto da chi una volta giunto in Italia venne accolto da traditore o da fascista. Come quegli esuli in transito che vennero ricevuti dallo sciopero e dagli insulti dei ferrovieri della stazione di Bologna. Per anni fu oscurata l’assurda condizione in cui si trovarono coloro che dopo aver lasciato la loro casa e i loro averi, furono costretti da vigliacche logiche politiche ad affrontare in silenzio la loro tragedia. E il silenzio a volte fa più male di qualsiasi urlo indignato, di qualunque dichiarazione, di qualunque verità. Il silenzio sulla tragedia delle Foibe, le cavità carsiche nelle quali furono scaraventati, spesso ancora vive, dai partigiani del Maresciallo Tito, decine di migliaia di italiani. Il silenzio sull’esodo dei nostri connazionali di Istria, Fiume e Dalmazia, costretti a fuggire dalla ferocia e dalla pulizia etnica. Pagine tristi della nostra storia, mai scritte, mai completamente fatte proprie da uno Stato, quello italiano, che ha preferito dimenticare, almeno sino a qualche anno fa. Legge 30 marzo 2004, n. 921, art. 1: “La Repubblica riconosce il 10 febbraio quale «Giorno del ricordo» al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale”. (Movimento Sociale Fiamma Tricolore - Federazione Provinciale di Cagliari)


    x

  7. #7
    Forumista senior
    Data Registrazione
    26 Jul 2009
    Località
    Campidano
    Messaggi
    3,215
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: "Giornata del ricordo" a Cagliari con Fiamma Tricolore e Gioventù Nazionale

    Citazione Originariamente Scritto da Bisentium Visualizza Messaggio
    10 febbraio 2010
    Mercoledì 10 febbraio, alle ore 18,00, si svolgerà un corteo silenzioso, con partenza da piazza della Repubblica e arrivo a Palazzo di Giustizia. Il corteo è organizzato dal Comitato 10 febbraio, pertanto non è previsto nessun simbolo di partito. Il Comitato 10 febbraio nasce per far conoscere, attraverso diverse iniziative, la vicenda di migliaia di persone (la cifra oscilla intorno alle 20.000), colpevoli soltanto di essere italiane, che tra il 1943 e il 1947 furono ingoiate dalla terra e dall’odio delle truppe del maresciallo Tito, capo del regime Iugoslavo. Il Comitato nasce anche per ricordare i fatti che condussero all’esodo di 350.000 nostri connazionali, per anni disconosciuto, come il dolore e l’oltraggio vissuto da chi una volta giunto in Italia venne accolto da traditore o da fascista. Come quegli esuli in transito che vennero ricevuti dallo sciopero e dagli insulti dei ferrovieri della stazione di Bologna. Per anni fu oscurata l’assurda condizione in cui si trovarono coloro che dopo aver lasciato la loro casa e i loro averi, furono costretti da vigliacche logiche politiche ad affrontare in silenzio la loro tragedia. E il silenzio a volte fa più male di qualsiasi urlo indignato, di qualunque dichiarazione, di qualunque verità. Il silenzio sulla tragedia delle Foibe, le cavità carsiche nelle quali furono scaraventati, spesso ancora vive, dai partigiani del Maresciallo Tito, decine di migliaia di italiani. Il silenzio sull’esodo dei nostri connazionali di Istria, Fiume e Dalmazia, costretti a fuggire dalla ferocia e dalla pulizia etnica. Pagine tristi della nostra storia, mai scritte, mai completamente fatte proprie da uno Stato, quello italiano, che ha preferito dimenticare, almeno sino a qualche anno fa. Legge 30 marzo 2004, n. 921, art. 1: “La Repubblica riconosce il 10 febbraio quale «Giorno del ricordo» al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale”. (Movimento Sociale Fiamma Tricolore - Federazione Provinciale di Cagliari)


    xxx

  8. #8
    Forumista senior
    Data Registrazione
    26 Jul 2009
    Località
    Campidano
    Messaggi
    3,215
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: "Giornata del ricordo" a Cagliari con Fiamma Tricolore e Gioventù Nazionale

    DOMANI TUTTA CAGLIARI IN PIAZZA DELLA REPUBBLICA ALLE ORE 18,00.
    NIENTE BANDIERE DI PARTITO, SOLO TRICOLORI ITALIANI E BANDIERE DELLE PROVINCE ITALIANE OCCUPATE ILLEGITTIMAMENTE DA SLOVENIA E CROAZIA.
    ISTRIA-FIUME-DALMAZIA=ITALIA!

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 10-03-10, 00:59
  2. Fiamma Tricolore Cagliari - Conferenza "Fascismi Europei"
    Di Bisentium nel forum Destra Radicale
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 28-01-10, 12:11
  3. Fiamma Tricolore Cagliari: proiezione del film "Katyn"
    Di Bisentium nel forum Sardegna - Sardìnnia
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 19-12-09, 17:02
  4. Fiamma Tricolore Cagliari: proiezione del film "Katyn"
    Di Bisentium nel forum Cinema, Radio e TV
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 18-12-09, 02:35
  5. Fiamma Tricolore Cagliari: proiezione del film "Katyn"
    Di Bisentium nel forum Destra Radicale
    Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 18-12-09, 02:33

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226