User Tag List

Risultati da 1 a 8 di 8
  1. #1
    Registered User
    Data Registrazione
    10 Oct 2005
    Messaggi
    152
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Chi difenderà l'arte europea?

    La cultura europea si è suicidata ad Auschwitz, secondo Sebastian Vila Rodrigez

    In Germania è stato cancellato l'Idomeneo di Mozart perché avrebbe potuto offendere i musulmani, e non si tratta del primo caso del genere. Fatti come questi sembrano confermare che gli islamici, pur costituendo solo il 5-10 % della popolazione dei paesi europei, stanno riuscendo in maniera strisciante ad imporre anche in Europa le regole della dhimmitudine in vigore nei loro paesi.

    Viene dunque da chiedersi: se questo è il primo passo, cosa chiederanno quando tra qualche decennio, per effetto dell'immigrazione e della maggiore fecondità, avranno raggiunto il 20-30% della popolazione? La risposta sembra ovvia: la distruzione, la cancellazione o la rimozione di tutte le più meravigliose espressioni artistiche e intellettuali che hanno fatto la gloria della civiltà europea.

    E' evidente, infatti, che una cultura che vieta ogni raffigurazione degli esseri viventi non tollererà in alcun modo la presenza nelle nostre città dei capolavori dell'arte medievale, rinascimentale o barocca. Inoltre gli islamici hanno sempre guardato con sospetto all'invenzione della stampa, e non ha mai avuto un buon rapporto con i libri, perché per loro solo un Libro ha valore: basti pensare che in un anno si traducono in Spagna più libri esteri di quanti se ne siano tradotti nel mondo islamico negli ultimi undici secoli!

    Qualche giorno fa Emin Alici, il rettore dell'università turca Eylül, ha dichiarato nel corso di un meeting del Partito Popolare Republicano di opposizione, che avrebbe preferito che l'Anatolia non fosse mai diventata una terra musulmana: parole che il giornale Zaman ha considerato "insultanti" per l'islam. Alici ha detto che l'islam è la causa dell'attuale arretratezza dell'Anatolia: “La stampa è stata inventata alla metà del Quattrocento, e si è rapidamente diffusa in tutta l'Europa. Noi siamo stati in grado di utilizzare questa tecnologia solo 250 anni dopo. I non musulmani usarono fin da subito la stampa, e si sono sviluppati. Avrei preferito che l'Anatolia in quel tempo non fosse stata musulmana"

    Si aggiunga che il mondo islamico, come ricorda Bernard Lewis, non ha mai mostrato alcun interesse per la musica europea: persino la musica classica non ha mai attecchito minimamente (a differenza che in altre parti del mondo, come in Cina o in Giappone, dove è molto apprezzata). L'ayatollah Khomeini, ad esempio, ha pronunciato parole di fuoco contro tutta la nostra musica.

    Tony Blankley, nel libro The West's Last Chance (la cui traduzione uscirà nel 2007 per l'editore Rubbettino), ha previsto che gli islamici d'Europa, attraverso violente proteste di piazza e fatwe contro "l'arte infedele e immorale", costringeranno prima o poi gli europei a disfarsi del proprio patrimonio artistico. Alcune parti di esso potranno essere messe in salvo negli Stati Uniti, ma molte altre verranno distrutte, proprio come i grandi buddha demoliti dai talebani afghani.

    In questa situazione, colpiscono le parole dello scrittore spagnolo Sebastian Vilar Rodrigez, il quale ha scritto che l'Europa si è suicidata definitivamente ad Auschwitz. Nel XX secolo, infatti, gli europei hanno cancellato 6 milioni di ebrei e li hanno sostituiti con 20 milioni di musulmani. Dal punto di vista culturale questa è stata una catastrofe irreparabile, perché si è privata dell'apporto del popolo più incredibilmente creativo della terra (basti pensare che gli ebrei, pur essendo solo lo 0,02 % della popolazione mondiale, hanno vinto il 20% dei premi Nobel, e analoghe percentuali da primato raggiungono in quasi tutti i campi della cultura e del commercio!) per far posto alla popolazione più ignorante, fanatica, ingrata e violenta che esista al mondo. Ecco di seguito la traduzione dell'articolo di Vilar Rodrigez che si trova in rete:

    La verità dev’essere detta! Tutta la vita culturale europea è morta ad Auschwitz

    di Sebastian Vila Rodrigez

    “Camminavo per le strade di Barcellona, quando improvvisamente mi resi conto di una terribile verità: l’Europa è morta ad Auschwitz.

    Noi europei abbiamo ucciso sei milioni di ebrei e li abbiamo sostituiti con venti milioni di musulmani. Ad Auschwitz incenerimmo la cultura, il pensiero, la creatività e il talento. Distruggemmo il popolo eletto, veramente eletto, perché capace di produrre persone grandi e meravigliose che hanno cambiato il mondo.

    Il contributo di questo popolo lo notiamo in tutti i campi della vita: scienze, arti, commercio internazionale, ma soprattutto come coscienza del mondo. Sono queste le persone che abbiamo bruciato. E in nome della tolleranza, e perché vogliamo dimostrare a noi stessi di essere guariti dalla malattia del razzismo, abbiamo aperto le porte a venti milioni di musulmani, che hanno portato da noi solo stupidità e ignoranza, estremismo religioso e intolleranza, crimine e povertà dovuta alla loro indisponibilità a lavorare e a mantenere le loro famiglie con orgoglio.

    I musulmani hanno trasformato le nostre bellissime città europee in luoghi del terzo mondo, che affogano nella sporcizia e nel crimine. Al chiuso dei loro appartamenti che ricevono gratuitamente dal governo, pianificano l’assassinio e la distruzione di coloro che ingenuamente li hanno ospitati.

    E così, nella nostra miseria, abbiamo scambiato la cultura con l’odio fanatico, le capacità creative con le capacità distruttive, l’intelligenza con l’arretratezza e la superstizione.

    Abbiamo scambiato il desiderio di pace degli ebrei d’Europa, il loro talento, la loro speranza di un futuro migliore per i loro figli, il loro attaccamento alla vita che considerano santa, con persone che sono consumate dal desiderio di morire e che cercano la morte per sé stessi e per gli altri, per i nostri figli e per i loro.

    Che terribile errore ha fatto la miserevole Europa”.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Conservatore
    Data Registrazione
    30 Apr 2004
    Località
    Sponda bresciana benacense
    Messaggi
    20,197
    Inserzioni Blog
    4
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Sì, è veramente misera l'Europa... tanto da far rimpiangere a molti di noi quel grande esperimento di Libertà e di forza morale che ha portato i Padri Costituenti a creare la nazione più potente e più avanzata del mondo: gli Stati Uniti 'America...

  3. #3
    esurasiatista
    Data Registrazione
    26 Dec 2004
    Località
    nel bosco del Farneto
    Messaggi
    344
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da rothbardino Visualizza Messaggio
    In Germania è stato cancellato l'Idomeneo di Mozart perché avrebbe potuto offendere i musulmani, e non si tratta del primo caso del genere.
    Paradossalmente ci hanno fatto un favore, visto che nella versione di quel regista sarebbe comparsa pure la testa mozzata di Gesù Cristo, oltre a quelle di maometto e di Buddha...

    Citazione Originariamente Scritto da rothbardino Visualizza Messaggio
    E così, nella nostra miseria, abbiamo scambiato la cultura con l’odio fanatico, le capacità creative con le capacità distruttive, l’intelligenza con l’arretratezza e la superstizione.

    Abbiamo scambiato il desiderio di pace degli ebrei d’Europa, il loro talento, la loro speranza di un futuro migliore per i loro figli, il loro attaccamento alla vita che considerano santa, con persone che sono consumate dal desiderio di morire e che cercano la morte per sé stessi e per gli altri, per i nostri figli e per i loro.

    Che terribile errore ha fatto la miserevole Europa”.
    Eh si, senza gli ebrei noi europei non avremmo cultura, creatività, intelligenza, desiderio di pace, talento, speranza in un futuro migliore per i nostri figli, attacamento alla vita.............avete mai pensato di farvi ebrei?

    Non sarà piuttosto che abbiamo deliberatamente rinunciato alle nostre radici cristiane per accogliere qualunque "diversità" indiscriminatamente?

  4. #4
    Alvise
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Hardenberg Visualizza Messaggio
    Eh si, senza gli ebrei noi europei non avremmo cultura, creatività, intelligenza, desiderio di pace, talento, speranza in un futuro migliore per i nostri figli, attacamento alla vita.............avete mai pensato di farvi ebrei?

    Non sarà piuttosto che abbiamo deliberatamente rinunciato alle nostre radici cristiane per accogliere qualunque "diversità" indiscriminatamente?
    Sostanzialmente stavo per scrivere qualcosa di simile.

    Con tutto il rispetto per il contributo che gli ebrei possono aver dato al pensiero ed alla scienza, quell'articolo è sommamente stupido.

    Squallido, peraltro, l'accostare scienze ed arti ad un non meglio definito "commercio internazionale".

  5. #5
    Registered User
    Data Registrazione
    10 Oct 2005
    Messaggi
    152
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Alvise Nutti Visualizza Messaggio
    Sostanzialmente stavo per scrivere qualcosa di simile.

    Con tutto il rispetto per il contributo che gli ebrei possono aver dato al pensiero ed alla scienza, quell'articolo è sommamente stupido.

    Squallido, peraltro, l'accostare scienze ed arti ad un non meglio definito "commercio internazionale".
    Certo si tratta di un'esagerazione, ma che lo scambio di 6 milioni di ebrei con 20 milioni di musulmani sia stata per l'Europa una perdita culturale enorme è più che evidente

    Hai qualcosa contro il commercio internazionale? Senza di esso saresti già morto di fame da un pezzo.

  6. #6
    Alvise
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da rothbardino Visualizza Messaggio
    Certo si tratta di un'esagerazione, ma che lo scambio di 6 milioni di ebrei con 20 milioni di musulmani sia stata per l'Europa una perdita culturale enorme è più che evidente
    Vedi, il punto è proprio questo. Che parlare di "scambio" è storicamente assurdo.

    Scambio vuol dire che, a fronte di qualcosa che viene ceduto, qualcos'altro viene acquisito, mentre il fatto che l'Europa abbia "perso" 6 milioni di ebrei non ha alcuna relazione col fatto che stia "acquisendo" 20 e passa milioni di immigrati (islamici ma anche no, visto che gli immigrati cristiani, buddisti o atei mi creano il medesimo disagio).

    Citazione Originariamente Scritto da rothbardino
    Hai qualcosa contro il commercio internazionale? Senza di esso saresti già morto di fame da un pezzo.
    Non mi pare proprio il caso di fare affermazioni certe in merito a questioni su cui già è difficile fare ipotesi.

    Ma venendo al problema che poni: nulla contro il commercio in quanto tale. Ma non mi sognerei mai di porlo allo stesso livello dell'arte o tantomeno dell'etica, o di qualsivoglia cosa che doni un arricchimento spirituale.

  7. #7
    Reazionari dal 1789.
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Lecce, Respublica Christiana
    Messaggi
    5,433
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    si, creano più disagio i musulmani però siamo realisti, con le loro pretese e i loro modi di fare che niente hanno a che vedere con la nostra cultura.

  8. #8
    Registered User
    Data Registrazione
    10 Oct 2005
    Messaggi
    152
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Alvise Nutti Visualizza Messaggio
    Vedi, il punto è proprio questo. Che parlare di "scambio" è storicamente assurdo.

    Scambio vuol dire che, a fronte di qualcosa che viene ceduto, qualcos'altro viene acquisito, mentre il fatto che l'Europa abbia "perso" 6 milioni di ebrei non ha alcuna relazione col fatto che stia "acquisendo" 20 e passa milioni di immigrati (islamici ma anche no, visto che gli immigrati cristiani, buddisti o atei mi creano il medesimo disagio).
    Invece l'intuizione brillante del giornalista spagnolo è stata proprio quella di legare i due avvenimenti con un nesso causale: se gli europei non fossero schiacciati dai sensi di colpa per quello che hanno fatto agli ebrei, non avrebbero mai accettato in casa propria venti milioni di individui appartenenti ad una cultura profondamente estranea e ostile alla propria come quella dei musulmani.

    Gli europei, cioè, hanno invitato orde di islamici per dimostare di non essere più "razzisti". Da questo punto di vista, i musulmani sono stati i beneficiari indiretti della shoah. Per l'Europa, tuttavia, questo scambio si risolverà in una tragedia di proporzioni epiche.

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 10-10-06, 18:40
  2. Chi difenderà l'arte occidentale?
    Di rothbardino nel forum Cattolici
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 04-10-06, 13:23
  3. chi difenderà il papa e il vaticano??
    Di anton nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 41
    Ultimo Messaggio: 23-09-06, 01:49
  4. POLLISMO: Taormina difenderà Saddam
    Di Stef@ nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 29-07-04, 15:53

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226