User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 16
  1. #1
    Gaeta resiste ancora!
    Data Registrazione
    05 Dec 2005
    Località
    Nvceria Constantia
    Messaggi
    7,427
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    1861, una profezia su Napoli !

    Dato che qui si parla tanto di Napoli, ho ritenuto giusto postarvi uno stralcio di un'opera che a scuola non ci hanno fatto studiare: I Napolitani al copsetto della Nazioni Civili, di Giacinto de Sivo:


    "Ma per noi Napolitani è un dileggio crudele il vederci ora liberare da stranieri che non avevamo. Noi son già cento e trent'anni che con la bandiera de' gigli scacciammo il Tedesco, e ricuperammo la libertà; né poi da quel felice anno 1734 vedemmo più stranieri battaglioni, fuorché in tempi di rivolte. Li vedemmo con le libertà repubblicane del novantanove, li rivedemmo con le libertà regie dal cinque al quin­dici, e ne vedemmo altri per la costituzione del 1820. Nel 48, grazie all'esercito nazionale che li respinse a Velletri, non avemmo cotai liberatori. Ed in questi memorandi 60 e 61 abbiamo stranieri da tutte le parti del mondo, venuti a liberarne dal peso delle nostre ricchezze. Lo straniero dal quale ne ha liberati il Nizzardo ora Francese Garibaldi, fu il napolitano Francesco, pronipote di quel Carlo tanto vero liberatore e benefattore de' Napolitani.
    L'unità per noi è ruina. In nome della libertà ne vien tolta la libertà; perdiamo il dono di Carlo III; ritorniamo a' viceré, anzi a' luogotenenti, anzi a' prefetti, anzi a' molti prefetti, per esser menati con la frusta. Siam costretti a pagare i debiti fatti dal Piemonte ap­punto per corrompere e comprare il nostro paese. Con la fusione de' debiti pubblici, noi nove milioni d'anime, con un lieve debito di 550 milioni di lire, ci fondiamo con quattro milioni d'anime ch'hanno l'enorme debito che sopravvanza i mille milioni; vale a dire che noi pagheremmo quattro volte i debiti nostri(1). Avvezzi alla pace, sa­remmo strascinati a combattere le frequenti guerre europee, e a fare i soldati, lontani di casa, in luoghi nevosi e mortiferi, a mille miglia distanti. Veggiamo chiusi i ginnastii e gli educandati e gli opificii e i porti e le dogane, per sentirne adornati i nostri grossolani padroni. Restiamo gretti provinciali, senza lustro, costretti a mercar giustizia da ministri lontani, superbi, e ignoranti delle cose nostre; e pagarla cara in lunghi viaggi e strane stazioni, e non sempre averla; e temer le vendette e le calunnie e le avidità de' potenti, privi d'un cuor soccor­revole ch'oda i nostri lagni, e d'una mano amorosa che ne lenisca i mali.
    Una Napoli senza re, senza ministero, senza diplomazia, senza nobiltà; una Napoli monumentale diventare uguale a Salerno od a Chieti, è idea da non si poter concepire. Comandati dallo straniero e dal nazionale, saremmo greggia in balìa di lupi, tosata e scannata. Di già un tristo saggio ne abbiamo in quest'anno trascorso. E se tanto spietato dispotismo, e tanta avida brutalità usa Torino in su' principii, che saria quando ringagliardito il braccio e sicuro dell'imperio, non avesse più temenza e ritegno?
    Il governo liberale fallito spoglia il governo assoluto prosperoso; e ridotto a non poter vivere, per campar del nostro, inventa questa fraudolenta unità. Il proletario desidera accomunare i beni col signore. Vuoi far guerra col sangue nostro; vuoi saziare la sua setta parassita co' denari di noi pacifici e industriosi; e appagare le sue borie col nostro abbassamento; però fonde i debiti pubblici disuguali, appaia le sue alte tasse alle miti nostre, e in un botto, con una parola, ne invola la metà della roba nostra. Il primo frutto dell'unità è lo aumento di tutti i pubblici balzelli.
    Si dice: con l'unità si fa la forza. Ma essa per contrario addoppia le gelosie municipali, fa le popolazioni riottose, consuma le soldatesche per contenerle, e sparge in casa quel sangue che dovrebbe esser sacro alla patria difesa. I principi discacciati da' loro seggi avran qui per lunga età simpatie e seguenze; e terran vivo il fuoco, né mancheranno d'aiuti forestieri. Avremmo in ogni lustro guerre civili e dinastiche di pretendenti, dove, se pur si vincesse sempre, ne andrebbe guasta la felicità del paese, sino alla distruzione di tante principesche famiglie. Già questo reame ebbe per due secoli i dinastici parteggiamenti An­gioini, Durazzeschi e Aragonesi, che lo posero in fondo d'ogni infelicità, e ne ritardarono l'incivilimento. Ritorneremmo a quei tristi tempi. E fra tante ire, dove andrebbero le unitarie forze nazionali? Anzi dove sono ora? Già pochi capi di banda che han levata la bandiera de' gigli, combattono soli contro la vantata unità. Tutte le forze d'Italia non furono bastevoli in un anno a scacciar Chiavone da' monti di Sora, né Cipriano dalle colline di Noia! E scaccerebbero il fortissimo Tedesco da Mantova? E non vedete co' fatti quanta è surta fiacchezza da quella unità sì levata a cielo?
    Si dice: L'Italia con Roma a capo sarebbe grande. E qui si con­fonde l'effetto con la causa. Roma ha gran nome perché a capo della cristianità; fatela capo d'Italia, e sarà minore di Vienna, di Parigi e di Londra: distruggete il pontefice, e Roma è città morta1, siccome il suo colosseo. "

    E i mie connazionali credono alle favole di inCiampi !

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    naufrago
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    La me car Legnàn
    Messaggi
    22,957
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Allora quand'è che fate la vostra secessione?

  3. #3
    insubres sumus, non latini
    Data Registrazione
    26 Sep 2004
    Località
    Noeuva
    Messaggi
    224
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Loro la secessione l'hanno già fatta con lungo tempo. Il problema è che finanziano la loro indipendenza con i nostri soldi!

    Ciao

    Davide

  4. #4
    Gaeta resiste ancora!
    Data Registrazione
    05 Dec 2005
    Località
    Nvceria Constantia
    Messaggi
    7,427
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da FdV77 Visualizza Messaggio
    Allora quand'è che fate la vostra secessione?
    Quando la maggioranza della mia gente conoscerà il De Sivo... e leggendolo capirà che lo stato tagliano è a dir poco una truffa !
    Nel mio piccolo sto lavornado x diffondere queste verità che per quanto ovvie alla mia gente ipnotizzata dalla cultura ufficiale e dalla tv, sembrano eresie.

  5. #5
    naufrago
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    La me car Legnàn
    Messaggi
    22,957
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Princ.Citeriore Visualizza Messaggio
    Quando la maggioranza della mia gente conoscerà il De Sivo... e leggendolo capirà che lo stato tagliano è a dir poco una truffa !
    Cazzo, e lo dici ad un Padano che l'itaGGhia è una truffa?!

    Fino a prova contraria siamo sempre noi ad essere derubati dei NOSTRI soldi... hai visto altri 160 milioni di euro per i forestali calabrosauditi?

  6. #6
    Gaeta resiste ancora!
    Data Registrazione
    05 Dec 2005
    Località
    Nvceria Constantia
    Messaggi
    7,427
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da FdV77 Visualizza Messaggio
    Cazzo, e lo dici ad un Padano che l'itaGGhia è una truffa?!

    Fino a prova contraria siamo sempre noi ad essere derubati dei NOSTRI soldi... hai visto altri 160 milioni di euro per i forestali calabrosauditi?
    Siam costretti a pagare i debiti fatti dal Piemonte ap­punto per corrompere e comprare il nostro paese. Con la fusione de' debiti pubblici, noi nove milioni d'anime, con un lieve debito di 550 milioni di lire, ci fondiamo con quattro milioni d'anime ch'hanno l'enorme debito che sopravvanza i mille milioni; vale a dire che noi pagheremmo quattro volte i debiti nostri(1). Avvezzi alla pace, sa­remmo strascinati a combattere le frequenti guerre europee, e a fare i soldati, lontani di casa, in luoghi nevosi e mortiferi, a mille miglia distanti. Veggiamo chiusi i ginnastii e gli educandati e gli opificii e i porti e le dogane, per sentirne adornati i nostri grossolani

    Il De Sivo testimonia un'altra verità, almeno riguardo agli anni post-conquista pimeontese della penisola !

    Morte a li giacubini !


    ps
    ma veramente credi che il sud continetale, la siclia e la sardegna abbiano guadagnato qualcosa a far parte dello stato tagliano ?

  7. #7
    Forumista
    Data Registrazione
    01 Dec 2009
    Messaggi
    782
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da zephir Visualizza Messaggio
    Loro la secessione l'hanno già fatta con lungo tempo. Il problema è che finanziano la loro indipendenza con i nostri soldi!

    Ciao

    Davide

    concordo in pieno...

  8. #8
    naufrago
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    La me car Legnàn
    Messaggi
    22,957
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Princ.Citeriore Visualizza Messaggio
    Siam costretti a pagare i debiti fatti dal Piemonte ap­punto per corrompere e comprare il nostro paese. Con la fusione de' debiti pubblici, noi nove milioni d'anime, con un lieve debito di 550 milioni di lire, ci fondiamo con quattro milioni d'anime ch'hanno l'enorme debito che sopravvanza i mille milioni; vale a dire che noi pagheremmo quattro volte i debiti nostri(1). Avvezzi alla pace, sa­remmo strascinati a combattere le frequenti guerre europee, e a fare i soldati, lontani di casa, in luoghi nevosi e mortiferi, a mille miglia distanti. Veggiamo chiusi i ginnastii e gli educandati e gli opificii e i porti e le dogane, per sentirne adornati i nostri grossolani

    Il De Sivo testimonia un'altra verità, almeno riguardo agli anni post-conquista pimeontese della penisola !

    Morte a li giacubini !


    ps
    ma veramente credi che il sud continetale, la siclia e la sardegna abbiano guadagnato qualcosa a far parte dello stato tagliano ?
    Io so solo quanto ci abbiamo perso noi e quanto continuiamo a perderci...

  9. #9
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Princ.Citeriore Visualizza Messaggio
    Quando la maggioranza della mia gente conoscerà il De Sivo... e leggendolo capirà che lo stato tagliano è a dir poco una truffa !
    Nel mio piccolo sto lavornado x diffondere queste verità che per quanto ovvie alla mia gente ipnotizzata dalla cultura ufficiale e dalla tv, sembrano eresie.
    Bhè in bocca al lupo allora. Sappi che non sei l'unico. Conosco tramite chat una ragazza di vicino Napoli con le tue stesse idee sul risorgimento.
    Tu che odi dio e la vita cristiana
    Senti la sua presenza come un doloroso cancro
    Vengano profanate e profanate aspramente
    Le praterie del cielo bagnate di sangue

    Odiatore di dio
    E della peste della luce

    Guarda negli occhi paralizzati di dio
    E sputa al suo cospetto
    Colpisci a morte il suo miserevole agnello
    Con la clava

    Dio, con ciò che ti appartiene ed i tuoi seguaci
    Hai mandato il mio regno di Norvegia in rovine
    I tempi antichi, le solide usanze e tradizioni
    Hai distrutto con la tua orrida parola
    Ora vai via dalla nostra terra!

  10. #10
    l'occasione fa l'uomo italiano
    Data Registrazione
    19 Sep 2006
    Messaggi
    2,814
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Shaytan Visualizza Messaggio
    Bhè in bocca al lupo allora. Sappi che non sei l'unico. Conosco tramite chat una ragazza di vicino Napoli con le tue stesse idee sul risorgimento.
    A ribaltare la frittata sono fenomenali. Devono pagare i debiti dei piemontesi e li fanno pagare a noi lombardi e veneti. Sono scontenti dell'unità d'itaglia e allora trasformano la loro città in una fogna a cielo aperto in cui alberga l'esempio più desolante di degrado sociale di tutta l'Eurasia, Calcutta compresa.

    In summary, Citeriore, basta che ndì föra di bal duman matina...

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-07-12, 13:43
  2. 14/08/1861
    Di giopizzetto nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 14-08-09, 13:03
  3. Napoli dopo il 1861. La munnezza ...
    Di lupocattivo (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 26-01-09, 13:46
  4. Grillo a Napoli "i vostri problemi sono cominciati nel 1861"
    Di Auriga nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 44
    Ultimo Messaggio: 03-03-08, 10:12
  5. 17 marzo 1861
    Di Venom nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 126
    Ultimo Messaggio: 19-03-07, 09:23

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226