User Tag List

Pagina 1 di 22 1211 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 212
  1. #1
    Conservatorismo e Libertà
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    17,350
    Mentioned
    13 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Arrow Per un nuovo PDL, per un nuovo centrodestra

    Cari amici,
    avevo intenzione di pubblicare questo messaggio appena chiuse le urne, ma le ultime dichiarazioni di Templares accelerano i tempi. Apro una discussione a parte perchè i temi che qui intendo trattare sono particolarmente importanti per la natura di Pir della Libertà e per il futuro del centrodestra.

    Innanzitutto, è chiaro che il PDL ed il centrodestra non escono bene da queste elezioni. Esce meglio sicuramente il PCF, ma non per grandi apporti dell'elettorato del centrodestra moderato.
    Diciamoci la verità: ques'ultimo appare quasi volatilizzato. Vuoi per pigrizia, per assenze prolungate, per problemi famigliari, per oggettiva ma sorprendente scarsità numerica, sono mancati parecchi voti. Per il PDL e per Forza Pir, voto più voto meno.
    Il PDL si salva (ma in modo malconcio) soprattutto alla Camera, e grazie all'apporto di molti conservatori.

    Ebbene, non posso fare a meno di rendere pubbliche le perplessità di questa fetta d'elettorato - sempre preziosa per il centrodestra - nei confronti del PDL, appoggiato alla Camera ma non al Senato, e in certi casi neppure alla Presidenza. Perplessità e dubbi che nascono per la presenza di elementi radicali nella dirigenza del PDL, e per la delusione derivante dalle frantumazioni e dalle scissioni.

    Personalmente, non me la sento di "additare" in malo modo gli elettori, diciamo così, più radicali, quelli che per intenderci definiscono Silvio Berlusconi il "Presidente Eterno", ma che poi, sul programma, si discostano rispetto - cito un esempio a caso - alla politica filo-israeliana del Governo. Io li capisco benissimo: non concordano su tutto il programma, non sono certo moderati, ma rispetto al pericolo derivante dalle sinistre, ed in omaggio all'innegabile carisma del Cavaliere, vogliono contribuire al successo del PDL reale e di quello virtuale.

    Tuttavia, è forse il tempo di chiarire meglio le identità, e di assicurare da un lato al PDL una linea maggiormente liberal-conservatrice e coerentemente moderata, e ai cosiddetti "Arditi della Libertà" la possibilità di continuare a propagandare le proprie idee più "forti" senza i lacci del moderatismo governativo, ma allo stesso tempo collaborare con le altre forze per il trionfo della destra, in opposizione alla sinistra laicista, atea, materialista.

    Non mi spingo fino a prefigurare la creazione di due gruppi distinti ed ostili, ma si potrebbe forse pensare a due gruppi con simboli e programmi separati, ma comunque federati. In questo senso, si potrebbero rassicurare gli elettori conservatori, e restituire coerenza interna al PDL.
    Io lancio questo sasso ma fin da ora posso respingere al mittente eventuali osservazioni irrisorie della sinistra: non accettiamo lezioni da chi si appoggia sui voti comunisti ed anticlericali, e non siamo fessi. Il contributo della destra è essenziale in un gioco virtuale come questo, e non ne faremo a meno.

    In secondo luogo, proprio per rassicurare conservatori, moderati e liberali, propongo ai vertici del mio partito una nuova dirigenza (un triumvirato?) nella quale possano trovare posto elementi garanti dell'equilibrio e persone di riconosciuto valore. Non indico altri nomi al di fuori del mio, ma indico per l'appunto il mio, sperando di non risultare arrogante: con tutta sincerità, ho voglia di impegnarmi ancora per il PDL e di contribuire personalmente al suo successo, forte non tanto delle preferenze attribuitemi nell'urna - comunque importanti - ma dei riconoscimenti espressi da altri leaders del centrodestra. Intendo spendere il mio nome non per ambizione, ma per giungere ad un buon compromesso, se non veri e propri accordi, con tutti gli altri gruppi del centrodestra. Decideremo poi, tutti assieme, cari amici del PDL, come costruire la dirigenza del futuro.

    Per quanto riguarda Forza Pir, io lo dico subito e chiaramente: la divisione non ha più alcun senso e anzi ci ha dannggiato entrambi. Dobbiamo necessariamente risolvere le polemiche passate una volta per tutte, ed istituire una sorta di "patto d'onore" fra elettori/iscritti ed eletti. Sulle cose non fondamentali, sono del parere che va preservata la massima libertà all'eletto; sui voti essenziali (soprattutto sull'ordinamento del Gioco) credo sia un bene istituire sin da ora la regola che prevale l'opinione maggioritaria del Gruppo, espressa dagli iscritti liberamente, a pena di provvedimenti, purchè il rappresentante abbia la possibilità di spiegare le sue ragioni, senza intimidazioni, tantomento esterne. Non devono pertanto essere minacciate/applicate espulsioni ed allontanamente, ma lasciare agli iscritti l'ultima parola (che ovviamente l'eletto dovrà rispettare, come si conviene). Gli alleati vanno rispettati, ma non riveriti in ogni occasione.

    Ma al di là di tutto questo, io credo che i problemi maggiori derivino da dissidi e difficoltà di natura personale. Senza giri di parole: ci sono caratteri inconciliabili. Ma davvero dobbiamo sopportare ancora questa situazione? E' così impossibile un accordo, un compromesso, fra - ad esempio - Newborn e Ronnie? Non sono domande retoriche, perchè ne va davvero il futuro stesso del centrodestra.

    Concludo questo mio messaggio con un inciso molto importante: non ho davvero voglia di leggere, come messaggi di risposta, frasi del tipo "bravo, bene, è tutto giusto, però X deve smettere fare così, però Y non lo voglio vedere, però Z prima deve promettere..."
    Con veti, ultimatum, espulsioni, insulti non si va avanti. Semplicemente, si allunga l'agonia di un centrodestra oggi moribondo.
    Per cui io in sintesi vorrei chiedervi:

    a) cosa ne pensano gli iscritti al PDL delle mie proposte sul futuro del partito e sulla sua natura;
    b) cosa ne pensano gli esponenti di altri partiti del centrodestra sulla possibilità di una nuova fusione fra PDL e ForzaPIR, sulla base di un nuovo "patto d'onore" elettori/eletti;
    c) cosa ne pensano questi esponenti su una Federazione di centrodestra;
    d) cosa pensate tutti su una mia candidatura alla dirigenza del PDL in funzione di un progetto di dialogo e leale collaborazione.

    Per quanto consta il ballottaggio alle Presidenziali ancora non mi esprimo, perchè potrebbe benissimo vincere l'esponente della sinistra sin dal primo turno, ma io - oggi mi sento in vena di lanciare sassi - tendo ad immaginare (io personalmente per adesso, non parlo a nome del mio gruppo), in caso di secondo turno - un patto fra tutti i gruppi di centrodestra, per votare compattamente o Grifo o Popolare, in segno di unità e di rinnovata intesa. Popolare non è esattamente un uomo di centrodestra, ma è sostenuto da un partito composto in maggior parte da cristiani e anche da conservatori. Meglio lui che il trionfo della sinistra più becera e senza valori. Spero di trovare uguale disponibilità per Grifo, tutto qui.

    Ecco, ho espresso l'essenziale, spero solo che nessuno si senza colpito o addirittura tradito per proposte che sono - credo - di buon senso e che tendono a rasserenare il clima e a garantire un percorso utile per il centrodestra.
    Ditemi cosa ne pensate, e via

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Fiamma dell'Occidente
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Nei cuori degli uomini liberi. ---------------------- Su POL dal 2005. Moderatore forum Liberalismo.
    Messaggi
    38,162
    Mentioned
    132 Post(s)
    Tagged
    47 Thread(s)

    Predefinito Rif: Per un nuovo PDL, per un nuovo centrodestra

    .
    _
    P R I M O_M I N I S T R O_D I _P O L
    * * *

    Presidente di Progetto Liberale

  3. #3
    Conservatorismo e Libertà
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    17,350
    Mentioned
    13 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Rif: Per un nuovo PDL, per un nuovo centrodestra

    Citazione Originariamente Scritto da Ronnie Visualizza Messaggio
    .
    Questo "punto" lo devo considerare come un'approvazione od una stroncatura totale?

  4. #4
    Forumista storico
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    cancellato
    Messaggi
    47,791
    Mentioned
    1005 Post(s)
    Tagged
    38 Thread(s)

    Predefinito Rif: Per un nuovo PDL, per un nuovo centrodestra

    Tralasciando le considerazioni di problemi interni del PDL che non mi riguardano...

    una eventuale federazione del centrodestra nell'ambito di gruppi che mantengono il loro statuto interno, deve passare attraverso un garante che abbia un prestigio sufficientemente importante e un'esperienza altrettanto importante nei forum e che abbia dimostrato imparzialità e buon senso e non attraverso patti diretti con Ronnie o con voi.

    Questo garante per quanto mi riguarda potrebbe essere Templares, l'importante è che sia una persona esterna e veramente al di sopra delle parti

    La mia domanda è: Templares è disposto a questo ruolo di super partes/ garante?
    Ultima modifica di FrancoAntonio; 03-02-10 alle 13:14
    non piu' interessato a questo forum

  5. #5
    IL CENTRODESTRA UNITO
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    3,409
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Per un nuovo PDL, per un nuovo centrodestra

    Citazione Originariamente Scritto da FalcoConservatore Visualizza Messaggio
    Cari amici,
    Innanzitutto, è chiaro che il PDL ed il centrodestra non escono bene da queste elezioni. Esce meglio sicuramente il PCF, ma non per grandi apporti dell'elettorato del centrodestra moderato.
    Diciamoci la verità: ques'ultimo appare quasi volatilizzato. Vuoi per pigrizia, per assenze prolungate, per problemi famigliari, per oggettiva ma sorprendente scarsità numerica, sono mancati parecchi voti. Per il PDL e per Forza Pir, voto più voto meno.
    Il PDL si salva (ma in modo malconcio) soprattutto alla Camera, e grazie all'apporto di molti conservatori.
    Caro Falco i tuoi interventi sono sempre utili per una discussione serena.

    Per quanto riguarda i voti noi di FP in nemmeno un mese di vita (bisogna ricordarlo), nati a pochi giorni dalla presentazione delle liste e quasi per caso (io stavo per ritirarmi dal gioco visto come ero stato trattato ingiustamente) otteniamo un buonissimo risultato (che tra l'altro può ancora aumentare) e direi totalmente di area centrodestra moderato.
    Il Pdl invece mi sembra piuttosto in difficoltà dal lato centrodestra (se si esclude il tuo risultato alla camera).
    Non si possono paragonare risultati di un partito che esiste da anni ormai e di uno che è nato da pochissimo e a perderne sarebbe il Pdl, anche calcolando il valore numerico degli iscritti e la sigla che, volente o nolente, attira

    Ebbene, non posso fare a meno di rendere pubbliche le perplessità di questa fetta d'elettorato - sempre preziosa per il centrodestra - nei confronti del PDL, appoggiato alla Camera ma non al Senato, e in certi casi neppure alla Presidenza. Perplessità e dubbi che nascono per la presenza di elementi radicali nella dirigenza del PDL, e per la delusione derivante dalle frantumazioni e dalle scissioni.

    Personalmente, non me la sento di "additare" in malo modo gli elettori, diciamo così, più radicali, quelli che per intenderci definiscono Silvio Berlusconi il "Presidente Eterno", ma che poi, sul programma, si discostano rispetto - cito un esempio a caso - alla politica filo-israeliana del Governo. Io li capisco benissimo: non concordano su tutto il programma, non sono certo moderati, ma rispetto al pericolo derivante dalle sinistre, ed in omaggio all'innegabile carisma del Cavaliere, vogliono contribuire al successo del PDL reale e di quello virtuale.

    Tuttavia, è forse il tempo di chiarire meglio le identità, e di assicurare da un lato al PDL una linea maggiormente liberal-conservatrice e coerentemente moderata, e ai cosiddetti "Arditi della Libertà" la possibilità di continuare a propagandare le proprie idee più "forti" senza i lacci del moderatismo governativo, ma allo stesso tempo collaborare con le altre forze per il trionfo della destra, in opposizione alla sinistra laicista, atea, materialista.

    Non mi spingo fino a prefigurare la creazione di due gruppi distinti ed ostili, ma si potrebbe forse pensare a due gruppi con simboli e programmi separati, ma comunque federati. In questo senso, si potrebbero rassicurare gli elettori conservatori, e restituire coerenza interna al PDL.
    Io invece mi spingo oltre e dico chiaramente che il Pdl nella sua configurazione attuale è assolutamente schiacciato dalla destra estrema.
    La destra estrema deve avere un suo partito come è normale che sia, ma che non sia il Pdl. Ritengo assurdo che il Pdl abbia lasciato fare una specie di opa alla destra radicale (che poi si vede nei voti....)

    L'idea è semplicissima: noi di FP, Pdum, Pnd, ora anche Templares proponiamo ai moderati, conservatori e liberali del Pdl di aggregarci insieme nel nuovo centrodestra. Un centrodestra che possa allearsi con il Pcf alle elezioni (e in alcune battaglie politiche). E' un progetto che c'è già da settimane.
    Una federazione di partiti inizialmente che possa portare eventualmente a una costituente per un partito unico. L'importante è che sia un centrodestra moderato, che sappia unire conservatori e liberali. Ma non un gruppo con una componente esagerata di destra estrema.

    Insomma dobbiamo essere chiari: la destra radicale può essere alleata in maniera tecnica in un'ottica di elezioni ma noi dobbiamo costruire il centrodestra, non farci schiacciare dagli estremisti

    Un gruppo che faccia squadra (come il Pcf, come Lilla, come Upp), senza padri padroni, senza diktat, senza minacce, senza accordi segreti, senza programmi e alleanze mai discusse e votate, senza epurazioni indecenti imposte dall'esterno, senza dimissioni imposte con trucchi vergognosi.

    Un gruppo che faccia della partecipazione, della condivisione e della meritocrazia il suo punto forte.
    E che vada oltre il gioco, aprendosi nei forum, perchè qui parliamoci chiaro gli utenti di centrodestra sono sempre meno stimolati
    Ultima modifica di Newborn; 03-02-10 alle 13:34
    Aderisci a : IL CENTRODESTRA UNITO --> il gruppo che unisce gli utenti di centrodestra del forum

  6. #6
    Conservatorismo e Libertà
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    17,350
    Mentioned
    13 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Rif: Per un nuovo PDL, per un nuovo centrodestra

    Citazione Originariamente Scritto da Newborn Visualizza Messaggio
    Caro Falco i tuoi interventi sono sempre utili per una discussione serena.

    Per quanto riguarda i voti noi di FP in nemmeno un mese di vita (bisogna ricordarlo), nati a pochi giorni dalla presentazione delle liste e quasi per caso (io stavo per ritirarmi dal gioco visto come ero stato trattato ingiustamente) otteniamo un buonissimo risultato (che tra l'altro può ancora aumentare) e direi totalmente di area centrodestra moderato.
    Il Pdl invece mi sembra piuttosto in difficoltà dal lato centrodestra (se si esclude il tuo risultato alla camera).
    Non si possono paragonare risultati di un partito che esiste da anni ormai e di uno che è nato da pochissimo e a perderne sarebbe il Pdl, anche calcolando il valore numerico degli iscritti e la sigla che, volente o nolente, attira
    Questo può anche esser vero e per certi versi lo è, ma io sinceramente vorrei andare oltre rispetto al contingente. Mi piange il cuore a vedere il centrodestra moderato spaccato in due.
    Se per superare la divisione è ipotizzabile la creazione di un nuovo gruppo (Fronte della Libertà?) io personalmente sono concorde. Con Templares a capo ancora di più.


    Io invece mi spingo oltre e dico chiaramente che il Pdl nella sua configurazione attuale è assolutamente schiacciato dalla destra estrema.
    La destra estrema deve avere un suo partito come è normale che sia, ma che non sia il Pdl. Ritengo assurdo che il Pdl abbia lasciato fare una specie di opa alla destra radicale (che poi si vede nei voti....)

    L'idea è semplicissima: noi di FP, Pdum, Pnd, ora anche Templares proponiamo ai moderati, conservatori e liberali del Pdl di aggregarci insieme nel nuovo centrodestra. Un centrodestra che possa allearsi con il Pcf alle elezioni (e in alcune battaglie politiche). E' un progetto che c'è già da settimane.
    Una federazione di partiti, una costituente per un partito unico come volete; la forma non è importante. L'importante è che sia un centrodestra moderato, che sappia unire conservatori e liberali. Ma non un gruppo con una componente esagerata di destra estrema.

    Insomma dobbiamo essere chiari: la destra radicale può essere alleata in maniera tecnica in un'ottica di elezioni ma noi dobbiamo costruire il centrodestra, non farci schiacciare dagli estremisti
    E' per questo che ho proposto agli amici della destra radicale (dico "amici" perchè al di là delle idee abbiamo rapporti del tutto amichevoli) di formare un gruppo a sè, federato al PDL (Arditi della Libertà?)
    Essi non vanno criminalizzati, semmai coinvolti (e del resto ai tempi fummo tutti concordi nell'accettare l'iscrizione di Giò91 nel PDL).
    Non siamo fessi. La sinistra va battuta raccogliendo tutte le forze dell'arco del centrodestra e della destra.
    Mi sono proposto alla dirigenza del PDL anche in funzione di garanzia per gli elettori conservatori tentati dal PDL ma dubbiosi per la non perfetta coerenza.
    Ciò non deve significare una interruzione dei contatti con la destra, però.



    Un gruppo che faccia squadra (come il Pcf, come Lilla, come Upp), senza padri padroni, senza diktat, senza minacce, senza accordi segreti, senza programmi e alleanze mai discusse e votate, senza epurazioni indecenti imposte dall'esterno, senza dimissioni imposte con trucchi vergognosi.

    Un gruppo che faccia della partecipazione, della condivisione e della meritocrazia il suo punto forte.
    E che vada oltre il gioco, aprendosi nei forum, perchè qui parliamoci chiaro gli utenti di centrodestra sono sempre meno stimolati
    Proprio per evitare polemiche, disguidi, fraintendimenti, ho proposto un "patto d'onore" fra elettori/eletti ed alleati: non deve più succedere quel che è accaduto in passato.
    Gli iscritti devono poter votare in libertà sulle alleanze e sulle questioni fondamentali; i rappresentanti devono onorevolmente rispettare queste indicazioni. Gli alleati vanno rispettati ma non serviti e riveriti come se fossero compagni di partito.

  7. #7
    Fiamma dell'Occidente
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Nei cuori degli uomini liberi. ---------------------- Su POL dal 2005. Moderatore forum Liberalismo.
    Messaggi
    38,162
    Mentioned
    132 Post(s)
    Tagged
    47 Thread(s)

    Predefinito Rif: Per un nuovo PDL, per un nuovo centrodestra

    Per noi gli interventi van bene. Sugli affari interni del PDL non riteniamo di metter bocca.b Non ci esprimiamo su gruppi, gruppuscoli e correnti. Se vogliono fare un partito unico con FP bene. Io non credo al partito unico più, quindi PL sarà pronta a far da alleato ma non da partito. Quanto alla questione delle alleanze.. PL è disponibile ma chiede garanzie. Un po' perchè certi deputati son storicamente poco fedeli ai programmi. Un po' perchè certi dirigenti son ostili a me. Un po' perchè è giusto essere chiari.

    PL chiede molto semplicemente

    Sul metodo

    - accordo di alleanza vincolante deciso in privato a trattativa fra plenipotenziari (ovviamente delegati sulla base delle procedure dello statuto del partito che delega eh) che venga poi pubblicato e firmato da tutti i candidati parlamentari di tutti i partiti dell'alleanza

    - natura vincolante dell'accordo e comune principio di lealtà pubblica per cui non solo si rispetta e si vota sempre ma non ci si lamenta dell'accordo. Se non si vota i partiti firmatari dell'accordo devono prevedere l'espulsione di chi non lo rispetta (a meno che si dimetta da parlamentare). Se si litiga pubblicamente con membri di altri partiti sul programma (anche rispettandolo) ci deve essere un pubblico richiamo corale da parte del partito firmatario al suo dirigente fuorilinea

    Nel merito

    - CAMERA alcune modifiche costituzionali (non uno stravolgimento) care a PL
    - SENATO sostegno pieno sulla questione fiscale e sulla riduzione della spesa pubblica

    Poi nei dettagli di queste due cose sul merito si discute... Sul resto, dalla bioetica alle radici cristiane, alla politica estera a qualsiasi cosa, PL è pronta a trattare.. Ma su Tasse & spesa pubblica e Costituzione chiediamo anche nel merito. Ogni altra richiesta è di metodo.

    Non mi sembrano richieste eccessivamente esose, ma sono richieste dovute.
    Ultima modifica di Ronnie; 03-02-10 alle 13:39
    _
    P R I M O_M I N I S T R O_D I _P O L
    * * *

    Presidente di Progetto Liberale

  8. #8
    IL CENTRODESTRA UNITO
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    3,409
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Per un nuovo PDL, per un nuovo centrodestra

    Citazione Originariamente Scritto da FalcoConservatore Visualizza Messaggio
    Questo può anche esser vero e per certi versi lo è, ma io sinceramente vorrei andare oltre rispetto al contingente. Mi piange il cuore a vedere il centrodestra moderato spaccato in due.
    Se per superare la divisione è ipotizzabile la creazione di un nuovo gruppo (Fronte della Libertà?) io personalmente sono concorde. Con Templares a capo ancora di più.
    Il nostro cronoprogramma che abbiamo già discusso con Pnd e Pdum prevede
    1) una federazione di partiti inizialmente basata su pochissimi punti programmatici
    2) un'eventuale costituente che porti a un partito unico di centrodestra

    Se la parte moderata del Pdl vuole aggregarsi a noi in questo progetto va benissimo, soprattutto se Templares è coinvolto come garante o ispiratore.

    E' per questo che ho proposto agli amici della destra radicale (dico "amici" perchè al di là delle idee abbiamo rapporti del tutto amichevoli) di formare un gruppo a sè, federato al PDL (Arditi della Libertà?)
    Essi non vanno criminalizzati, semmai coinvolti (e del resto ai tempi fummo tutti concordi nell'accettare l'iscrizione di Giò91 nel PDL).
    Non siamo fessi. La sinistra va battuta raccogliendo tutte le forze dell'arco del centrodestra e della destra.
    Mi sono proposto alla dirigenza del PDL anche in funzione di garanzia per gli elettori conservatori tentati dal PDL ma dubbiosi per la non perfetta coerenza.
    Ciò non deve significare una interruzione dei contatti con la destra, però.
    La federazione non mi convince. Con la destra estrema ci si può alleare tecnicamente in ottica elezioni ma non federare.
    Il nostro obiettivo è ricostruire il centrodestra moderato con conservatori, liberali, monarchici ecc
    La destra estrema abbia il coraggio e la coerenza di farsi un proprio partito e non si nasconda dietro la sigla Pdl....
    Così sarà anche più facile discutere


    Proprio per evitare polemiche, disguidi, fraintendimenti, ho proposto un "patto d'onore" fra elettori/eletti ed alleati: non deve più succedere quel che è accaduto in passato.
    Gli iscritti devono poter votare in libertà sulle alleanze e sulle questioni fondamentali; i rappresentanti devono onorevolmente rispettare queste indicazioni. Gli alleati vanno rispettati ma non serviti e riveriti come se fossero compagni di partito.
    Le priorità sono i contenuti politici, il ricambio e la meritocrazia; gli alleati verranno dopo (se si vorrà farli arrivare). Tutto va fatto ripartire da zero, da capo, con nuovi stimoli, nuove forme, da pari a pari. Credo sia evidente a tutti che è finita l'epoca dei padri padroni, le elezioni lo dimostrano.

    Ripeto intanto costruiamo il centrodestra moderato, pensando esclusivamente a quell'area. Il resto viene dopo, niente io voglio, io chiedo, io ecc
    Ultima modifica di Newborn; 03-02-10 alle 13:51
    Aderisci a : IL CENTRODESTRA UNITO --> il gruppo che unisce gli utenti di centrodestra del forum

  9. #9
    Leoni in guerra e agnelli pieni di dolcezza nelle nostre case
    Data Registrazione
    29 Mar 2009
    Messaggi
    15,424
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    8

    Predefinito Rif: Per un nuovo PDL, per un nuovo centrodestra

    Citazione Originariamente Scritto da Ronnie Visualizza Messaggio
    Per noi gli interventi van bene. Sugli affari interni del PDL non riteniamo di metter bocca.b Non ci esprimiamo su gruppi, gruppuscoli e correnti. Se vogliono fare un partito unico con FP bene. Io non credo al partito unico più, quindi PL sarà pronta a far da alleato ma non da partito. Quanto alla questione delle alleanze.. PL è disponibile ma chiede garanzie. Un po' perchè certi deputati son storicamente poco fedeli ai programmi. Un po' perchè certi dirigenti son ostili a me. Un po' perchè è giusto essere chiari.

    PL chiede molto semplicemente

    Sul metodo

    - accordo di alleanza vincolante deciso in privato a trattativa fra plenipotenziari (ovviamente delegati sulla base delle procedure dello statuto del partito che delega eh) che venga poi pubblicato e firmato da tutti i candidati parlamentari di tutti i partiti dell'alleanza

    - natura vincolante dell'accordo e comune principio di lealtà pubblica per cui non solo si rispetta e si vota sempre ma non ci si lamenta dell'accordo. Se non si vota i partiti firmatari dell'accordo devono prevedere l'espulsione di chi non lo rispetta (a meno che si dimetta da parlamentare). Se si litiga pubblicamente con membri di altri partiti sul programma (anche rispettandolo) ci deve essere un pubblico richiamo corale da parte del partito firmatario al suo dirigente fuorilinea

    Nel merito

    - CAMERA alcune modifiche costituzionali (non uno stravolgimento) care a PL
    - SENATO sostegno pieno sulla questione fiscale e sulla riduzione della spesa pubblica

    Poi nei dettagli di queste due cose sul merito si discute... Sul resto, dalla bioetica alle radici cristiane, alla politica estera a qualsiasi cosa, PL è pronta a trattare.. Ma su Tasse & spesa pubblica e Costituzione chiediamo anche nel merito. Ogni altra richiesta è di metodo.

    Non mi sembrano richieste eccessivamente esose, ma sono richieste dovute.
    Ci sarà tempo per discutere di tutto. Incasso comunque le tue parole, così come quelle di Newborn e Falco come un SI al dialogo e al confronto.
    Non bocciamo nulla, ma nulla di questa discussione, poichè dai vostri interventi può scaturire l'unità del centrodestra.

  10. #10
    Conservatorismo e Libertà
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    17,350
    Mentioned
    13 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Rif: Per un nuovo PDL, per un nuovo centrodestra

    Citazione Originariamente Scritto da Ronnie Visualizza Messaggio

    Sul metodo

    - accordo di alleanza vincolante deciso in privato a trattativa fra plenipotenziari (ovviamente delegati sulla base delle procedure dello statuto del partito che delega eh) che venga poi pubblicato e firmato da tutti i candidati parlamentari di tutti i partiti dell'alleanza
    Innanzitutto, credo che ormai sia tardi, le elezioni sono ancora in corso ma saremo, credo, all'opposizione, non c'è la necessità stringente di pubblicare programmi comuni con i crismi dell'ufficialità. Per queste cose se ne riparlerà, semplicemente, fra 6 mesi.
    Tuttavia, la richiesta non è peregrina: è giusto che partiti alleati si accordino in modo chiaro, e si rispettino.
    Quando arriverò il momento, si potrò certamente immaginare un programma comune ufficiale e firmato dai candidati.
    Accade nella politica reale (la legge prevede che le coalizioni presentino un programma unitario), non vedo perchè evitare questo passaggio qui.
    Anche se aggiungerei una cosa: al di là delle trattative private e dirigenziali, sarà bene far votare a tutti gli iscritti, democraticamente, la proposta di programma. Solo così i rappresentanti si sentiranno giustamente e doverosamente legati ad un mandato di partito, e non di mera dirigenza (certo, eletta per rappresentare il gruppo, ma non infallibile).

    - natura vincolante dell'accordo e comune principio di lealtà pubblica per cui non solo si rispetta e si vota sempre ma non ci si lamenta dell'accordo. Se non si vota i partiti firmatari dell'accordo devono prevedere l'espulsione di chi non lo rispetta (a meno che si dimetta da parlamentare). Se si litiga pubblicamente con membri di altri partiti sul programma (anche rispettandolo) ci deve essere un pubblico richiamo corale da parte del partito firmatario al suo dirigente fuorilinea
    Una volta che il programma è stato elaborato, concordato, sottoposto al voto degli iscritti di ogni partito, ratificato e pubblicato, è ovvio che i rappresentanti dovranno rispettarlo e votare di conseguenza, a pena di provvedimenti dei probiviri. Senza prevedere espulsioni immediate però, e senza intimidazioni eccessive dagli alleati: le violazioni devono essere soppesate e valutate da organi di garanzia interna.
    E' ovvio che c'è una differenza fra cosette piccole, trascurabili, magari rimediabili, e voti fondamentali, essenziali.
    Insomma, il criterio della "rappreseglia massiccia" non è funzionale. Meglio quello della risposta flessibile.
    Poi, è scontato, l'alleato che si sente tradito può pure rompere e accusare di tradimento gli altri, e giungere alla resa dei conti nell'urna.


    Nel merito

    - CAMERA alcune modifiche costituzionali (non uno stravolgimento) care a PL
    - SENATO sostegno pieno sulla questione fiscale e sulla riduzione della spesa pubblica

    Poi nei dettagli di queste due cose sul merito si discute... Sul resto, dalla bioetica alle radici cristiane, alla politica estera a qualsiasi cosa, PL è pronta a trattare.. Ma su Tasse & spesa pubblica e Costituzione chiediamo anche nel merito. Ogni altra richiesta è di metodo.

    Non mi sembrano richieste eccessivamente esose, ma sono richieste dovute.
    Per quanto riguarda Senato nulla da dire, per quanto riguarda Camera si può e si deve discutere.
    Ma come ho detto:
    a) questa legislatura ormai è andata;
    b) avremo quindi 6 mesi per discuterne, sarebbe meglio prima arrivare ad una maggiore unità del centrodestra (nella consapevolezza che tutti i partiti sono essenziali per la vittoria)
    c) anche in questo caso si può giungere ad un compromesso.

 

 
Pagina 1 di 22 1211 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Renzi al bivio tra Sel e Nuovo Centrodestra
    Di POL nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 14-02-14, 12:05
  2. Se è moderno il Nuovo Centrodestra
    Di POL nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 16-01-14, 13:35
  3. Zero+, 9 giugno, per un nuovo centrodestra
    Di umbevilla nel forum Conservatorismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 24-05-12, 22:49
  4. Per un nuovo centrodestra
    Di Lib. Centrista nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 67
    Ultimo Messaggio: 08-03-07, 13:11
  5. Il nuovo elettore di centrodestra
    Di Arancia Meccanica nel forum Destra Radicale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 05-05-04, 14:44

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226